Coppa U.E.F.A. - Trentaduesimi di finale, andata
ROMA - DINAMO MOSCA 3-0
Roma, Stadio Olimpico
martedý 10 settembre 1996
ore: 20:30
 

invia una e-mail per i resoconti

 

Tabellino partita:
ROMA: Sterchele, Annoni, Trotta, Aldair, Tommasi, Lanna, Di Biagio, Thern, Totti (12'st Grossi), Balbo (32'pt Berretta),
Fonseca (34'st 
Bernardini). 
Allenatore: Bianchi. 

DINAMO MOSCA: Smetanin, Yakhimovic, Shtanyuk, Kolotovkin, Nekrasov, Grishin, Grishin, Kobelev, Tochilin (23'pt Tishkov), 
Kuznetsov (22'st Golisev), Chernyshev.
 Allenatore: Golodec.
 
 Arbitro: Sars (FRA).
 
 RETI: 7'pt Tommasi, 18'pt e 42' pt (R) Fonseca.
 NOTE: Espulso: 9'st Shtanyuk per doppia ammonizione, Ammoniti: Tommasi, Di Biagio,  Shtanyuk, Nekrasov.


FOTOTIFO





VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO
 








VIDEOCALCIO


Il servizio


  Il servizio
 

C'ERO PURE IO!
     

 

I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA







Corriere Della Sera

Roma in carrozza sull' asse Sterchele Fonseca

DINAMO TRAVOLTA: PORTIERE E ATTACCANTE PROTAGONISTI

ROMA . Va bene il calcio moderno, ma non si puo' ancora giocare senza portiere. Fosse riconoscente, la Roma dovrebbe prendere questo ragazzo, Smetanin, e fargli un bel regalo: una vacanza premio, una targa d' oro, un vitalizio, qualcosa del genere. Grazie a lui, un tipo alto, robusto, davvero il prototipo del bravo portiere (come ingannano le impressioni), i giallorossi potranno andare in gita libera a Mosca fra quindici giorni, rivedere il Cremlino, ripasseggiare sull' Arbat e chissa' che altro: 3 a 0 e' risultato comodo. E poi, sempre attraverso quel tipo, scoprono di avere un allenatore, Carlos Bianchi, fortunato come pochi. A Roma, nessuno ricorda di avere visto cose tanto sfacciate nel giro di dieci minuti solamente, nemmeno ai tempi beati di Liedholm, che pure a stellone stava messo niente male. Potra' sembrare strano, eppure il primo pensiero, dopo aver visto e memorizzato le papere di Smetanin, il portiere della Dinamo Mosca, e' corso verso Mazzone: fosse stato fortunato la meta' di Bianchi, il tecnico trasteverino, nei suoi tre anni di panchina, sarebbe forse riuscito a vincere pure uno scudetto. Tuttavia circoscrivere la Roma intorno al concetto peraltro astratto di formazione fortunata, sarebbe ingiusto e ingeneroso. Questa squadra, pur non trascinando le folle sul piano dello spettacolo, risulta essere piu' pratica di quella del passato, meno frivola sotto rete e piu' determinata caratterialmente. Certi interrogativi ancora restano in piedi, nonostante tutto: la Dinamo Mosca non vale certo il Piacenza, battuto in campionato sabato scorso, ma non vale nemmeno troppo di piu' . Restano in piedi, cosi' , i dubbi sull' effettivo valore della difesa: schierata anche ieri a quattro (Annoni, Trotta, Aldair e Lanna), la retroguardia giallorossa ha sofferto piu' del dovuto in diversi momenti della partita, manifestando in Annoni (non sempre, pero' ) e soprattutto in Trotta (ma a Bianchi, dal Velez, non avranno per caso spedito il gemello scarso?) distrazioni sulle quali il tecnico farebbe meglio a riflettere e a muoversi di conseguenza. Partita con le tre punte, la Roma al ventesimo si era gia' sistemata per il secondo turno. Totti, questa la stranezza rispetto alle previsioni della vigilia, giocava infatti sulla linea di Balbo e Fonseca, arretrando assieme agli altri due a seconda delle esigenze tattiche determinate dalla reazione dei russi dopo il doppio svantaggio. Bianchi, dunque, rischiava quasi tutto applicando un 4 3 3 baciato, come detto, dalla buona sorte. La palla colpita con lo stinco della gamba destra da Tommasi, al cross di prima intenzione sulla destra, doveva essere un esercizio da bambini per Smetanin, un compito da sbrigare alzando appena un braccio. Invece quella palla sbilenca e inguardabile finiva alle spalle del portiere russo. La stessa scena si ripeteva undici minuti dopo, al 18' , protagonista stavolta Fonseca, direttamente su calcio d' angolo. Tiro tagliato alla perfezione: nessuno avvertiva in tempo Smetanin, altro sonno e partita chiusa. Da quel momento, per quanto paradossale possa sembrare, la Roma e' andata in affanno a centrocampo, trovandosi costantemente in inferiorita' numerica, ma salvata da Sterchele. Cosi' Bianchi correggeva l' assetto della squadra sostituendo Balbo dopo mezz' ora (discreto coraggio) con Berretta, che andava ad eliminare lo squilibrio. La terza rete di Fonseca, su rigore sul finire del primo tempo, dava il tocco in piu' alla serata. ROMA 3 Sterchele 7 E. Annoni 6 Trotta 6 Aldair 7 Lanna 6,5 Tommasi 7 Thern 6,5 Di Biagio 7 Totti 6,5 Balbo 6 Fonseca 7,5 All.: C. Bianchi 7 DINAMO MOSCA 0 Smetanin 3 Yakhimovic 5 Nekrasov 5,5 Kolotovkin 6 Shtanyuk 4 Kobelev 6,5 S. Grishin 6,5 Cherishev 5 Kuztenov 6 A. Grishin 5,5 Tochilin 5 All. Golodets 5 Arbitro: Sars (Francia) 6,5 7' Gol: Tommasi, tiro cross, portiere ingannato 1 0 8' Sterchele salva su un tiro di S.Grishin 16' Kobelev dal limite, in angolo Sterchele 18' Gol: Fonseca su angolo beffa Smetanin 2 0 31' Di Biagio destro al volo fuori, angolo Totti 41' Gol: Fonseca, rigore, fallo Yakhimovic Totti 3 0 5' S.Grishin, punizione dal limite, respinge Sterchele 19' Fonseca, drop di destro alto 28 Thern, sinistro dal limite, blocca Smetanin Ammoniti: Nekrasov, Tommasi. Espulso: Shtanyuk 9' s.t. per doppia ammonizione. Sostituzioni. Roma: Berretta (6) per Balbo 31' p.t. Grossi (6) per Totti 12' s.t.; Bernardini (s.v.) per Fonseca 34' s.t.. Dinamo Mosca: Tishkov (5) per Tochilin 23' p.t.; Golisev (s.v.) per Kuztenov 22' s.t.. Spettatori: 46.647, incasso lire 1.443.107.000.


Bianchi conquista l' Olimpico

Il presidente Sensi: " Abbiamo scelto bene, e' un grande allenatore "

L' Olimpico consacra Carlos Bianchi. E applaude la squadra: cinica, spietata e fortunata come non accadeva da tempo. La definitiva promozione del tecnico argentino viene sancita da Sensi: "La Roma ha disputato una buona partita e Bianchi e' un grande allenatore", scandisce lentamente il presidente giallorosso. Il feeling tra i due, ormai, e' inossidabile. Sembra destinato a resistere nel tempo, mai Sensi si era sbilanciato cosi' tanto. Il binomio potrebbe finalmente riportare la squadra in alto: "Dobbiamo andare a Mosca e giocare con la stessa intensita' . La Dinamo e' una buona formazione, la Roma non e' ancora qualificata", avverte il tecnico. Che ringrazia il presidente per i complimenti ma sminuisce il suo ruolo: "Sono i giocatori che vincono o perdono le partite: questa sera hanno disputato una gara molto intelligente". Un Bianchi che non fa nulla per esaltarsi. E che ha tolto dal campo Balbo, Totti e Fonseca senza incorrere nelle ire dei tifosi: "Balbo era stanco, Fonseca non ce la faceva piu' ", spiega senza scomporsi. Una Roma operaia, quella del secondo tempo, che ha rinunciato ad arrotondare il punteggio pur di non incassare reti: "Perche' non ho inserito Delvecchio? Si e' fatto male nel corso del riscaldamento e quando gli ho chiesto di entrare mi ha risposto che non si sentiva bene". Cappioli e Dahlin sono finiti in tribuna. C' e' chi dice che siano in partenza. Ma il tecnico cerca di scacciare i dubbi: "Ma non l' ha visto. Eppure lei era all' allenamento: Cappioli e' andato via prima perche' si era infortunato", risponde al giornalista che gli chiedeva chiarimenti. E sullo svedese: "Debbo pensare all' uomo e al giocatore: se fra due o tre mesi dovesse andare via, bisogna dargli la possibilita' di disputare una coppa europea", aggiunge per far capire il motivo della sua esclusione. Fin qui, Bianchi. Ma anche Fonseca non e' da meno. "Sto bene fisicamente ma ho chiesto di uscire perche' sentito le gambe pesanti", dice confermando la tesi dell' allenatore. E poi, con un pizzico di malizia: "Finalmente ho fatto un ritiro che mi ha consentito di entrare in forma. Un ritiro molto faticoso e con tanti problemi. Perche' ? Non vi ricordate?", chiede seccato al cronista che gli pone la domanda. "Si diceva che mi volevano vendere per dieci lire ma che non si trovava nessuno squadra disposta a pagarle". Una rivincita, quella dell' uruguaiano, nuovamente acclamato dalla curva Sud dopo le contestazioni dello scorso anno. Fonseca chiede una cortesia: "Mia madre Maria e' stata operata. Non sta molto bene. Consentitemi di dedicarle questi due gol, le fara' piacere saperlo". Anche l' attaccante invita alla prudenza in vista del ritorno con la Dinamo: "Abbiamo molte possibilita' di qualificarci ma sarebbe un grosso errore pensare che tutto sia stato fatto. A Mosca dovremo giocare con cattiveria e determinazione". Tommasi e' gia' diventato l' idolo dei tifosi, gol a parte ha dimostrato di poter dare molto alla Roma. L' ex veronese e' giovanissimo e dotato di grande sincerita' : "Quel gol non l' ho cercato, e' stato casuale", ammette onestamente alludendo al diabolico traversone che si e' infilato alle spalle dell' imbambolato portiere russo. Che viene sonoramente bocciato anche dal tecnico della Dinamo, Adamas Golodets: "Ha commesso degli errori che, di solito, non fa mai. La qualificazione? Se prendiamo il loro portiere e diamo alla Roma il nostro, forse ce la facciamo", confessa amaramente. E Tommasi, senza scomporsi: "I nostri avversari in alcuni momenti ci hanno messo in seria difficolta' . Sono molto forti fisicamente ed a Mosca bisognera' stare attenti: cercheranno in ogni modo di ribaltare il risultato".


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me