GIUSTIZIA PER ALESSANDRO
IL LIBRO BIANCO DEGLI ABUSI
DIFFIDE, CHE FARE?
SITI WEB DELLE TIFOSERIE ITALIANE
ALLE RADICI DEL TIFO:  LA TRIBU' DEL CALCIO
LA BACHECA
FANZINES
DEDICATO A CHI. . .
IL PUNTO GIALLOROSSO DI EMILIANO
LE VIGNETTE DI ZENGA
SONO FUORI ROMA, DOVE VEDO LA PARTITA?
VIDEO

" AL DI FUORI DI ROMA NON C'E' NULLA 
DI BELLO NEL MONDO" 
Johann Joachim Winckelmann, 1756
(archeologo e filologo, nonché massimo teorico mondiale del'estetica neoclassica)
Vai al sito della Weblegion
 
I VOSTRI ARTICOLI
ARCHIVIO AGGIORNAMENTI
SONDAGGI PRECEDENTI
DOVE COMPRO IL BIGLIETTO PER LE PARTITE?
LA ROMA ALLA RADIO
VECCHIO GUESTBOOK
L'ANGOLO DI FABVIZIO VONCONE
PIPPE MENTALI
MEMORABILIA
LE SCRITTE SUI MURI
LO SAPEVATE CHE. . . .
OSSERVATORIO SUI GIORNALISTI

Comunicati ufficiali Lega Calcio

Coppa Disciplina 2003/04


Che tempo farà dove gioca la Roma?
Vai al sito di Musicaroma
Se volete avere notizie su locali, 
concerti e musica a Roma
Vai al sito di Pogopop
Se vi piace la musica "alternativa",
la Domenica sera ascoltate Pogopop su Radio Città Aperta, 88.90 FM dalle 19.00 alle 21.00
"Non per guadagnar ma per amor del gioco"

clicca sull'immagine per leggere meglio

IMPORTANTE:
E' on line il sito specchio (mirror site) di questo sito.
Qualora non riusciste ad accedere su www.asromaultras.it per qualsiasi ragione, troverete un sito identico all'indirizzo www.asromaultras.net


31 dicembre 2003: "Centoquarantacinque persone sono state raggiunte nel corso del 2003 dalla diffida a frequentare avvenimenti sportivi dall'ufficio di polizia anticrimine della questura di Roma. A questo numero bisogna aggiungere le 224 diffide già in atto che portano il totale a 369.
In particolare 96 provvedimenti hanno raggiunto tifosi della Roma, 79 tifosi della Lazio. A 18 tifosi è stato vietato di assistere ad incontri sia della Roma che della Lazio, a 28 di altre squadre di calcio italiane. A 3 tifosi, infine, è stato vietato di assistere a qualsiasi incontro di calcio sul territorio nazionale" (Fonte: Calciomercato.com). Avendo il polso della situazione su Roma, vi posso dire che la maggior parte delle diffide emesse dalla Questura di Roma si riferisce poveracci che scavalcano e cose simili. Solo una minima percentuale dei diffidati fa parte di gruppi ultras ed una percentuale ancor più minima è riferita a soggetti realmente pericolosi. Questi dati servono però per dare l'impressione all'opinione pubblica che vi sia una grande attenzione per il problema e che la Questura abbia ben operato. Un ragazzo palestinese mi ha mandato questa e-mail: "ciao ,mi chiamo sameh.ho compiuto il 18 anno a novembre
sono palestinese ,vivo e studio in Egitto. facccio il tifo per la roma ed un mio amico che studio all'universita' di turvegada mi ha dato questo link.
sono stato a roma due mesi fa .ero in gita scolastica e in questo periodo ho visitato tale universita'  mi piacerebbe avere nuovi amic italiani.
il mio e-mail e': sammuha85@hotmail.com".


30 dicembre 2003: Aggiunti moltissimi video nelle varie sottopagine in cui la sezione è divisa. Si tratta degli spezzoni di "Sfide" trasmesso ieri e relativi alla Roma. Quelli più lunghi li ho messi in versione mpg (quindi di qualità migliore, ma molto estesi, fino a 150 mb) ma anche in versione wmv (quindi più piccoli e facilmente scaricabili o visibili.

28 dicembre 2003: Approfitto di questi giorni di festa per migliorare graficamente il sito in qualche pagina e per inserire foto e materiale arretrato. Per questo nella pagina 1 di Roma/Lazio Coppa Italia 2002/03 ho inserito (alla fine della pagina) diversi video e files audio, ed inoltre è stata aggiunta la pagina 3 della medesima partita. Nella pagina 17 di memorabilia, inserito un 45 giri con in copertina Pierino Prati. Nella partita di Roma/Piacenza 2002/03 sono stati fatti molti cori "anti", che ho inserito.

26 dicembre 2003: Grazie a Marco, inserita la pagina 6 di Roma/Torino 1982/83, la pagina di Roma/Juventus 1982/83, le foto del ritiro di Vipiteno 1987/88, altre di allenamenti a Trigoria 1985/86


24 dicembre 2003: Ultimamente, a seguito di un paio di resoconti con qualche parola un po' troppo offensiva ho ricevuto diverse e-mail di replica, altre e-mail di controreplica e via dicendo che, per via di una specie di par condicio e di una mia impostazione che è improntata alla libertà di espressione più assoluta, ho inserito come di consueto. A prescindere dalla condivisibilità o meno delle idee di chi scrive, che io mi limito a riportare, si pone per me un problema di carattere pratico: non posso passare il tempo dedicato all'aggiornamento del sito a fungere da moderatore di uno spazio che non è un guestbook ma è dedicato ai resoconti. Un resoconto può ovviamente contenere opinioni personali, ci mancherebbe, ma è più una specie di riassunto di quel che accade o di quel che capita che una pura e semplice espressione di sentimenti, nobili o meno nobili che siano. Vi invito a leggere i resoconti scritti da un ragazzo che porta lo stendardo "Ultimi romantici": anche lui segue la Roma ovunque, anche lui è un ultras, anche lui ha le sue opinioni eppure quando scrive ti fa la descrizione della trasferta in modo ineccepibile, quasi asettico. Questo tipo di resoconto può essere definito "puro", quasi di stampo giornalistico. E' chiaro che a tutti noi fa piacere leggere qualcosa di questo tipo ma anche qualcosa di più sentimentale. Non si può però giungere all'eccesso opposto, e scrivere quindi un resoconto solo sentimentale (inteso questo per sentimento di odio o di amore) poiché... non è più un resoconto ma un pensiero, più adatto ad un guestbook. Mi rendo conto che questo sito ha il limite di non avere un guestbook o un forum, che pure in passato ha avuto, ma le ragioni sono a voi chiare perché le ho spiegate più volte. Spero che comunque capiate la distinzione tra "resoconto"  e "pensiero" e che come webmaster capiate le mie difficoltà al riguardo. Buon Natale a tutti.
Inserite le pagine di B.I.S.L. e Brigata De Falchi.
Scorta delle forze dell'ordine ad una tifoseria dell'est europeo. Solamente roba da pazzi o nuove tecniche di controllo sociale?


23 dicembre 2003 (pomeriggio): Sto cercando l'indirizzo e-mail del webmaster del sito asrsupporter.tifonet.it, cracckato a marzo da qualche hacker.
Se il webmaster legge questa nota gli chiedo di scrivermi, se qualcuno ha il suo indirizzo e-mail, chiedo di formirmelo perché devo chiedergli il permesso per una cosa.

23 dicembre 2003: Questa volta il grande Pierino Prati, al quale avevo inviato tramite il figlio la foto dello striscione a lui dedicato dalla Brigata GG Belli, mi/ci ha scritto di persona:
E-MAIL DI PIERINO PRATI del 22.12.2003
Oggetto: Grazie 1000
Ciao Lorenzo, volevo ringraziare te e la magnifica "curva sud" per gli auguri..Mi fa molto piacere che mi ricordiate ancora con tanto affetto anche se in quei anni nn siamo riusciti a darvi le soddisfazioni che una grande tifoseria come voi si meriterebbe..Siete nel mio cuore.Estendi a tutta la "magica curva sud" un grande augurio di Buone Feste.
Pierino Prati.
Vai alla pagina dedicata a Pierino Prati
Aggiornata la pagina 17 di memorabilia, inserito il punto giallorosso di Emiliano.


21 dicembre 2003: On line la pagina di Empoli/Roma. Inserita un'intervista del 2001 di Giacomino Losi a "La Provincia", giornale di Cremona. Vi segnalo poi questo sito: http://www.kidsareunited.it/

20 dicembre 2003: Una foto d'archivio che risale ad un paio di anni fa ma che merita: l'incredibile buon gusto degli ultras dello Swansea che si sono recati in trasferta con una limousine. La polizia non ha apprezzato ma è uno dei gesti più grandi mai fatti da un gruppo ultras!
Per chi oggi è a Parigi questo sabato, é possibile vedere Empoli Roma in tv sull'emittente portoghese Sport TV. Un bar portoghese sta a Fontenay Sous Bois e un altro a Rue La Fayette. Mikael, ultras del gruppo Bara Bajare di Stoccolma manda questo messaggio di auguri agli ultras della Roma:
"Happy x Mass from Mikael and your lads in BARA BAJARE STOCKHOLM thanx had a good time as usal with u in curva sud was a special feeling for me to enter the ground in front of curva sud a dream come true  fro me . Next time il bring all my videos i have make during the years of curva sud . Maybe if i have monney il come to ROMA-mi othervise we will come some lads from BARA BAJARE to laziomerda-ROMA 21/3-04 BIG CIAO to ANTONIO wher ever u are we thinking about u and all other ultras in jail FREEDOM TO ULTRAS BROTHERS BIG CIAO /Respect to CURVA SUD !!
MIkael  " (Buon Natale da Mikael e i suoi ragazzi del BARA BAJARE STOCKHOLM, grazie per aver avuto nei momenti come al solito con voi in curva sud, è stata una sensazione speciale entrare sul terreno di gioco ed avere di fronte la Curva Sud, un sogno che si è avverato per me ... un grande ciao ad Antonio, ovunque tu sia pensiamo a te e a tutti gli altri ultras in carcere. LIBERTA' PER I FRATELLI ULTRAS/Rispetto a per la CURVA SUD!!)

19 dicembre 2003: Aggiunti foto e resoconti di Palermo/Roma, incluse alcune risposte a Valerio che si era lamentato per non aver potuto prendere l'aereo per recarsi a Palermo per via di uno sciopero dei lavoratori dell'Alitalia, che qui hanno il diritto di replica. Daniele mi segnala che "....in un bar vicino casa mia, ci sono ancora i biglietti di PARTERRE x sabato; costano come il settore ospiti (22€). Il bar sta a via Lilio 85 ed è una traversa di via del Serafico e ci si arriva da via Laurentina!!


18 dicembre 2003: In costruzione la pagina di Palermo/Roma. Aggiornata la Coppa Disciplina.
2003/04 Parma/Venezia Coppa Italia


17 dicembre 2003: Roberto, lanciacori della Sud, mi ha inviato una e-mail interessante in risposta a...
Tra i canti, aggiunto l'audio di "Ricominciamo".
FONTE: La Città di Salerno
Erano accusati di aver danneggiato la saletta del commissariato di Nocera
Inferiore. Sono stati assolti da tutte le accuse i nocerini che, nel 1996, il giorno
della partita tra i molossi e il Savoia, si recarono a firmare nel commissariato di
Nocera e che in seguito vennero denunciati per danneggiamento. Ieri mattina, il
giudice Vincenzo Ferrara, del Tribunale di Nocera Inferiore, ha decretato
l'assoluzione per Aurelio Del Regno, Aniello Milite, Luigi Vicidomini, Giuseppe
Belviso, Luigi Grimaldi, Francesco Afeltra e Maurizio Pisciottaro. I sette, assistiti
dagli avvocati Luigi Senatore, Manlio Torquato, Carmine Bove, e Giuseppe
Mandarino, erano giunti quel giorno al commissariato per firmare. Diffidati, avevano infatti l'obbligo di permanenza, nel corso delle partite. Con loro era stato messo sotto inchiesta anche il nocerino Federico Spinelli, classe 1972, che decise di patteggiare la pena in fase preliminare. Dal Tribunale dei Minori di Salerno fu processato, invece, D. M., che all'epoca dei fatti aveva 16 anni.
 Intanto è pendente dinanzi ai giudici dibattimentali la vicenda giudiziaria che coinvolge oltre venti tifosi della Nocerina accusati di aver provocato degli scontri al termine della partita con il Savoia, alcuni anni fa. Per tutti dovrà essere il Tribunale di Nocera Inferiore ad esprimersi.
(ti denunciano, ti diffidano, poi vieni assolto e la diffida te la sei scontata....)
Ricevo e condivido con tutti voi questa e-mail che mi è arrivata oggi:
"Volevo farVi i complimenti per il bel sito soprattutto per la parte che riguarda mio padre Pierino Prati; mi avete fatto rivivere bellissimi momenti che essendo piccolo all'epoca erano un po' sbiaditi. Vi porto anche i suoi complimenti, perche' ricorda sempre la tifoseria romanista con tanta gioia e per un calciatore siete i tifosi nr.1. Tanti auguri. Cristiano e Pierino Prati"
Pierino Prati
Roma/Modena, 2003/04


16 dicembre 2003: Inseriti altri commenti su Roma/Modena. Inserite altre 5 belle foto "calcistiche" di Roma/Iraklis di precampionato
A grande richiesta, il nuovo coro:
E lasciami gridare...
e lasciami cantare...
io senza Roma non so stare...

Io che porto nel cuore
soltanto l'amore

per questi colori,
e gioia e dolori

che vinca o che perda
LA LAZIO E' NA MERDA

per questo cantiamo
DAI ROMA TI AMO

noi ti sosteniamooooooo
RICOMINCIAMO!



15 dicembre 2003: Inserita la pagina di Roma/Modena. Un utilissimo servizio: "Che tempo farà dove gioca la Roma?" Ho inserito il sito poco più sopra su questa pagina, sulla sinistra del logo di Musicaroma.

14 dicembre 2003: Inserita la pagina 3 di Chievo/Roma. Alessandro voleva essere contattato da quella persona che ha scritto il resoconto di Chievo/Roma che vive a Como in quanto anche lui sta lì. La sua e-mail è dema3010@hotmail.com
Inserita la scheda di presentazione del Gaziantepspor. Gianfranco mi ha mandato molti biglietti "antichi", tanto che ho creato diverse pagine negli anni '70 relative ai biglietti.


13 dicembre 2003: Inserito l'atto d'accusa alla Juventus in merito alla questione doping. Scaricatevi cliccando qui l'MP3 (1797 kb) del trailer del film "Al 36° minuto", dedicato a......

12 dicembre 2003: Aggiornata la classifica della Coppa Disciplina, abbiate pazienza per gli aggiornamenti che è un momento intenso di lavoro e le mie care bimbe hanno deciso in questi giorni di NON addormentarsi prima delle 23.30-mezzanotte con obbligo di lettura della favola al termine della quale crollo anche io. Ringrazio Gianfranco che mi ha mandato una serie incredibili di biglietti anni '70/'80 che inserirò in questi giorni nella apposita sezione e tutti coloro che mi hanno mandato video e audio, oltre alle foto.

10 dicembre 2003: Nella pagina 1 di Chievo/Roma inseriti, grazie a Formica, molti videotifo. Creata anche la pagina 2 di Chievo/Roma, in costante aggiornamento. Nella rubrica dei canti (nuovo corso) inserita la prefazione di "E forza Roma facci un goal".
Gabriele mi scrive di una disavventura avvenuta nei pressi di Bologna: "...andando a verona siamo stati assaliti all' auto grill di bologna da un gruppo di napoletani che ci hanno distrutto il parabrezza della macchina (noi stavamo tutti e 5 dentro!!!!) e ci hanno preso la sciarpa.
Era una sciarpa che mi aveva lasciato la madre di un mio amico scomparso 2 anni fa, ci tengo troppo è un pezzo importante della mia vita.
Era la sciarpa as roma ultras con la scritta vecchie maniere, rossa e gialla, la prima del gruppo.
Puoi aiutami a riavere quel modello?
Sono disposto a pagarla QUALSIASI prezzo".
Chi può soddisfare la richiesta, gli mandi una e-mail.
Vi segnalo poi questo sito bulgaro dedicato alla Roma: http://asroma.hit.bg
Si avvicina Natale, così pubblico questa e-mail che mi è pervenuta da una persona che conosco bene e di cui conosco la serietà:

"Roma 09 dicembre 2003
Cari amici, vi scrivo per invitarvi a regalarvi un gesto di solidarietà per questo Natale.
Molti di voi conoscono indirettamente la realtà del carcere, hanno avuto ed hanno amici che per loro sfortuna hanno conosciuto un mondo fatto di sbarre e cancelli, un mondo in cui l'uomo perde la sua dignità e diventa solo un numero nella conta giornaliera.
Si parla poco dei detenuti e spesso ci vergognamo di dire "ho un amico in carcere", spesso quando parliamo con qualcuno e chiedono informazioni su un nostro amico che è detenuto preferiamo dire "non so dove sia" piuttosto che "è in carcere", capisco questo grande disagio interno, in fondo finchè le cose non ci toccano in prima persona perchè preoccuparsi, vi chiedo solo di dedicare qualche minuto del vostro tempo e di leggere l'allegato e se poi 
volete dar voce a chi passerà questo Natale lontano dalle proprie famiglie lontano dai propri affetti, vi posso assicurare che è un'esperienza che ti 
distrugge dentro, allora sottoscrivete l'abbonamento NONSOLOCHIACCHIERE il giornale dei detenuti di Rebibbia.
Se volete informazioni scrivete pure a questo indirizzo e vi risponderò. Vi ringrazio e sono fiducioso che per questo Natale vi regalerete un pò di 
solidarietà.
Buon Natale a tutti.
NONSOLOCHIACCHIERE"
A NATALE REGALATI UN PO’ DI SOLIDARIETA’
NONSOLOCHIACCHIERE è il giornale dei detenuti di Rebibbia, un progetto editoriale che da anni cerca di suggerire e proporre fatti concreti affinché la vita, che i detenuti sono costretti a vivere in carcere, non resti esclusivamente un passivo per loro stessi e per la società. Cerca di operare critiche costruttive, suggerendo anche soluzioni, ai numerosi problemi della giustizia e, soprattutto, dell’esecuzione della pena. 
Il nostro progetto è molto ambizioso punta a far conoscere quella realtà che è il mondo dei detenuti di cui mai si parla, quasi come se si volesse far finta che la parte della società che vive all’interno delle carceri non esista, come se si volesse marchiare a vita chi, per vari motivi, ha commesso un errore.
Il carcere, a quanto dice la nostra Costituzione, dovrebbe essere il luogo di riabilitazione di colui che ha commesso un reato, il luogo all’interno del quale chi si è macchiato di un qualsiasi reato dovrebbe essere rieducato per un nuovo reinserimento all’interno della società cosiddetta civile.
Molti non sanno che il carcere tutto è tranne che luogo di rieducazione grazie alle carenze strutturali, di personale spesso poco qualificato, ma soprattutto è il luogo in cui vengono palesemente violati i diritti umani. 
Ci scandalizziamo nel vedere in televisione le immagini delle condizioni di vita dei giovani delle favelas brasiliane, oppure dei quartieri degradati delle grandi metropoli, ma si ridiventa subito indifferenti quando ci vengono proposte le immagini delle carceri italiane in cui la dignità umana viene calpestata quotidianamente. 
Qualche tempo fa il parlamento Europeo ha approvato una legge in cui si davano le dimensioni delle gabbie per le galline che devono essere almeno di 3 mq per ogni gallina, ma nessuno ha tenuto presente che un detenuto di Rebibbia è costretto a vivere per 21 ore al giorno in uno spazio di 8 mq: a voi le proporzioni.
NONSOLOCHIACCHIERE si è sempre fatto carico di esporre queste problematiche, anche con conseguenze personali per chi scriveva, a chi non conosce questa realtà ma ha una coscienza civica e civile e vuole veramente ridare dignità e diritti a chi, pur avendo sbagliato, vuole pagare per i propri errori ma vuole anche che sia rispettata la propria persona.
Per questi motivi ci rivolgiamo anche a voi sapendo che il nostro appello non sarà lasciato cadere nel vuoto e vi chiediamo di contribuire alla sopravvivenza del nostro giornale sottoscrivendo un abbonamento.
Pochi euro non cambiano la vostra vita ma contribuiranno a far sopravvivere la voce di, chiuso dentro una cella, non ha voce!

Per abbonarsi
ABBONAMENTO ANNUALE (6 numeri)
ORDINARIO € 15
SOSTENITORE € 100

Modalità:
· VAGLIA POSTALE intestato a “Il Gruppo Libero” via del Giuba, 4 – 00199 Roma, causale “ abbonamento a NONSOLOCHIACCHIERE”.
· C/C POSTALE n. 97625008 intestato a “Associazione commercialisti e consulenti d’azienda italiani” viale Regina Margherita, 140 – 00198 Roma causale “ abbonamento a NONSOLOCHIACCHIERE”.
C/C BANCARIO intestato a “Il Gruppo Libero” presso Banca Popolare di Milano ag.455 via Gadames – Roma c/c n. 288 ABI 5584 CAB 3235.



9 dicembre 2003: Nella pagina riservata al derby di Paparelli, grazie a Gianfranco recuperato un volantino storico, è proprio alla fine della pagina. Nella pagina dei biglietti, inserito un biglietto di Milan/Roma 1976/77 e di Roma/Avellino 1978/79. Nella pagina "La tribù del calcio", inserite tre chicche: una delle prime radio portatili tra gli spettatori allo Stadio di S.Siro, uno dei primi esempi di merchandising e le memorie di un invasore di campo (Alessandria/Pisa 1948/49).

8 dicembre 2003: On line la pagina di Chievo/Roma con alcune ottime foto e resoconti. Aggiornata la pagina 17 di Memorabilia.

7 dicembre 2003: Inserita la pagina di Napoli/Roma 1957/58Alessandria/Roma 1946/47, Palermo/Roma di Coppa Italia 1957/58, Roma/Bari 1958/59, 2 foto di Roma/Sampdoria 1959/60, Roma/Palermo 1956/57, Napoli/Roma 1954/55, Roma/Fiorentina 1954/55, Roma/Novara 1954/55, inserita una intervista del 1982 a Fabio Cudicini, ex portiere della Roma. Inserito l'articolo "Lettera aperta al tifoso giallorosso" dell'ottobre 1982. Ed ancora, Padova/Roma 1955/56, l'amichevole precampionato L'Aquila/Roma del 1949/50, Roma/Venezia 1949/50, Triestina/Roma 1949/50.

6 dicembre 2003: Emiliano ha un biglietto in più per Verona. Contattatelo su questa e-mail: emiven@tiscali.it.
Diverse persone mi hanno segnalato quanto segue: "ieri, arrivato al 25° del primo tempo, non sono riuscito ad acquistare un tagliando d'ingresso per la partita di Coppa Italia. Avvicinatomi ai cancelli dello stadio e fatto notare questo disservizio agli addetti al controllo dei biglietti, non solo non sono stato fatto entrare (ho dovuto aspettare l' 80' minuto -non più il 70'- ) ma mi sono sentito rispondere che la colpa è la mia e che mi dovevo munire preventivamente di un tagliando per una partita che, è utile ricordarlo, avrà visto presenti si' e no 8000 spettatori.
Grazie Sensi che continui a $vendere ad orari impossibili la Coppa Italia alla Rai, ancora grazie Sensi che oltre a non avere alcun rispetto per i tifosi della Roma ti servi di addetti agli ingressi senza un minimo di cervello e di una arroganza unica.
Non è stato solo un problema del sottoscritto, ma anche di alcune centinaia di persone che uscite tardi dal lavoro non sono state messe in grado di COMPRARE un biglietto a partita cominciata".  Credo che il fatto sia veramente disdicevole e che sia NECESSARIO che l'A.S. Roma si mostri, non dico vicina (sarebbe chiedere troppo) ma quanto meno un po' più attenta ai suoi (non dico tifosi, anche in questo caso sarebbe pretendere troppo essere considerati tali) "utenti" o "clienti", e soprattutto nei confronti di quei "clienti", che magari hanno mollato il lavoro prima pur di andare a vedere, prima di Natale, con la pioggia e una diretta su RAI2 la Roma allo stadio. Quegli 8.000, anzi, quei 6.500 (palermitani esclusi), sono i tifosi (e sottolineo tifosi) radicali della Roma, sono quei 6.500 che se anche la Roma dovesse andare in Serie D ci sarebbero comunque. L'A.S. Roma ne prenda atto. Il bello di internet è che queste voci isolate possono prendere corpo ed assumere la forma di protesta. Anche se non siete andati alla partita, quindi, vi prego di mandare una e-mail di protesta all'A.S. Roma con il testo della e-mail inviatami.
E-mail: Ufficio Stampa
E-mail: Redazione "La Roma"
Molti si saranno chiesti di chi sia o chi rappresenti lo striscione "Casta Guerriera" presente a Spalato. Cliccate e lo saprete.
Ho attivato un filtro antispam: qualcuno sa se questo mi impedirà di ricevere e-mail da chi magari non mi ha mai scritto e mi manda foto o filmati?
Aggiunta un'altra foto nella pagina dedicata alla famosa Inter/Roma del 1981/82. Nella pagina di Roma/Lecce inserite due belle foto ravvicinate scattate dai leccesi al loro settore.
Maglie arancioni e pagliacciate varie... in un calcio senza più valori, la maglia è l'unico simbolo che ha ancora senso... Poco conta che la Roma negli anni passati abbia proposto anche maglie assurde: la Roma dell'epoca aveva altri valori, ormai scomparsi, in cui i tifosi si rispecchiavano.
Oggi, almeno la maglia lasciatecela! Ecco la divisa che mi piacerebbe indossasse la Roma sempre, tutte le volte che gli avversari giocano con una maglia diversa che non si confonde.... Maglia rossa con bordi gialli, pantaloncini bianchi, calzettoni rossi con bordi gialli (cfr. Figurine Panini anni '70)!


5 dicembre 2003: Mi dicono di un articolo uscito oggi su "La Stampa" a firma Antonella Rampino, un po' volgare... Chi me lo manda?
Continua su "Il Manifesto" la rassegna sulle magagne del calcio. Oggi è la volta del Milan: "Diavolo, un ricettario di furbizie".
Qualche giorno fa, in prima pagina su "Il Messaggero" vi era un articolo abbastanza interessante, che dimostra come l'esposizione di striscioni contro il calcio moderno venga notato dai mass-media: "...Anche nel calcio, intanto, c’è da registrare un piccolo ma significativo fenomeno che riguarda un’organizzazione di tifosi assolutamente trasversale che sbandiera ogni domenica la sua nostalgia canaglia esponendo in diversi stadi quello striscione che molti di voi avranno visto: no al calcio moderno. Questi ultras d’antan rimpiangono gli anni in cui non c’era la tv a regolamentare tempi e modi, tant’è che con il campionato si poteva rimettere l’orologio: tutte le partite si giocavano la domenica alla stessa ora e di questo si lamentava soltanto Rita Pavone. Rivorrebbero soprattutto le regole, più che i campioni di una volta. Auspicherebbero il ritorno a un tempo in fondo non lontano: 15 anni fa, non un secolo, l’allora presidente della Lega Nizzola rifiutò di anticipare Napoli-Milan, partita che avrebbe deciso lo scudetto, «per non violare la sacralità del campionato». Usò proprio queste parole mandando in fumo un affare televisivo miliardario".Lo stesso giorno nell'inserto sportivo del medesimo giornale, c'era anche un altro articolo degno di nota: "Meglio la C del calcio business". Tutti questi articoli, ed anche quelli passati li trovate nella pagina "Vita vissuta".


4 dicembre 2003 (sera): On line la pagina di Roma/Palermo.

4 dicembre 2003: Per chi non può andare a Verona, ecco i canali satellitari che trasmettono la partita: C+Bla - Abu Dhabi sports - Galaxie sport - Hrt-Tv2 - British Eurosport - Bucuresti 1 - Arberia Tv - Canal+ (Poland) - Supersport Greece - C+Deporte 1 - Sport 1 hungary (Delay 21:15) - IRIB3
Sono tutti criptati tranne IBIS 3 che è in chiaro ma su un satellite che sta in culo alla luna. Per maggiori info c'è il sito http://www.satfootball.com
Il Sindacato di Polizia di Verona ha chiesto di vietare sciarpe e felpe con il cappuccio al fine di impedire che ci si possa sottrarre all'identificazione.
Si sono dimenticati di chiedere di portare i capelli corti e barbe non troppo folte ;-)
Aggiunte altre foto di Hajduk/Roma, grazie a Gianluca, ed anche dei video, ma in formato MP4. Vengo anche informato che i leccesi sono rimasti altri 10/15 minuti allo stadio dopo la fine della partita: con l'impianto ormai vuoto, hanno iniziato a fare un tifo infernale, tipo squadre inglesi in coppa. Meritano mezzo voto in più nella pagina "Visti a Roma". L'orario non è dei migliori, ma alle 18.00 di oggi c'è Roma/Palermo per la Coppa Italia. Si è romanisti a Roma/Barcellona come a Roma/Palermo, sosteniamo la squadra!


3 dicembre 2003: La Coppa Italia, ribattezzata la Coppa degli ultras: per Palermo/Roma mi viene segnalata questa dritta da Marco, che può essere sfruttata per evitare le solite speculazioni. Il costo del biglietto è 10 € + 1 € di prevendita:
La prevendita dei biglietti per la partita di ritorno di Coppa Italia Palermo-Roma in programma il 17 dicembre a Palermo è stata avviata. 
I biglietti per il settore ospiti sono disponibili solo nei Punti Vendita TicketOne della città di Roma.
I biglietti possono essere acquistati con le seguenti modalità:
- nei Punti Vendita TicketOne della città di Palermo;
- on line sul nostro sito;
- telefonicamente con Pronto Pagine Gialle 89.24.24 (attivo 24 ore su 24).


2 dicembre 2003: Inserito un secondo resoconto su Hajduk/Roma. Iniziata la pagina 17 di memorabilia.
COPPA ITALIA:
ROMA/PALERMO
4 dicembre 2003, ore 18.00

PREVENDITA BIGLIETTI:
DALLE ORE 10.00 DI LUNEDI’ 1 DICEMBRE 2003
ALLE ORE 12.00 DI GIOVEDI’ 4 DICEMBRE (A.S. Roma Store)
ALLE ORE 16.00 DI GIOVEDI’ 4 DICEMBRE (Ricevitorie)

PREZZI

Trib. Monte Mario € 35,00
Trib. Tevere Centrale e Later./Part. € 20,00
Curve e Distinti € 10,00
Non Deambulanti € 15.00
Per questa gara non verranno applicati sovrapprezzi di prevendita
PUNTI VENDITA
A.S. ROMA STORE: (Via Appia Nuova 130 tel. 06.77590664 – P.zza Colonna 360 tel. 06.69200642 – Via Cola di Rienzo 136/A tel. 06.3203471 con orario 10.00 – 18.30)
RICEVITORIE LIS LOTTOMATICA
N.B.: per questa gara non verrà effettuata la vendita on-line tramite il sito internet WWW.ASROMA.IT
CAMPIONATO DI CALCIO SERIE A
CHIEVO – ROMA DEL 07/12/2003 - ORE 20.30
STADIO BENTEGODI
PREVENDITA BIGLIETTI: 
DALLE ORE 9.00 DI MARTEDI’ 2 DICEMBRE 2003
ALLE ORE 13.00 DI VENERDI’ 5 DICEMBRE 2003
PREZZO (INCLUSI DIRITTI DI AGENZIA): EURO 24,00
L'A.S. ROMA RICORDA CHE, IN OTTEMPERANZA ALLE VIGENTI DISPOSIZIONI DI ORDINE PUBBLICO, I BIGLIETTI DEL SETTORE RISERVATO AGLI OSPITI NON POSSONO ESSERE VENDUTI IL GIORNO DELLA PARTITA. PERTANTO, I TIFOSI DELLA ROMA CHE INTENDONO RECARSI IN TRASFERTA POTRANNO ACQUISTARE I BIGLIETTI PRESSO LE AGENZIE S€STANT€
LORENZO RICORDA CHE CHI VOLESSE ANDARE IN TRIBUNA, O COMUNQUE NON ANDARE NEL "SETTORE OSPITI" POTRA' ACQUISTARE I BIGLIETTI SECONDO LE INDICAZIONI DEL CHIEVOVERONA:

CHIEVOVERONA-ROMA, I BIGLIETTI

L'A.C. ChievoVerona comunica che la prevendita dei
biglietti per la gara ChievoVerona-Roma, in programma domenica 7 dicembre alle ore 20.30, sarà effettuata da martedì 25 novembre a venerdì 5 dicembre presso tutte le filiali del Banco Popolare di Verona e Novara e sul sito Internet.
Questi i prezzi dei biglietti:
poltronissime numerate   90,00 euro (rid. 70,00)
poltrone numerate   45,00 euro (rid. 35,00)
tribune superiori numerate   37,00 euro (rid. 30,00)
curva sud   22,00 euro (rid. 17,00)
curva nord   22,00 euro



1° dicembre 2003: Inserite altre foto di Hajduk/Roma (grazie a Marco e Ultimi Romantici). Inserita la pagina 2 di Roma/Lecce. Inserito anche un resoconto su Hajduk/Roma.

30 novembre 2003 (sera): On line la pagina di Roma/Lecce.

30 novembre 2003: Terminata la pagina 16 di memorabilia. Su www.ticketone.it già si possono acquistare i biglietti per Perugia/Roma. Inserite altre due foto di Hajduk/Roma e inserite 4 copertine della fanzine degli AS Roma Ultras, stagione 2003/04.
Lo striscione contro Michael Jackson esposto oggi dai tifosi lazieli nella sfortunata trasferta di Siena: concetto sacrosanto, peccato che il "cavallo di battaglia" cantato allo stadio dai lazieli sia "non mollare mai"... 
Su che musica? Michael Jackson, of course!


29 novembre 2003: Inseriti i video di Hajduk/Roma. Inserito un articolo inviatomi da un giornalista de "Il Manifesto" relativo al "doping amministrativo".

28 novembre 2003: Inserita la pagina di Hajduk/Roma. Stasera anche qualche video.

27 novembre 2003: Inseriti altri resoconti su Bologna/Roma. Situazione trasferta a Spalato: Campo de' Fiori mi comunica che, contrariamente a quanto riferitomi in precedenza da altre fonti, non vi è stata alcuna pressione della Digos per non fare il charter per Spalato: "...sono sicuro e convinto che se avevamo le persone il charter si sarebbe fatto, ma vista le pochissime adesioni (eravamo arrivati a circa 70) abbiamo dovuto rinunciare ed organizzarci con i voli di linea. I primi grossi problemi lia abbiamo avuti da lunedì 24 quando sembrava impossibile avere 20 biglietti per lo stadio e la società Roma, il consolato ed a questo punto anche la Digos ci informavano che la trasferta era sconsigliata, ad altissimo rischio ecc. ecc. e sopratutto che c'era anche un problema biglietti in quanto la Società Roma su consiglio della società Spalato rinunciava a richiedere i biglietti, facendo si che quando lunedì ho fatto la richiesta alla sestante, mi informavano che non era possibile avere i biglietti. Ieri sera sembra anche con l'interessamento della Roma sono usciti i ns 18 biglietti (ma tanto noi biglietti o no andavamo comunque, erano stati tutti avvisati della situazione e non c'è stata una persona che ha detto senza biglietto non andiamo!!!)".
Da Il Messaggero di oggi:
Coppa Uefa. I tifosi dell’Hajduk minacciano incidenti, lo stadio sarà blindato. Solo venti i sostenitori romanisti al seguito 
 Roma sotto assedio degli ultrà
 In Croazia un clima da paura. 
La polizia: «Non girate con sciarpe giallorosse» 
  dal nostro inviato 
UGO TRANI 
SPALATO - Un soffio del Mediterraneo e qualche spruzzo di pioggia s’infilano nello stadio Poljud, un’ostrica già aperta e poggiata sulla spiaggia dalmata, la costa adriatica orientale è a cento metri. Non sono, però, le condizioni metereologiche a influire su questo viaggio della Roma a Spalato, ma i trentacinquemila tifosi dell’Hajduk, che vogliono portare la squadra croata al terzo turno della Coppa Uefa, convinti che il gruppo di Vulic possa ribaltare l’uno a zero dell’andata. Si gioca alle 20,45 (dirette su Raidue e Roma Channel) e Capello, mai ospite in questa città e turista già nel pomeriggio («Sono uomo di confine, ero curioso, mi è piaciuta molto»), gonfia il petto e non si spaventa: «Il pubblico aiuta, ma non gioca». Ridono divertiti e satanici i giornalisti di qui. Loro conoscono bene la Torcida, sanno che può dare un grande contributo nell’ex Santuario della Madonna delle Paludi. 
Trentacinquemila tifosi dell’Hajduk, soltanto venti quelli giallorossi. Dal Consolato italiano di Spalato, affacciato sul mare, hanno chiamato in anticipo a Trigoria. La situazione ambientale è allarmante. La Roma ha subito raccolto il “non invito”, evitando di richiedere biglietti per i propri sostenitori. «Non fate venire i vostri tifosi, gli sconsigliamo questa trasferta per motivi di ordine pubblico». Così ne sono arrivati venti, con il charter romanista. Scortati da cinque poliziotti anche quando vanno a prendere un caffè fuori dell’albergo nel centro di Spalato. «Non usate sciarpe o cappelli giallorossi». Dopo gli incidenti dell’andata, il 6 novembre, la Torcida dell’Hajduk è inferocita. Anche la squadra giallorossa è seguita da agenti, più i due italiani che erano sull’aereo. Mille gli agenti che saranno impiegati attorno e dentro lo stadio. Ieri sera, subito una manifestazione dimostrativa degli ultrà croati, quasi duemila fuori dello stadio. Un’autentica bolgia, dopo l’allenamento della squadra. Corteo di auto strombazzanti, lancio di bottiglie, razzi e fumogeni contro i tifosi giallorossi, protetti dalla polizia locale sino all’albergo ma poi costretti a disdire la prenotazione in un ristorante tipico e a mangiare in hotel. La squadra, invece, è dovuta restare, per precauzione, oltre un’ora chiusa nello stadio al termine dell’allenamento. 
Capello, per la prima volta dall’inizio di novembre, rinuncerà al tridente che nelle ultime quattro partite, contro Reggina, Hajduk, Lazio e Bologna, gli ha regalato altrettanti successi. Cambia, dunque, il modulo anche perché Totti è a casa e Cassano partirà dalla panchina. Ma non per questo la Roma rinuncerà ad attaccare: «Sappiamo che loro vogliono rovesciare il pronostico e soprattutto il risultato dell’Olimpico. Non attaccheranno in massa, loro sono pericolosi in casa, perché hanno qualità e a differenza di altre squadre della ex Jugoslavia sono bene organizzati. Dovremo dimostrare che la nostra difesa è forte, ma dato che il vantaggio di un gol è minimo, non potremo pensare soltanto a difenderci. Dobbiamo andare a far gol. Anche perché la Coppa Uefa per noi è un obiettivo, uno dei tre obiettivi. Perdere e passare il turno? Non andiamo certo in campo pensando a una sconfitta...». Come all’andata Carew accanto a Montella: «Non ha soltanto velocità e forza. Carew ha anche qualità». 
Portando la squadra in ritiro su un’isola, Ciovo, e fissando orari da caserma, il tecnico Zoran Vulic crede nella qualificazione. L’Hajduk, in testa alla classifica, ha meno assenze che all’andata, da ricordare per un catenaccio croato senza precedenti: Turkovic, Pralija, Vukovic e Deranja (non si presentarono neanche all’Olimpico). 
«Se una squadra non in regola con i pagamenti di tasse, stipendi e altro vince lo scudetto, non è un campionato regolare». Moggi rilancia, Capello non abbocca. «Dobbiamo giocare con l’Hajduk, siamo qui in Croazia: non andiamo certo dietro a quanto si dice in Italia». 
Pugni, coltelli e tombe in campo ecco i nuovi hooligans dell’Est
dal nostro inviato 
MARCO DE MARTINO
SPALATO - E’ proprio vero, la morte è una delle poche cose che riesce ancora a riportarci alla vita. E così un paio di mesi fa, dopo una sconfitta in casa per 4 a 1 contro la squadretta dell’Inker Zapresic, i tifosi dell’Hajduk hanno scavalcato di notte le recinzioni dello stadio, sono entrati in campo e lì nell’erba hanno scavato undici tombe. Una dedica ai giocatori tra il lugubre e lo spassoso, piuttosto profonda - zitto e scava - che però ha sortito gli effetti sperati: perchè da quel giorno l’Hajduk ha messo in fila sei vittorie consecutive, è saltata in testa al campionato davanti agli arcirivali della Dinamo Zagabria ed ora è pronta a giocarsi la partita della vita senza riserve. Tutto questo per dire che razza di tifoseria avrà contro stasera la Roma. Tutto questo per dire che se oggi sul terreno di gioco ci sarà qualche buca sapete già chi è stato a danneggiare il campo. 
A Spalato pioviccica, tira un vento da regata e dall’alto del bellissimo stadio Poljund, che di giorno sembra una conchiglia e di notte un disco volante illuminato da Spielberg, si vede il mare. L’Hajduk tanto per fare le cose normali è in ritiro su un’isola, Arbanja, a un tiro di ferry dalla costa. E’ sicura come Alcatraz ma l’allenatore Zoran Vulid ha ugualmente ingaggiato due vigilantes per controllare che alle 23 i suoi giocatori siano effettivamente in branda. «Il problema vero - dice come se fosse una cosa normale - è che non si trova più un biglietto per la partita da settimane e siccome i miei giocatori sono gli unici che possono prucurarselo devo ternerli lontani dalla città per forza».
I tifosi, già: si parla più di loro che di Blatnjak e compagni. Il nome da battaglia della curva è Torcida Split, e le foto tappezzano tanto i baretti locali che i commissariati di polizia. In tutto faranno 35 mila di loro contro 20 tifosi romanisti, qui convenuti coraggiosamente ma sotto scorta per il maggior incasso nella storia dell’Hajduk. Il curriculum della curva farebbe impallidire qualche sgozzapolli di hoolingan inglese, due anni fa nella finale di Coppa di Croazia con la solita Dinamo Zagabria ci furono quaranta feriti per la più lunga scazzottata mai andata in onda in uno stadio, venti minuti consecutivi senza gong. La partita fu interrotta e riprese solo mezz’ora più tardi perchè i lacrimogeni sparati dalle forze dell’ordine (ordine?) avevano accecato anche i giocatori in campo. 
Così - altro record per la Croazia - la Policija locale ha stanziato mille agenti. Nell’andata a Roma, del resto, si è già intravisto il potenziale della Torcida Split, botte, coltellate, ruberie, saccheggi, due pullman incendiati, cinque feriti, sette arresti. Dice addirittura il mister Vulid, forse ricordando la storia delle tombe: «Il nostro tifo è talmente caldo che è anche il nostro limite, qualche mio giocatore non si è ancora abituato a questo ambiente e questo rappresenta un pericolo». Annotta, prime stelle, ultimo sigaro: «Domani sarà una gran giornata, dobbiamo combattere. Ci sono poche squadre al mondo in grado di segnare due gol alla Roma in questo momento, ma non è detto».
Altra notizia:
IL VELENO DELL’EX ROMANISTA
Zago, gesti pesanti ai tifosi della Tevere
ROMA - Giallorossa o bianconera che sia la maglia che indossa, quando c’è la Lazio di mezzo per Antonio Carlos Zago non è mai una partita qualunque. L’ex romanista ieri tornava per la prima volta all’Olimpico da quando ha lasciato Roma per la Turchia e i ricordi delle tante battaglie contro la Lazio sono subito affiorati. Tanto che Zago avrebbe fatto anche un gesto con la mano sull’avanbraccio all’indirizzo dei tifosi della Tevere. «Quando gioco contro la Lazio per me è sempre derby - ha poi raccontato - Ci tenevo tanto a giocare questa partita a Roma perché la volta scorsa l’avevo saltata per squalifica. Il pareggio alla fine ci sta, perché nel primo tempo abbiamo giocato meglio noi. Con più attenzione potevamo vincere all’Olimpico e chiudere il discorso qualificazione».


26 novembre 2003: Inserita la pagina 3 di Bologna/Roma. Aggiornata la classifica della Coppa Disciplina 2003/04. Inseriti anche un paio di video di Bologna/Roma (grazie Alessandro).
In attesa di Hajduk/Roma, prepariamoci anche per Chievo/Roma (grazie Simone):
CHIEVOVERONA-ROMA, I BIGLIETTI
L'A.C. ChievoVerona comunica che la prevendita dei
biglietti per la gara ChievoVerona-Roma, in programma domenica 7 dicembre alle ore 20.30, sarà effettuata da martedì 25 novembre a venerdì 5 dicembre presso tutte le filiali del Banco Popolare di Verona e Novara e sul sito Internet.
Questi i prezzi dei biglietti:
poltronissime numerate   90,00 euro (rid. 70,00)
poltrone numerate   45,00 euro (rid. 35,00)
tribune superiori numerate   37,00 euro (rid. 30,00)
curva sud   22,00 euro (rid. 17,00)
curva nord   22,00 euro


25 novembre 2003: Un virus mi ha causato qualche problema negli ultimi tre giorni, comunque sia, inseriti resoconti ed è in formazione la pagina 2 di Bologna/Roma. Sto inserendo tutte le foto che mi avete mandato, grazie a tutti.

23 novembre 2003: Inserite diverse foto della stagione 1975/76. In particolare: Lazio/Roma, Roma/Torino, Roma/Sampdoria, Roma/Milan.
Inserita la pagina di Bologna/Roma: c'è anche il video di Cosmi che strilla "Forza Roma".


22 novembre 2003: Vengo informato che oggi la Digos di Roma ha "consigliato" Campo de' Fiori di non fare il charter per Spalato... tutto questo non farà che stimolare gli ardimentosi ragazzi di Roma a raggiungere comunque Spalato, perché a questo punto giustamente diventa una questione di orgoglio.
Dal libro degli atalantini: "Andammo a Zagabria nonostante gli incidenti dell'andata e sapendo che poco dopo sarebbe scoppiata la guerra civile, sfidiamo chiunque a seguire la propria squadra in territori cosi' pericolosi. Quando siamo partiti eravamo pronti a tutto, sapendo che nessuno poteva farci niente perchè eravamo un gruppo caricato e compatto". Per sua fortuna la curva atalantina dell'epoca aveva solo due gruppi (BNA e WKA), mentre la nostra curva è attualmente divisa in un fottìo di gruppi che se pure la domenica cantano più o meno tutti insieme non sono in grado di avere un coordinamento per le trasferte di questo genere. Questa frammentazione, infatti, fa sì che le persone valide dei singoli gruppi non siano unite tra loro, ed ecco perché non si riesce a fare un gruppo di 100-200 persone per seguire la Roma a Spalato, così come non si è riusciti a farlo per Skopje. Nessun paragone comunque con i laziali, in quanto loro non riuscivano a fare certe trasferte neppure con una curva unita come la loro. Comunque sia non è un bel segnale per il mondo ultras...
La mamma di un bambino che ha problemi di deambulazione a causa di un vaccino mi ha scritto perché vorrebbe sapere dove si trova il centro che fu creato da Astutillo Malgioglio... Non so se esiste ancora, ma se qualcuno sa qualcosa mi mandi una e-mail che la giro alla signora. Aggiornata la classifica della Coppa Disciplina.


20 novembre 2003: Il derby è passato, ma questi giochi fanno sempre piacere... Cliccate qui per scaricare il file "massacriamoli.exe" simpatico gioco interattivo di tiro al laziele, solo 1589 kb. Già testato, il credit al creatore è sul gioco stesso.
Ricevo dagli AS Roma Ultras il seguente comunicato:
COMUNICATO AS ROMA ULTRAS
Forse qualcuno l' avra' dimenticato, ma la nostra A.S. Roma è in competizione in ambito europeo contro i croati di Spalato. 
Forte dell' 1-0 dell' andata ha bisogno del supporto dei suoi tifosi anche in terra slava, ma qui ci sorge una domanda : perchè non ne parla nessuno? 
I tifosi della Roma si stanno forse abituando ad affrontare le classiche "trasferte a rischio" sapendo che in verita' non sono poi pericolose piu' di tanto?  Non crediamo sia giusto, corretto, impavido, coraggioso... da romani, non presentarsi in una trasferta ad alta tensione specie dopo i fatti
accaduti all' Olimpico per la gara d' andata.
Noi AS Roma Ultras partiremo per Spalato per portare il giallo e il rosso in terra straniera, per fare cio' che è nostro dovere e cio' che è nostro orgoglio : rappresentare ROMA.
Tutti a Spalato!
=====
- AS ROMA ULTRAS -
CURVA SUD... CARICA!
Info: 067004424
Campo dè Fiori in collaborazione con Spagnamania organizza Charter con Volo Air One tutto in una giornata.
Costo 240,00 Euro comprensive di:
- Volo a/r
- Trasferimenti a/r
- Tasse aereoportuali

- Prezzo del biglietto (che è garantito) escluso.

L'organizzazione si riserva qualora non si raggiungesse il numero minimo di partecipanti di non far partire l'aereo. 
Per informazioni 06/27.57.723 - 328/869.86.67


19 novembre 2003: M. mi scrive: "sono M. ti ho già scritto in altre occasioni e devo dire che nella maggior parte dei casi, mi trovo a sostenere le tue battaglie, visto tra l'altro che ti batti per cose che ci riguardano da vicino come tifosi e come persone. Oggi però mi trovo a doverti muovere una critica piuttosto forte per come hai approntato il sito durante questi giorni diciamo "particolari" per la nostra Nazione. Ora con questo non voglio rinnegare il mio pensiero, poichè nei confronti delle forze dell'ordine in generale, anch'io nutro un sentimento di certo non positivo per quello che succede ogni settimana negli stadi, ma credo che in giorni come questi, e in un'occasione così grave ( un fatto del genere non accadeva dai tempi della guerra in Libano, e perdite così ingenti nel contingente italiano risalgono a tempi ancora più remoti) non dedicare nemmeno una riga a persone che avranno si ottenuto i loro benefici da queste missioni, ma che comunque sono cadute per difendere la patria che rappresentavano in quel momento, non mi sembra corretto. Non mi sembra corretto per la loro persona, non mi sembra corretto per le famiglie e non mi sembra corretto verso la nostra patria in generale. Dopo tanti anni di menefreghismo generalizzato verso tutto quello che riguardava la nostra Nazione ( innno, bandiera, monumenti ), anche se costretti da un evento luttuoso si è tornati a non doversi nascondere quando si canta l'inno nazionale, ad appendere il tricolore fuori dai balconi e a rivalutare l'immagine della nostra Patria. Per questo ti chiedo se non sarebbe stato quantomeno il caso di dedicare due righe in memoria dei caduti, in quanto tali, senza specificare a quale corpo appartenessero, ricordando che grazie a loro ( padri, fratelli o mariti che siano....) finalmente, anche se solo per un giorno, siamo tornati tutti ITALIANI!!!!!!! Rendendo onore a loro ti saluto".
Colgo l'occasione per chiarire che non vi è stata da parte mia alcuna menzione del fatto per una ragione molto semplice: in 4 anni di storia di questo sito non ho mai manifestato un pensiero extracalcistico o extra ultras sul mio sito. L'unica volta che l'ho fatto ho ricevuto diverse e-mail con le quali mi veniva contestato educatamente "di aver preso posizione" su argomenti extracalcistici e da lì ho deciso di evitare per il futuro commenti "extracalcio", anche su fatti molto rilevanti.
E' evidente che da parte mia, al di là delle opinioni personali sulla opportunità politica della presenza italiana in Iraq, vi è la massima solidarietà nei confronti delle famiglie delle vittime che svolgono in simili contesti ben altre funzioni rispetto a quelle che vengono demandate domenicalmente ai reparti impegnati nella "tutela" dell'ordine pubblico.
Tornando alla questione biglietti Bologna:
a) La questura di Roma ha vietato questa mattina alle filiali CRBologna di Roma la vendita dei biglietti;
b) Cesare mi scrive che "stamattina mi sono recato alla carisbo di carpi per prendere i biglietti, e là mi sono fatto spiegare per bene la situazione dal direttore: Allora i biglietti della curva del bologna costano solitamente 15 euro, la società SOLO per questa partita li ha portati a 18( ovvimanete escluse le commissioni), alzando a 23 il prezzo della curva ospiti. Essendoci Bologna-Roma, come ogni anno il bologna calcio ha dato tutta la curva "san Luca" ai tifosi della Roma, quindi in banca la vendono come curva San Luca, ma in realtà è tutta curva ospiti (che quindi il bologna non vende a 15 o 18 euro come le altre partite, ma a 23 come il settore ospiti). Riguardo alla stranezza del prezzo esposto sul biglietto, effettivamente l'ho notato pure io, sul biglietto non compaiono spese di commissione. Siccome però io le commissioni le ho pagate, mi sono fatto rilasciare copia del pagamento e copia delle matrici del biglietto dove invece la commissione risultava. Mah......".

Persino un tifoso del Bologna mi ha scritto dicendo che il costo della curva di casa (pochi biglietti) è di 15 € più prevendita e che quindi non si capisce perché il biglietto di un settore analogo debba costare di più. Vado oltre: sarebbe anche interessante sapere se questa differenza di prezzo RISULTA da qualche parte oppure viene fatto figurare che i biglietti della curva Andrea Costa sono stati venduti a 15 € .... dopo i fatti di Avellino/Napoli non mi stupirei del contrario.
Infine, Lorenzo A. mi chiede un parere legale sulla squalifica del campo a Livorno e Mantova per i cori contro le forze dell'ordine nell'ultima partita di campionato e se cori di questo genere sono legali o illegali. Spiegazione complessa, cercherò di essere il più semplice possibile.
1) i cori contro le forze dell'ordine sono illegali e possono dar luogo a fattispecie di reato quando sono offensivi;
2) non bisogna confondere la libera manifestazione del pensiero, garantita dalla Costituzione, con la possibilità di insultare o fare paragoni offensivi: il noto coro che solitamente viene cantato in tutte le curve dell'Arma contiene un'offesa indiretta, ma pur sempre un'offesa;
3) non è quindi reato cantare "Polizia vergogna", mentre può esserlo cantare "Polizia Vaff****"
4) in ogni caso non è possibile diffidare per offese alle forze dell'ordine in quanto la legge sulla diffida non lo prevede;
5) per quanto riguarda la squalifica del campo a Livorno e Mantova, essa è frutto del momento storico e non del diritto, altrimenti ogni squadra dovrebbe avere il campo squalificato 17 partite su 17.
Vi voglio segnalare poi questo sito (grazie Raffaele della informazione): http://www.museomagliaroma.too.it/ : merita.
Siccome ieri stavo poco bene, ho visto un poco di TV. Avevo appena spento il computer quando mi sono reso conto che il Pippo nazionale stava per mandare in onda qualcosa di antico sulla Roma, e così - impossibilitato a riavviare in pochi istanti il PC - ho arraffato alla bell'e meglio la telecamera digitale ed ho ripreso il televisore: uno spezzone di una decina di secondi di Roma/Atalanta del 31 dicembre 1955... sempre meglio che niente (5.385 kb)! Inserito anche un paio di nuovi resoconti di Roma/Lazio.
Grazie a Lorenzo per questo simpatico gadget


18 novembre 2003: Bologna/Roma. Marco ha chiamato Bologna e mi dice che i biglietti che invieranno a Roma saranno sulle 5.000 unità al prezzo di 23.00 (ai quali vanno aggiunti i diritti di prevendita). Ha chiesto se manderanno ulteriori tagliandi ma la risposta è stata no.
Per una mera curiosità ha chiesto anche il prezzo della curva di casa, però non me l’hanno detto rispondendomi che era completamente esaurita in abbonamento… MAH!
Ancora sui biglietti di Bologna/Roma, Luca  mi dice:
"Ho comprato ieri il tagliando. Oltre ad essere di una bruttezza rara, come potrai vedere dagli allegati, voglio far presente che la CARISBO, una banca
non un'agenzia di viaggi, trattiene euro 1.5 sul costo del biglietto, che così raggiunge i 24.5 (vabbe' che lo dico a fare??? A Bologna, fino a 2 anni
fa costava 19.000 Lire....). Fin quando tutto ciò viene riportato sul biglietto, nulla quaestio.
Se però non c'è menzione della trattenuta commissione bancaria (VD.foto), cosa devo pensare???? Che una banca faccia il "ricamino", come già si è avuto modo di osservare  (SESTANTE?)??
Confermo ciò che ti è stato segnalato (da Marco) e che prontamente hai inserito negli aggiornamenti.
Come ogni anno, ho chiesto in banca  tagliandi per l'ingresso in curva San Luca  ( quella che contiene anche il settore ospiti). Con mia grande
meraviglia quest'anno, mi è stato risposto che, per quanto riguarda i settori "popolari" erano rimasti solo 300 biglietti di settore ospiti..... A
BOLOGNA vendono il settore ospiti??? E da quando? Non c'è una legge che impone il contrario??"
E Cesare aggiunge: "Riguardo i biglietti di bologna, credo di poter dare qualche spiegazione ulteriore.
non abitando a Roma, come ogni partita mi tocca informarmi dove c'è la vendita dei biglietti per non rischiare di andare senza e poi magari non trovarlo.
Ho chiamato il Bologna Calcio e mi hanno risposto che li vendono su internet ( al sito della best-ticket, ma solo le tribune), oppure presso tutte le filiali carisbo.
Ho chiamato dunque giovedi scorso una filiale carisbo in provincia di modena ( abito in lombardia e qua non ce ne sono!!) e l'impiegata mi ha detto che il prezzo dei biglietti della curva " Andrea Costa" ( quindi la curva dei tifosi del bologna) era di 15 euro piu la prevendita, e credo che non se lo sia inventato, visto che ha guardato sul computer.
 Stamattina ho richiamato, dato che domani li andrò a prendere, per sapere della disponibilità: ebbene la curva Andrea Costa era esaurita (effettivamente gran parte della curva è occupata da abbonati), e che rimaneva solo la curva "San Luca", cioè quella ospiti (per questa partita è assegnata per intero ai tifosi della Roma) a 24.00€ piu un euro e cinquanta di prevendita!!!
Quindi chi ha detto che la curva loro era esaurita ha detto una grandissima bugia, ed il prezzo era di 15 euro, ma credo che presso le filiali di Roma abbiano avuto l'ordine di non venderle, a quanto ho capito.
Stessa storia che ormai si ripete partita dopo partita".
Inserita una bella foto di Juventus/Roma 1980/81, due foto di Roma/Norrkoeping 1982/83 e una di Roma/Pistoiese 1980/81.

16 novembre 2003: On line la pagina 6 di Roma/Lazio con tutti gli articoli dei giornali. Tra le tessere del CUCS, aggiunta quella della stagione 1991/92 e tra gli adesivi inserito il famoso "30.12.90 Io c'ero lui c'è rimasto" del CUCS-GAM. Inserite le pagine di Roma/Verona 1975/76, Como/Roma 1975/76 e Roma/Oester 1975/76.

15 novembre 2003: E' nato il sito www.noalcalciomoderno.it. Questa la scheda che mi hanno inviato: "Questo sito vuole essere un vero e proprio punto d'incontro per semplici tifosi e gruppi organizzati che vogliono "urlare" il proprio disprezzo nei confronti di questo calcio.
 QUESTO CALCIO CI FA SKYFO!!
Inviaci foto, comunicati ufficiali del vostro gruppo o semplicemente aderisci al progetto.
Inoltre all'interno del sito daremo grande spazio a tifoserie estere e extracalcistiche!
Vi aspettiamo
Staff
noal"
calciomoderno.it

14 novembre 2003: Ricevo da M, questa e-mail, che pubblico per intero, oltre a notizie varie.
"Volevo denunciare un episodio avvenutomi domenica sera al derby da parte della P.S. Premetto che sono un tifoso laziale di 25 anni abbonato in nord da 10 e che, pur avendo fatto in passato trasferte e militanza ultras in maniera anche esagitata (scontri ecc..), sono ultimamente lontano dal mondo ultras andando tra l'altro allo stadio con la ragazza in stile quasi tribuna monte mario. Scrivo ad un sito della roma perche' secondo me certe cose vanno oltre qualsiasi colore e fede, e vanno denunciate agli occhi di tutti.
Bene arrivo presso la curva nord verso le 19 come ogni volta parcheggio il motorino e mi dirigo per entrare ai cancelli con regolare biglietto mio e della mia ragazza. Poche metri prima vedo una carica della P.S. contro un gruppo di tifosi laziali, io mi fermo abbraccio la mia ragazza e aspetto che passino. Sapete un gruppo (forse 3) di loro passando accanto cosa fa vedendomi fermo? mi prende mi stacca dalla ragazza, oramai in lacrime e impaurita, e mi riempiono di manganellate, calci e mentre io gridavo aiuto a squarciagola sentivo: ' chist e' laziaaaale, stu strunz', finita la loro opera breve ma letale mi lasciano a terra sanguinante in testa, con la mia ragazza impaurita a morte a soccorrermi e grazie all'opera di due ragazzi dell' ambulanza riesco a salire ed andare in ospedale. Morale derby non visto, 5 punti di sutura in testa piu' ematomi vari, ragazza che non vuole piu mettere piede allo stadio per cosa? per non avere fatto niente e solo avere una sciarpa della lazio al collo. Volevo solo portare l'episodio alla luce di tutti magari sul tuo sito e rinnovare il mio disprezzo per la P.S. o ultras napoletani?
ciao e grazie m."

Questi agenti che si comportano in questo modo non sono ovviamente ultras napoletani, che -  è noto - non hanno in particolare simpatia le forze dell'ordine. Si tratta di esagitati esattamente identici ai teppisti che dicono di combattere e che non riescono ad acciuffare. Proprio questa ultima circostanza li fa scatenare contro l'innocente di turno, screditando con azioni simili quei loro colleghi che invece si comportano correttamente.
Anche io ho assistito personalmente a una carica della P.S. davanti alla curva sud dove i poveracci che erano in fila per entrare sono stati manganellati senza pietà. E non avevano fatto nulla. Vorrei chiedere al Prefetto se comportamenti come questi non generino a loro volta violenza.
Non trova spazio su giornali, quotidiani ed ANSA varie la notizia per la quale i tifosi della Triestina arrestati dopo gli scontri del Treviso (notizia riportata invece con dovizia di particolari per stigmatizzare "i soliti teppisti che rovinano lo spettacolo della domenica") sono stati tutti scarcerati. Come mi riferisce un collega che li ha difesi, con grande sorpresa dei giudici (donne che si sono lasciate andare anche a qualche gridolino di orrore) quando in aula è stato proiettato il video dei tafferugli è emersa la verità, che era il contrario di quella raccontata dagli agenti del noto Reparto Celere di Padova. Dalle immagini si è infatti visto un lancio di oggetti nei confronti degli agenti da parte di un punto imprecisato, questi si sono diretti immediatamente verso un pullman di tifosi triestini e hanno picchiato con inaudita violenza decine di ragazzi colpevoli unicamente di trovarsi in quel punto, senza alcuna ragione. Un pestaggio vero e proprio che ha condotto molti ragazzi in ospedale e, per la bugia raccontata dagli agenti, anche davanti ai giudici dopo una notte in guardina.
I magistrati - con buona pace di quegli esseri che rispondono ai nomi di Biscardi e Calabrese - di fronte all'evidenza dei fatti sono rimasti letteralmente allibiti.
Tutti i ragazzi picchiati, arrestati e scarcerati faranno domani denuncia nei confronti del Reparto Celere di Padova per calunnia, minacce e lesioni aggravate. E' appena il caso di ricordare, perchè i giornali non lo fanno, che già nel passato altri agenti del Reparto Celere di Padova sono stati denunziati per ragioni identiche.


(ANSA) - LONDRA, 13 NOV - L'attaccante del Leeds, Alan Smith, e' stato arrestato con l'accusa di aver lanciato una bottiglia sul pubblico durante una partita. L'incidente sarebbe avvenuto durante la gara di coppa di Lega inglese contro il Manchester United del 28 ottobre. L'arresto arriva nel giorno in cui Smith e' stato chiamato in nazionale per sostituire Darius Vassell in occasione dell'amichevole con la Danimarca. 


ANSA) - TEHERAN, 13 NOV - Un giocatore della nazionale nord-coreana di calcio e' stato ferito da un ordigno lanciato in campo da uno spettatore. E' accaduto ieri sera a Teheran durante la partita con l'Iran (ritorno delle qualificazioni per la fase finale della Coppa d'Asia delle Nazioni). Al 56' un tifoso ha lanciato dalle tribune una granata artigianale, ferendo il giocatore coreano So Hyok Chol. La Corea del Nord ha quindi abbandonato l'incontro al 60' (l'Iran era in vantaggio 1-0). 
Ciao lorè,
Allora, io studio a Bologna, ieri(12 nov h12.00)sono andato alla solita carisbo a pija' i  bijietti(filiale san donato)appena ho chiesto i bigl. la cassiera della  banca mi ha chiesto in che settore volevo andare,ho risposto"il più economico",lei e' subito partita con "Tutti i bigletti per i romanisti sono stati spediti a Roma ,la curva andrea costa e' esaurita.... (LA PREVENDITA è INIZIATA MARTEDI' 11 NOVEMBRE ALLE 14.30!!!!!!!!CIOE' 4 ORE  "BANCARIE"PRIMA CHE ANDASSI IO ,MORALE CONOSCENDO LA "PIAZZA" DI BOLOGNA ,NON SO SE LI TENGONO INVENDUTI O LI METTONO IN VENDITA ALL' ULTIMO, O IL GIORNO STESSO DELLA PARTITA,MA E' IMPOSSIBILE CHE FOSSE ESAURITA,TRA PARENTESI IERI ERO IL SOLO ALLO SPORTELLO PER I BIJETTI E SONO RIMASTO LI  PE N DISGUIDO TECNICO PE UN ORA DURANTE LA QUALE NN SI E' PRESENTATO NESSUNO) .....sono rimasti solo posti da 55euro.."
A sto punto ho detto :sti cazzi che te finanzio spudoratamente brutta spia.. (BOLOGNESE DELLA CIA..), allora sono andato alla fiiliale di s.lazzaro,li una molto piu' gentile(e anfatti nun tifava C.I.A.fc)mi ha detto che rimanevano DISTINTI LATERALI A 40 euro(che ho preso). Sostanzialmente,cmq 1) ho visto sul display del computer che SONO RIMASTI POCHISSIMI POSTI DA 40 EURO E POCHI      "      "  55  " S.LUCA E A.COSTA SUL COMP NN RISULTANO DISP.
2)secondo ciò che mi hano detto dovrebbero aver spedito a roma q.sa come 
9.000-11.000 CIOE' TUTTO IL SETT. OSPITI(2500) E TUTTA LA SAN LUCA (6500-8000) 3)Allora (confidando che tutto quello che sara' disponibile a Roma lo 
acquisterete)se non vi mettono a disposizione ALMENO 9000 BIJETTI SCATENATE L'INFERNO  SPACCATE TUTTO ,STAMPATEVI STA MAIL E FATELA VEDERE AL BOTTEGHINO E SI NUN VE LI DANNO BRUCIATE (segue il nome di una nota agenzia di viaggi, n.d.L.) E TUTTO'R RESTO..........
e rICORDATE CHE SONO BIGLIETTI DI CURVA E CE LI DEVONO VENDERE  A 18 EURO(+COMMISSIONI), SE NO DENUNCIATELI SALITE SENZA BIGLIETTO(TANTO BO HA TROPPE VIE D'ACCESSO NN E' COME SIENA) E POI QUANNO SEMO IN 10.000 LA' FUORI VOGLIO VEDERE CHI RIDE
Se q.no si volesse premunire i bigl. sono in vendita :1) NELLE CARISBO DI BO 
E LIMITROFI(LE ALTRE NUN SO) 2)tABACCHERIA ab NEL PIAZZALE ANTISTANTE LA STAZIONE
bolognese sei na spia, ia, ia ,oh
nun sei fijo de maria,ia ,ia ,oh
tua sorella e'  na baldracca
e tu madre na mignotta
bolognese sei na spia.........
NO MANCINI NO PARTY.........
Giacomo(Vr-side1991)
13 novembre 2003: Ho tolto l'appello inviatomi da Michele perché, pur essendo vero, è tardivo, riferendosi a una storia di due anni fa, purtroppo finita nel peggiore dei modi. Da "Il Messaggero":
 Ultras laziale ferito da lacrimogeno?.
La polizia: «Impossibile: sarebbe morto»
Gli investigatori non gli credono: «Forse raggiunto da una pietra»

«Qualsiasi cosa abbia colpito quel ragazzo, deve essere accaduto a distanza ravvicinata. Ecco perché non crediamo all’ipotesi del lacrimogeno. Primo perché i lacrimogeni non vengono mai lanciati ad altezza d’uomo. Secondo, perché un colpo del genere gli avrebbe devastato l’occhio e forse ora saremmo qui a parlare di un decesso, non di un ferimento». Polizia e carabinieri erano al corrente del ferimento di Cristian Rinaldis, tanto che lunedì mattina la Questura ha inviato alla Procura di Roma un rapporto sulla vicenda con il referto medico relativo alle condizioni del tifoso biancoceleste: crisi epilettica, trauma cranico, frattura ossa frontale e prognosi riservata. 
Nottetempo tre funzionari erano stati mandati al Policlinico “Umberto I” per raccogliere la versione dei fatti del ferito. Il verbale, firmato da Rinaldis, è stato spedito anch’esso alla magistratura. «...dopo aver parcheggiato l’autovettura ha riferito il giovane mi sono trovato all’interno di un gruppo di persone che scappavano verso la via Olimpica. Sono stato colpito alla fronte. Ricordo di aver visto i lacrimogeni sparati dalle forze dell’ordine, un gruppo misto di  polizia e carabinieri. Ho notato, a una certa distanza, un oggetto che veniva verso di me e che mi è parso essere un lacrimogeno. Non ho potuto verificare però da cosa fossi stato colpito,
 perché per qualche metro ho continuato a correre»
 Gli esperti delle forze dell’ordine non ritengono possibile l’ipotesi del lacrimogeno. «Se veramente dicono qualcuno avesse sparato ad altezza d’uomo, cosa da escludere, il lacrimogeno gli sarebbe esploso in faccia, con conseguenze che è facile immaginare. Che ci sia stato un lancio di lacrimogeni al di fuori dello stadio, è innegabile. Ma il tipo di ferita ci fa ritenere che l’oggetto contundente sia stato di altro tipo. Forse una pietra, forse una bottiglia. I lacrimogeni, peraltro, non vanno in orizzontale. Cadono, piuttosto, dall’alto verso il basso (sempre se non sono sparati ad altezza d'uomo, n.d.L.). Quindi il giovane  sarebbe stato preso sulla calotta cranica, non in fronte».


Conoscendo personalmente un ragazzo che ha perso un occhio per via di un lacrimogeno sparato "non ad altezza d'uomo" ogni commento sarebbe per me superfluo, ma siccome voi siete come San Tommaso, ecco un video che si riferisce a Piacenza/Torino del 1994/95:

Noi non spariamo lacrimogeni ad altezza d'uomo
(4.431 kb)
Per chi non ama i video:
Ora, io non so se questo ragazzo sia stato colpito o meno da un lacrimogeno, ma per favore risparmiateci le bugie.
Tratto da un sito internet:
Erano circa le 19 quando eravamo tutti nello spiazzale vicino la curva Nord (vicino al porchettaro) per presidiarla da un possibile attacco da parte romanista (ogni anno dicono di venire sotto la Nord ma come al solito di loro tracce neanche l'ombra), quando ad un certo punto senza alcun motivo, e questo lo può testimoniare chiunque si trovasse in quella zona, è partita la carica delle guardie cogliendoci tutti alla sprovvista. Nessuno di noi aveva alcuna voglia di aizzare o di creare tensioni inutili per diversi
motivi: 1)Tanti di noi sono diffidati,c'hanno quasi decimato ed esporci in questo momento a determinati rischi non si poteva; 2) In settimana si era deciso che non vi dovevano essere attacchi alle guardie ma solo difendere la curva e i tifosi della Lazio. Quindi da parte nostra nessuna intenzione bellicosa. Dopo la carica inspiegabile, logicamente è partita la nostra controffensiva (non si può stare a guardare mentre manganellano senza alcun onore delle ragazze inermi).Sono volate torce e bomboni ai quali le guardie hanno risposto con un primo fitto lancio di lacrimogeni. Successivamente nonostante la gente volesse entrare semplicemente nello stadio le guardie hanno pensato bene di chiudere i cancelli e lasciarci tutti fuori al libero tiro dei cecchini in divisa, i quali hanno
sparato ulteriori sei lacrimogeni, due per ogni lato, ad altezza uomo. Proprio uno di questi ha colpito un ragazzo in piena fronte, il quale si trovava a pochi metri da me. Era con degli amici e viste le condizioni apparse subito preoccupanti (aveva un vero e proprio buco dal quale usciva sangue a fiotti), l'abbiamo accompagnato appena possibile all'interno dello stadio, alla prima postazione di pronto soccorso, dove dopo essere stato medicato è stato fatto salire su un ambulanza e trasportato in ospedale. Da sottolineare inoltre che, quando siamo entrati nello stadio, uno degli amici del ragazzo colpito, ha fatto notare ad un comandante,con un certo impeto, come fosse stato ferito il suo amico. Questo signore con freddezza e codardia, visto che si parava dietro un nuvolo di guardie, ha risposto che questo era il giusto modo con cui dovevano essere trattati i tifosi laziali in quanto "Bestie". Questo
personaggio era un uomo sui 50 e passa, grasso e piuttosto pelato con riporto, e indossava una giacca sul giallo. Come se non bastasse dopo che uno dei ragazzi gli ha detto che la stessa cosa sarebbe potuta accadere a suo figlio, questo tale alzando il braccio verso di noi ha fatto segno con le dita di spararci. Ora so che testimoniare questa vicenda non servirà assolutamente a nulla, che come questa ne sono accadute mille altre. Spero però che piano piano le coscienze possano scuotersi e forse un giorno tutto questo non accadrà più.
La Roma in TV a Berlino e ad Hannover? Grazie a Kostas, ecco i luoghi dove potete vederla. Nuovo punto giallorosso di Emiliano.
Marius, dalla Romania, è interessato a corrispondere o scambiare materiale con tifosi romanisti: mdonceag@yahoo.com
Invitando tutti a segnalare articoli interessanti attinenti ai mali del calcio moderno e al mondo ultras, da qualunque parte essi provengano, ecco un articolo relativo al decreto salvacalcio rinvenuto sul quotidiano "Il Manifesto". Inseriti altri resoconti su Roma/Lazio. Mikael, ultras svedese del Hamarby presente al derby tiene a far sapere tramite il mio sito: "Thanx to all ultras of roma ciao Brothers see u soon Mikael Put a big THanx from Hamarby Ulras on your sito from us www.barabajare.nu Fantastico !!"
Segnalo poi questo sito-fanzine: www.radioandsoccer.splinder.it
Sul sito www.tottiroma.com è stato inserito un supervideo relativo al derby. Molti di voi mi hanno mandato foto del derby, mi scuso se alcune non le ho ancora inserite, ma prima o poi le metterò tutte.


12 novembre 2003: Federico mi segnala che un ragazzo è ricoverato in ospedale (S.Giacomo) dove sarà operato alla testa per aver ricevuto un lacrimogeno sparato ad altezza d’uomo prima del derby. Che dire? Evidentemente le brutte abitudini sono dure a morire... In bocca al lupo al ragazzo. Chi ha maggiori notizie me le faccia avere. La stampa ovviamente nulla dice al riguardo, limitandosi a riferire le parole del prefetto secondo il quale "i disordini sono stati causati da un centinaio di tifosi che volevano entrare senza biglietto". Beh, sì, lo abbiamo visto tutti che i cancelli per entrare allo stadio li hanno spostati dalla parte della palla! Il prefetto Serra, che aveva predetto che non ci sarebbero stati incidenti perché "le tifoserie sono cresciute", rifletta sul fatto che l'atteggiamento inauditamente repressivo della Questura di Roma (che diffida indistintamente per tre anni con obbligo di firma chiunque, a prescindere dall'incensuratezza e dalla gravità del fatto commesso) è purtroppo concausa di incidenti: chiunque sta in curva sud ha un qualche amico diffidato per fatti più o meno gravi, ed ecco qui le ragioni dell'astio nei confronti delle forze del'ordine, cresciuto a dismisura negli ultimi dieci anni. Inseriti altri resoconti su Roma/Lazio.
Aggiornata la pagina 16 di memorabilia con altri due oggetti storici inviati da Gabriele P.


11 novembre 2003: Sto inserendo decine di foto e resoconti su Roma/Lazio. Nella pagina 2 ci sono già dei resoconti. Continuate a visitare spesso le pagine che sta settimana mi dedico solo al derby passato... :-))) Abbiate pazienza se ancora non ho messo alcune foto che mi avete mandato, sono veramente tante e il tempo è poco: non posso fare le due tutte le notti :-)

10 novembre 2003: In costruzione le pagine di Roma/Lazio.

9 novembre 2003: Chi va in Tevere può fare qualche foto? Io accompagno un amico in curva oggi, e il webmaster di www.laroma.net non potrà venire.

8 novembre 2003: On line nuove foto di Roma/Hajduk. Ecco una foto degli ultras del Gornik Zabrze (Polonia) nell'ultima partita in trasferta:
Per chi mi aveva chiesto qual'era la "premessa" del coro "E forza Roma facci un gol" sulle note di "Luna", eccola qui:
"Se sono nato un po' teppista che male c' è se porterò l' A.S. Roma sempre con me, non metterò la testa a posto mai finchè vivrò la seguirò...
di sostener questi colori siamo orgogliosi, di sventolar questa bandiera per una fede vera;
non smetterò d' amarti mai...ovunque andrai ti seguirò... ROMA !
...e forza Roma facci un gol io griderò e dal profondo del mio cuor dai Roma dai !
noi non ti lasceremo mai, forza Roma dai !
non mollare mai..."
Un annuncio: "sono Cristiana. Avrei bisogno di un aiuto. Mio cugino domenica scorsa si è perso l'abbonamento di tevere centrale,lo so che è quasi impossibile ritrovarlo, ma come si dice..la speranza è l'ultima a morire!! Se ti lascio  i dati dell'abbonamento potresti mettere un annuncio sul sito? La tessera è a nome Tomassetti settore 33E,fila 45,posto 7... Per qualsiasi cosa fammi sapere a questo indirizzo email o anche a cri_ur_83@hotmail.com

7 novembre 2003: On line la pagina di Roma/Hajduk. Un'agenzia di viaggi croata mi comunica che:
"Siamo una agenzia di viaggi, offriamo:alloggi,alberghi a Spalato e dintorni durante la trasferta della Roma per la coppa UEFA. Prezzi modici da 20,00 a 25,00 Euro a notte a persona, collazione compresa.Siamo in grado di assistere ed sistemare più di 1000 persone.
Per le informazioni chiamare numero:00385-21-887075
oppure E-mail: Sa.Mi.Sve.360@dalmatianet.com
http://www.dalmatianet.com/samisve360
distinti saluti
Matko S.Srzich"


6 novembre 2003: Carichiamoci per il derby con questo bel video creato da Alessandro... sono 6 mega e rotti, ma vale la pena!
In ordine alla rubrica "Oltre i colori" ed in riferimento alla partita Roma/Reggina in cui 127 tifosi della Reggina sono stati rimandati indietro perché senza biglietto, Luca mi fa giustamente sapere che domenica c'erano ancora diversi biglietti di curva nord in vendita allo stadio e i tifosi reggini stavano tranquilli in fila per aquistarne uno, anche in virtù della non particolare inimicizia con gli stessi da parte dei romanisti. Quindi da questi episodi si debbono trarre due considerazioni:
1) questa disposizione è una idiozia e penalizza i tifosi organizzati, oltre ad essere foriera di incidenti, che avvengono proprio quando i tifosi allo stadio non trovano i biglietti (vedi Avellino/Napoli);
2) i tifosi organizzati debbono imparare ad essere disorganizzati, camuffarsi e, se proprio non riescono a prendere i biglietti per il "settore ospiti", prendere i biglietti di altri settori evitando di andare in pullman o sui treni maggiormente "identificabili" come treni di tifosi, come vado dicendo ormai da qualche anno.
A proposito di Avellino/Napoli, ed al di là di rivalità sentitissime ma che debbono cessare di fronte agli abusi mass-mediali, il Tribunale del riesame di Avellino ha annullato l'ordinanza con la quale i tifosi del Napoli erano stati arrestati per fare piacere al giudice Biscardi del "Processo del Lunedì". Bisogna dire che a volte si incontrano giudici seri che non si fanno plagiare dall'opinione pubblica, e questo ci conforta, se non fosse per il mese di carcere inutile ed illegittimo che si sono fatti dei ragazzi la cui rabbia è stata l'unica indiziata per nascondere le magagne di una organizzazione e di un sistema di vendita di biglietti vergognosa.

5 novembre 2003: Inserite nella stagione 1975/76 alcune foto a colori del campionato e delle coppe tratte da "Momento Sera" dell'epoca. Nella pagina 16 di memorabilia inserite due adesivi della Roma del 1975/76, uno di Pierino Prati.
Sulle note soavi de "Nella Vecchia Fattoria" ecco l'hit per il prossimo derby (già cantato durante Roma/Reggina):
"O bastardo bianco blu o o o
io t'insulto sempre più o o o
perchè merda sei e merda resterai
perchè merda sei e merda resterai

O bastardo bianco blu o o o
io t'insulto sempre più o o o
perchè merda sei e merda resterai
perchè merda sei e merda resterai"



4 novembre 2003: A Paolo è successo ciò che peggio non potrebbe capitare ad un tifoso romanista....: "Stamattina andando allo stadio ho smarrito il mio abbonamento dal tragitto che si fa dallo Stadio dei Marmi fino alla Curva Sud entrata 19/20. Ti volevo chiedere se gentilmente puoi mettere un annuncio sul sito visto che è la memoria storica e presente della tifoseria ultras della Roma.
Mi trovo in una brutta sensazione, smarrire la tessera una domenica prima del derby è veramente deludente.
Magari mi potresti aiutare perché insieme all'abbonamento ho perso il tesserino del lavoro che si trovavano in una custodia grigia.
Il posto è il settore 19 fila 22 posto 11 o 14, purtroppo non me lo ricordo bene perché occupo un altro posto, a nome Pierpaolo Pellegrino.
Ti ringrazio gia per il fatto che stai leggendo la mail ma se mi aiuti mi toglieresti da un bell'impiccio.
 Grazie e Ciao e Forza Roma"
Siamo in un mondo di gentiluomini, e quindi chi lo avesse trovato può scrivere al webmaster.
Inserite due belle foto di Carew sotto la Curva Sud nella pagina di Roma/Reggina grazie a www.corederoma.it.
Il webmaster di www.laroma.net sta raccogliendo e-mail di incoraggiamento per Cristiano Lupatelli, vittima di un serio infortunio. Chi volesse inviare un incoraggiamento può farlo scrivendo qui. Tra le foto del 1987/88, inserite due foto di Roma/Verona (addio di Pruzzo), in cui ce n'è una molto bella di Conti che lancia la maglia ai tifosi della Curva Sud (grazie Bubba!). Nella pagina di Inter/Roma inserite altre foto, un resoconto e qualche videotifo.
Lars, svedese con la passione per la Roma, cura una parte di un sito dedicato al calcio, in cui c'è spazio per la squadra giallorossa. Su questo link c'è un interessante articolo su Testaccio (sia pur in svedese!). Cliccate qui per andarlo a vedere. Quelcuno sa (Kostas aiuto) dove vedere la Roma ad Oporto?
Ecco la risposta per chi voleva vedere la Roma a Berlino e più ijn generale in Germania. Grazie a Zio Giaffy, inseriti i video dei tre gol della Roma nella vittoria della Supercoppa. Che ho trovato! Il servizio video dell'Istituto Luce su Roma/Torino 1-2 del 1948/49: neppure tre mesi dopo la squadra granata perirà nel disastro di Superga.


2 novembre 2003: Inserita la pagina di Roma/Reggina.

31 ottobre 2003: Per vedere la Roma a Madrid, cliccate qui. Presto le info per Berlino (ringraziate Kostas di Salonicco che sa tutte queste cose). Mi chiedono anche ad Hannover (mi sa che questa è più difficile...) dove vedere la Roma... Inserita una breve presentazione dei reggini nella pagina di Roma/Reggina. Inserita una intervista a Gaetano Anzalone, presidente della Roma negli anni '70.

30 ottobre 2003: Chi mi sa dire dove si può vedere la Roma a Berlino e a Madrid? Tifosi della Roma disperati mi chiedono queste informazioni.... mandatemi una e-mail, grazie. Inserita la pagina 4 di Inter/Roma. Inserite altre foto dei festeggiamenti dello scudetto 1982/83.

29 ottobre 2003: inserito un articolo di tre pagine del 1957 intitolato "Fallita alla Roma la rivoluzione anti-Sacerdoti", grazie a Cinzia. Mi veniva chiesto dove vedere la Roma a Varsavia. Cliccate qui e lo saprete. Inserita, grazie a Formica, un'altra pagina relativa alla festa di Roma per lo scudetto del 1983.
Ricevo questa e-mail che lascio a chi è interessato:
Hajduk - AS Roma
Giovedì 27 Novembre, Spalato
Secondo turno di coppa UEFA

Pacchetto volo + due notti a Spalato
Costo del pacchetto:   euro 380,00 a persona

Programma
Partenza: mercoledì 26 - Roma Spalato - Volo OU381 - 18.10/19.10
Ritorno: venerdì 28 - Spalato Roma - Volo OU380 - 16.20/17.20
26 novembre - Arrivo a Spalato e trasferimento in albergo
27 novembre - Trasferimento stadio - albergo e viceversa
28 novembre - Trasferimento in aeroporto per volo di ritorno

Comprende
- Voli di linea Croatia Airlines Roma Spalato Roma
- Trasferimenti aeroporto hotel stadio e viceversa
- Due notti in Hotel Split 3 stelle in camera doppia mezza pensione
- Assicurazione medico bagaglio Europe Assistance

Non comprende
- Tasse aeroportuali: Euro 39,12 a persona
- Gestione pratica: Euro 15,00 a persona
- Biglietto ingresso stadio

Contattaci per informazioni su:
Voli della Croatia Airlines per Spalato da Roma Fiumicino
Traghetti da Ancona per Spalato.

Tel: 0650916061 - Fax: 065090748 - Email: asroma@salrom.com

Siamo a vostra disposizione per prenotazioni e richieste riguardanti gli alberghi disponibili a Spalato e per l’acquisto dei 
biglietti d’ingresso partita in tribuna

Sito ufficiale della AS Roma http://www.asromacalcio.it
Sito ufficiale dell'Hajduk Split http://www.hnkhajduk.hr/eng/glavna_eng.htm

Dopo di ciò, nella pagina relativa ad Inter/Roma, inseriti tre videotifo e altre foto (queste ultime nella pagina 3). Aggiornata la classifica della Coppa Disciplina.
Passando ad altro, ricorderete il caso di tale Violante e gli articoli di alcuni giornali di chiara ispirazione leghista in cui venivano riportate affermazioni razziste e discriminatorie nei confronti del popolo romano e dei tifosi romanisti? Bene, ricevo questo atto che pubblico integralmente in cui la Violante nega di aver mai rilasciato interviste o di essere collaboratrice di chicchessia. Non indicando nell'atto il suo indirizzo, sono impossibilitato a comunicarle la fonte che mi ha inviato i ritagli di giornale in questione e sono ovviamente a disposizione al riguardo purché - anche via e-mail - mi faccia sapere in che modo posso comunicarglielo. Comunque sia, come si può evincere dall'intestazione, il primo articolo in ordine cronologico sembra essere un periodico dei "Volontari Verdi". Nell'esaudire le sue richieste, debbo rilevare come dal tenore dell'atto in questione, solo tre sono le soluzioni:
a) Violante dice il vero: allora c'è qualche persona che non le vuole molto bene, che conosce molto di lei e costruisce falsi a dir poco perfetti;
b) Violante dice parzialmente il vero, nel senso che non ha mai rilasciato interviste ai giornali che hanno pubblicato, virgolettate, quelle dichiarazioni, ed allora può darsi che abbia qualche amico che fa il giornalista che raccoglie sue confidenze e poi le pubblica a sua insaputa;
c) Violante dice il falso.
Resto in attesa degli sviluppi, che anzi sollecito.


28 ottobre 2003: Finalmente i problemi di velocità del sito su www.asromaultras.it sembrano essere risolti. Comunque sia il sito www.asromaultras.net servirà come sito specchio: se per qualsiasi ragione uno non funziona, funzionerà l'altro. Detto questo, inserite moltissime foto di Inter/Roma e un paio di resoconti. Inaugurata la pagina 16 di memorabilia (sempre grazie a Gabriele P.). Avrete senz'altro sentito dei gravi scontri tra AEK Atene ed Olympiakos...



26 ottobre 2003: In attesa delle foto, inserita la pagina di Inter/Roma. Non è stata una grande stagione, ma nella stagione 1996/97 ho inserito tutti i gol in video. www.asromaultras.net è a 2/5 del caricamento...

24 ottobre 2003: Nella pagina dei canti, inserito il nuovo coro "sei fantastica" (Grazie Giovanni www.5legion.com). Grazie a corederoma.it, inserite due foto nella pagina dedicata ad Agostino.
Scusate i pochi aggiornamenti ma sono un po' impegnato con il lavoro e sto trasferendo i files sul nuovo dominio www.asromaultras.net sperando sia più veloce di www.asromaultras.it.... la cosa porta via tempo. E' nuovamente on line il sito di Minori (Giappone): http://www.forzaroma.biz/

22 ottobre 2003: Segui la cavalcata della Roma nella Coppa Disciplina 2003/04.
Finalmente dei prezzi popolari per una partita di calcio. Speriamo lo stadio si riempia.
ROMA–HAJDUK info-biglietti
06.11.2003 ore 21
Stadio Olimpico
  Prezzi inclusi diritti di Prevendita. 

  SETTORE INTERI RIDOTTI 
                      Trib. Monte Mario € 55,00 € 30,00 
                      Trib. Tevere Centrale € 25,00 € 15,00 
                      Trib. Tevere Later./Part. € 25,00 € 15,00 
                      Distinti € 15,00 
                      Curve € 11.00 
                      Non Deambulanti con Acc. € 15,00 Prevendita c/o As Roma Store 

  MODALITA' E PUNTI VENDITA. 

                      Prevendita Biglietti riservata agli abbonati: Dalle ore 10.00 di giovedì 23 ottobre alle ore 18.00 di martedì 28 ottobre
                      conferma stesso posto della tessera. Ogni abbonato non può presentare più di cinque (5) tessere 

                      Vendita Libera: dalle ore 10.00 di giovedì 30 ottobre alle ore 12.00 di giovedì 6 novembre 

                      PUNTI VENDITA: 
                      - Ricevitorie LIS LOTTOMATICA 
                      - AS ROMA STORE (orario 10.00-18.30) 
                      P.zza Colonna n°360 Tel. 06/69200642 
                      Via Appia Nuova n°130 Tel. 06/77590664 
                      Via Cola di Rienzo n°136/A Tel.06/3203471 

                      - Botteghini Stadio Olimpico: Giorno gara ore 17.00
Biglietti Inter/Roma in vendita anche alla Ticket One ed anche alla Banca Popolare di Milano: ecco tutti gli indirizzi:
TICKETONE
Box Office Ostia
 Via Angelo Olivieri 70/b 
 00121 
Casalbertone 
 Nccom Stand Fisso (Casalbertone) 
 C/o Centro Comm. Auchan Via Pollio 50 
 00159 
 0643598982
Ciampino 
 Totoricevitoria Turco Nicolò 
 Viale Di Marino 11 
 00043 
CIVITAVECCHIA 
 Tabacchi Piroli 
 Via XVI Settembre 30 
 00053 
 0766502296 
GENZANO DI ROMA 
 FERRI 
 Via Dott. Francavilla 2
 00045 
 069362509 
Monteporzio Catone 
 Tabaccheria Antonelli (P.V.) 
 Via Roma 32 
 00040 
 069447666 
Morena 
 Bar Tabacchi Tavani 
 Via Della Stazione 62 
 00040 
 0679844167 
Palestrina 
 Video Snack 
 Piazza Kennedy 2/4 
 00036 
 069538176
Pomezia 
 Tabaccheria Paola Leporino 
 Via Salvo D`Acquisto 70-72 
 00040 
 069105167 
ROMA 
 PIT (Fori Imperiali) 
 Via Tempio della Pace 
   0669924307
ROMA 
 Quadrifoglio (P.V.) 
 Via Macchia Saponara 78/b 
 00125 
 065214387 
Roma 
 Ser.Ma. 
 Via Delle Vigne Nuove 32/32a 
 00139 
 068181207 
Roma 
 Bar Alvaro 
 Viale Tirreno 117 
 00141 
 068171037 
Roma 
 Young`s Bar 
 Via Luigi Lilio 85/87 
 00142 
 065032892
Roma 
 Bar Phelipe 
 Via Lari 15
 00146 
 0655268256
ROMA 
 Bar Tre Pini 
 Via del Trullo 468a 
 00148 
 066531742 
Roma 
 Interclub Service 
 Piazza Ippolito Nievo 3 
 00153 
 065895431 
Roma 
 Bar Calvani 
 Via Tiburtina 731/733/735
 00159 
 064386036 
ROMA 
 Tabacchi Jolly 
 Via Tiburtina 530b/532 
 00159 
 064393845 
Roma 
 Boccea Service Centro Servizi 
 Circonvallazione Cornelia 291 
 00167 
 066629749 
Roma 
 Gran Caffè 
 Piazza Delle Camelie 40 
 00172 
 062424199 
Roma 
 Win c/o Centro Commerciale La Romanina 
 Via E. Ferri 8 - C.c. Romanina Livello -1 Ch5 
 00173 
 067233551
Roma 
 Tabaccheria Minerva 
 Via Tuscolana 1820 
 00173
 067222504 
Roma 
 Bar Fratelli Arcaro 
 Largo Raffaele Pettazzoni 30 
 00177 
 0624300083 
Roma 
 Banco Lotto Saurini 
 Via Luigi Tosti 13 B 
 00179 
 067808993 
Roma 
 Hello Ticket desk 6 c/o Stazione Termini 
 Via Giolitti 16 
 00185 
 0647825710
ROMA 
 Orbis 
 Piazza dell` Esquilino 37 
 00185 
 064744776 
ROMA 
 BOPA Stazione Roma Termini 
 Stazione Termini - Galleria Gommata 
 00185 
 0687406024 
Roma 
 Box Office Corso (Roma) 
 Via Del Corso 506 
 00186
 063202790 
ROMA
 PIT (Piazza Navona) 
 Piazza Cinque Lune 
 00186 
 0668809707 
ROMA 
 Messaggerie Musicali
 Via Del Corso 473 
 00186 
 0668192349 
ROMA 
 PIT (Via del Corso) 
 Via Minghetti 
 00187
 066782988 
Roma 
 Box Office Ricordi 
 Viale Giulio Cesare 88 
 00192
 0637500375 
ROMA
 PIT (Castel Sant`Angelo) 
 Piazza Pia 
 00193 
 0668809707
Roma 
 Bar - Gelateria Cerrocchi 
 Circonvallazione Clodia 36/e-f 
 00195 
 0639733286 
Roma 
 Caffè Balzac 
 Viale Pinturicchio 38
 00196 
 063233453
VELLETRI 
 Il Biglietto 
 Corso della Repubblica 374 
 00049 
 0696142750 
Grazie Federico!
   
BANCA POPOLARE DI MILANO
Disponibili in tutte le filiali, anche quelle a roma, quindi chiunque voglia comprare i biglietti di qualsiasi settore (si consiglia di prendere comunque il terzo anello se non si trova il settore ospiti) puo' andarli a comprare, max 3 a persona, presso questa banca. Ecco gli indirizzi (grazie Cristian).
  251 P.le Flaminio, 1
  252 Via Vittorio Veneto, 1
  253 Via G.F.Ingrassia, 2
  254 Via U.Ojetti, 74
  255 Via A.Baldovinetti, 156
256 Via G.Serafino, 2/A
  257 Via E.Franceschini, 58
  258 Via Caio Manilio, 42
  259 Via Garigliano, 92
  260 Via Cassia, 901
261 Largo Delpino, 6
  262 Via Gregorio XIII, 72
  263 Via Portuense, 100/ABCD
  309 Via G. Vitelli, 14
  325 Via dell'Imbrecciato, 34/CDEF
326 Piazza S. Maria Maggiore, 9
  327 Via Pollenza
  328 Piazza Hazon ang. V. Fiume
  329 Via di Tor Sapienza, 82
  330 Via Satrico, 18/20
331 Via Appia Nuova, 447
  332 Piazza Vocazionisti, 9/10
  334 Viale Giulio Cesare, 173/175
  436 Via Appia Nuova, Km. 10,3
  438 Via del Serafico, 200
441 Via del Tritone, 177
  443 Via Anagnina, 372
  447 Corso d'Italia, 32/F
  452 Via A. Depretis, 74/E
  455 Via Gadames, 27
458 Via Giovanni Branca-ang. Querini, 29
  460 Via Gaverina


21 ottobre 2003: Saranno non meno di 5.000 i tifosi dell'Hajduk Spalato presenti a Roma il 06.11.2003. Fonti spalatine mi riferiscono infatti che l'A.S. Roma ha inviato in Croazia questo numero di biglietti. Ringrazio tutti quelli che mi hanno scritto in ordine alla lentezza del sito. Ho acquistato un altro dominio www.asromaultras.net su www.iltuonome.it in quanto non sono riuscito ad iscrivermi su aruba.it. Ci metterò diversi giorni a caricare tutti i files, ho iniziato 10 minuti fa. Dopidiché vediamo se il .net va più veloce del .it. In ogni caso saranno due siti identici, in modo che se uno non va, funziona l'altro.

20 ottobre 2003: Anzitutto qui sopra segnalo questa iniziativa relativa a un torneo di calcetto che mi è stata inviata. Poi viene segnalato questo articolo del Resto del Carlino, che riporto per intero:
Grave il tifoso arrestato dopo Ancona-Juve
I familiari: «I poliziotti lo hanno pestato» 
ANCONA  Versa in gravi condizioni all'ospedale regionale di Ancona il giovane
tifoso arrestato sabato sera al termine degli scontri tra ultras anconetani,
supporters juventini e forze dell'ordine. P. U., 18 anni appena compiuti,
di Falconara Marittima ha riportato nella colluttazione con gli agenti un
serio trauma cranico, la frattura di numerose costole e altre lesioni in
tutto il corpo, che ne hanno imposto l'immediato ricovero presso il reparto
di rianimazione. La famiglia del giovane, tramite il proprio avvocato di
fiducia, parla esplicitamente di un pestaggio da parte della polizia, avvalorata,
a quanto sembra, da molte testimonianze e preannuncia un'immediata denuncia per lesioni gravi alla Procura della Repubblica, comunque gia' informata dei fatti al momento dell'arresto.
Il ragazzo, insieme ad altri tifosi, pare avesse aggredito un gruppo di
sostenitori avversari per strappargli alcune sciarpe. Ne era nato un diverbio
sedato dall'arrivo dei poliziotti e concluso con la resistenza del 18enne,
poi portato via con la forza. In attesa delle indagini, il giovane e' comunque
piantonato in ospedale. In serata, l' ufficio stampa della Questura di Ancona
ha ufficialmente reso noto che è stata avviata un' inchiesta interna volta
ad accertare in tempi brevi se nell' episodio relativo al ferimento del
giovane P.U. vi siano stati eccessi o abusi nell' uso della forza da parte
di chi è intervenuto. Un intervento - è stato precisato - avvenuto in seguito
all' aggressione di una tifosa juventina che però è anche un' agente di
polizia in servizio ad Ancona, ieri sera libera da impegni di servizio e
presente allo stadio, insieme con degli amici, per assistere alla partita.


19 ottobre 2003: On line la pagina di Roma/Parma. Visto che è lunedì e si rinizia a lavorare, facciamoci quattro risate con le vignette di Zenga dedicate al calcio (finalmente me ne ha date altre!).

18 ottobre 2003: Inserita una pagina di presentazione per Hajduk Spalato/Roma con alcune informazioni utili per la trasferta. Inserito un resoconto di Romulus sulla trasferta Juventus/Roma. Inserita una breve presentazione dei parmensi nella pagina di Roma/Parma.

17 ottobre 2003 (pomeriggio): Diverse persone hanno lamentato una sopravvenuta "lentezza" del mio sito. Non sono troppo esperto di computer per capirne la ragione. So solo che ultimamente ho caricato molti files audio e video abbastanza pesanti e che, per ignoranza, ho articolato all'epoca  il mio sito web in un'unica directory e sarebbe veramente complicato fare adesso delle sottodirectory. Il sito "pesa" 1 giga e 500 mb ed è ospitato sul server di Tifonet che visto l'elevato numero di accessi mi ha concesso un dominio di primo livello gratuito. Qualcuno può aiutarmi e darmi qualche consiglio sul come velocizzare il sito, tenendo conto che sono tutto sommato un principiante? Grazie!
17 ottobre 2003: Inserite tre foto, grazie ad Alberto, di incidenti durante Sampdoria/Roma di Supercoppa 1991/92, Roma/Sampdoria 1985/86 e Milan/Roma 1986/87, il tutto nella pagina 9 di tafferugli. Tra i cento tifosi della Roma a Skopje c'erano anche dei tifosi del CSKA Sofia (e della Roma) che sono andati fino a Skopje in taxi! Si meritano una foto nella pagina di Vardar Skopje/Roma. Un articolo inviatomi da Francesco e una notizia:
La zampata di Zampagna, il bomber tifoso
ALBERTO PICCININI
ZAMPAGNA, Riccardo. 28 anni. Centravanti/bomber della Ternana. Detto Zampa, Zampagol, e anche Dumbo (per via delle orecchie). Racconta la sua storia alla Gazzetta, sabato scorso, e commuove fino alle lacrime i tifosi della Ternana che lo celebrano sul loro sito internet come «uno di noi». In molti lo conoscono da quand'era piccolo. Qualcuno ci ha giocato assieme, per strada e nelle squadrette di ragazzini («quando stava ad Amelia non ci voleva giocare nessuno, perché in allenamento menava i difensori...»). Nato a Borgo Rivo e cresciuto a Terni, Zampagna ha frequentato la curva est dello stadio Liberati fino a 23 anni. Ricorda tutte le trasferte importanti. Ricorda ancora di essersi ingloriosamente strappato i pantaloni nell'ultima invasione di campo assieme a suo cugino. Ricorda soprattutto i suoi vecchi amici, molti dei quali diffidati ad andare allo stadio, per i quali oggi intercede presso il questore. Zampagna è figlio di un ex operaio delle acciaierie, lui stesso ha fatto mille mestieri oltre al calciatore: meccanico, idraulico, tappezziere. Da piccolo era un fan di Vialli ma oggi si muove in campo come un centravanti classico, anzi perfetto: enfant du pays, fisico e incazzoso sulla linea Piola-Bonimba-Vieri, di estrazione operaia come nelle vecchie leggende di calcio, macho e incline alla reazione facile - gestacci alla curva nemica, spintoni al difensore indisponente. E quel cognome che è già un titolo: «La zampata di Zampagna». Ha giocato nell'As Virgilio Maroso, nell'Amerina, nel Pontevecchio, nella Triestina, nell'Arezzo, nel Brescello, e la sua vicenda di globetrotter delle serie minori stava per concludersi nel Perugia, in serie A. Da qui, dopo soltanto un ritiro estivo, è stato ceduto al Cosenza. Che è una bella sfiga ma fino a un certo punto, dal momento che per i tifosi ternani il passaggio del loro campione tra gli odiati grifoni resta tutt'ora una macchia indelebile. A Cosenza fa 10 gol (e i tifosi in coro: «Zampagna, calaci a supposta!»); a Siena soltanto 6. A Messina l'anno scorso, con 17 gol domina la classifica cannonieri. L'estate scorsa la Ternana lo scambia con il deludente Zaniolo e si parla subito di un acquisto «fatto dai tifosi». Ma lui non si perde d'animo e segna 4 gol che portano la Ternana al secondo posto in classifica in questo inizio di campionato. Dice Zampagna: «Quando sono teso, o quando voglio ricaricarmi, giro Terni e cambia il mio umore». Ne avrà bisogno. Domenica scorsa col Cagliari di Zola è finito male: tre a zero secco, e il centravanti operaio espulso per una rissa col difensore Festa.
ICNEWCASTLE NETWORK
La violenza ha macchiato la partita di Coppa UEFA del Newcastle a Breda la scorsa notte., con più di 80 tifosi inglesi arrestati dopo gli scontri nella città olandese.
La polizia ha riferito che i tifosi del Newcastle, ubriachi, hanno dato vita ad una colossale rissa con i tifosi del Chelsea (sembra supportati da quelli del Feyenoord, n.d.L.) nel centro di Breda prima della partita. 
La polizia ha detto che non ha idea del perché i tifosi del Chelsea fossero in città.
Più di 150 agenti sono accorsi nel solitamente tranquillo centro cittadino nel momento in cui i tifosi britannici hanno iniziato a rompere bicchieri e bottiglie nei bar e nei pub. In totale sono stati arrestati 84 inglesi, la maggior parte dei quali tifosi del Newcastle.
La violenza è stata provocata anche dall'abbondante bere prima del match. Due tifosi del Newcastle sono finiti all'ospedale, ma no9n sembra che ci sia nessuno seriamente ferito.
Willhem van Hooijdonk, della Polizia di Breda Police, ha detto: "Gli incidenti sono iniziati intorno alle 4 del pomeriggio quando un gruppo di tifosi stava nei bar nel centro di Breda. Ci sono state bottiglie e bicchieri rotti e problemi tra due gruppi di supporters. Hanno anche rotto qualche finestra di negozi. Abbiamo dovuto chiamare rinforzi per risolvere i problemi. Ad un certo momento siamo arrivati a 150 unità ed abbiamo arrestato 84 tifosi. Ci sono anche sette olandesi arrestati. Non posso dire se tutti loro vengono da Newcastle o sono tifosi del Newcastle, ma la maggior parte di loro sono tifosi del Newcastle".
Ha poi aggiunto: "Due dei ragazzi inglesi arrestati avevano leggere ferite. Dopo essere stati medicati all'ospedale sono tornati alla stazione di polizia".
La partita in se stessa, che il Newcastle ha vinto 1-0, è andata via senza incidenti.
Una grande presenza di polizia è stata mantenuta dopo il match ma  Mr van Hooijdonk ha detto che i tifosi del Newcastle e del Breda sono stati calmi e si sono divertiti insieme. Le violente scene di Breda sono in netto contrasto con il match d'andata di tre settimane fa, dove i tifosi olandesi sono stati fatti oggetto di complimenti per il loro buon comportamento.
Della serie: Esempio Inghilterra, gli hooligans sono stati debellati

16 ottobre 2003: Inserita la pagina di Vardar Skopje/Roma.



15 ottobre 2003: Iniziata la pagina 11delle foto amarcord. Inserita la terza pagina di foto dedicate ad Agostino Di Bartolomei, grazie a Fabio della Garbatella. Pare poi che Violante abbia segnalato alla polizia postale il sito sul quale sono apparsi gli articoli: forse ancora non sa che sta per essere denunciata per violazione della legge sulla discriminazione razziale, che è questione leggermente più grave. Poi mi piacerebbe sapere che tipo di denuncia ha inteso fare e purtroppo per lei forse casca male con il sottoscritto: personalmente ho ripreso articoli di giornali già pubblicati e di dominio pubblico. Evidentemente la ragazza non conosce un oggetto che usano in Oceania: si chiama boomerang.
Passando ad altro, una notizia lieta: Marco di Roma ha conosciuto tramite il mio sito Ilaria di Varese e ne è nata una bella storia d'amore. Che dire?
Ero consapevole che tramite questo sito erano nate delle amicizie, ma questa è la prima volta che Cupido colpisce! Un saluto a Marco e Ilaria!


14 ottobre 2003: Mi viene chiesto se a Varsavia c'è un posto dove vedere la Roma.... qualcuno mi fa sapere?
Aggiornata la pagina 15 di memorabilia. Qualcosa di strano è poi avvenuto a Salerno... questo è quanto scritto dai tifosi viola.
OLTREICOLORI
TRATTO DA TIFONET: i fatti di Salernitana/Fiorentina
Abbiamo atteso una settimana esatta, abbiamo aspettato che la rabbia che avevamo in corpo si attenuasse, abbiamo pazientemente atteso di avere in mano i riscontri per poter finalmente pronunciare e urlare a tutti quanti la parola: VERGOGNA! Non è agli scontri con la polizia sugli spalti che ci riferiamo, sappiamo bene quello che ci aspetta quando si va in trasferta, ma è al dopo, a quanto è stato fatto, detto e scritto! 
Proviamo noi oggi a raccontare la verità su ciò che è realmente accaduto quella maledetta sera del 4 ottobre scorso. 
Al termine della partita Salernitana-Fiorentina due bombe carta sono state lanciate, nel settore che ci ospitava, dai tifosi salernitani. Salerno si sa, con le bombe carta ha un rapporto privilegiato. Una di queste bombe scoppia a pochi centimetri da uno di noi, non importa chi, si scatena l'inferno. I celerini attaccano e ci stringono verso un divisorio di plexigas, dimenticano costoro che pochi giorni prima (per la cronaca era lo stesso reparto celere) ad Avellino un ragazzo di 19 anni aveva perso la vita per cercare di ripararsi proprio da una carica della polizia, un funzionario urla di massacrarci e di stringerci verso l'alto al riparo delle telecamere. Per terra restano giovani tifose e tifosi. Trascinano per i capelli, accompagnandolo a suon di manganellate nella schiena e nelle gambe, un altro ragazzo, lo portano dietro una vetrata e cominciano a picchiarlo in maniera selvaggia. Arriva lo stesso funzionario e gli spacca la ricetrasmittente in testa. a quel punto decidiamo di intervenire con veemenza, gli scontri verbali con i poliziotti e la nostra rabbia inducono gli stessi a interrompere quel vile pestaggio e il ragazzo, con le mani legate dietro la schiena, viene trascinato via. Contiamo i feriti, cerchiamo di aiutare soprattutto le ragazze rimaste contuse, chiediamo e otteniamo di poter mettere almeno loro al riparo. Ci prodighiamo per riportare la calma, due di noi cercano di parlamentare con la polizia il rilascio del ragazzo massacrato pochi istanti prima: niente da fare! Il solito funzionario si infiamma al solo pensiero di rilasciarlo e gode al pensiero di poterlo portare via. 
Intanto vengono portati via altri due di noi, uno colpevole di aver reagito, per noi si è soltanto difeso, l'altro perchè responsabile di aver lanciato le bombe carta. Già, era riuscito a materializzarsi nel settore che ospitava i tifosi della Salernitana, lanciarci due bombe e poi di corsa venire nel nostro settore e prendersi le botte della polizia. I "fermati" vengono trasportati di sotto, e lì, mentre alcuni di noi cercavano di trattare, e qualcun'altro si affrettava a far presente agli uomini della digos la propria estraneità ai fatti, il solito solerte e represso funzionario urlava: "non solo li arresto, ve li porto nel carcere di Fuorni e ve li faccio sistemare come dico io!" Ci provi , gli è stato risposto, e si ricordi che questi ragazzi in faccia non hanno nessun segno, stia attento che non scivolino per le solite scale. 
Purtroppo il calvario dei tre era solo all'inizio. In questura vengono chiusi in una stanza e due di loro, i più giovani, vengono massacrati di botte. Per uno si rende necessario il ricovero al pronto soccorso, gli viene fatta la Tac, ma di questa documentazione viene fatta sparire ogni traccia. Il magistrato che li interroga mercoledì 8 ottobre si rende conto che qualcosa di illecito in questura è stato commesso, e decide di inviare gli atti alla Procura di Salerno. I ragazzi vengono immediatamente rilasciati, senza alcun provvedimento restrittivo. A Firenze vengono visitati all'ospedale di Careggi e al Torregalli per tutti prognosi che vanno dai 3 agli otto giorni per " traumi ed ematomi riconducibili alla notte tra sabato 4 e domenica 5 ottobre. 
Due quotidiani come "La Repubblica" e il "Corriere di Firenze" che tanto professionali sono quando si tratta di pubblicare nomi di pedofili, stupratori e potenti vari, per carità la legge sulla privacy, la presunzione di innocenza ecc. ecc. ecc. argomenti cari a questi giornali, quando conviene ovviamente, hanno pubblicato i nomi di questi ragazzi, entrando e segnando la loro vita per sempre, Repubblica addirittura evidenziava come uno dei tre avesse precedenti per rissa mentre, come risulta dai verbali di interrogatorio erano assolutamente incensurati. Per quest'ultimo è scattata la querela e la richiesta risarcitoria, vi terremo informati anche su questo. Questo è quanto è avvenuto a Salerno, ... dopo Avellino... la rappresaglia.


10 ottobre 2003: Rielaborata la pagina relativa alle partite storiche.
Dal libro " Armati per la partita" Hickey Hicmott - Primo capitolo - L'heysel su di noi (grazie Andrea) "Nel 1984 il Liverpool incontrò l'AS Roma nella finale della Coppa dei Campioni. l'incontro fu disputato allo stadio olimpico, che era anche lo stadio dove giocava l'AS Roma. I tifosi del liverpool  che si rifiutarono di farsi trasportare sui bus mandriati da almeno 5.000 poliziotti furono sistematicamente  attaccati e brutalizzati dagli assalti degli ultra Romani. Un tifoso del Liverpool, tanto scemo da avventurarsi  nelle strade della capitale da solo pensando di essere solo un simpatico turista , fu viscidamente  e ripetutamente accoltellato rimanendo confinato tra la vita e la morte per parecchie settimane. Quando lo mollarono dalla degenza ospedaliera  se ne tornò in Inghilterra ma non fu più la stessa persona. In un precedente turno  dello stesso torneo i tifosi della Roma avevano riservato il medesimo trattamento ad un tifoso del Goteborg. Un gruppo di tifosi svedesi cadde in una imboscata . Tutti provarono a scappare ma uno cadde e la cosa che videro dopo i suoi amici fu lo sventagliare  di lame da parte dei deliranti tifosi Romani. Crepò sul tavolo operatorio (che sia morto è una pura invenzione n.d.L.) .................quegli eyeties tutti mercanti di lame". Il libro continua spiegando come i fatti dell'Heysel fossero dovuti al desiderio di vendetta dei tifosi inglesi per il trattamento ricevuto a Roma l'anno precedente. "Vendicare Roma" questo era il principio che mosse gli Scousers al momento della carica nel settore Z.
La medesima "motivazione" della carica ai tifosi juventini nel famigerato settore Z si rinviene anche nel libro "Eurotrashed" di Dougie Brimson, edito nel 2003. La tesi non è affatto assurda, considerando il nazionalismo dei tifosi inglesi che videro i tifosi juventini in quel momento come italiani e quindi anche romani, anche se sicuramente non è stata l'unica motivazione, considerata l'attitudine degli hooligans dell'epoca a "conquistare il territorio" a prescindere.
Interessante dichiarazione di un ex capo della tifoseria del Chelsea:

9 ottobre 2003: Inserito un  altro resoconto su Siena/Roma. Altre info per Skopje, fornite dal direttivo del Gate 4 PAOK Salonicco:
"E' molto più semplice arrivare a Skopje con un volo charter da Roma, ma per chi vuole andarci passando per Salonicco, il treno parte da Salonicco alle 08.00 ed arriva a Skopje alle 12.00: probabilmente ci può essere un ritardo di due ore al massimo per la burocrazia al confine. Il biglietto di ritorno costa al massimo 30 euro. Bisogna ASSOLUTAMENTE avere il passaporto. Non è necessario il visto ma il passaporto è richiesto. Arrivati a Skopje, girando a sinistra dalla stazione andrete verso il centro. Un ragazzo inglese ha riferito di un Irish Bar dove l'atmosfera era almeno decente. Dopo di che, dal centro, lo stadio è abbastanza vicino. In quel tragitto è dove sono avvenuti incidenti tra inglesi e locali. Nel precedente report sul sito "Curva Sud" avevo sbagliato nel dire che la distanza dello stadio dalla stazione era 500 metri. In realtà la distanza può essere paragonata a quella tra Piazzale Flaminio e lo Stadio Olimpico a Roma, forse un po' meno. Suggerirei di non prendere taxi perché è facile che il tassista vi porti in giro per farvi spendere il più possibile. Cercate di andare a piedi. Suggerisco CON FORZA di prendere i biglietti per la partita a Roma ed anche che qualcuno dell'amministrazione dell'AS Roma sia lì per la partita. Il problema del mercato nero e molto serio ed un altro problema sono i biglietti falsi. Non aspettatevi che la polizia o qualcun altro vi protegga per queste cose. Ci sono stati tifosi inglesi che hanno acquistato biglietti al mercato nero per 100 euro e i controllori agli ingressi insistevano che fossero falsi.
Nella partita contro gli inglesi, questi ultimi non avevano un proprio settore ospiti e sono stati costretti a mischiarsi con i tifosi dello Skopje. Questo è un altro punto che andrebbe fatto presente all'amministrazione dell'AS Roma. Ma la cosa più importante è prendere i biglietti in prevendita a Roma.
Suggerisco anche caldamente di non dormire a Skopje. C'è un treno notturno che va da Belgrado a Salonicco, che passa da Skopje alle 3:25 e arriva a Salonicco alle 09.00. Anche in questo caso dovrete aspettarvi ritardo al confine. In genereale dovete stare attenti a Skopje. E non credete alle autorità locali: sono molto più pericolose che non i crucchi locali (OK questo accade ovunque ;-) ). Non credo comunque che ci saranno incidenti come quelli accaduti contro gli inglesi".
La cartina geografica
La cittŕ di Skopje
Clicca per ingrandire
Lo stadio: clicca per ingrandire


8 ottobre 2003: Inseriti un paio di resoconti e altre foto di Siena/Roma.

6 ottobre 2003 (sera): Ora sta andando in diretta il proCESSO di Biscardi e i fermati di Napoli (ripeto, solo fermati e non giudicati), sono stati messi alla berlina con nomi e cognomi. Chi ritiene Biscardi un essere spregevole, gli mandi una e-mail con scritto "vergogna per i nomi di Napoli: e se fossero innocenti?". La e-mail è: posta@ilprocessodibiscardi.it.
Aggiunte altre foto di Siena/Roma. Mi mancano ancora i resoconti.
In Olanda questa TV trasmette i match più importanti del campionato: http://www.canalplus.nl/

6 ottobre 2003: On line la pagina di Siena/Roma in attesa dei resoconti (le foto già ci sono).
Frugando tra le mie cose ho ritrovato per tutti gli appassionati di tifo inglese qualcosa di veramente niente male: la cassetta audio del tifo del Chelsea contro il West Ham Utd del 1984/85. L'ho divisa in due parti, ciascuna di 21 mb, e sta nella pagina dedicata ai canti della sezione Tribù del calcio.
Nella stagione 1986/87 della storia della Roma, inserite le vignette di tutti i gol fatti (e subiti) dalla Roma.
Notiziola (finalmente) interessante:
Al termine della partita Triestina Napoli il presidente della società alabardata ha dichiarato in merito agli incidenti di Avellino "Le responsabilità sono da ricercare anche tra le società di Napoli e Avellino e la Polizia", "Io non voglio difendere i teppisti ma ad avellino è accaduto qualcosa che ha generato quella reazione", "noi a trieste accogliamo i tifosi avversari in un modo fantastico, gli diamo un'intera curva mentre negli altri stadi gli ospiti sono messi in dei gallinai", "dobbiamo dare più biglietti alle tifoserie ospiti".

5 ottobre 2003: Le informazioni per raggiungere Siena. Nella pagina dedicata alle tessere della Roma, inserite alcune tessere Junior Club (riservate ai giovani negli anni '70).
Dal Belgio Ezio mi comunica che "Il 14 settembre 2003 abbiamo aperto un ufficiale Roma club qui in Belgio: AS Roma ``Giuseppe Giannini`` club Genk
Per ora siamo gia 75 soci/tifosi Romanisti, presto vogliamo venire a Roma per seguire una partita all' Olimpico dopo che abbiamo sistemato tutto. Questo è il nostro sito: www.magica-roma.tk
Su la Roma di Luglio 2003 vi era un interessante articolo di Marco Impiglia su Francis Herbert Burgess, uno dei primissimi allenatori della Roma. Credo sia giusto non dimenticare il nostro passato, ed è per questo che l'ho inserito nel sito.


4 ottobre 2003: OK, basta polemiche, ormai il dado è tratto. Ma per chiudere qualche ragazzo intraprendente ha mandato questa e-mail
"Vi scrivo per segnalarvi  quello che mi è accaduto il giorno 1/10/03,
all'agenzia di viaggi SESTANTE di Roma - VIA PROPERZIO,
dove erano in vendita i biglietti per la partita di campionato di calcio di serie A Siena-Roma, in programma domenica 5 ottobre 2003 a siena.
Acquistato il biglietto al prezzo di 22 euro, mi accorgo che il il prezzo stampigliato sul biglietto è 20 euro e la prevendita fissata a 0.
Dietro il biglietto c'è perfino scritto che "il biglietto non potrà essere venduto ad un prezzo diverso di quello scritto sul biglietto stesso .......e che ogni abuso andrà segnalato all'organizzatore"....
inoltre la Sestante non mi ha rilasciato alcuno scontrino fiscale per la prevendita di 2 euro che ho pagato.
vi ringrazio anticipatamente dell'attenzione e delle spiegazioni che spero vogliate gentilmente concedermi".
La e-mail è stata inviata ai seguenti indirizzi:
assocons@libero.it
redlaroma@asromaweb.com
ufficio.stampa@asromaweb.com
webmaster@asromaweb.com
redazione@asromaweb.com
prati@mail.sestantetn.com
info@acsiena.it
ufficiostampa@acsiena.it
acsiena@acsiena.it
Mi chiedono poi: dove si può vedere la Roma a Edinburgo?
Iniziata la pagina 15 di Memorabilia.
Eccovi qui l'intero video Roma Roma Roma adattato per il web (solo 9 mb).
Forse non tutti sanno che una leggenda piuttosto nota fa risalire le origini di Siena a Senio, uno dei figli di Remo (il fondatore di Roma), il quale, assieme al fratello Aschio (o Ascanio), fu costretto a fuggire dalle ire dello zio Romolo, trovando rifugio nell'attuale locazione della città. Questo è il motivo per cui la lupa capitolina è anche il simbolo di Siena.
Inserito l'articolo "Moi, Fred, hooligan du PSG". Inserite molte magliette del Vecchio CUCS.
Acculturiamoci: Giulio ha organizzato una mostra di foto a Trastevere... sono cento foto di cento facce di gente di Roma...tutte in bianco e nero Inaugurazione il 9 ottobre


3 ottobre 2003 (pomeriggio): Vediamo di analizzare il problema dei biglietti per Siena alla luce di quanto mi scrive Alessietta, che ha scovato questa notizia, tratta dal sito ufficiale del Siena:
02-10-2003 18:54
riunione in vista di Siena-Roma
Un'importante riunione in vista della partita tra Siena e Roma si e' svolta stamani nella Capitale. 
A questo incontro hanno partecipato il prefetto di Roma Achille Serra, il prefetto di Siena Giuseppina di Rosa, il presidente Paolo De Luca e il direttore generale Walter Scapigliati dell'A.C. Siena, il direttore generale Franco Baldini della A.S. Roma, oltre ad alcuni rappresentanti del Comune di Roma. 
Nella riunione sono stati affrontati e verificati tutti i possibili problemi relativi allo svolgimento della gara per consentire che la stessa si svolga nel massimo clima di serenità e di reciproco rispetto sportivo tra le tifoserie. 
A tale scopo è stato nuovamente rivolto l'invito ai tifosi romanisti di recarsi a Siena solamente se già muniti del biglietto per la partita. E' stato anche confermato che verrà allestito uno schermo gigante nella città di Roma per permettere ai tifosi, sprovvisti del tagliando di accesso allo stadio, di vedere comunque la partita. L'A.C. Siena si e' detto favorevole all'installazione del maxi-schermo e ha deciso di sostenere l'iniziativa con un proprio contributo finanziario.
Durante la riunione il presidente dell'A.C. Siena Paolo De Luca ha avuto in particolare parole di grande apprezzamento per il prefetto di Siena Giuseppina di Rosa, sia in relazione alla coerente decisione di fare disputare la partita nella città senese sia riguardo all'attenta e scrupolosa organizzazione che ha messo in atto per dare il giusto seguito a questa scelta.
Il prefetto di Roma Achille Serra ha manifestato dubbi sulle modalità con le quali la Lega Calcio concede le deroghe per l'omologazione di campi da gioco di piccole dimensioni e potenzialmente non organizzati come quello di Siena, data anche l'entità che il fenomeno e il movimento del calcio hanno ormai assunto.
A questa notazione il presidente dell'A.C. Siena De Luca ha risposto affermando che questa deroga e' stata concessa grazie all'intervento del Comune e del sindaco di Siena che hanno fornito le opportune garanzie agli organismi competenti in materia, alla Lega Calcio e alla stessa A.C. Siena che si trattava di una soluzione transitoria in quanto, in tempi brevi, Siena si sarebbe dotata di nuova struttura degna della serie A. 
L'incontro e' stato comunque molto fruttuoso e ha permesso ai partecipanti di affrontare con serenità e programmazione tutte le eventuali problematiche che potranno insorgere.
Perfetto. Abbiamo quindi capito che il Comune di Siena ed il suo Sindaco sono le prime teste che debbono cadere se succederà qualcosa. Le seconde sono quelle della Lega Calcio e quelle del Siena Calcio. Poi ci saranno anche "i soliti idioti" e i soliti "questi non sono tifosi".
La seconda riflessione è questa: dopo Avellino/Napoli per giorni e giorni giornalisti, forze dell'ordine, prefetti, opinionisti e compagnia bella ci hanno fatto una testa così dicendo che le nuove disposizioni prevedono la possibilità di non far disputare partite per ragioni di ordine pubblico.
Mi chiedo se questo non sia uno di quei casi e, se non lo è, quale lo sarebbe. Per ragioni di ordine pubblico si dovrebbe poter spostare di luogo una partita anche se il parere del Presidente di una società di calcio è contrario.
    Abbiamo quindi avuto l'ennesima dimostrazione che tutte le belle parole pronunciate dalle persone in questione non sono altro che una buffonata da parte di chi continua e continuerà sempre a rimanere SCHIAVO del potere economico dettato da TV e regole del calcio moderno.
    Se ne fregano dell'ordine pubblico, o quantomeno cercano di gestirlo rispettando rigorosamente le logiche economiche del gioco, il che vuol dire che la vita di un Sergio qualsiasi non vale una diretta TV o lo spostamento di una partita.
    Un colpo al cerchio, uno alla botte, e i tifosi in mezzo.
La terza riflessione è ancora più banale: a tutti questi pagliacci che continuano a dire che bisogna fare come in Inghilterra vorrei chiedere se nella terra di Albione sono previste "deroghe eccezionali" puntualmente applicate ogni volta che il Sindaco di una città piccolina sale in serie A.
Se in Inghilterra il Plymouth sale in Premiere League con uno stadio da 3.000 posti NON LO FANNO ISCRIVERE AL CAMPIONATO, senza se e senza ma.
Non ci sono "deroghe", perché la sicurezza pubblica non è soggetta a "deroghe". Se per la Serie A il minimo previsto sono 20.000 spettatori di capienza
E' PROPRIO PERCHE' PUO' CAPITARE UN SIENA/ROMA DI QUESTO TIPO. E allora questi fanfaroni facessero una riflessione seria, se ne sono capaci, e domani sui giornali e nelle televisioni dicessero che il Sindaco di Siena ha preso una decisione irresponsabile, che il Presidente del Siena l'ha avallata irresponsabilmente e che la Lega Calcio è complice e responsabile di tutto ciò.
Altro che "facciamo come in Inghilterra", cari i miei pupazzi.
La Roma a Rotterdam e a Parigi si vede qui.


3 ottobre 2003: Se ci sarà casino arresteranno anche chi ha concesso una deroga "eccezionale"?:
Da Goalcity
Il Siena manda a Roma altri 700 biglietti: 
il Franchi sale a 13.400 posti, comunque pochi
Il Siena ha messo a disposizione dei tifosi della Roma altri 700 biglietti
per la gara di domenica prossima: negli ultimi dieci giorni lo stadio
Artemio Franchi é stato ampliato di 1.300 posti e l'intera capienza
dell'impianto ammonta attualmente a 13.400 unità. Si tratta di una quota ben al di sotto della soglia prevista dalla Lega per le squadre che giocano in A, ovvero 20.000 posti. Ma la promozione del Siena nel massimo campionato ha evidentemente còlto alla sprovvista il comune del Palio (cui appartiene il Franchi) e la stessa Lega, capace di reiterare una deroga che lo scorso anno era stata concessa in via del tutto eccezionale a Como e Modena. Ma l'eccezione non é stata tale e irrimedialmente si verificano molti disagi.Salgono a questo punto a 3.300 i tagliandi disponibili per i sostenitori giallorossi attesi nel capoluogo toscano. Per l'occasione il sindaco della Capitale Veltroni ha disposto l'allestimento di un maxischermo in piazza San Giovanni per scongiurare un esodo di senza biglietto che metterebbe a rischio l'ordine pubblico.
BENPENSANTI, MASSAIE, GIORNALISTI, AS ROMA, "FORZE DELL'ORDINE"....
CHI SONO I CRIMINALI, SOLO QUELLI CHE SCENDONO IN CAMPO CON UN FAZZOLETTO SUL VOLTO
OPPURE ANCHE QUELLI CHE CONCEDONO "DEROGHE" CHE TALI NON SONO?
Per chi mi chiedeva luoghi a Rotterdamo per vedere la Roma: una persona amica di un mio amico greco tifoso del PAOK mi ha detto che pur non ricordandosi un luogo in particolare, si ricorda che ci sono molti bar con il satellite vicino alla "citty mall" e vicino alla stazione, a circa 100 metri di distanza, ci sono molti pub dotati di satellite. In futuro sarò più preciso grazie al mio amico Kostas.
Dopo di che, visto che un po' di sana goliardia non guasta, ecco un messaggio dei Vecchi Magnoni:
"Vorremmo tramite il tuo sito, invitare i tifosi giallorossi, domenica con noi a mangiare e BERE all'agriturismo di Sovicille (siena) chiamato Poggio ai legni, che ci e' stato consigliato da un  appartente alla nostra cricca. Noi saremo li alle 11 e 45, per mangaire e bere alla grande, per farsi riconoscere e per passare una piacevole giornata, in barba allo schifo di questo calcio e sistema che non ci vorrebbero a Siena...... Tassativo presentarsi con bandiere sciarpe e orpelli vari della stramagica. Nel ricordare che cori e canti gioiosi che faremo li (comunque anche nella baraonda che faremo...rispetto per vecchi donne e bambini....un po meno per i camerieri....) dentro l'agriturismo, dovranno essere riproposti a Siena, perche li dovremmo cantare 90 minuti in maniera infernale indipendentemente dal risultato.Vi aspettiamo numerosi e il top sarebbe avere il grande Lorenzo come CAPOTAVOLA (ovviamente tutto pagato per lui) (ragazzi vi ringrazio di cuore ma quando vado in trasferta sono molto nervoso e non riesco a mangiare ;-) n.d.L.)
Contro il calcio moderno.... mangia e bevi insieme a noi alla faccia di quei schifosi....Vecchi Magnoni.
Da domenica Siena colonia giallorossa"
Infine Andrea mi comunica che:
"...anche io ieri come molti altri mi sono messo in fla ad una delle tre sestanti(quella di via properzio) per acquistare il biglietto della partita.....e dopo ore di fila ci sono riuscito......ma ti scrivo per segnalarti un ennesimo abuso da parte della sestante!
preso il biglietto per l'assurda cifra di 22 euro esco e solo dopo mi accorgo che sul biglietto il prezzo è di 20 euro e la prevendita fissata a 0.... ma quello che è peggio è che dietro il biglietto c'è scritto che
il biglietto nn potrà essere venduto ad un prezzo diverso di quello scritto sul biglietto stesso .......e che ogni abuso andrà segnalato all'organizzatore....ora scrivo a te per sapere a chi potrò rivolgermi e se nn era il caso di segnalare quest'ennesimo furto sul tuo splendido sito in modo che anche altri possano reclamare all'organizzazione!!!"
Qui c'è un problema, già sorto lo scorso anno: la Sestante non rilascia lo scontrino fiscale per la prevendita. In pratica i 2 euro in più che 2.500 hanno pagato, per un totale di 5.000 euro, se non ho capito male, vanno proprio alla Sestante, che così incassa i soldi del servizio che "rende" alla Roma e ai suoi tifosi. Questo balzello dovrebbe essere fatturato ma così non è. Auspico un interessamento delle riviste specializzate su questo aspetto oscuro che costa molto ai tifosi e fa ingrassare qualcuno.

2 ottobre 2003: Alessietta mi comunica: "i prezzi che lo "stadio", o meglio il campo sportivo del Siena calcio adotta normalmente per le partite ( questi erano i prezzi per l'incontro Siena-Empoli)
I prezzi dei biglietti, al netto dei diritti di prevendita, sono i seguenti:
Tribuna Vip: 190,00
Tribuna coperta numerata: 90,00 (ridotto: 75,00)
Gradinata numerata: 28,00 (ridott: 20,00)
Curva Robur: 20,00 (ridotto: 15,00)
Curva San Domenico: 20,00 (ridotti: 15,00)
Curva Ospiti: 20,00
I biglietti ridotti sono validi per bambini e ragazzi da 10 a 14 anni, donne, militari, invalidi e over 65.
Ti volevo inoltre comunicare che sul  sito ufficiale del Siena ho trovato tutti gli indirizzi dei punti vendita dei biglietti.
Ieri mio padre era per lavoro a Siena e li ha contattati tutti, ma gli hanno risposto che i biglietti sono stati messi in vendita lunedì e sono già tutti esauriti.
Cmq te li invio nel caso qualcuno avesse più fortuna di me.
 Fabbri Emanuele & C., Via Pantaneto 154 - tel. 0577.284352
- Ricevitoria Liberati, Via dei Termini 14 - tel. 46483
- Siena Club Fedelissimi, Via Mencattelli 11 - tel. 0577.236677
- Tabaccheria Narghilè, Via Aretina 6 - tel. 0577.247641
- Tra.In., Piazza Gramsci - tel. 0577.204111
Inoltre ho provato ad acquistarli nelle Filiali Monte dei Paschi di Siena (visto che per le partite con l'Inter hanno affidato per "ragioni organizzative"la prevendita anche a loro) ma per la partita con l'AS Roma la società del Siena e il Monte dei Paschi non ha trovato l'accordo e quindi non se ne fa niente!
Tutto qua, ma te lo volevo far sapere."
E Laura invece mi manda questa foto, scattata all'una di notte. Notare "Ottobbre" con due B e comunque il fatto che non era vero che venissero venduti nelle otto agenzie Sestante:
Questi sono pazzi... Ecco Cristian cosa mi manda in relazione al nuovo settore "ospiti" di Milano, aggiungendo che "domenica i leccesi si sono ribellati a questo schifo ed hanno iniziato a scavalcare verso il secondo anello tra l'indignazione dei benpensanti milanesi sotto a loro che invitavano le guardie a sfollare quei tifosi!":
Estratto da pagina 12 del quotidiano Metro Milano del 25/09/03

GABBIE IN CURVA A SAN SIRO
Tifosi ospiti al 3°anello circondati da barriere di vetro antiproiettili

Milan e Inter, che ieri con prefetto e questore hanno fatto un vertice sulla sicurezza di san siro ,non amano chiamarle così,ma la sostanza cambia non di molto.
Le tifoserie ospiti, su richiesta del questore Scarpis e del prefetto Ferrante , saranno dirottate sul terzo anello in curva nord se gioca il milan e in sud se gioca l’inter, in settori da 4500 posti ciascuno, settori limitati sopra dalla tettoia, davanti da reti metalliche e dalle barriere di plexiglas che gia oggi separano 3 e 2 anello,e , di fianco da barriere nuove(da definire i tempi di realizzo)di vetro antiproiettile, munite di porte che saranno aperte o chiuse su richiesta della questura.
Le gabbie che saranno fisse con l’unico elemento mobile della rete metallica,non entreranno in funzione nei derby:la loro capienza è giudicata sufficiente per le normali partite, molto meno per quelle calde,quelle con le romane o con la juve , per le quali si dovra agire sulla limitazione dei biglietti e il controllo attento delle tifoserie. Per il resto sarà fatto rispettare il divieto ai tifosi di accedere alla zona stadio senza biglietto, mentre il prefetto Ferrante esclude la possibilità che a san siro possano esserci partite vietate perche troppo a rischio.

Che dire? Tutti in tribuna (tanto costa uguale al settore ospiti)!
Mi viene infine comunicato che da giovedì alle ore 16.00 Virgilio Monosilio rinizia a trasmettere su Radio Flash 89.3.
Infine, segnalo questo sito www.tottiroma.com con molti supervideo a disposizione per i tifosi giallorossi.
Altro sito, stavolta arabo (potenza della globalizzazione del calcio...): http://www.roma4ever.net/


1° ottobre 2003: Inserite altre foto scattate dal settore ospiti a Roma/Ancona. Inserite altre foto relative al gruppo Casal de' Pazzi.
Informazioni su Siena/Roma... Marco mi scrive (dopo aver telefonato a Siena):
"1) I tagliandi mandati a Roma sono SOLO 2500 e non 3000;
2) in vendita è rimasta la gradinata (euro 28);
3) le tribune sono esaurite.
Quindi perché non compare la gradinata visto che costa solo 3 euro di più del settore ospiti??? ( dicono che verrà messo in vendita domani sui 25€)"


30 settembre 2003: Aggiunti i coriin formato wav di "maciniamo km" e di "Dai rioni...". Aggiunte altre foto nella pagina principale di Juventus/Roma ed anche nella pagina 2 di Juventus/Roma nonché altri resoconti per Roma/Ancona. Ho trovato un interessante resoconto su Lazio/Roma 1-5 fatto da un tifoso di 44 anni dello Swansea che narra le impressioni sul suo primo derby.

29 settembre 2003 (sera): Qualcuno conosce in Olanda un posto dove fanno vedere la Roma? Un mio caro amico andrà in Olanda per diverso tempo e vorrebbe saperlo... amici romanisti in Olanda mandatemi una e-mail, grazie.
Ricevo il seguente comunicato ufficiale dagli AS Roma Ultras:
AS ROMA ULTRAS
COMUNICATO STAMPA

NOI ANDREMO COMUNQUE
Noi AS Roma Ultras a Siena andremo comunque e non terremo conto degli inviti a non partire che da più parti provengono.
Non è affar nostro se si permette ad una squadra come il Siena di avere in serie A uno stadio per soli 13.400 spettatori né è nostra intenzione ascoltare le parole di chi tutto l’anno ci diffida, ci disprezza e rivende false verità ai giornali.
La Roma è prima e come sempre, nel bene e nel male, non abbiamo nessuna intenzione di perderci la partita.
Arriveremo a Siena in ogni modo e compreremo i biglietti riservati ai locali, visto che con tutti gli assurdi provvedimenti presi dopo gli episodi di Avellino /Napoli il concetto di “settore ospiti” è per noi da questo momento superato.
Se poi si vorrà spostare la partita altrove per ragioni di “ordine pubblico” è cosa che riguarda le autorità competenti. Crediamo sia meglio ospitare 10.000 romanisti in uno stadio capiente piuttosto che correre il rischio di trovarsene 8.000 fuori in quel di Siena.

TUTTI A SIENA!



29 settembre 2003: Ho inserito un paio di resoconti per Roma/Ancona. Notiziola tratta da un'agenzia:
"Momento magico per il Siena calcio, che dopo la vittoria con l'Empoli vedrà ampliato lo stadio "Artemio Franchi". I lavori, previsti comunque da tempo, sono iniziati stamani e prevedono l'ampliamento della capienza di 1.300 posti. Quindi, in occasione del prossimo impegno contro la Roma in programma il 5 ottobre, la capienza raggiungerà così quota 13.400 spettatori: 10.200 riservati ai senesi (8.200 dei quali occupati dagli abbonati), 3.200 per gli ospiti. L'amministrazione comunale senese spenderà poco più di un milione di euro. Il montaggio delle nuove strutture in metallo terminerà nei primi giorni della prossima settimana. (Spr)"
Ecco le prime conseguenze del nuovo settore ospiti a Milano:
"Un nutrito gruppetto di ultrà leccesi ha seguito la partita contro il Milan dal secondo anello  verde, area dei tifosi rossoneri. Da quanto ho capito, sono stati piazzati lì perchè non c'era più posto nella zona ospiti. Di solito lo spicchio al primo verde viene allargato quando si presentano più tifosi della squadra avversaria del previsto; ma credo a seguito degli scontri ad Avellino, adesso la zona rimane quella, e gli ultrà in esubero vengono spostati dove capita".
Ragazzi, si torna agli anni '80!
Panorama ha fatto un dossier accostando gli ultras ai bikers (ci mancava solo quello!). Grazie ad Andrea che me lo ha mandato.


28 settembre 2003: Ho rielaborato completamente la pagina dedicata ai risultati nei derby, con foto, filmati e curiosità. In serata sarà on line la pagina di Roma/Ancona.

27 settembre 2003: Ho ricevuto qualche e-mail in ordine ai voti che dò alle prestazioni della curva e dei tifosi avversari. Quest'anno sono in una posizione ideale per sentire il tifo degli uni e degli altri, e quindi credo di essere in una posizione privilegiata per esprimere un commento. A volte dalla curva si ha l'impressione di un ottimo tifo perché ci si trova in un punto dove magari tutti cantano, ma dall'esterno la "resa" è diversa. Per quanto riguarda il voto dato agli ospiti, ho dato un 7 ai macedoni tenendo conto di diversi fattori: difficoltà della trasferta (la Macedonia esce da una guerra e la popolazione versa in difficoltà economiche), numero dei partecipanti alla trasferta, apporto corale e scenografico, risultato della partita. Questi parametri mi hanno consentito di dare 7, perché sono venuti in buon numero, perché erano tutti ultras, perché comunque hanno tifato anche con una squadra inguardabile ed un risultato assai deludente. Non gli ho dato un voto superiore per la scarsa "coreograficità".

26 settembre 2003 (pomeriggio): Ho inserito un resoconto di Roma/Vardar Skopje e i video dei gol. Ho poi creato una pagina con un bell'articolo (finalmente!) di Lanfranco Caminiti sugli episodi di Avellino/Napoli. Nella stessa pagina ho messo foto e altri filmati. Torna il punto giallorosso di Emiliano.
Dal Messaggero di oggi:
Venerdì 26 Settembre 2003 

 «Totti coattone e foca, Ilary inutile» E il capitano passa tutto agli avvocati

 ROMA - Totti contro il Radiocorriere Tv. Motivo? Un articolo apparso sul settimanale, a firma Mario Di Francesco, capo ufficio stampa di Sky, che ha scatenato la protesta dei tifosi della Roma. Nel pezzo, dedicato a "Che tempo fa", trasmissione Rai condotta da Fabio Fazio con la collaborazione di Ilary Blasi, si legge: «...appare l'inutile Blasi, nota solo per essere la fidanzata ufficiale del cosiddetto Pupone, coattone-foca del circo messo su dalla squadra di calcio della Roma (dove figurano anche un bulletto barese con l'orecchino al naso e un napoletano che non vola più) autore dell'unico libro che insieme alla crik e crok Ilary hanno letto insieme, una pagina per ciascuno indicando col ditino incerto ciascuna parola»
Totti non ha gradito e, in attesa di prese di posizione da parte della Roma, ha incaricato la società "Numberten", che cura i suoi interessi, e lo studio legale rappresentato dalla dottoressa Caldoro e dai prof. Di Sabato e Coppi, di studiare se ci sono gli estremi per querelare il Radiocorriere TV e il giornalista Mario Di Francesco estensore dell'articolo in questione. Di Francesco, poi, ha ritrattato. «Mi scuso prima di tutto con la Roma e mi scuso anche con i calciatori, con Totti e con Cassano: però è talmente tutto sopra le righe che non può essere analizzato con la lente della realtà. Mi assumo tutte le responsabilità e dico che mi dispiace moltissimo». Scuse anche dalla direzione del Radiocorriere Tv. 
A.A.

LE SCUSE NON SONO ACCETTATE

PER GLI AGGIORNAMENTI PRECEDENTI CLICCATE QUI

VAI A:             GO TO:
 
Pagina iniziale
Index
Premessa
Premise
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
La stagione in corso
The championship
I gruppi ultras
dell'A.S. Roma
A.S. Roma Ultras groups
Le fotografie
Pictures
La cronaca ne parla
Chronicle talks about them
Amici e nemici
Friends & Enemies
Le parole (e la musica)
dei canti
Words & music of the songs
Le partite memorabili
Matches to remember
Racconti ed interviste storiche
Historical tales & interviews
La storia
della Curva Sud
Curva Sud history
Il Derby
Gli scudetti
del 1942 del 1983 e del 2001
The Championship's victories in 1942 and 1983
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Le bandiere della Roma
Most representative 
A.S. Roma players
CHAT
Ultime novità del sito
Updates
Libro degli ospiti
Guestbook
Collegamenti utili
Links
Scrivetemi
E mail me