Per tutti quelli che giungono in questa pagina da link di vari quotidiani on line o di propria iniziativa questa pagina non è il sito di un qualche gruppo
ma è solo una tra le 15.000 del sito www.asromaultras.it che si occupa della Roma e dei suoi tifosi.

ROBERTO RULLI


Scrivere un articolo non è mai facile, ma tutto diventa maledettamente più complicato se si deve parlare di una persona cara che purtroppo non c'è più. Infatti il 19 di maggio (1992, n.d.r.) è ricorso il secondo anniversario della scomparsa di Roberto Rulli, capo storico e fondatore del nostro gruppo, i Fedayn, e non solo, visto che partecipò attivamente anche alla nascita del Commando Ultrà Curva Sud,
pur sempre rimanendo sul mitico muretto 17 della vecchia curva.
Ed è proprio di quel periodo, che conservo e conserverò per sempre, dei ricordi indelebilidi Roberto, del suo modo di essere,
del suo modo di fare e del profondo amore che nutriva per i colori giallorossi.
Nonostante quelli fossero i tempi della Rometta di Anzalone, che non ci dava davvero grandi soddisfazioni, Roberto era sempre presente sugli spalti e con i suoi boccoli biondi si distingueva inconfondibilmente dalla massa; stimato, ma temuto, aveva nel coraggio la sua arma migliore, come dimostrano le moltissime volte che ha difeso il nostro striscione in trasferta.
(Torino/Roma 1980: carica nella curva romanista degli Ultras Granata. Roberto Rulli è nel fotogramma di destra seduto, n.d.r.)
Negli stadi più caldi d'Italia e nei momenti più delicati dei nostri viaggi domenicali era sempre un punto di riferimento costante per tutti,
dimostrandosi in ogni situazione un leader a tutti gli effetti.
Il perché un ragazzo in un gruppo ne diventi il leader è dovuto quasi sempre al fatto che esso sia prepotente: non era certo questo il caso di Roberto che, con il sorriso stampato sul viso, riusciva a trattare tutti allo stesso modo, evitando così di creare malumori o gelosie all'interno del gruppo facilitato, forse in questo, del fatto che i Fedayn, salvo alcune eccezioni, provenivano per lo più dallo stesso quartiere (Quadraro),
perciò amici anche e soprattutto fuori dallo stadio.
Comunque per lui che io considero uno dei pionieri della fantastica Curva Sud, mi sembra un pò poco ricordarlo, di tanto in tanto, con uno striscione o come in questo caso con un breve articolo; si dovrebbe fare di più e la mia fantasia, correndo, mi porta a pensare che un giorno la nostra curva possa portar il suo nome. So che ciò non sarà mai possibile, però colgo l'occasione per lanciare un'appello, cerchiamo di fare in modo che almeno venga messa una targa ricordo all'interno dello stadio.
M.D.C. - Fedayn Quadraro
(Da "La Roma" n. 95, giugno 1992)

E-mail ricevuta il 20 febbraio 2013:
Mi chiamo xxxx e fin da giovane ho abitato al Quadraro, nello stesso stabile della famiglia Rulli.

Ho fatto parte dei Fedayn e ci tenevo a fare una precisazione.

Il nome Fedayn è derivato da una circostanza particolare che vide proprio Roberto Rulli visitare un locale nella Galleria del Cosmopolis (sita su Via Tuscolana altezza dell’ex cinema Bristol) dove aveva sede la sede dell’allora Partito di Unità Proletaria (PdUP). Tra i manifesti esposti in questo locale vi era un manifesto che ritraeva un gruppo palestinese che si chiamava Fedayn identificato da un teschio ricoperto dal tipico copricapo del luogo.

Quello fu il vero motivo ispirante. Tutto gli altri riferimenti sono solo frutto dell’immaginazione. Inoltre mi pregio di ricordare che le prime riunioni dei Fedayn si tenevano presso un circolo cral che aveva sede in Via dei Fontej (traversa di Via Tuscolana).


Noi del Quadraro già cinque anni fa ogni Domenica seguivamo la Roma. Alle dieci eravamo davanti allo stadio. La gente che ci vedeva per la strada, in quel periodo che la nostra squadra non andava molto bene, ci dava dei suicidi, dei "Kamikaze" e ci diceva "Siete peggio dei Fedayn". Da allora questo nome  che ci avevano affibbiato ci è piaciuto e lo abbiamo tenuto"
(Roberto Rulli, in una intervista a "Giallorossi" del 1977
clicca qui per leggere tutta l'intervista).
Grazie Marco G.,
                  Fiorentina/Roma 1981/82

Supertifo, 30 marzo 1999

I Fedayn nel 1978/79
Roberto Rulli è il terzo in alto da destra, in basso, con la mano tra i capelli, suo fratello.
Lettera del luglio 2010:
Ciao Mi chiamo Riccardo Germani....Riccardino per chi mi conosce.
Guardando tra i siti che parlavano dei mitici Fedayn di cui mi onoro di averne fatto parte,  ho visto una foto di Roberto Rulli nel derby del 28 ottobre in cui moriva Paparelli lui e sotto suo fratello con le mani nei capelli come descrivete voi la foto.
sotto il  nostro muretto partivano i razzi montati su un 3 piedi...........ma questa è un'altra storia.
In quella foto vicino a Roberto c'ero anche io, di cui mi onoro di esserne stato amico e compagno, io ero del quardaro ma facevo politica in di Via dei Volsci.
 Nella foto io sono il pischello  con il giubotto azzurro e il maglione rosso, sotto il maglione rosso lo ricordo come se fosse oggi avevo una maglietta bianca che si tirava su il collo per i fumogeni, vicino a me alla mia destra c'è anche l'amico Sergio il Roscio anche lui come me della Pineta del Quadraro ( Via Lemonia).
Che dire GRAZIE GRAZIE GRAZIE mi avete ridato un pezzo della mia gioventù un pezzo del mio cuore un pezzo di un caro amico e compagno che oggi come tanti altri ci ha lasciato, Roberto.
adesso vivo a Milano e i miei figli nonostante siano nati a Milano sono dei lupetti ( altrimenti li cacciavo de casa) al petto hanno il lupetto e sul balcone di casa come se vivessi ancora al quadraro sventola un bandierone giallo rosso.
ho con amore preso una parte di quella foto e utilizzata come mio profilo su facebook, poi lo stampata e anche se sgranata è li incorniciata a casa mia, manco fosso un quadro de Picasso, vi saluto e forza magica roma.

1985/86 Roma/Napoli
Nuovo striscione Fedayn


A
                    Firenze, anni '70
Roma/Torino, ma
                    di che anno?
Lettera al Guerin
                Sportivo del 1981
"E quanno more er prete,
sonàno le campane,
piangono le puttane
e i loro protettori;
ma quando moro io
non voglio gesù cristi
ma solo gagliardetti
dei Fedayn teppisti"
Roma/Atalanta 2001/02

Vai a vedere gli adesivi, le sciarpe
e l'altro materiale dei Fedayn
Intervista ai Fedayn,
maggio 2000


Volantino per Napoli / Roma dei Fedayn
Leaflet for Napoli/Roma from "Fedayn"

Lettera inviata dai Fedayn a "Giallorossi", fine anni '70. 
Clicca per leggerla.... merita.

Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmarès
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends & enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla tribù
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me
Libro degli ospiti
Guestbook