Coppa U.E.F.A. Trentaduesimi di finale, andata
WACKER INNSBRUCK-ROMA 1-4
Innsbruck, Tivoli-Neu Stadion
mercoledý 16 settembre 1992
ore: 20.30

invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:
WACKER INNSBRUCK: Oraze, Lorenz , Streiter, Wazinger, Lesiak, Schneider, Linzmaier (10'st Hoertnagel), Baur (30'st Hartmann), Danek, Kirchler, Westerthaler.
Allenatore: Elsner

ROMA: Cervone, Garzya (31'st Comi), Carboni, Bonacina, Benedetti, Aldair, Caniggia, Salsano, Rizzitelli (20'st Muzzi), Giannini, Piacentini.

Allenatore: Boskov

Arbitro: Diaz Vega (Spa).
RETI: 16'pt Giannini, 21'pt Caniggia, 34'pt Baur, 41'pt Giannini,
26'st Muzzi

NOTE: Ammoniti: Streiter, Carboni, Muzzi.

11.000 spettatori
 

FOTOTIFO








VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO









VIDEOCALCIO

Giannini 1 Caniggia Giannini 2
Muzzi Servizio
Altro Servizio










I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA






Corriere Della Sera

la Roma cala un poker in Tirolo

Roma vs Wacker 4 a 1

DAL NOSTRO INVIATO INNSBRUCK . Roma felix, si direbbe da queste parti. Ed in pieno diritto, senza accorgersi d' aver lasciato a casa un paio di pezzi grossi dei quali si pensava non potesse fare a meno, come Haessler e Mihajlovic, ritrovando la via del gol che pareva aver smarrito all' approccio con il campionato, ritrovando un Giannini di quelli smarriti dalla memoria, un entusiasmo trascinante nelle seconde schiere, insomma un po' tutto. Quattro gol in trasferta, anche in Austria, sono davvero un bottino importante. Ci hanno messo un quarto d' ora i giallorossi per capire l' Innsbruck, per rendersi conto che a giocare troppo "spezzati", troppo rispettosi non avrebbero fatto altro che il gioco degli austriaci, quello di una contesa fisica (peraltro molto ben sopportata dall' arbitro Diaz Vega), mirata a far guerra di posizione. Certo, i tirolesi sono tutti gente di gran fisico, immagine assai poco rappresentativa del presidente Swarowski, che fattura ogni anno la bellezza di 1.100 miliardi in pezzi di cristalleria ma che per la sua squadra di calcio preferisce evidentemente fare acquisti in ferramenta. Provano a pungere al 4' i giallorossi con un guizzo da saponetta bagnata di Caniggia, ma Streiter (che si alterna con Schneider su di lui e Rizzitelli) gli fa subito assaggiare i tacchetti. E l' Innsbruck in questa fase si proietta in avanti con azioni sostenute da Baur e Kirchler, ma quasi mai finalizzate dai reputatissimi bombardieri Danek e Westerthaler sui quali Benedetti e Garzya non mollano mai la presa, con "Pluto" Aldair tranquillo e misurato negli appoggi in chiusura, Piacentini, Salsano e Bonacina operosi e continui in fase di tamponamento e proposta, Giannini appostato una decina di metri piu' indietro del solito a far sfoggio di una lucidita' dimenticata. Ed e' proprio da Giannini, al 16' , che nasce il vantaggio romanista. E' Caniggia a promuovere, Bonacina a crossare da sinistra, Rizzitelli (che fin qui s' e' distinto solo per un plateale e pericoloso "naso.naso" con un guardalinee che lo ha pescato in "offside") a far torre di testa tra un paio di marcantoni e il "capitano ritrovato" a scegliere il tempo giusto per l' entrata in agilita' a far secco il portiere Oraze. Ed ecco che il Wacker Innsbruck non ci capisce piu' niente. S' affanna e si scopre. Addenta e non morde. Si smaglia nella sua corazza difensiva e tra le maglie, imbeccato da Bonacina, s' infila, quand' e' il 20' , Caniggia. Trova subito due metri di vantaggio e su Oraze in uscita lavora di destro come con una stecca di biliardo e trova l' angolo basso con una traiettoria a rientrare. Molto bello. Qualificazione praticamente fatta. Livello d' attenzione che scade un po' , anche se Giannini pendolando e smistando con tranquilla sicurezza, cerca di tener arzilli i compagni. Ed invece capita, al 34' , che l' Innsbruck riesca a dimezzare il conto pescando una "matta" con una girata da posizione angolata di Baur, che si giova della disattenzione di un Carboni che e' nettamente il piu' sbiadito tra i romanisti. Con altri avversari ci sarebbe stato forse da soffrire in una situazione del genere ma questi tirolesi appaiono solo dei "grossi.brutti" e nello spazio di sette minuti, quindi al 41' , si fanno definitivamente da parte, inceneriti da un Giannini addirittura "fulmicotonico". C' e' Caniggia che fa il diavolo a quattro sulla sinistra rimbambendo un po' tutti a suon di finte e sprizzi, sul suo cross la difesa ribatte, ma sul pallone s' avventa Giannini che, in piena coordinazione, con un sinistro.bolide infila sotto la traversa. Cosi' nella ripresa si puo' anche tirare il fiato, si possono tirare le gambe un palmo indietro, si puo' dare spazio anche alla panchina e soprattutto a Muzzi, che ne ha davvero diritto e lo dimostra al 26' con il gol che chiude il conto. Un gol molto bello, tutto velocita' , forza e precisione, che lo proietta ad aggrapparsi alla rete tra le braccia dei suoi tifosi, chiedendosi magari il perche' dell' entusiasmo con il quale viene corrisposto. E glielo spieghiamo noi. Fuori dello stadio c' erano regolari picchetti di scommesse ed in molti avevano puntato su di lui un bel po' di scellini indicandolo tra i marcatori. Un bel coraggio, visto che non era nella formazione annunciata, ma invitante la quota di 45 che gli veniva riconosciuta. Ed in tanti avevano dato la Roma vincente, qualcuno addirittura con tre gol di scarto, molti avevano dato fiducia anche a Caniggia e Giannini. Ne risentira' stamattina la borsa? Certo le quotazioni giallorosse, almeno sul mercato estero, hanno fatto un bel salto in avanti. Massimo Fabbricini WACKER 1.4ROMA MARCATORI: Giannini 16' , Caniggia 20' , Baur 34' , Giannini 41' p.t.; Muzzi al 26' s.t. Oraze 6 Lorens 5 Streiter 5 Wazinger 5 Lesiak 6 Schneider 5,5 Linzmaier 5,5 Hortnagl al 10' s.t. 5 Baur 6 Danek 5 Kirchler 6 Westerthaler 5 Cervone 6 Garzya 6,5 Comi dal 32' s.t. s.v. Carboni 6 Bonacina 7 Benedetti 7 Aldair 7 Caniggia 7 Salsano 6,5 Rizzitelli 6 Muzzi dal 20' s.t. 6,5 Giannini 7 Piacentini 7 ALLENATORE: Elsner ALLENATORE: Boskov ARBITRO: Diaz Vega (Spagna) 6 SPETTATORI: 11.000 circa. NOTE: ammoniti Streiter e Carboni. Angoli 9.1 per il Wacker.


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me