XXXIV Giornata
ROMA - INTERNAZIONALE 1-0
Roma, Stadio Olimpico
domenica 12 maggio 1996
Ore: 16:00
 

invia una e-mail per i resoconti
 

Tabellino partita:
ROMA: Cervone, Aldair, Petruzzi, Lanna, Moriero, Di Biagio (40'st Cappioli), Thern, Statuto, Carboni, Totti (31'st Annoni), Delvecchio (43'st Balbo).

Allenatore: Mazzone.
 
Inter: Pagliuca, Bergomi (20'st Fontolan), M. Paganin, Fresi, Pistone, J. Zanetti, Ince, Manicone (1'st B. Carbone), Roberto Carlos, Ganz, Branca.

Allenatore: Hodgson.
 
Arbitro: Cesari.
RETE: 44'pt Di Biagio (R).


FOTOTIFO

Ultima partita di Carlo Mazzone con la Roma


























VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO





 


VIDEOCALCIO

Di Biagio Il servizio


 
 


 

I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA














Corriere Della Sera

Roma in festa. Inter? Chi l' ha vista

Di Biagio su rigore fulmina Pagliuca, i nerazzurri incapaci di replicare

All' Olimpico lo spareggio Europa premia i giallorossi, la banda Bergomi resta aggrappata ad un filo di speranza

ROMA . Intertoto, con buona pace di Hodgson, se Juve e Fiorentina non vinceranno le rispettive Coppe, scongiurando la mortificazione del torneo estivo per i neroazzurri, sfrattati dall' Europa nell' Olimpico giallorosso. Epilogo dunque penoso d' un campionato alterno, dove il petroliere Massimo Moratti, profusi 70 miliardi, ha ritenuto di scongelarli passando a sistemi calcistici anglo svizzeri, senza risultati concreti. Perche' al di la' dello sprint Uefa perduto su calcio di rigore parecchio avversato, la compagnia Bergomi appare imbolsita, cioe' incapace d' associare quanto meno forza agonistica agli schemi sbrindellati. Schemi? Per oltre mezz' ora, davanti ad una Roma tutta cuori e cori, ma altrettanto stonata, gli unici temi morattiani prevedono retropassaggi o proposte circolari, quasi temendo l' esposizione impudente verso lo sfaccendato Cervone. E l' azzeramento d' ogni criterio offensivo, ammette via via il recupero d' un po' d' aggressivita' giallorossa; del pressing sui portatori di palla opposti, che vanificano pure Zanetti, solitario lottatore. Insomma la dissolvenza neroazzurra lascia spazi per la festa d' addio di Carlo Mazzone, ammesso che non serva lo spareggio (contro il Parma) qualora viola e bianconeri fallissero i loro obiettivi. Festa coreografica sugli spalti e annunciata in campo dagli sprechi Moriero Statuto precipitosi nelle loro libere sintesi sotto misura. Festa centrata quando Fresi stoppa approssimativo un cross di Moriero, ignorato dall' arrembante Pistone, e Totti ne profitta dentro l' area puntando la porta. Fresi l' uncina, il baby romanista forse carica la caduta, ma non pare scandaloso punire l' ostruzione. Cosi' , assente Giannini (carriera giallorossa finita dopo 15 anni, come ricordano tanti striscioni di ringraziamento) e con Balbo in panchina, tocca a Di Biagio sfruttare quel rigore che vale quindici venti miliardi. Missione compiuta, anche se Pagliuca alza la traiettoria con il piede sinistro, dando per un attimo l' illusione morattiana dell' interferenza propiziatoria. Addio Inter? Bah, i problemi stagionali del gruppo Sensi sono spesso sopraggiunti insieme ai provvisori vantaggi. E allora mister Hodgson prova ad azzardare l' ultima carica, aggiungendo l' estro propulsivo di Carbone laddove Manicone non azzeccava nulla. Mossa teoricamente esatta: la Roma si rintana subito secondo antichi vizi; e perfino Bergomi alleggerisce le sofferenze che provocano certe variazioni di Delvecchio per infilare la centrata coraggiosa. Petruzzi liscia; pero' l' ex Branca, stralunato, allunga uno straccio dal piede mancino per spolverare appena Cervone. Lo sgorbio tecnico va nel mucchio d' una rappresentazione che sottrae due miliardi e seicento milioni complessivi ai consumi della cittadinanza; e che Sacchi guarda con intuibile entusiasmo. Tuttavia, la folla romanesca non sottilizza e innalza il canoro "l' avemo imbriacati", ringalluzzita da due successivi numeri di Delvecchio, abile nell' aggirare ritualmente Massimo Paganin senza rattristare Pagliuca. Che poi tiene una punizione rasoterra, salvo ipnotizzare Statuto liberato al gol dal solito ex interista qui amato. Saltano i nervi neroazzurri. Qualsiasi ritocco (entra Fontolan, esce Bergomi) sortisce l' identico effetto d' ammassare centralmente palloni per la delizia d' Aldair, che annienta l' accoppiata Ganz Branca, raddoppiando all' occorrenza Petruzzi e Lanna. Possibile? Possibile che Ince diventi degno di nota giusto mentre placca malamente Totti? Ne deriva un assembramento di litiganti, risolto dall' arbitro Cesari con l' espulsione di Carlos e Statuto, i piu' maleducati. La Roma stremata rinforza gli ormeggi, usa il subentrato Annoni come guastatore esterno, piomba felice in dirittura d' arrivo. Certo, e' raggelante il tentativo d' autogol di Petruzzi, assaltatore esterno Pistone. Certo, e' comico Pagliuca, slittato a meta' campo da tiratore innocuo. Comunque la festa di Mazzone e' salva. Grazie sor Carlo e buona fortuna altrove. ROMA 1 Cervone 6,5 Aldair 7 Petruzzi 6 Lanna 6,5 Moriero 6 Di Biagio 6,5 Thern 6,5 Statuto 4 Carboni 6,5 Totti 6,5 Delvecchio 6,5 All.: Mazzone 6,5 INTER 0 Pagliuca 6,5 Bergomi 5 Fresi 5,5 M. Paganin 5 Pistone 6 Zanetti 6,5 Manicone 5 Ince 5 R. Carlos 4 Branca 5 Ganz 5 All. Hodgson 5 Arbitro: Cesari (Picchio 6,5, De Santis 6,5) 15' : Delvecchio scontro con Pagliuca, palla persa 35' : Di Biagio destro su punizione, Pagliuca respinge con i pugni 40' : Statuto solo destro, Pagliuca respinge 44' Gol: Di Biagio su rigore, fallo di Fresi su Totti 1 0 2' : Branca svirgola sinistro davanti a Cervone che rimedia 5' : Delvecchio destro su Pagliuca in uscita 30' : Ince schiaccia di testa su cross Fontolan, para Cervone 35' : Annoni scende e tira, Paganin devia in angolo Ammoniti: Pagliuca, M. Paganin e Ince. Espulsi: Carlo e Statuto al 25' s.t. Sostituzioni. Roma: Annoni (s.v.) 29' s.t. per Totti; Cappioli (s.v.) 40' s.t. per Di Biagio; Balbo (s.v.) 42' s.t. per Delvecchio. Inter: Fontolan (5) 18' s.t. per Bergomi; Carbone (5) s.t. per Manicone. Recuperi: 2' piu' 5' .

IL PRESIDENTE INDECISO SULL' INTERTOTO
Moratti furioso: "Penalty inventato" Hodgson: "I miei non hanno grinta"

ROMA . Un rigore che decide e' quasi sempre un rigore contestato. Soprattutto quando decide una partita spareggio all' ultima di campionato, partita che vale miliardi e palcoscenici internazionali. A questa regola perfino due inappuntabili come Massimo Moratti e Roy Hodgson non riescono a sottrarsi, nel giorno dell' illusione svanita. Il presidente dell' Inter parla di "rigore completamente inventato. Per una sfida cosi' importante e delicata forse era il caso di mandare un arbitro diverso". Reazione pesante, rabbiosa, che pero' non puo' servire da alibi ad una squadra che nella domenica decisiva ha sbagliato tutto. "Ora speriamo nella Juve e nella Fiorentina . ha continuato Moratti . aspettiamo di vedere come andranno a finire le Coppe, dopodiche' ci regoleremo per l' eventuale Intertoto". Questo sembra essere un piccolo passo indietro. La partecipazione all' Intertoto inizialmente non era stata messa in discussione da Moratti, ora invece l' orientamento ha tutta l' aria di essere cambiato. Per l' Inter e' comunque una botta difficile da assorbire: solo Juve e Fiorentina possono veramente salvare i nerazzurri. Anche Hodgson e' nero, decisamente lontano dal signore impeccabile a cui siamo stati abituati. "Sono curioso di vedere cosa scriverete domani (oggi, n.d.r.) sui giornali in merito a quanto e' successo al 44' del primo tempo. Dalla tribuna dove siete si vede molto meglio...". Gli fanno notare che comunque Pagliuca ha fatto cinque sei parate vere e Cervone nemmeno una: questo vorra' pure dir qualcosa. "Giusto, noi non abbiamo giocato bene, anzi non abbiamo giocato affatto, e per questo mi ritengo molto deluso. Specialmente nel primo tempo l' Inter e' mancata, si e' limitata ad un calcio carino, senza quella rabbia e quella determinazione agonistica che io invece avevo chiesto. Nella ripresa le cose sono un po' cambiate: noi abbiamo cercato di attaccare esponendoci al contropiede. Ma la prestazione che dovevamo tirar fuori per vincere la partita e scavalcare la Roma onestamente era un' altra". Parziale respiro di sollievo per il presidente della Roma Sensi. "Ancora non possiamo festeggiare l' ingresso in Europa, ma lo spareggio col Parma ci regala una grande possibilita' in piu' . Faremo il tifo per Juve e Fiorentina, perche' non sarebbe male se anche una sola delle due ci evitasse quella coda".

ADDII E CONTESTAZIONI
Mazzone, giro d' onore in curva Tifosi di Giannini contro Sensi

ROMA . (g.to.) "Ho pensato a molte cose, ma non ho pensato ad un addio o a un arrivederci. Sono andato sotto la curva dei nostri tifosi semplicemente per ringraziare tutti quelli che in questi miei tre anni di Roma mi hanno voluto bene e mi hanno sostenuto, specialmente nei momenti piu' difficili". Carlo Mazzone e l' ultima volta all' Olimpico. Il tecnico trasteverino si e' congedato ieri dopo una bella vittoria e una bella festa: la curva sud, prima della partita, gli ha dedicato due striscioni (uno in comproprieta' con Giannini): "Peppe, Carletto, l' amore non sempre paga" e "In panchina un gladiatore, nella vita un gran signore" e una lunga ovazione alla fine della partita vinta sull' Inter. Brutto episodio, invece, all' ingresso degli spogliatoi: un gruppetto di ultra' ha infatti pesantemente contestato il presidente giallorosso Sensi per non aver rinnovato il contratto a Giannini. La gazzarra ha rischiato di degenerare, e' stato necessario l' intervento delle forze dell' ordine per evitare il peggio. Melli Franco


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me