15:00
XXII Giornata
NAPOLI -
ROMA 0-2

Napoli, Stadio San Paolo
domenica 22 febbraio 1998
Ore:15:00


invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:
NAPOLI: TAGLIALATELA, GORETTI, BALDINI, MALAFRONTE, CASSON, PANARELLI (28' ST ASANOVIC), ROSSITTO, LONGO, TURRINI, BELLUCCI (28' ST STOJAK), PROTTI (1' ST SCARLATO). (12 DI FUSCO, 3 SERGIO, 17 CIMADOMO), 28 ALLEGRI).
 
ROMA: KONSEL, CAFU, CANDELA, ZAGO, ALDAIR, DI BIAGIO, DI FRANCESCO (33' ST WAGNER), TOMMASI, GAUTIERI (1' ST PAULO SERGIO), BALBO (1' DELVECCHIO), TOTTI. (12 CHIMENTI, 3 DAL MORO, 25 PETRUZZI, 18 HELGUERA). 

ARBITRO: BAZZOLI DI MERANO
RECUPERO: 2' E 3' 
ANGOLI: 6-5 PER LA ROMA
NOTE: CIELO SERENO CON TEMPERATURA MITE. TERRENO DI GIOCO IN BUONE CONDIZIONI. ESPULSO 44' PT ROSSITTO PER UNA GOMITATA A CAFU SEGNALATA ALL'ARBITRO DAL GUARDALINEE PUGLISI. AMMONITI DI BIAGIO, BALDINI E ZAGO PER SCORRETTEZZE E LONGO PER PROTESTE. SPETTATORI: 25.000.
 

FOTOTIFO














VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO
 









VIDEOCALCIO

Totti
Di Biagio
Il servizio










I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA










Corriere Della Sera

Napoli citta' aperta per Zeman

Rossitto si fa espellere, Longo regala un assist a Totti: la Roma ringrazia. Incidenti nel dopo gara: 18 feriti tra tifosi e poliziotti

I partenopei collezionano l'ennesima sconfitta, i giallorossi intascano tre punti per la zona - Uefa

DAL NOSTRO INVIATO NAPOLI - Totti e Di Biagio sembrano i notai romanisti incaricati di certificare che il Napoli retrocede, dopo quasi trent'anni caratterizzati da Ferlaino nel bene e nel male. Due mazzate in rapida successione, quando Rossitto ha gia' salutato la compagnia - Montefusco per una stupida gomitata a Cafu, proprio sotto gli occhi del guardalinee Puglisi, fanno 50 reti subite in 16 sconfitte: degrado senza rimedi in quattro gestioni tecniche d'annientamento. Ne' si puo' chiamare derby del sole questo de profundis partenopeo fra pochi intimi, dove la Roma deve comunque aspettare la superiorita' numerica e soprattutto le sostituzioni all'intervallo dell'impresentabile Balbo e del solista Gautieri, cosi' poco zemaniani nei loro prevedibili movimenti sempre palla al piede. Si', con una difesa totalmente straniera (Antonio Carlos e' il nuovo portafortuna, a dispetto della terza ammonizione sopportata in tre prestazioni vincenti), i giallorossi procedono sotto ritmo, quasi saldati per meta' tragitto alle sventure napoletane a centrocampo. E, bloccate le corsie esterne dai giovani Panarelli e Malafronte, gli ultimi della classifica cercano ancora rigurgiti d'onore, articolando una specie di 1 - 3 - 4 - 2 da mutuo soccorso, anzi da prolungamento dell'agonia calcistica. L'involuto football romanista, ridotto alle estemporanee strattonate di Cafu o ai dribbling di Totti, permette il prolungamento di un malinconico equilibrio che esclude profondita' di schemi, accelerazioni, ribaltamenti. A cosa servono Taglialatela e Konsel? Tagliatela disinnesca giusto un'esecuzione obliqua dell'arrembante Cafu su cross sventagliato da Totti; il portiere austriaco non si sporca nemmeno i guantoni, anche se quell'unica idea smarcante di Longo, destinazione Protti, meriterebbe un attaccante meno renitente allo scatto nell'area giallorossa improvvisamente sguarnita. Sotto le grinfie brasiliane di Aldair e Antonio Carlos, le punte schierate da Montefusco destano sincera pena e non cambiera' nulla affiancando nel prosieguo Scarlato allo stralunato Bellucci, poi rilevato dal piu' tonico Stojak. Sono dettagli ai margini d'uno sfascio. Squattrinato e patetico, prigioniero del sogno Maradona, il Napoli precipita mentre i tifosi intonano il refrain "Ferlaino, vattene!". Provvedera' l'onorevole Rivelli, che ha annunciato nei giorni scorsi una disponibilita' da 30 miliardi, promettendo di lanciare una societa' ad azionariato diffuso, modello Barcellona? Qua, la vecchia gloria Antonio Juliano, chiamato a salvare il club gia' affossato dai predecessori, memorizza la fine di speranze mai nate. E' di Rossitto l'ultima metaforica pugnalata: dopo aver bloccato l'oppositore Tommasi, decide di spostarsi su Cafu per abbatterlo a gioco fermo, con un raptus penalizzante. Cartellino rosso proprio accanto alla panchina di Zeman, che non puo' esimersi dal riordinare l'organizzazione zonarola. Dentro allora Paulo Sergio e Delvecchio, che almeno lottano e svariano, sfruttando i rifornimenti del centrale Di Biagio. Tuttavia, senza un regalo in disimpegno di Longo, che consegna a Totti la palla gol, non arriveremmo al blitz prezioso per la zona Uefa. Il talentuoso intercetta il passaggio laterale verso l'interno campo, anticipa Turrini e esplode il destro liberatorio. I tifosi napoletani fischiano e s'abbandonano ad applausi di scherno. Qualche razzo viene sparato sulla postazione dei sostenitori giallorossi raggruppati sotto la curva A, come se il disegno di legge - Veltroni non spaventasse gli ultra'. Il Napoli lascia spazio ad una spettacolare triangolazione Candela - Totti - Candela, prima di arrendersi al raddoppio griffato di testa da Di Biagio, su corner - Totti. Serve inoltrare Stojak, seguirne l'aggiramento finale che impegna Konsel nell'unica parata domenicale? I romanisti ripartono e si divertono in picchiata, nell'atmosfera da sgombero anticipato. Povero Napoli: zavorrato da proclami fasulli e colpevoli responsabilita' dirigenziali, da' l'addio alla serie A. Ora i suoi innamorati tramortiti si augurano solo che la via crucis finisca presto. Quando finiranno i tradimenti? Quando passera' 'a nuttata?

Incidenti nel dopo - gara: 18 feriti tra tifosi e poliziotti

NAPOLI - (a.ci.) Incidenti tra tifosi e polizia al termine di Napoli - Roma. Diciotto i feriti: una decina, in modo lieve, tra i romanisti, due tra quelli del Napoli e sei i poliziotti che hanno dovuto farsi medicare al termine delle cariche avvenute a Piazzale Tecchio. Identificato e denunciato per lancio di razzi, avvenuto durante la gara, un tifoso del Napoli. Per lui sara' chiesto il provvedimento di inibizione di presenza allo stadio. Gli incidenti sono accaduti in due fasi. Al termine della gara i romanisti, che erano stati trattenuti all'interno dello stadio per evitare il contatto con un gruppo di tifosi avversari, hanno cominciato un lancio di monetine ed oggetti contro le forze dell'ordine. La polizia ha disperso con una carica i tifosi del Napoli per sgomberare il passaggio ed e' intervenuta, all'interno del San Paolo, nel settore occupato dai romanisti, contro i sostenitori giallorossi. I tifosi della Roma, circa 500, sono stati fatti uscire sotto scorta, ma a Piazzale Tecchio un gruppo di essi ha cercato di vendicarsi aggredendo la polizia, che ha risposto caricandoli. Dopo oltre due ore e mezzo dalla fine della partita i sostenitori della Roma sono saliti a bordo dei pullman parcheggiati e delle auto, facendo ritorno a Roma. Di cattivo umore - ma per tutt'altri motivi - anche i giocatori romanisti, che sono entrati in silenzio stampa. Bocche cucite per protesta per il deferimento di Zeman alla commissione disciplinare dopo la gara con la Juventus. NAPOLI 0 Taglialatela 6 Goretti 6 Malafronte 5 F. Baldini 5 Panarelli 5 Crasson 5 Rossitto 4,5 R. Longo 5 Turrini 6,5 Protti 5 Bellucci 5 All.: Montefusco 5 ROMA 2 Konsel 6,5 Cafu 7 Antonio Carlos 6 Aldair 6,5 Candela 6 Tommasi 6 Di Biagio 6,5 Di Francesco 6 Gautieri 6 Balbo 5 Totti 7 All. Zeman 6 Arbitro: Bazzoli 6 (Puglisi 6,5, Cerofolini 6) Marcatori: Totti all'8' e Di Biagio al 17' s.t. Espulso: Rossitto (fallo a gioco fermo) al 45' p.t. Ammoniti: Di Biagio, Baldini, Antonio Carlos e Longo. Sostituzioni Napoli: Scarlato (5) per Protti nel s.t.; Asanovic (s.v.) per Panarelli 28' s.t.; Stojak (s.v.) per Bellucci 28' s.t. Roma: Paulo Sergio (6,5) per Gautieri nel s.t.; Delvecchio (6) per Balbo nel s.t.; Vagner (s.v.) per Di Francesco 33' s.t. Recuperi: 2' piu' 3'.


Repubblica

A Napoli e Brescia lacrimogeni e arresti

UN' altra giornata di ordinaria violenza negli stadi. Niente di grave, per fortuna: ma tanti episodi, dalla serie A alla serie C. La "partita blindata", Brescia-Atalanta, si è conclusa con scontri fra gli ultrà bresciani e la polizia: feriti 4 agenti, 3 tifosi fermati, 19 denunce e alcune auto danneggiate. Ancora caos, invece, dopo un incontro del Napoli. Bilancio, tre arresti e 18 feriti, il più grave ricoverato in ospedale (7 giorni di prognosi per trauma cranico), cariche delle forze dell' ordine e tafferugli. La sfida con la Roma, come si temeva alla vigilia, s' è confermata una partita a rischio. Durante i 90 minuti i soliti razzi, sparati con criminale precisione e colpevole perseveranza dai tifosi del Napoli in direzione di quelli avversari. Quattro petardi hanno raggiunto il bersaglio, esplodendo tra i sostenitori della Roma. Identificato e denunciato a piede libero il lanciatore. Ma gli incidenti più gravi si sono verificati nel dopo-partita, nel piazzale davanti alla Mostra d' Oltremare. Due le cariche delle forze dell' ordine. Una per disperdere i tifosi del Napoli, che aspettavano gli avversari fuori dallo stadio. L' altra contro un gruppo di tifosi romani, in attesa di mettersi in viaggio, che hanno cominciato a lanciare pietre e petardi contro la polizia. Ferite negli scontri 18 persone: 6 poliziotti, 10 tifosi della Roma, un napoletano e un ragazzo olandese di 16 anni, Petrus Joannes, l' unico ad essere ricoverato. Tre tifosi arrestati. Parapiglia invece a Padova in campo e fitta sassaiola e cariche della polizia fuori dello stadio. Al 42' della ripresa di Padova- Lucchese (1-1) espulsi dall' arbitro Calabrese l' attaccante De Franceschi (che litiga con un guardalinee e pare gli dia un buffetto sulla guancia), Montrone e il ds dei veneti Garlini. Protesta il presidente Viganò: "C' è malafede, qualcuno in alto ci vuole portare in serie C". Sempre in B, rissa fra giocatori in Perugia-Venezia. Scortato il tecnico Giorgini dopo la sconfitta dell' Ancona in casa col Ravenna. Colpita l' auto di Flachi. Danneggiato lo stadio Del Conero. Pietre contro la polizia anche in serie C-1 (girone B), al termine di Nocerina-Savoia 0-1. Feriti (anche una ragazza) e due arresti durante Cremapergo-Mantova.


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me