XXXIII Giornata
PIAC
ENZA
-
ROMA 3-3

Piacenza, Stadio Garilli
domenica 10 maggio 1998
ore:
 

invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:
PIACENZA: SERENI, DELLI CARRI, VIERCHOWOD, MAZZOLA, TRAMEZZANI, PIOVANI (23' ST PIOVANELLI), BORDIN (11' ST MURGITA), SCIENZA, VALOTI, STROPPA, RASTELLI (29' ST VALTOLINA). (22 MARCON, 2 POLONIA, 21 TAGLIAFERRI, 24 ZERBINI). 

ROMA: CHIMENTI, CAFU, ZAGO, ALDAIR, CANDELA, TOMMASI, DI BIAGIO (42' ST HELGUERA), DI FRANCESCO, PAULO SERGIO, DEL VECCHIO, TOTTI (31' ST GAUTIERI). (23 CAMPAGNOLO, 3 DAL MORO, 16 PIVOTTO, 21 TETRADZE, 25 PETRUZZI).

ARBITRO: BRASCHI DI PRATO.
RETI: 46' Piovani (R), 47' Di Francesco, 52' Totti (R), 57' Murgita, 86' Paulo Sergio, 94' Valtolina:

RECUPERO: 2' E 5'.
ANGOLI: 7-4 PER LA ROMA. 
NOTE: GIORNATA CALDA, TERRENO IN BUONE CONDIZIONI, SPETTATORI 12.000 CIRCA; ESPULSO GUERINI AL 50' ST PER BATTIBECCO CON LA PANCHINA DELLA ROMA; AMMONITI TRAMEZZANI E ZAGO PER GIOCO SCORRETTO, VALTOLINA PER CONDOTTA NON REGOLAMENTARE; AL 2' ST PIOVANI HA CALCIATO ALTO UN RIGORE. 
 

FOTOTIFO











VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO
 








VIDEOCALCIO


Il servizio




Il servizio




I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA
tmpa.j







Corriere Della Sera

A Piacenza il veleno e' nella coda

Pari rocambolesco e rissa finale: volano insulti e qualche schiaffone Cartellino rosso per l' allenatore dei biancorossi " Ero nervoso chiedo scusa " Il boemo furioso ha contestato i 5' di recupero " Il gol del pari era irregolare "

PIACENZA - ROMA 3 - 3 / Anche un litigio Guerini - Zeman nella sfida che gli emiliani hanno riacciuffato in extremis A Piacenza il veleno e' nella coda Pari rocambolesco e rissa finale: volano insulti e qualche schiaffone Cartellino rosso per l'allenatore dei biancorossi "Ero nervoso chiedo scusa" Il boemo furioso ha contestato i 5' di recupero "Il gol del pari era irregolare" DAL NOSTRO INVIATO PIACENZA - Ai limiti del credibile. Ai confini del sospetto. Perche' raramente s'e' vista una domenica a cosi' alta concentrazione di episodi dubbi e un poco molesti. Piacenza - Roma e' stata, in un certo senso, la summa di un pomeriggio calcistico che tra le 17.35 e le 17.50 ha fatto registrare in alcuni campi dov'erano impegnate squadre in lotta per la salvezza, qualcosa che in tempi normali risulterebbe praticamente impossibile. Allora: 6 gol segnati (rigore di Piovani, Murgita e Valtolina per il Piacenza, l'ex Di Francesco, rigore di Totti e Paulo Sergio per la Roma); 3 rigori concessi, di cui 2 realizzati (uno per parte) e un altro fallito (Piacenza ancora con Piovani); 2 rigori negati (1 alla Roma e 1 al Piacenza); un fuorigioco determinante non rilevato da guardalinee e arbitro che ha portato al primo rigore piacentino; un palo clamoroso (Piacenza con Tramezzani), un espulso (l'allenatore di casa Guerini), 5 minuti di recupero (perche'?), una gazzarra finale indecorosa, protagonisti prima i due tecnici e poi diversi giocatori che rientravano negli spogliatoi. Sufficiente come elenco? In quanto a stranezze e cattiverie, questa partita e' destinata a ritagliarsi un piccolo spazio nella storia del campionato. E ha deciso, aspetto tutt'altro che secondario, l'aggancio della Roma in classifica ai danni della Lazio (9 punti recuperati in poco piu' di un mese), ma soprattutto la quasi salvezza del Piacenza. Ma che cosa e' successo in quegli ultimi dieci minuti? La prima impressione che l'istinto ha suggerito e' stata quella di una gara sul 2 a 2 considerata "chiusa" dal Piacenza, ma non dalla Roma. Il gol di Paulo Sergio, peraltro folgorante, al 40' della ripresa, ha liberato infatti un brutto tappo e dato il via all'ennesima sequenza di episodi acidi, culminata in un epilogo - miracolo per il Piacenza. Il recupero accordato dall'arbitro Braschi (5 minuti), per esempio, e' parso piuttosto incomprensibile. Il gol di Valtolina invece e' un gol vero, non regalato, e ancora piu' bello di quello realizzato da Paulo Sergio (sforbiciata al 50' dal limite dell'area, spalle alla porta, finita all'incrocio dei pali). Ma e' proprio in quell'istante che si e' scatenata la bagarre: Zeman e' andato a reclamare dal guardalinee per un netto fallo su Tommasi commesso sulla linea di fondo campo da Scienza. Zuccolini non ha segnalato nulla, mentre Braschi ha fischiato la rimessa in favore del Piacenza, avendo visto, evidentemente, la palla superare la linea bianca. Sul capovolgimento di fronte, e' arrivato il 3 a 3 definitivo. Alle proteste di Zeman si e' accodata la sfuriata di Guerini: Braschi lo ha espulso. Finita la partita, non sono volati complimenti. Piovani e Totti, Delli Carri e Paulo Sergio, Scienza e Gautieri, Valtolina e Tommasi (e qui ci fermiamo) se ne sono dette di tutti i colori. Sembra addirittura che Tommasi abbia rimediato un paio di schiaffoni da mani non identificate. Guerini negli spogliatoi ha cercato di stemperare la tensione: "Ho esultato in maniera esagerata al gol del tre a tre, per questo l'arbitro mi ha cacciato. Meritavamo la vittoria e abbiamo rischiato la sconfitta. Il punto, comunque, ci avvicina alla salvezza. E' vero: me la sono presa con la panchina della Roma, ma ho subito chiesto scusa". Non a Zeman, pero'. Stando alle dichiarazioni del boemo: "Con Guerini non ho parlato ne' prima, ne' dopo la partita. Il finale? So soltanto che su Tommasi c'era un fallo, da li' e' nato il gol del Piacenza. E per questo sono andato a protestare dal guardalinee. Il recupero? Incomprensibile. Per voi sono stati cinque minuti, a me risultano sette. Troppi, non vi pare?".

Sabato in campo, volata a tre per restare in A Appuntamento a sabato, come previsto e salvo ripensamenti dell'ultima ora. Il risultato di Atalanta - Juventus, decisivo ai fini della lotta per la salvezza, costringera' tutta la serie A all'anticipo di un giorno dell'ultimo turno di campionato. L'appuntamento e' per le ore 16.30: un'ora e tre quarti dopo, salvo code - spareggio, conosceremo i nomi delle due squadre che con Lecce e Napoli disputeranno la prossima stagione calcistica in serie B. Salvi il Bari (grazie alla prodigiosa rimonta sull'Inter) e il Vicenza (nonostante la caduta di Empoli), a giocarsi la permanenza in serie A saranno tre squadre: Piacenza, Brescia ed Atalanta. Proprio quest'ultima, sconfitta in extremis a Udine, e' la maggior indiziata alla retrocessione, avendo in classifica 31 punti contro i 32 del Brescia e i 34 del Piacenza. La squadra di Mondonico giochera' la sua ultima carta in casa contro i neo - campioni d'Italia della Juventus: i bergamaschi possono sperare, al massimo, nello spareggio contro il Piacenza (che dovrebbe perdere a Lecce), ma per raggiungere questo obiettivo devono assolutamente incamerare i tre punti contro Del Piero e compagni. Il Piacenza risolverebbe ogni suo problema vincendo in Puglia contro i rivali gia' retrocessi, mentre un pareggio potrebbe schiudere le porte di un altro spareggio, stavolta contro il Brescia, sempre che la squadra di Salvi riesca a portar via i tre punti nella trasferta di Parma. PIACENZA 3 Sereni 6 Delli Carri 5 A. Mazzola 6 Vierchowod 6 Tramezzani 5,5 Bordin 5 Valoti 6 Stroppa 6 Scienza 5 Piovani 5 Rastelli 5 All.: Guerini 6 ROMA 3 Chimenti 6 Cafu 4,5 C. A. Zago 5,5 Aldair 5 Candela 5 Tommasi 5,5 Di Biagio 5 Di Francesco 5,5 P. Sergio 6 Delvecchio 5 Totti 6 All.: Zeman 6 Arbitro: Braschi 4 (Zuccolini 4, Gini 5) Marcatori: Piovani (rigore 45' p.t.; Di Francesco 46' p.t.; Totti (rigore) 7' s.t.; Murgita 13' s.t.; Sergio 40' s.t.; Valtolina 50' s.t.. Espulso: Guerini 50' s.t. (proteste). Ammoniti: Tramezzani, Valtolina e Zago. Sostituzioni. Piacenza: Murgita (6) per Bordin dall'11' s.t.; Piovanelli (5,5) per Piovani dal 23' s.t.; Valtolina (6) per Rastelli dal 29' s.t. Roma: Gautieri (5,5) per Totti dal 32' s.t.; Helguera (s.v.) per Di Biagio dal 41' s.t.. Recuperi: 2' piu' 5'. EMPOLI 3 Roccati 5 Fusco 6 D. Baldini 7 Bianconi 6,5 Ametrano 6 Pane 6 Ficini 6 Tonetto 6 Ca. Esposito 6 Cappellini 5,5 C. Bonomi 7,5 All.: Spalletti 6 VICENZA 2 Brivio 6,5 M. Conte 6,5 Viviani 5,5 Dicara s.v. Stovini 6 Mendez 6 Di Carlo 6 Ambrosini 5,5 Zauli 5,5 Ambrosetti 6,5 Di Napoli 6 All. Guidolin 6 Arbitro: Treossi 5 (Fiori 6,5, Russo 6,5) Marcatori: Ambrosetti 30' p.t.; Esposito (rig) 14', Bonomi 30', Schenardi (rig) 42', Baldini 48' s.t. Espulso: Zauli 34' p.t. Ammoniti: Ambrosini, Ambrosetti, Di Carlo. Sostituzioni Empoli: Florijancic (s.v.) per Ametrano 27' s.t.; Lucenti (s.v.) per Cappellini 38' s.t.; Bisoli (s.v.) per Pane 49' s.t. Vicenza: Belotti (5,5) per Dicara 14' p.t.; Coco (s.v.) per Di Napoli 24' s.t.; Schenardi (6) per Mendez 34' s.t. Recuperi: 3' piu' 6.


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me