MANCHESTERUTD/ROMA 7-1
Manchester, Old Trafford
10 aprile 2007
ore 19.45 locali

invia una e-mail per i resoconti
Tabellino partita:
MANCHESTER UNITED (4-4-2): Van der Sar; O'Shea (52' Evra), Brown, Ferdinand, Heinze; Ronaldo, Carrick (73' Richardson), Fletcher, Giggs (61' Solskjaer); Rooney, Smith. Allenatore: Ferguson.
ROMA (4-2-3-1): Doni; Cassetti, Mexes, Chivu, Panucci; De Rossi (86' Faty), Pizarro; Wilhelmsson (88' Rosi), Vucinic, Mancini (90' Okaka); Totti. Allenatore: Spalletti.
ARBITRO: Lubos Michel (Slovacchia).
Ammoniti: Smith, Ferdinand(M) Cassetti, Mexes(R).
MARCATORI: 11', 60' Carrick, 17' Smith, 19' Rooney, 43', 48' Ronaldo, 69' De Rossi(R), 80' Evra.
Spettatori: 74.000
tagliando parcheggio
"HAS BEEN ROMA THE BEST EUROPEAN FIRM ON THE BRITISH SOIL?"

Parliamoci chiaro.
La Perfida Albione ha fatto capire perché così vien chiamata.
Il Manchester United si è vendicato di quanto accaduto all'andata, soprattutto per quanto da loro subito per mano della Polizia, in modo perfido. Contrariamente a quanto il Man U fa solitamente, gli addetti hanno aperto i cancelli del settore ospiti (tre porticine minuscole che conducono a un tunnel altrettanto minuscolo dove una persona passa a fatica) solo alle 18.00, e non per sbaglio, permettendo con lentezza esasperante l'ingresso di una sola persona per volta, perquisita ad oltranza.
Il Manchester United lo ha fatto semplicemente per permettere ai propri tifosi - degli autentici codardi per le ragioni che spiegherò -
di attaccare i tifosi della Roma non appartenenti a gruppi ultras, intendendo per tali quelli meno abituati a difendersi in certe situazioni "calde".
E lo hanno fatto anche per permettere alla loro Polizia di mostrare a chi di dovere che c'è un modo tutto sommato soft di intervenire e di contenere la situazione. La vicenda si è svolta nel seguente modo, per quanto ho potuto osservare.
I charter partono da Roma in mattinata mentre molti tifosi raggiungono Manchester in tutti i modi alternativi.
Tra questi ultimi, gli elementi di punta delle firms capitoline ma anche tifosi "normali".
Arrivati a Manchester alle ore 14.00 locali circa, si viene subito trasportati al mastodontico Old Trafford, ancora deserto.
La prima cosa da fare, ovviamente, è la visita al negozio del Manchester United, nel quale i romanisti fanno molti acquisti nella più assoluta correttezza.
Dopo di ciò, si rende necessario nutrirsi e la scelta ricade su un paio di lerci negozietti che fanno fish & chips, kebabs e vendono birre di vario genere, dalla Strong Bow alla Carling, passando per la Foster e la Bud.
In breve si delinea la situazione, formandosi un gruppo di diverse centinaia di persone che, sorseggiando birra, preferiscono attendere davanti questi negozietti, senza alcuna presenza di Polizia, l'inizio della partita e la tanto declamata vendetta mancuniana.
Un altro cospicuo gruppo, invece, impaziente di visitare il centro di Manchester, sin da subito si reca in città, trovando un clima ostile ma niente di più.
Un venditore italiano di souvenir fa sapere agli impazienti romanisti che sicuramente gli inglesi vorranno vendicarsi e che lo faranno proprio dalle parti dello stadio. In effetti i due pub - no away fans - lì intorno sono strapieni di tifosi del Manchester che si limitano ad osservare senza osare fare nulla, se non picchiare due imprudenti ragazzi della Roma che non avevano ben capito l'aria che tirava. Dopo una lunga attesa, si vede arrivare in un perfetto corteo casual un gruppo compatto che sfila da lontano senza alcuna scorta. I ragazzi sul posto li scambiano all'inizio per i MIB del Manchester ma, giunti a vista d'occhio, e con un certo sollievo visto l'impatto visivo, si capiva che erano solo quelli che tornavano dal centro.
A questo punto il gruppo dei romanisti è decisamente impressionante e tutela anche i semplici tifosi che pssano nella zona, completamente giallorossa.
L'ordine si incrina verso le 17.30 quando giunge voce che gli inglesi stavano arrivando dalla parte opposta, al che è possibile vedere un fiume di gente dirigersi - come immaginare il contrario? - agli antipodi del Trafford Pub, nelle cui prospicienze prima sostava.
I 30 mancuniani che avevano tentato la sortita vengono letteralmente spazzati via ma, un attimo dopo, interviene immediatamente sia la polizia a piedi (molte donne tra gli agenti) che quella a cavallo, che compie una carica di alleggerimento nel corso della quale verranno arrestati alcuni ragazzi della Roma. Ora la situazione si delinea in modo del tutto diverso, perché i romanisti si concentrano nell'area vicina all'ingresso del loro settore, mentre gli inglesi si rimpradoniscono del viale che dal Trafford porta allo stadio. Qui iniziano i problemi per i tifosi "normali" che - pensando di arrivare nell'anonimato ed ormai non più tutelati dalla presenza del gruppo più radicale dell'AS Roma - vengono attaccati dagli inglesi con dei mordi e fuggi tardivamente repressi dalla polizia locale. Viene creato un cordone che separa i tifosi del Manchester da quelli della Roma ma, nonostante sia ormai tardi, i cancelli non vengono ancora aperti e la gente si accalca pericolosissimente verso le entrate, perché sembra del tutto chiaro che non vogliano farci entrare in tempo per assistere alla partita. Vengono aperti solo tre piccole entrate da una persona a botta (i tornelli dell'Olimpico sembrano un qualcosa di fantascientifico al confronto, e ve lo dice uno che li criticava), con degli stronzi lì di fronte che all'inizio sembravano godere della situazione, della cui gravità si rendevano conto quando finalmente hanno capito che si stava per ricreare una situazione simile a Hillborough con i 96 morti del Liverpool.
Polizia impotente. In inglese ho parlato (inveito?) personalmente con un'amazzone a cavallo, anch'essa spaventata dalla situazione venutasi a creare, che mi ripeteva che non era colpa della Polizia in quanto l'ingresso era regolato dal Manchester United e loro non potevano fare nulla.
Insomma, classica situazione da tragedia mancata, anche perché, ovviamente, i codardi mancuniani che non avevano osato neanche avvicinarsi al gruppo dei tifosi romanisti più radicali (si è potuto udire distintamente il coro "Where are you Men In Black?"), ora si trovavano a lanciare bottiglie a distanza a tifosi circondati dalla polizia assolutamente impossibilitati a fare qualsiasi cosa. Mentre naturalmente nel frattempo aggredivano anche quei tifosi normali giunti a Manchester come in gita di piacere.
A sola mezz'ora dall'inizio, riesco finalmente a entrare.
Non c'è che dire, il colpo d'occhio è spettacolare, anche ci sistemano in piccionaia.
Un po' come San Siro in fondo, anche se più moderno per via di quei fottuti seggiolini spaccagamba che impediscono qualsiasi movimento.
Nessuno spazio (o quasi) per gli striscioni, che alcuni non appendono per solidarietà con gli arrestati.
Poi, la partita. Il colpo d'occhio è impressionante ma... non c' una curva di casa, che pensavo fosse lo Stretford End.
In realtà gli unici che cantano sono gli scarfers accanto a noi, ben separati da robusti stewards che fanno provare loro l'emozione dell'occhialuto di Nick Hornby in "Febbre a 90°". Guardandoli e avendo letto il romanzo riesco perfino a comprenderli.
Dopo un quarto d'ra siamo già sul 3-0 e capiamo come deve essere presa la trasferta: sulla base dell'imposizione del modello italiano del fare il tifo rispetto al modello inglese. Quindi, cori continui, potenti, ironici, sia sullo 0-4 che sullo 0-5 che sullo 0-6. Al gol del nostro Daniele De Rossi è come fossimo passati in vantaggio ed allora "6 a 2 perché no?", una imponente "La Società dei Magnaccioni" ed un - davvero emozionante - "Roma Roma Roma".
Qualche coglione chiede pure di mettersi a sedere, tipico esempio di boro da sradicare dal contesto sociale dello stadio vitanaturaldurante.
Per finire, viene ricordato con cori non proprio amichevoli, anche il Prefetto, Serra, invitato dalla Roma alla partita e dal quale si aspetta con ansia un commento sul "modello inglese". Il primo che lo aspetta è l'On. Ciocchetti dell'UDC (partito in prima linea nel sostenere il "modello inglese"):
Ecco il primo (raggiunto) obiettivo: porre a confronto la polizia inglese con quella italiana:
http://www.youtube.com/watch?v=9uXcRY3AGS4
FOTOTIFO

Cori Curva Sud a Manchester
(2348 kb, 5 minuti)
Arrivo all'Old
                  Trafford
Negozio stadio
Sulla sinistra il
                  Pub Trafford del Man U, il corteo che arriva è dei
                  romanisti andati al centro, originariamente scambiato
                  per Man U
Sulla sx il pub
                  Trafford, il corteo è quello dei romanisti di ritorno
                  dal centro
Romanisti
Roma
Ore 5.30 PM. I
                  romanisti si muovono per via delle notizie. Tra breve
                  inizieranno i disordini
Romanisti verso il
                  settore a passo svelto
I romanisti hanno
                  appena caricato un gruppo di inglesi e vengono
                  ricacciati via dalla polizia a cavallo
La polizia sta
                  terminando la carica. In qeusta occasione scatteranno
                  i primi arresti dei romanisti
Qui è stata creata
                  una zona franca per dividere Roma (a sinistra) e Manu
                  U (a destra)
Man U
Roma
Man U
Fila per entrare,
                  sullo sfondo i Man U
I Man U lanciano
                  qulche oggetto sulla fila impossibiltata a muoversi
                  per via della Polizia
Gli ingressi per i
                  Romanisti: modello inglese
Finalmente dentro
Gli ingressi
                  del settore ospiti
Roma
A sx
                  Roma, a dx Man U
Roma
Roma
Roma
Roma
Roma
Man U
Roma scarfers
Roma scarfers
Roma
Roma
Roma
Roma
Roma
Man U
Man U
Roma


VAI ALLA PAGINA 2 DELLE FOTO
VAI ALLA PAGINA 3 DELLE FOTO
VAI ALLA PAGINA DELLA CRONACA
VAI ALLA PAGINA DEI RESOCONTI


VIDEOTIFO

Forza Roma alé
(9788 kb)
www.myspace.com/settore
(video/audio)
Video girato con il cellulare nei momenti più caldi  # 1
Video girato con il cellulare nei momenti più caldi  # 2
Video cellulare girato dagli inglesi # 1
Video cellulare girato dagli inglesi # 2
Video tafferugli live
"Roma Roma Roma" sul 5-0
(4725 kb)
Coro anti Achille Serra
(998 kb)
6 a 2 perché no?, dopo il gol di De Rossi
(748 kb)
Settore a inizio partita
(1083 kb)
Finché vedrai... sul 6-1
(1498 kb)
Video cellulare
BBC News
Video cellulare 2

FOTOCALCIO
 


VIDEOCALCIO

Il gol di De Rossi
Il servizio sulla partita
 Alcuni tafferugli fuori dello stadio

video del palleggio tra Mancini e Bruno Conti del prepartita


C'ERO PURE IO!
 
 

Sono tornato oggi pomeriggio da manchester, abbiamo rischiato la tragedia prima di entrare, ci è arrivato di tutto, bottiglie dai tifosi e manganellate dai poliziotti. è questa l'organizzazione inglese? ho visto donne e bambini della roma terrorizzati, gente che sveniva, bravi inglesi, ed il loro modello che tanti applaudono

Ciao Lorenzo sono appena tornato da manchester.
Se il modello inglese e' non far entrare migliaia di tifosi fuori lo stadio anche se si e' arrivati molto prima per poi farli entrare da 3 porticine in evidente ritardo(immagina 5000 persone che un' ora prima della partita non erano ancora entrati) meglio il modello tailandese o  paraguaiano.Se il modello inglese e' quindi quello di ammassare queste migliaia di persone per ore e ore come sardine,lasciati schiacciare dalla folla che ondeggiava,dalle cariche dei poliziotti a cavallo(lunghi minuti nei quali sono svenute molte persone,le ragazze piangevano,non si capiva che cosa succedesse dato che chi stava al centro non si rendeva conto,e chi stave esternamente spingeva perche' vedersi un cavallo che ti arriva vicino non e' tanto carino.pensavamo tutti di rimanere schiacciati li' in mezzo,tale era la situazione e la pressione.e se non e' successo niente e' merito di tutti quelli che si sono adoperati per aiutare il prossimo e per una botta di fortuna)lasciati alla merce' degli inglesi che arrivavano da dietro(quindi polizia a cavallo come "cordone" e bastardi inglesi dietro a lanciare oggetti) come detto preferisco un qualsiasi altro modello.Perche' non siamo stati fatti entrare con piu calma 2 orette prima?Forse perche' non aspettavano altro che una nostra reazione forte in modo da "pareggiare" i conti con i fatti dell'andata dei celerini del reparto di Roma(e qui parte sempre e comunque un noto coro.)?
Sulla partita niente da dire.Mentre sul tifo:loro davvero nulli,non hanno una curva che canta ed anzi forse cantavano di piu' i tifosi che stavano vicini a noi nel terzo anello(stavano pure in piedi,forse perche' gli steward non potevano dirgli voi no e loro si.)hanno 3 cori che pero' cantano tutti insieme,niente striscioni(se non "fissi"),niente bandiere,niente di niente,anche se grazie allo stadio senza pista d'atletica e recinzioni l'atmosfera e' bella.Comunque modello inglese = zero tifo
Noi:partiti piano(subito 2 gol),ma poi fantastici,non so chi sullo 0 a 5 nella partita piu' importante degli ultimi 15 anni(escluso probabilmente Roma-parma) riesca ad aumentare l'intensita' dei cori,farli come se stessimo noi vincendo,gli abbiamo dato una lezione di tifo magistrale secondo me,siamo stati ironici e goliardici(6 a 2 perche' no?) ma abbiamo sostenuto sempre la squadra ci sentivamo solo noi.Grandi!
p.s. ma se avessimo uno stadio senza pista d'atletica che atmosfera ci sarebbe?La Sud si sentirebbe 300 volte di piu' di oggi!
Bianco81


Ciao Lorenzo,
visto il risultato finale c'è poca voglia di parlare .. anche perchè oggi brucia molto più di ieri.
Mi limito solo a raccontare i fatti che le televisioni non possono (o non vogliono) documentare. Noi siamo arrivati a Manchester con uno dei charter e ci hanno portati subito fuori lo stadio. Abbiamo fatto la spola tra quei locali schifosi dove vendevano birre e patatine e lo stadio, con tappe nello store e nel punto dove arrivavano i pullman dei giocatori. Quando è arrivata la Roma credevamo fosse il manchester perchè da dove stavamo noi il bus copriva completamente la visuale e ci avevano assicurato gli steward che sarebbero arrivati prima loro. Poi ci siamo messi in fila per entrare dalle due "micro" porticine. Gli inglesi hanno cominciato ad avvicinarsi, prima a gruppetti, poi in tanti. Cori e bottiglie verso di noi, qualche tentativo poco convinto di entrare in contatto, con i bobbies a fare da spartitraffico. Ci hanno pressato come sardine, ma c'è da dire che la colpa è stata prevalentemente nostra. Infatti la maggior parte della gente, spaventata dalla situazione, ma forse ancora di più dalle raccomandazioni della vigilia, spingeva per portarsi più lontano possibile dagli inglesi. Quando, respirando a fatica, abbiamo capito cosa stava succedendo, ci siamo tolti da mezzo e messi verso di loro. Ragazzini imbecilli e ubriaconi attempati. Solo chiacchiere e bottiglie (quelli che tiravano erano coperti dagli altri). Io non sono un Ultras da "battaglia" ma negli ultimi 12 anni ho fatto una 50ina di trasferte e devo ammettere che gli ascolani sono più pericolosi. Siamo stati circa una mezzora a insultarci con loro schivando le lattine.. senza correre mai pericoli veri. Parlo inglese molto bene e mi sono messo a discutere con alcuni bobbies che mi chiedevano di rassicurare la gente, visto che pressarci così faceva male solo a noi. Non ci sono riuscito granchè ed anzi ci sono rimasto male perchè quando provavamo ad alzare cori tipo "odio manchester" la gente ci chiedeva di stare zitti spaventati dalla loro possibile reazione. La prossima volte statevene a casa, tanto siete gli stessi che al secondo tempo stavano seduti ammutoliti (per la precisione, la minoranza). 
Siamo stati fantastici nel secondo tempo, in alcuni momenti cantavamo solo noi! Queste sono le cose per cui sono orgoglioso di essere Romano e Romanista.
Per quanto riguarda gli inglesi il loro tifo è assordante, dovremmo mandare una cassetta ai ns tifosi di tevere e distinti, per fagli capire quanto possa essere importante per la squadra quando tutto lo stadio fa la "curva".

lo ammetto, non sono un tifoso della roma, sono un ultrà dell'udinese, ma in quanto italiano e in quanto a manchester per motivi di studio e passione per il calcio britannico volevo a tutti i costi partecipare a questa vostra storica trasferta..purtroppo fino alla mattina del 10 ero rimasto a piedi, cioè senza biglietto, nonostante viva da più di un mese a pochi km dallo stadio non ce l'avevo fatta a trovare un tagliando, uscendo da casa mi son detto, dai vado comunque la e vedo comè l'atmosfera, incamminandomi verso il centro mi si ferma vicino una macchina ed ecco i primi romani di giornata che mi chiedono un informazione..arrivo in centro città e vedendo le sciarpe dell'evento, la polizia a presidiare le vie del centro mi son detto no, devo avere un tagliando, sono le 2 e decido di recarmi allo stadio per trovarne uno..il clima nella parte nord dell'old trafford è ancora freddino, non batte il sole non c'è gente ed anche le bancarelle sono ancora in fase di allestimento..ma ecco che come per magia facendo qualche passo verso sud..compaiono le legioni romane, sciarpa dopo sciarpa mi rendo conto di quanti realmente siete, un onda, il mega-store parla romano, cerco invano qualcuno con un biglietto che avanzi ma niente, il tempo passa, a un certo punto mi si avvicina un ragazzo inglese e mi fa: "need a ticket?" (serve un biglietto?) gli faccio cenno di si e questo mi spara il prezzo 200 sterline!!! alla faccia vabbè che sei un bagarino però..faccio ancora qualche passo e mi fermo davanto alla biglietteria, ovviamente biglietti non ci sono, ma si sparge la voce che alle 6 se ci sono biglietti prenotati e non ritirati, vengono rimessi in vendita, aspetto un paio d'ore nei dintorni, quando mancano pochi minuti alle 6 ci viene chiesto di metterci in coda ordinata..penso è la fine, siamo in troppi per avere tutti un biglietto..mha..ecco la magia, uno steward viene verso di noi e ci fa..qualche italiano senza biglietto? solo io mi faccio avanti, mi chiede quanti te ne servono e appena gli dico solo uno mi fa entrare subito, pochi attimi, 49 sterline e sono in possesso del tagliando, emozione assurda, mai provata, il biglietto tanto atteso sono riuscito a conquistarlo a poco più di un ora dall'inizio della partita..mi riaffaccio al lato sud dell'impianto e mi accorgo che qualcosa non và (o forse va anche troppo), vedo la polizia portar via gente, ma poi vedo il gruppo compatto dei romani intonare cori contro la polizia a cavallo,col cavallo che salta da una parte all'altra e l'immagine mi rimarra in testa per la vita..entro nell'impianto, nessuna perquisizione particolare e posso mettere piede all'old trafford, risulta ancora deserto, pieni solo le aree ad alto tasso romano, il secondo anello della curva sud, il settore intermedio dove mi trovo io laterale alla tribuna e parti miste della tribuna centrale..pochi minuti dopo il mio ingresso noto che più di qualcosa doveva essere andato storto all'esterno, visto che vengono ritirati ed esposti alla rovescia i vari striscioni a rappresentaza dei gruppi della sud, scende il campo per il riscaldamento la roma e il tifo si scalda, entra nel settore dove mi trovo io vincenzo montella e cè lo spazio per un coro anche per lui..poi le stelle della champions, la partita, ma questa è un altra storia..a metà ripresa noto movimento dietro lo striscione degli ultra, con la polizia che pare essere alla ricerca di qualcuno, ma non ne sono riuscito a sapere di più, finisce l'incontro, il rammarico ovviamente è grande anche per me perchè da italiano ho sempre fatto il tifo per le italiane ma purtroppo è andata cosi, ringrazio tutti per l'occasione che mi ha dato la vostra squadra tifoseria città di assistere a questo evento, grazie!
kevin
CLICCA QUI PER ALTRI RESOCONTI

I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA
(questi ultimi solo se meritano)

COMMENTI SULLA PARTITA
salve a tutti. sono un TIFOSO ROMANISTA, mi chiamo MKL e quella di ieri sera 
è stata una delle serate più.........non so come definirla. I nostri ragazzi secondo me sentivano troppo la partita, erano troppo caricati, e l'assenza improvvisa di Rodrigo "Batti-Cuore" Taddei e il gol arrivato così a freddo hanno tagliato le gambe ai giocatori che non sono riusciti a reagire. Se
solo avessimo imposto meglio il nostro gioco sarebbe potuta finire meglio. 
Una nota positiva della partita è stata la "britannicità" dei supporters giallorossi, che anche perdendo 5-0, 6-0, hanno sostenuto la squadra con grande spirito sportivo. Speriamo di incontrare i "Red's" nel primo turno alla prossima Champions per affrontarli meglio, e (non odiatemi per questo) speriamo che vincano la Coppa (preferibilmente contro il Liverpool) così potremmo dire di essere usciti contro i campioni. Un saluto a tutti i 
romanisti e non.

Ciao Lorenzo,
mi chiamo Gianluca e sono un tifoso della Magica che scrive dalla provincia di Salerno.
Inutile dirti che la sconfitta di ieri sera ha pesato tantissimo su di me. Pensa che non ho chiuso occhio per tutta la notte. Personalmente ci sta anche perdere a Manchester, ma non così, o meglio, ci sta anche perdere 7-1 a Manchester, però non con 11 giocatori(?) senza palle e senza mordente, ma con 11 gladiatori che lottano su ogni pallone.
Non mi voglio soffermare più di tanto sulla partita perchè rischierei di essere troppo duro nei confronti dei ragazzi.
Ti ho scritto solo per porre l'accento sulla grande maturità dei nostri tifosi, tra cui c'eri anche tu, che sono rimasti sempre al loro posto, cantando a squarciagola, soprattutto sil 6-0. Sarà forse che ti prende un qualcosa dentro, per cui dici:"Se non reagiscono i giocatori, lo faccio io", però veramente penso che abbiamo dato una lezione di tifo agli inglesi con i cori e con le sciarpate. Tutto molto bello.
Dispiace sia finita perchè se questa squadra(quella di ieri, ndr) non meritava la finale, l'avremmo meritata sicuramente noi. Penso che io sul 4-0 avrei abbandonato lo stadio, magari rinnegando tutti i doveri ed i principi di un Ultrà, per questo voglio ringraziare voi 4000 che avete regalato uno spettacolo grandioso. 
Ora voglio augurarmi solo che la squadra abbia capito e che tutto ciò non riaccada; probabilmente l'unico modo è stravincere il derby.
Un grosso saluto 

ringrazio la Roma, Totti, Spalletti e tutti quanti per essere arrivati fin lì. Sarei andata all'aeroporto ad attendere la squadra per infondergli fiducia e calore.
Bellissimi i cori e le sciarpe mostrate nonostante la goleada del Manchester!!!
FORZA ROMA sempre e comunque.
Elena

Parto con il presupposto che non c'ero allo stadio purtroppo. 
Innanzitutto vorrei fare un grande applauso ai nostri compagni amici ultras che hanno fatto un grande tifo e si sono sentiti dall'inizio alla fine e sul 7 a 1 hanno continuato a cantare..tanto di cappello a chi come loro fa sacrifici e spende soldi per seguire con tanto amore la nostra maglia. Volevo dire principalmente che non voglio sentire offese o altro alla magica perchè è stato solo per via del fatto che abbiamo affrontato questa partita senza il giusto carattere e non 
abbiamo saputo reagire ad un gol che ci ha tagliato le gambe. Siamo grandi lo stesso e se siamo arrivati ai quarti non è per un semplice 
caso ma perchè ci sappiamo fare e con tutta la speranza che il prossimo anno si arrivi piu avanti ti saluto.  Stefano

Ciao!
Ti scrivo per la prima volta e quindi mi presento.Mi chiamo Andrea.Sono un ragazzo di 26 anni abbonato in curva sud,seguo la Roma da quando in panchina sedeva ancora il Barone e in campo c'era gente del calibro di Rudy Voeller,Collovati,Ferrario,Signorini e via dicendo compreso Andrade e Renato.Bhe io na figuraccia del genere non l'ho mai vista.Una squadra incapace di reagire,incapace di difendersi,incapace di lottare,incapace.
Incapace lo è stato  (paradossalmente)anche il tecnico di Certaldo(e mi dispiace dirlo credimi)nel capire che bastava difendersi fino alla morte per arrivare in quella semifinale che ora si gioca quella mezza squdretta piena d'anziani del Milan,che noi,abbiamo piu volte umiliato
quest'anno.Incredibile ancora non ci credo.Brucia e brucia sul serio non è come quelle sconfitte che prendi ai derby,non è nemmeno quelle sconfitte che ti fanno perdere gli scudetti,è la sconfitta che ti ha fatto perdere l'onore e su questo non si transigge.L'onore e l'orgoglio di noi romani,fino ad ora rispettato(non sempre ma rispettato)per la sua storia ricca di vittorie e imprese,leso da questi (bho nn so come definirli),presi in giro da tutto il mondo ovunque andremo da chi un minimo segue il calcio.Non so che dire,è tutto assurdo,sconcertante.Una cosa pero la penso che se dobbiamo andare in Europa e fare queste figure ce ne possiamo stare  tranquillamente a casa.Cosi, come abbiamo sempre fatto dopo una vittoria con l'Ascoli o chichessia, possiamo sempre dire di avere la squadra piu forte del mondo e i geni del calcio incompresi da tutti.Perchè tutti,me compreso,pensavamo di avere almeno 7-8 fenomeni in squadra,tutti abbiamo pensato di giocare il miglior calcio d'europa,tutti me compreso abbiamo pensato di poter arrivare a quella finale dopo 23 anni.Non è cosi,purtoppo e i 7 gol presi non solo suonano in testa come campane,ma ci servono per capire che noi siamo una squadra normale come tante nel mondo comprese quelle del campionato belga che come noi in Europa non hanno vinto nulla.Ma nonostante questo, noi, saremo sempre la con l'orgoglio di sempre e l'amore per quei colori che scorre nelle vene come benzina nei motori, a sventolare le nostre bandiere e a sostenere la squadra nonostante questo ora risulti essere vano,noi saremo sempre la perchè il tifoso della Roma è amore per la propria squadra è la consapevolezza di non essere la squadra piu forte del mondo e pensarlo sempre.E' questa la forza di questa squadra.NOI.Grazie a tutti.
P.s.Un applauso a tutti quelli che nonostante la pesante sconfitta ancora cantavano eroici.

Non dormo...non ci riesco!
Ho lo stomaco che sembra un vulcano pronto all'Eruzione, le labbra devastate dai continui morsi dettati dal nervosismo, le unghia macerate.
L'umiliazione è tanta, troppa! Rimanere nella storia per una SCONFITTA è troppo umiliante per una città, un popolo che la storia ha dipinto come maestoso ed invincibile che negli anni ha mantenuto la sua identità ROMANA  come se il tempo non fosse mai passato sulle rive del Tevere.
No Capitano, non ci sto a chi dice che loro erano piu' forti di noi, con quei giocatori in campo, NO perche Brown non vale mezzo Ferrari non Mexes o Chivu, perchè Flacther non vale De Rossi, perchè Evra dal Marsala (campionato di C2)l'hanno cacciato, perchè Van der Saar sappiamo bene quanto vale, perchè Smith non so chi sia ma di certo assieme a Carrick in questa Roma non troverebbe molto spazio!
e non accetto neanche il discorso dell'esperienza, perchè le summenzionate persone oltre ad essere dei PANCHIANRI sono anche molto molto giovani...quindi la storia dell'esperienza mi spiace non regge, c'è solo una differenza tra loro e noi...due attributi grossi così....
No, non ci sto mio Capitano a subire un'umiliazione così, mi ha fatto male sentire ROMA ROMA, LA SOCIETA' DEI MAGNACCIONI, BARBERA E CHAMPAGNE GRAZIE ROMA ammutolire uno stadio di 74000 inglesi ubriachi di gol, ma non suscitare un minimo di rabbia agonistica, nulla in quelle undici maglie bianche e calzoncini rossi.
Ed in tutto ciò le tue parole, mio Capitano, sono state una pugnalata ad un cuore già tachicardia, "RINGRAZIO I NOSTRI TIFOSI MA NON MI SENTO DI SCUSARMI CON NESSUNO PERCHE' ABBIAMO DATO TUTTO IN CAMPO", no, no, no come hai potuto dire una cosa simile, come?
Cosa dovrei pensare, che vi dovremmo quasi ringraziare per non aver reso il passivo ancor più pesante?
NO caro il mio Capitano, ma queste non sono, non possono essere le parole del Capitano che ho sempre sostenuto osannato ad oltranza contro tutti e tutto.
Se avessi la possibilità inviterei tutti a disertare l'Olimpico domenica così se mai dovesse esserci un'altra disfatta non ci sarà bisogno di scusarti davvero con nessuno!
VERGOGNA....... 
ALESSIO
OVUNQUE SPAVALDI


il capitano con me nun se deve scusa' de un cazzo
è la risposta normale di un capitano che nun se fa
perculeggia' dai giornalisti che lo aspettavano
al varco dopo che aveva detto meglio la Roma che 
la nazionale...a me basta la sua faccia mentre saluta i 5mila dell'old trafford...poi domenica sotto con la samp,
secondo posto derby coppa itaslia e supercoppa.
Il tempo della parole è finito, ma non lo dico per cattiveria...lo dico per amore...il capitano è uno
di noi e come noi soffre per quanto è successo...
fino alle 20.45 di martedi tutti a prenota' pe atena,
mo' tutti a rinnega' e a chiede conto de sta sconfitta.
Mi dissocio dall'articolo ed ancora di più dall'invito a disertare lo stadio : nn ti preoccupare che tanto la gente
nun s'è degnata de veni' dopo che avevamo vinto a lione, figurate se ce viene adesso, perchè i clienti cianno diritto de protesta' se er prodotto nun rende...
senza rancore per nessuno niente de personale...
però chiedo che questa mia mail sia pubblicata accanto al tuo articolo, per par condicio!
oltre a quello consueto che allego a questa mia mail.
con la preghiera di non cambiare una virgola nè alla mail nè all'articolo,grazie . allego anche un altro racconto del mio amico.
margherita

Forza Roma..ora più che mai..
la Roma esce, la delusione è tanta però nel cuore l' orgoglio di una passione mai doma.. di tutta una città che trattiene il fiato er una 
partita..di un tifo che sullo 0-6 sovrasta tutto lo stadio avversario...
La Roma è questo..quando da ragazzini ci siamo innamorati di questi colori forse lo abbiamo capito subito che questa maglia è anche delusione e rabbia.. ma regala emozioni immense che nulla hanno a che fare con i 
sentimenti di plastica da juventino..o l' attaccamento alla maglia "solo-se-vinci" in stile lazio..
Roma quando si perdevano tutti i derby...Roma quando si perdeva 4-0 dal Piacenza..Roma con Carlos Bianchi al 13° posto..Roma con la lazzie campione (e a Roma non ha esultato proprio nessuno..forse ad Ariccia..)..Roma il 17 
giugno 2001..Roma adesso..e per sempre..
Certo stasera abbiamo avuto la prova che la Roma di strada ne dovrà fare tanta per poter dire la sua in europa..è vero...ma la storia di una società non si valuta solo dai trofei vinti..si vede dal calore dei tifosi..dall' impegno..l' attaccamento alla maglia..dalla correttezza.. (quante squadre sul 6-0 non avrebbero iniziato a falciare gli avversari..noi no).....dopo questa 
partita esco rammaricato..ma una volta di più orgolioso di essere romano e ROMANISTA...
p.s. La differenza tra ROMANI(sti) e lazziali è che i ROMANI(sti) tifano e i lazziali gufano..poveracci..hanno solo questo..
Marco
L'ANTIROMANISMO SPIEGATO A MIO FIGLIO
(di Valerio Mastrandrea)
Si a papà, era sera... era d'Aprile
er pesce era passato
muto e senza spine.
Nell'Albione perfida e a modello,
cavalli mozzicanti invece che er manganello.
S'era partiti pè n'impresa,
de quelle da raccontà davanti ar focolare,
tutto bruciava 'n petto,
muto !! Er cellulare.
Chi era rimasto in terra sampietrina
era du' giorni che nun dormiva come dormiva prima
er traffico nun c'era,
i semafori silenti
i dentisti s'erano rifiutati de cavà li denti,
i televisori a palla coprivano li piatti apparecchiati
qualcuno pannellava
sciopero dei carbroidrati.
Poi venne l'ora...
quella che nun viè pe' tutti
eravamo tutti belli a papà
nun esistevano più li brutti
nun era un sogno era reale
manco li gabbiani sur tetto der Quirinale.
Parte l'orologio... fischia l'omo in giallo
partono le vene, pompa er core de metallo
manco la prima scarica de adrenalina pura
che ar decimo più o meno l'idraulico ce stura
ce stura er lavandino dove nun score niente
se non il sangue de chi crede a la panza e no alla mente
tu pensi "daje... daje regà, nun è successo niente,
è 'na battaja, battaja dirompente,
via la maja dai carzoni, sporcateve er battente"
e invece niente...
li vedi rotolà su un prato all'inglese
come 'na balla de fieno a Porta Portese.
Poi parte un conto alla rovescia dei malrovesci che ce danno
pensi ancora "daje... basta poco!" si... ma quanno?
nun c'è er tempo pè fermà er tempo boia
pensi "mai... mai, un giorno de gloria"
e qui, papà, devi pensà
si! che chi dopo sta sera d'aprile è annato a festeggià
la gioia la troverà solo sulle disgrazie altrui
pè sta gente nun c'è luce... papà, ma solo giorni bui !
perchè chi pe' sorride deve vedè piagne uno, mille e centomila
è uno che nella vita sua starà sempre in fila
chi invece la prova... la vita sulla pellaccia
nun starà mai a chiede un sorso da' n'artra boraccia
sii orgoglioso, a papà, de' provà emozioni davanti 11 leoni
a vorte un po' cojoni... è raro, amore mio
è raro come te
e come mamma tua
che dopo er 7 a 1, c'ha lasciato a sparecchià
LI MORTACCI SUA !!!

Clicca qui per ascoltarla (2654 kb)

Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmarès
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends & enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla tribù
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me
Libro degli ospiti
Guestbook