VIII Giornata
BA
RI
-
ROMA 1-3

Bari, Stadio San Nicola
domenica 9 novembre 1997
ore:

invia una e-mail per i resoconti
 

Tabellino partita:
BARI: MANCINI, SALA, NEQROUZ, GARZYA, MANIGHETTI (23' PT GUERRERO), BRESSAN (23' ST DE ASCENTIS), VOLPI, INGESSON, GIORGETTI, SORDO (26' ST OLIVARES), MASINGA. 
(12 GENTILI, 4 DE ROSA, 6 RIPA, 13 MARCOLINI).
 
ROMA: KONSEL, CAFU, PETRUZZI, ALDAIR, DAL MORO (36' ST SERVIDEI), TOMMASI, HELGUERA, DI FRANCESCO, PAULO SERGIO, BALBO (40' ST DELVECCHIO), TOTTI (40' ST GAUTIERI).

(12 CHIMENTI, 8 SCAPOLO, 13 VAGNER, 22 GOMEZ).
 
ARBITRO: PAIRETTO DI NICHELINO. 

RECUPERO: 2' E 4'. 

ANGOLI: 5-3 PER IL BARI. 

NOTE: GIORNATA MITE, TERRENO IN BUONE CONDIZIONI, SPETTATORI 25.000, PER UN INCASSO DI 428 MILIONI DI LIRE.
AL 46' DEL ST MANCINI HA PARATO UN RIGORE CALCIATO DA DELVECCHIO. 

AMMONITI: ALDAIR, DI FRANCESCO E DE ASCENTIS PER GIOCO FALLOSO, TOTTI PER COMPORTAMENTO NON REGOLAMENTARE.

 

FOTOTIFO













VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO





Totti
Il gol di
                  Balbo


VIDEOCALCIO

Sintesi 1/4
Sintesi 2/4 Sintesi 3/4

Sintesi 4/4










I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA









Corriere Della Sera

Totti rianima la Roma

Segna una doppietta e con l' aiuto di Balbo affonda il Bari. Sensi si dilunga su D' Alema e Fascetti se ne va sbuffando

BARI - ROMA 1 - 3 / Dimenticata la batosta nel derby. Delvecchio sbaglia un rigore nel finale Totti rianima la Roma Segna una doppietta e con l'aiuto di Balbo affonda il Bari DAL NOSTRO INVIATO BARI - Complicata. Cosi' l'aveva definita Zeman, questa partita di Bari: complicata. Era pure serio quando l'ha detto, sabato mattina, e in molti gli avevano creduto. Perche' la Roma sentiva ancora circolare dentro la testa certi pericolosi residui da post - derby, si era messa un po' paura e voleva sapere se era riuscita a disintossicarsi nel giro di una settimana. La risposta e' arrivata presto, senza bisogno di interrogarsi ulteriormente. Magari tutte le trasferte fossero complicate come quella pugliese: Zeman e la sua squadra potrebbero finire in carrozza il campionato. Contro l'inconsistenza spaziale del Bari, che la vittoria esterna di Empoli della domenica precedente si pensava potesse mascherare piu' a lungo, i giallorossi hanno passeggiato forse al di la' di ogni ottimistica previsione. Tre gol (magnifica doppietta di Totti e zampata di Balbo), due pali (Cafu e Paulo Sergio), un rigore mancato (Delvecchio, parata di Mancini) e una prestazione nel complesso molto incoraggiante. Per lucidita' psicologica, saldezza di nervi, capacita' estrema di approfittare delle debolezze altrui, soprattutto in fase offensiva. Tutto cio' tenendo presenti i due squalificati pesanti, Di Biagio a centrocampo e Candela in difesa, il debutto di Dal Moro dopo diversi mesi di stop, e il cambio operato da Zeman nel tridente, con Paulo Sergio titolare al posto di Gautieri, ex animoso per i suoi precedenti con Fascetti, e puntualmente beccato dal pubblico nel finale. Al massimo, il Bari puo' mettere sul piatto dei lamenti l'assenza di Ventola, il suo giocatore piu' interessante, e dunque l'unico in grado, in certe partite, di trovare la giocata vincente e regalare un po' d'ossigeno a una squadra intrappolata nel buio. Ma nulla, e lo stesso Fascetti lo ha poi riconosciuto negli spogliatoi, avrebbe potuto pareggiare i conti. Troppo evidente la differenza di struttura e di qualita' tecnica, oltre che tattica, tra le due formazioni. Per il Bari la chiave di volta e' stata lo svantaggio subito dopo appena dieci minuti di gioco. La necessita' di cambiare completamente atteggiamento, passando dall'idea di attesa per colpire di rimessa all'altra, faticosissima, di fare la partita e rimontare il gol su punizione di Totti (gravemente colpevole il portiere Mancini), ha fatto precipitare nell'oscurita' una squadra perfettamente cosciente dei propri limiti. Tuttavia e' insensato parlare di rivincita. La Roma ha dato uno scossone significativo a tutte le critiche che le si erano rovesciate addosso in seguito all'1 - 3 contro la Lazio. Ma ha solo fatto il suo dovere. I due gol di Totti (assolutamente imprendibile il secondo, quello del 3 - 1) rappresentano probabilmente la nota piu' lieta del pomeriggio giallorosso. In dubbio fino a pochi giorni prima della gara e messo duramente sotto accusa per la prova incolore nel derby, Totti ha reagito da grandissimo giocatore qual e'. Ora si aspettano repliche. Anche nelle partite che contano, contro avversari di primo piano. Buona la prestazione di Dal Moro (meglio nel primo tempo) e di Helguera, l'anno scorso protagonista della serie B spagnola e ieri lanciato da Zeman al posto di Di Biagio. Bene anche Paulo Sergio, ma piu' di tutti ha impressionato Cafu, davvero un'ira di dio. Forse gasato per i complimenti ricevuti venerdi' da Massimo D'Alema, segretario del Pds. Che considera il brasiliano come l'acquisto piu' azzeccato di tutta la rivoluzione romanista.

ZEMAN: "SIAMO STATI BRAVI" Sensi si dilunga su D'Alema e Fascetti se ne va sbuffando BARI - Il presidente della Roma, Franco Sensi, parla a ruota libera. Comincia da Francesco Totti ("Un grande giocatore, due grandi gol"), continua con l'analisi postuma della sconfitta con la Lazio. Poi si butta in politica e chiarisce le motivazioni della visita di D'Alema e le presunte reazioni di Gasparri e Storace. Una maretta un po' montata Ulivo - Polo. Fascetti si spazientisce nell'attesa, sbuffa e fa la conferenza altrove: "Avevo impostato una gara di contenimento. Il gol su punizione di Totti, dopo dieci minuti, ha fatto saltare tutto. La Roma? Manca qualcosa per essere una squadra di vertice". Ritornando alla Roma, si e' fatto attendere Zeman, solita sigaretta e solite risposte - sonnifero: "Mi aspettavo la reazione dopo la sconfitta nel derby? Certo. Col Bari e' stato facile? E' diventato semplice per merito nostro. Totti? Lo conosciamo da 5 anni". Totti insostituibile? E Zeman: "L'ho sostituito gia' col Bari, all'85'". Totti e' felice: "Bari mi porta bene: qui ho vinto l'oro nei Giochi del Mediterraneo e stavolta ho fatto due gol. Se penso a Maldini e alla nazionale? Resto con i piedi per terra".


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me