Coppa Italia Semifinale di ritorno
MILAN
-
ROMA 1-0

Milano, Stadio San Siro
martedì 30 marzo 1993
ore: 20:30


invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:
MILAN: Rossi, Tassotti, Maldini, Albertini, Costacurta (63' Nava), Baresi, Lentini, Rijkaard, Papin, Gullit, Eranio (76' Massaro).
 
Allenatore: Capello.


ROMA: Cervone, Garzya, Aldair, Bonacina. Benedetti, Comi, Muzzi (38' Tempestilli), Haessler, Caniggia, Giannini (85' Rizzitelli), Piacentini.

Allenatore: Boskov.


Arbitro: Pairetto.
 
RETI: 38' Eranio
49786 spettatori, espulso al 78' Garzya. Ammoniti: Maldini, Giannini, Tempstilli, Haessler, Piacentini
 


VIDEOCALCIO

Il servizio Altro servizio

AUDIO


Cronaca della partita




























La Roma sgonfia superMilan

Milan vs Roma 1 a 0. Berlusconi si congratula con gli avversari. allarme van Basten: stagione in pericolo. vani gli sforzi di Gullit . Comi un leone in difesa

Il grande slam e' fallito: l' assalto rossonero produce solo un gol di Eranio, la squadra di Boskov conquista la finale
Papin si fa parare da Cervone a tre minuti dalla fine il rigore del 2 0

MILANO . Nel calcio neppure il Milan riesce a fare i miracoli. Battuti per 2 0 tre settimane fa all' Olimpico, i rossoneri hanno fallito la rimonta e per il secondo anno consecutivo si sono arrestati alle semifinali di Coppa Italia, vanificando l' inseguimento al Grande Slam, un chiodo fisso dell' insaziabile Berlusconi. A sbarrare la strada agli ex invincibili ha provveduto la Roma, che del Milan si e' confermata la bestia nera in Coppa. Definito da Capello "una eccitante novita' ", il tentativo di capovolgere il verdetto dell' Olimpico e' stato inseguito a lungo dai rossoneri, che sono andati a segno con Eranio dopo 37' e hanno avuto l' occasione per arrivare almeno ai "supplementari" a 3' dalla fine, allorche' Papin ha fallito un rigore. Proprio il francese e' stato con Lentini uno dei protagonisti in negativo dell' eliminazione rossonera. Il Milan di due mesi fa, quello che massacro' l' Inter proprio in Coppa Italia, avrebbe probabilmente saputo capovolgere il risultato dell' andata: ma il Milan delle ultime settimane e' tornato coi piedi sulla terra, scontrandosi con la dura realta' di sconfitte amare o di vittorie inutili. La Roma ha difeso strenuamente la cospicua dote accumulata tre settimane fa, organizzando un solido baluardo intorno a Comi e davanti a Cervone e resistendo all' assedio del Milan anche quando l' espulsione di Garzya l' aveva ridotta in dieci. Ma l' inseguimento alla loro ottava Coppa Italia i giallorossi l' avevano ipotecato all' Olimpico con l' ormai storico gol di Caniggia nel deserto della meta' campo milanista. Se, rispetto all' andata, Capello recuperava il tandem di centrocampo Albertini Rijkaard, Boskov presentava lo stesso schieramento di tre settimane fa. "Forza ragazzi, distruggiamoli" invocava un truculento striscione esposto sulla curva Sud. E il Milan si avventava subito, cercando qualche varco nello sbarramento difensivo della Roma, che aveva incollato Benedetti a Gullit e Garzya a Papin, sistemando Aldair sulla fascia di Eranio e Piacentini su Lentini. Per Cervone il maggior pericolo iniziale arrivava da un erroraccio di Benedetti, che consegnava il pallone a Papin, tanto sorpreso da fallire la comoda conclusione. Dieci minuti piu' tardi era Cervone a sbagliare la presa su un cross di Gullit, recuperando pero' il pallone prima che Papin potesse intervenire. La resistenza giallorossa vacillava di fronte all' intraprendenza di Gullit e crollava allorche' Eranio azzeccava una difficile conclusione da destra. Boskov correva ai ripari per difendere il vantaggio dimezzato e approfittava di un lieve infortunio a Muzzi per mandare in campo un altro difensore. Al Milan serviva almeno un altro gol e il piu' ostinato a fallirlo era ancora Papin, che in avvio di ripresa, smarcato da Maldini davanti a Cervone, tira addosso al portiere. Andava vicino al raddoppio Albertini al 7' con un sapiente pallonetto che sfiorava il montante. Nel giro di 60" erano poi Gullit e Rijkaard a scagliare due missili deviati da Cervone. Lievitava il ritmo del Milan, sospinto dalla grinta di Albertini e dall' impegno di Gullit, ma sovente tradito dagli errori di Lentini e Papin. Al 17' un fallaccio di Tempestilli metteva fuori uso Costacurta, rimpiazzato da Nava. Ormai si giocava quasi esclusivamente in una sola meta' campo, dove la Roma si difendeva coi denti, affidandosi ai soliti contropiede o a improbabili conclusioni da lontano. Col trascorrere dei minuti cresceva pero' l' ansia del Milan, che smarriva lucidita' e freddezza. Al 28' esultava invano Giannini per un gol di testa, ma a gioco fermo. Quattro minuti piu' tardi Garzya commetteva fallo su Lentini, protestava e veniva espulso. Al 42' l' occasione per pareggiare il conto dell' andata era un rigore che Papin si procurava accentuando il fallo di Comi, dopo una respinta di Carnevale sulla botta di Gullit. Sul dischetto andava lo stesso Papin, suggellando la sua serata nera con un tiro deviato dal portiere giallorosso. Con il rimpianto per l' occasione fallita, il Milan usciva dalla Coppa Italia, un trofeo che i rossoneri inseguono invano da sedici anni. Mario Gherarducci MILAN 1 0ROMA MARCATORE: Eranio al 37' p.t. Rossi 6,5 Tassotti 6 Maldini 6,5 Albertini 6,5 Costacurta 6 Nava dal 17' s.t. 6 Baresi 6,5 Lentini 5,5 Rijkaard 6 Papin 5 Gullit 6,5 Eranio 7 Massaro dal 30' s.t. s.v. Cervone 6 Garzya 6 Aldair 6 Bonacina 6,5 Benedetti 5,5 Comi 7 Muzzi 5,5 Tempestilli dal 38' p.t. 6 Haessler 6 Caniggia 5,5 Giannini 5,5 Rizzitelli dal 41' s.t. s.v. Piacentini 6,5 ALLENATORE: Capello ALLENATORE: Boskov ARBITRO: Pezzella di Frattamaggiore 6 SPETTATORI: 50 mila circa, paganti 49.786 per un incasso di L. 1.523.824.000 NOTE: ammoniti Giannini, Maldini, Tempestilli, Haessler, Piacentini. Espulso Garzya al 32' s.t.

Vani gli sforzi di Gullit Comi un leone in difesa
MILANO . Al Milan non basta il cuore, che peraltro basta ed avanza alla Roma. E' questa la sintesi di una tiratissima semifinale di Coppa Italia. ROSSI 6,5 . Sicuro in tutte le circostanze a rischio. Una sola parata autentica, peraltro decisiva. TASSOTTI 6 . Gara di assoluta sicurezza, l' esperienza lo sorregge anche quando (di rado) osano le frecce giallorosse. MALDINI 6,5 . Spinge a stantuffo e sovente lo si vede stazionare soprattutto in attacco. Ne' Muzzi ne' Piacentini riescono a mettergli le manette. ALBERTINI 6,5 . Una regia accorta all' interno di una partita tutt' altro che semplice. E in un paio di circostanze punta pure al bersaglio grosso. COSTACURTA 6 . Prova senza sbavature, in perfetta sintonia con Baresi. Dopo un' ora di gioco, pero' , Tempestilli lo azzoppa. BARESI 6,5 . La retroguardia milanista e' a rischio, nel senso che lo sbilanciamento in avanti della squadra la sottopone alle gelide folate romaniste. Il capitano pero' e' un monumento al valore. LENTINI 5,5 . La lucidita' non bilancia la generosita' . Un generoso sprecone. RIJKAARD 6 . E' ancora in fase di rodaggio, e si vede. Pero' la sua sagoma gigantesca infonde coraggio. PAPIN 5 . Per tutto il primo tempo gira a vuoto. I piedi sono quelli che sono e sono fatti soprattutto per tirare, d' istinto. Ad un minuto dall' intervallo, di testa, e in apertura di ripresa, ispirato da Maldini e dopo essersi liberato di Garzya, fallisce la deviazione del possibile 2 0. Clamoroso il suo errore dal dischetto nel finale. Che serataccia! GULLIT 6,5 . Nulla da eccepire sull' impegno, come sempre commovente. Ruud non ha piu' il passo dell' attaccante autentico ma resta sempre una spina nel cuore della difesa romanista. ERANIO 7 . Splendido il suo piatto destro che, da angolazione impossibile, "buca" Cervone sull' angolo di Albertini. La manovra rossonera lo sollecita e lui risponde con il suo calcio frizzante. NAVA 6 . Subentra a Costacurta e gioca l' ultima mezz' ora senza demeritare. CERVONE 6 . Troppe incertezze nel primo tempo, culminate con l' amnesia sulla rasoiata impossibile di Eranio. In avvio di ripresa si salva da saltimbanco sul cannoneggiamento milanista ma e' decisivo quando rintuzza il rigore di Papin con un gran balzo. GARZYA 6 . L' abulia di Papin gli consente di figurare in maniera dignitosa. Esagerata l' espulsione. ALDAIR 6 . Patisce la mobilita' di Eranio. Rimedia con il mestiere. BONACINA 6,5 . Un gregario, con i pregi e i difetti del giocatore di quantita' . Incrocia i guantoni con Albertini e si difende bene. BENEDETTI 5,5 . Duello tutto sommato leale con Gullit. Svolge il suo compito con puntiglio ma il rendimento e' modesto sulle palle alte. COMI 7 . Una regia difensiva di qualita' , impreziosita da acuti importanti. Come al 25' del primo tempo, quando rischia la testa per anticipare Lentini sul cross teso di Gullit. MUZZI 5,5 . Gioca scampoli di partita, poco piu' di mezz' ora, e non lascia tracce. HAESSLER 6 . Serata cosi' cosi' . I compagni lo assistono poco e lui si adegua. CANIGGIA 5,5 . Siamo ancora in attesa di sue notizie. Come Boskov, crediamo. GIANNINI 5,5 . Anche lui indossa l' abito grigio. Da un "principe" e' lecito pretendere qualcosa di meglio. PIACENTINI 6,5 . Uomo ovunque, sfiora il pareggio nel finale ma Rossi gli strozza in gola l' urlo del gol. TEMPESTILLI 6 . Si occupa di Lentini, incombenza tutt' altro che massacrante. Si distingue per una brutta entrata su Costacurta. Alberto Costa

Berlusconi si congratula con gli avversari Allarme Van Basten: stagione in pericolo
MILANO . Il Milan non sa perdere? Dopo essersi impossessati della finale di Coppa Italia ritagliandosi cosi' la speranza per un pezzetto d' Europa, quelli della Roma sono disposti a giurare il contrario. "Dobbiamo dire grazie al signor Berlusconi . spiega Boskov .. Dopo la partita e' sceso nel nostro spogliatoio per complimentarsi con i miei giocatori e per incitarci a vincere la Coppa. Per compiere un gesto del genere bisogna essere gentiluomini in possesso di una forte educazione sportiva. Noi abbiamo vinto tante partite ma devo essere sincero, nessun presidente era mai venuto a farci i complimenti". Berlusconi conferma: "La Roma ha vinto con merito. Ha impostato la partita di forza e ha avuto ragione. Viva la Roma. Ai miei giocatori ho detto una cosa semplice: "Avete sbagliato troppi gol". E Capello si adegua: "Noi abbiamo giocato una buona gara ma, quando in casa si sbagliano tante occasioni, e' inutile lamentarsi. La Roma comunque ha meritato di passare il turno. E' stata attenta, precisa, generosa. Evidentemente per noi la Coppa Italia e' stregata, c' e' sempre un rigore a separarci dalla finale. L' anno scorso a Torino contro la Juve fummo infatti sconfitti di misura e Baresi sbaglio' dal dischetto". Atmosfera di grande sportivita' nello spogliatoio ma tensione sul campo. In fondo era prevedibile. "Abbiamo sofferto molto . confessa Boskov . e in fondo perdere per 1 0 col Milan a San Siro non e' una vergogna. La partita e' stata molto nervosa, anche sugli spalti. Non avevo mai visto a San Siro il pubblico cosi' incavolato. Hanno tirato bottigliette e mi gridavano ubriacone. Pensate, a me che non bevo!". Non e' facile, invece, parlare per Jean Pierre Papin. "Altre volte mi era capitato di sbagliare un rigore, ma mai cosi' importante. Voglio ringraziare i compagni che, visto com' ero triste, hanno fatto di tutto per sollevarmi di morale. So che il presidente Berlusconi mi ha giudicato stanco, ma io mi sentivo bene in campo". Meglio cosi' , perche' proprio ieri ad Amsterdam Marco Van Basten ha appreso che il suo ritorno in squadra slittera' a data da destinarsi. Oggi una Tac cerchera' di chiarire il mistero della sua caviglia infiammata. a. co.

(Corriere Della Sera)


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmarès
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends & enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla tribù
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me
Libro degli ospiti
Guestbook