XXXIV Giornata
ROMA SAMPDORIA 2-0
Roma, Stadio Olimpico
sabato 16 maggio 1998

ore: 16:00

invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:
ROMA: CHIMENTI, CAFU', ALDAIR, PETRUZZI, CANDELA, TOMMASI, DI BIAGIO, DI FRANCESCO, PAULO SERGIO (22' ST GAUTIERI), DELVECCHIO, TOTTI.
(31 FICARRA, 3 DAL MORO, 15 SERVIDEI, 16 PIVOTTO, 18 HELGUERA, 21 TETRADZE).
 
SAMPDORIA: FERRON, CASTELLINI, MANNINI, MIHAJLOVIC, PESARESI, VERGASSOLA, BOGHOSSIAN, SALSANO (17' ST BIYK), LAIGLE, MONTELLA, PACO SOARES.
(12 AMBROSIO, 17 LAMONICA, 24 DIENG, 30 NAVA).
 
ARBITRO: BOLOGNINO DI MILANO. 
ANGOLI: 6-6. RECUPERI: 1' E 2' 
NOTE - GIORNATA CALDA, TERRENO IN BUONE CONDIZIONI. AMMONITI: PER GIOCO SCORRETTO, CASTELLINI, DI FRANCESCO, MONTELLA; PER COMPORTAMENTO ANTIREGOLAMENTARE DI BIAGIO, TOTTI E DELVECCHIO. SPETTATORI 57.119, INCASSO UN MILIARDO 820 MILIONI 515 MILA.



FOTOTIFO







VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO
 








VIDEOCALCIO

I gol
Delvecchio


  I gol
 

 

I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA








Corriere Della Sera

Totti Delvecchio, le frecce del sorpasso Roma

L' attacco di Zeman piega una Samp in disarmo: vinto dal boemo il confronto a distanza con Eriksson

LA SFIDA CAPITALE / I giallorossi coronano il lungo inseguimento per la supremazia cittadina. Liguri al nono posto: giocheranno nel torneo Intertoto

ROMA - Sorpasso, che in tempi di magra e' meglio di un pugno nello stomaco. Quarto posto, meritevole di applausi giacche' si segnala come il miglior piazzamento degli ultimi dieci anni. Attacco piu' prolifico del campionato (67 gol), assieme alla Juve, segno che certe virtu' dell'allenatore Zeman, come certi vizi, resistono all'usura del tempo. Insomma, e' stata una buona giornata. E la Roma se l'e' goduta tutta, bevendo fino all'ultima goccia di una soddisfazione che, come hanno poi spiegato il presidente Sensi e lo stesso Zdenek Zeman, e' comunque soltanto un parziale riscatto "delle umiliazioni subite per i quattro derby con la Lazio persi durante l'arco della stagione". Brividi anche per l'affluenza del pubblico, poco meno di 60 mila spettatori per poco meno di 2 miliardi di lire, nell'ultimo pomeriggio di campionato, contemporaneo alle semifinali degli Internazionali di tennis al Foro Italico, e a una giornata che in qualunque altro posto avrebbe ammassato la gente lungo le spiagge. In una botta sola, la squadra giallorossa ha messo insieme tanti piccoli traguardi, uno piu' prezioso dell'altro, al tirar delle somme, se si considerano la rivoluzione di cui e' stata vittima - protagonista (ben 15 i giocatori acquistati) e le mani, quelle di Zeman, che l'hanno guidata in quest'avventura. Tritata una Sampdoria in disarmo, con un gol di Totti a meta' del primo tempo e uno di Delvecchio negli sgoccioli della partita, la Roma ha chiuso in salute il suo cammino, correndo dall'inizio alla fine, secondo consuetudine delle formazioni del tecnico boemo, colpendo un palo e una traversa sempre con Totti e Delvecchio e sprecando almeno sette - otto occasioni da gol clamorose, brillantemente disseminate tra il primo e il secondo tempo. Una partita senza storia, va da se'. Che la Samp ha cercato comunque di onorare per salvaguardare il primo posto nell'Intertoto (e almeno una settimana in piu' di vacanze), che invece ha finito col perdere a beneficio del Bologna di Roberto Baggio, autore del colpo di grazia alla Lazio. Acquistati Tomic e Wome, ora la Roma puo' concentrarsi con uno spirito diverso sul mercato. Sensi aspetta una risposta dal presidente viola Cecchi Gori per Batistuta e pensa di essere il favorito in questa corsa (Vincenzo Montella, bravo anche ieri, continua a essere considerato incedibile). E poi conta di chiudere per uno tra il russo Alenichev e il ceko Berger per raforzare il reparto di centrocampo.


Repubblica

Roma, trionfo Zeman E adesso Montella

ROMA - Sorpasso a Lazio e Parma, Zeman che può provare a cancellare i 4 derby persi, quarto posto, miglior attacco (con la Juve) del campionato. E ancora: Totti che fa tredici (gol), Sensi che promette Batistuta o Montella per il futuro. C' è tanta spudorata allegria in questa Roma che chiude alla grande il campionato sommergendo i resti della Sampdoria. Una grande festa che contrasta con la delusione blucerchiata, costretta a cercare la via dell' Europa attraverso il primo turno dell' Intertoto, con i giocatori (almeno quelli che resteranno) costretti già stasera a contattare le agenzie di viaggio, visto che il 4 luglio dovranno essere di nuovo in campo. Si sono rovinati le vacanze, gli uomini di Boskov. Suicidandosi prima con il Lecce e non approfittando poi ieri dei tanti regali romanisti, con il gruppo Zeman impegnato più che mai a tener viva la partita fino all' ultimo, sprecando occasioni da gol in quantità industriale. Poteva, la Sampdoria, metterci una pezza, rendere vana la vittoria del Bologna, e invece si è limitata a traccheggiare, senza mai accompagnare la rabbia agonistica di Montella, esaltandosi solo in Ferron (quattro miracoli nella ripresa, su Paulo Sergio, due volte Cafu e Totti) e limitandosi all' ordinaria amministrazione in tutti gli altri, in particolare nel fischiatissimo Mihajlovic (non piace ai tifosi giallorossi il suo imminente passaggio alla Lazio) e nell' esausto Boghossian, generoso nell' impegno ma ormai totalmente privo di energie. Tutt' altra sostanza dall' altra parte, con l' imprendibile Totti, con Paulo Sergio che credeva di essere finito in un sogno, il fantasma di Pesaresi di fronte e un' autentica autostrada ogni volta che decideva di spingere sulla fascia, con tutti gli allievi di Zeman ancora straripanti nella forza fisica e pronti ad accelerare in contropiede appena se ne presentava l' occasione. Eppure, nonostante il divario in campo fosse netto, acuito nella ripresa dal crescente disordine tattico di una Sampdoria con testa bassa e poca lucidità, e la poderosa spinta di un pubblico sempre più eccitato dalle notizie che arrivavano da Bologna, la gara è rimasta in bilico fino all' ultimo, con il portiere Chimenti costretto alla prodezza prima su Vergassola (30' della ripresa) e poi su Montella (38' ), occasioni che magari avrebbero dato alla partita un verdetto bugiardo, ma di certo avrebbero addolcito l' umore del presidente Mantovani. Invece è arrivato il gol di testa di Delvecchio, proprio all' epilogo, necessario complemento per il trionfo al siluro con cui Totti al 24' del primo tempo aveva sbloccato il risultato, e al numero uno blucerchiato non è rimasto che aggrapparsi all' ironia, rispondendo con una battuta al gruppetto di tifosi romanisti che all' uscita dallo stadio (dopo i ripetuti solleciti sul tema a Sensi durante la gara) lo implorava di cedere Montella. "So di poter sembrare maleducato, ma ancora una volta devo dire di no" ha affermato Mantovani, ribadendo che sul suo centravanti (applaudito da tutto lo stadio, dopo un irresistibile slalom fra i difensori giallorossi, al 18' del primo tempo) intende costruire la Sampdoria di Spalletti. Condizione necessaria anche per Boskov che lascia. E' esplicito, il vecchio Vujadin. "Mihajlovic e Veron sono già partiti. Se vanno via anche Boghossian e Montella, il prossimo anno è retrocessione".


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me