"Abbiamo vinto poco...
però è bastato vincere una volta per dire che
avevamo vinto più di tutti!"

Giorgetto


Il sito viene aggiornato quasi ogni giorno.
Dopo le partite, le foto vengono inserite dopo circa due ore,

salvo imprevisti.




Per leggere gli aggiornamenti quotidiani
scendere più in basso nella pagina.



                                


 














" AL DI FUORI DI ROMA NON C'E' NULLA DI BELLO NEL MONDO"
Johann Joachim Winckelmann, 1756
(archeologo e filologo, nonché massimo teorico mondiale dell'estetica neoclassica)

"Non per guadagnar ma per amor del gioco"



                          






Non sempre i ribelli possono
cambiare il mondo.
Ma mai il mondo
potrà cambiare
i ribelli"
(Alain de Benoist)

"Una volta nel gregge,
è inutile che abbai: scodin
 
 


 





LA ROMA SI'
LA LAZIO NO






In giallo, quello che scrive il webmaster In giallo oro, le vostre e-mail In bianco gli articoli di giornale ed altro







14 giugno 2024: una mail di Alessandro:
Ciao Lorenzo,

Non vorrei tornare su argomenti forse anche un po' sterili, ma approfitto del fatto che il tuo sito sia ancora apprezzato e seguito da molti per parlare dell'annosa questione 7 giugno - 22 luglio, visto che ogni anno - a quasi un secolo dalla nascita della Roma - continua a sorprendermi quanto la storia delle due date sia divisiva e quante fregnacce vengano dette da tutti, tramite ogni canale possibile.

 

Cerco di riassumere la mia posizione, contento di sapere che è anche quella di questo sito ormai da diversi anni:

 

 

 

Il 22 luglio 1927, data a cui siamo tutti affezionati, è la data di un documento burocratico, sicuramente importante, cioè il primo ordine del giorno. Per anni la si è considerata la data di fondazione, ma solo perché l'Archivio Storico AS Roma non aveva svolto le opportune ricerche e messo insieme i documenti adatti che hanno fatto venire alla luce la data del 7 giugno.

 

ATTENZIONE: non sto dicendo che il 22 luglio non conta un cazzo e che non dobbiamo festeggiare una nostra data tradizionale. Vedersi a via Uffici del Vicario, al Pantheon, a piazza del Popolo, a Castel Sant'Angelo e fare quella festa bellissima che famo ogni anno va benissimo....ma, come ci sta invitando a fare la società, considerandola come il botto conclusivo di una serie di celebrazioni, di feste, di ricorrenze che partono il 7 giugno.

 

Lo dico perché noi romanisti dovremmo essere fierissimi del lavoro che l'Archivio Storico sta svolgendo: ma come, abbiamo rotto er cazzo sul fatto che non c'era attenzione alla nostra storia, e quando viene fatto un lavoro accurato per ricostruire tutto (nomi, date, documenti, stemmi, scrivanie) rompiamo er cazzo perchè va "contro il 22 luglio?" Onestamente non ce la faccio a sentire gente che dice di essere Ultras della Roma che il 7 giugno scrive "ah merde cancellate er post"....perché vuol dire che non sai niente della tua storia. Non se po sentì che la Roma mette a lavorare un team di storici ogni singolo giorno per costruire un Museo, riusciamo a giocare e vincere un derby per la prima volta con lo stemma storico sulla maglia storica, però a Sandrino de Colli Portuensi sta cosa nun je va bene perchè lui c'ha er tatuaggio 22 luglio 1927.

 

Noi c'avemo tutto: c'abbiamo la data certa del 7 giugno e la scrivania della prima firma, c'abbiamo il documento del primo ordine del giorno, c'avemo le prime magliette del Roman, c'avemo la prima partita, il primo gol di Cappa, un museo che è arrivato a non so quante centinaia di cimeli, e ogni mattoncino di questa storia dovrebbe essere un vanto, non un motivo per dividerci. Noi c'avemo tutto, ed è bello che ci sia un periodo di festa estiva che inizi il 7 giugno e culmini il 22 luglio, non come qualche pezzente che pensa di avere una data ben precisa, quando invece quel 9 gennaio i fondatori della Podistica si erano seduti su una panchina per accordarsi sulla mezza maratona, non sapendo nemmeno se avrebbero mai giocato a calcio....

 

Per questo il mio invito rimarrà sempre un invito a celebrare la Roma conoscendone la Storia e portando a testimonianza documenti e date, anche se ci dovesse volere un po' di più...altrimenti fai la fine del laziale "una bugia detta 100 volte diventa verità".

 

Sempre grazie per il lavoro che fai,


2 giugno 2024: grazie a Lee, tifosissimo giallorosso di Southampton, inserite foto e resoconto della Finale scudetto Primavera Sassuolo/Roma.

31 maggio 2024: la pagina di Milan/Roma a Perth sarà disponibile il prima possibile. Intanto...


30 maggio 2024:


27 maggio 2024: memorial Di Bartolomei a Trigoria:




26 maggio 2024: la pagina di Empoli/Roma.

23 maggio 2024: un interessante botta e risposta trovato su Internet riguardo la preparazione atletica delle squadre di calcio:

DOMANDA di Sergio B.
Comunque non riusciamo a fa una cazzo di preparazione decente da quando ho memoria. L'anno scorso arrivati in finale con tutti morti e Dybala che esce subito, quest'anno idem. Al netto delle bombe che se prendono, questi
(Atalanta, n.d.L.) corrono come se fosse Ottobre e hanno giocato più di noi

RISPOSTA di Alessio B.
Allora, sperando che non cancellino il post anche sto giro, provo a ridare la spiegazione dal punto di vista di uno che studia scienze motorie, è al terzo anno, e ha fatto la tesi proprio sulle metodologie di allenamento e preparazione nei macrocicli (intesi però nei 4 anni olimpici, ma poco cambia in ogni caso). PREMESSA: va preso atto del fatto che nessun giocatore sia dopato fino a prova contraria.
Nel corso dei tempi ci sono stati tantissimi cambiamenti nella preparazione atletica, nella suddivisione dei carichi di allenamento ed in particolare modo nell’intensità dell’allenamento; in Italia, allenatori come allegri o come mourinho (con laurea in scienze motorie pure lui, n.d.r.) e tanti altri, utilizzano ancora metodologie “vecchie” di preparazione atletica (dico vecchie perché alla fine non lo sono nemmeno troppo, ma c’è stato un cambio epocale che ha veramente ribaltato tutte le carte in tavola), che prevedono una preparazione più pesante nei carichi, un inizio di stagione in cui si va a cercare il risultato e non la prestazione (“i giocatori hanno le gambe appesantite” si sente dire spesso), una parte centrale in crescita ed il picco nel momento cruciale della stagione ossia l’ultimo mese;
Poi ci sono allenatori circondati da uno staff che porta la metodologia di “allenamento polarizzato”, creato da Adam Seiler nel 2010 (studiato e costruito più che creato): questa metodologia prevede una preparazione con intensità più elevata seppur con carichi ridotti (piccolo esempio: invece di fare 20x5 con il bilanciere vuoto e in 20 minuti, ne faccio 5x5 con 30kg nel bilanciere in 5 minuti), con una partenza buona che va pian piano in crescendo arrivando al massimo prestativo già dopo i primi due mesi. In parole povere, manipolando le percentuali di intensità dei carichi in allenamento, lo staff programma il macrociclo di una stagione in microcicli mensili, dove decidono quali partite debbano raggiungere al 100% della condizione e quali possano usare come “preparazione” (vuoi perché l’avversario è più forte/scarso sulla carta, vuoi perché è una partita di cui il risultato non interessa troppo rispetto alla partita successiva);
A metà strada tra le due appena descritte, c’è quella usata da allenatori come Spalletti: abbastanza leggera, partenza al 90% della condizione, picco prestativo da raggiungere subito, crollo nel mese di gennaio dovuto si al calo fisico sia alla “ri-preparazione atletica” da fare e poi di nuovo in crescita. Non a caso, l’unico scudetto vinto da Spalletti coincide con l’anno del mondiale: Napoli partito fortissimo, pausa di un mese nel quale Spalletti ha avuto praticamente l’intera squadra a disposizione per fare una nuova prestazione, ripresa del campionato con una sconfitta con l’Inter e poi via come rullo compressore fino alla vittoria finale (c’è stato un calo, che però è arrivato a scudetto già vinto o quasi, quindi li entrano in gioco molti fattori psicologici e di cali di tensione).

Conclusioni: il prossimo anno sono piuttosto fiducioso nello staff di ddr, che quest’anno ha dovuto ribaltare le metodologie di allenamento in corsa per far sì che la squadra rendesse per il gioco che il mister voleva, tuttavia cambiare drasticamente le metodologie è estremamente difficile oltre che rischioso, ma ricordiamo tutti benissimo il primo mese di ddr vero? Bene, non era perché i giocatori remavano contro mou ma perché hanno cambiato le metodologie facendo raggiungere loro il primo picco prestativo. Purtroppo, da contraltare, abbiamo anche visto come sia difficile mantenere una metodologia  diversa rispetto a quella iniziale, quindi no, non è che “è finito l’effetto ddr ora sono di nuovo pippe”, semplicemente il manipolare le percentuali ha avuto l’effetto di over training (o sovrallenamento) nei giocatori che sono “scoppiati” come si suol dire non riuscendo così ad arrivare pimpanti come l’Atalanta o il leverkusen nel finale di stagione. Proprio grazie o a causa della metodologia polarizzata, uefa e fifa hanno potuto aggiungere ulteriori partite, perché è stato visto come sia possibile giocare un numero così elevato di partite ed avere anche un rendimento sempre buono (penso lo abbiate visto tutti stasera). E sempre a causa di questo, nel calcio non si vedranno più i Totti, i Del Piero, i Baggio, i Messi, perché i calciatori saranno sempre più atleti nel senso stretto della parola, quindi conterà sempre più lo sprint, la velocità, la marcatura a uomo a tutto campo che porta anche dybala a marcare il difensore centrale fino alla trequarti di campo difensiva (Roma-Brighton).
Se avete avuto la pazienza di leggere fino a questo punto, vi chiedo anche la cortesia di non creare uno shitstorming per il mio commento e vi ringrazio se avete avuto piacere di leggere tutto sto papiro
.

19 maggio 2024: la pagina di Roma/Genoa.

12 maggio 2024: in attesa di Atalanta/Roma, nella pagina relativa alle origini inglesi del tifo organizzato della Roma, inserita una nuova foto grazie a Filippo. Inserito, grazie a G., il video girato dagli spalti relativo al secondo rigore ottenuto dalla Roma in Bayer Lekerkusen/Roma.

9 maggio 2024: la pagina di Bayer Leverkusen/Roma.

6 maggio 2024: la pagina di Roma/Juventus, in aggiornamento.

2 maggio 2024: Ricevo e pubblico il seguente volantino relativo a Roma/Bayer Leverkusen, la cui pagina sarà caricata in nottata:





Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me