IV Giornata
REGGIANA
-
ROMA 1-4

Reggio nell'Emilia, Stadio Giglio
domenica 25 settembre 1994
Ore 15:00

invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:
REGGIANA: Antonioli, Gregucci, Zanutta, Cherubini, Sgarbossa (35'pt Cozza), De Agostini, Esposito, Oliseh, Dionigi, Futre (26'st Mateut), De Napoli.
In Panchina: Sardini, Parlato, Accardi.

Allenatore: Marchioro.
 
ROMA: Cervone, Annoni (41'st Benedetti), Lanna, Statuto (16'st Maini), Aldair, Carboni, Moriero, Piacentini, Balbo, Cappioli, Fonseca.

In Panchina: Lorieri, Colonnese, Totti.

Allenatore: Mazzone.
 
Arbitro: Cesari di Genova.

RETI: 17'pt (R) e 22'pt Balbo, 8'st De Agostini, 18'st Fonseca, 30'st Moriero.

NOTE: Ammoniti: Gragucci, Zanutta, De Agostini, Oliseh, Dionigi, Moriero, Spettatori: 14.350.

 

FOTOTIFO











VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO


 



VIDEOCALCIO

Balbo 1 Balbo 2
Fonseca
Moriero Il servizio










I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA






Corriere Della Sera

Balbo Fonseca viaggiano a 3 gol a partita

Reggiana vs Roma 1 a 4, arbitro Cesari, marcatori: 2 Balbo, De Agostini, Fonseca, Moriero. ma la festa della Roma e' rovinata dal fallaccio di Gregucci: frattura del perone per Statuto. Marchioro, panchina a rischio

Reggio Emilia neppure il discreto ritorno di Futre dopo dieci mesi e' bastato alla Reggiana per conquistare il primo punto in campionato. Scatenati i "gemelli" giallorossi

REGGIO EMILIA . Attenti a quei due! Sei gol della premiata ditta Balbo Fonseca negli ultimi 180' e la Roma vola. In attesa del posticipo serale all' Olimpico, dopo 11 anni i giallorossi assaporano per un quarto d' ora il primato in solitudine (fino al vantaggio della Juve sulla Samp) e si ritrovano comunque in vetta alla serie A, un evento che non accadeva da otto stagioni (anche allora, guardacaso, in condominio coi bianconeri di Torino). La Reggiana si arrende inevitabilmente alla maggiore potenza offensiva degli avversari e continua a inseguire il primo punto in classifica, ma puo' consolarsi almeno col recupero di Futre, il fantasista portoghese che da dieci mesi non giocava una partita ufficiale. A turbare il largo successo giallorosso e l' ebbrezza dell' alta classifica e' arrivato il brutto infortunio capitato a Statuto, colpito alle spalle da Gregucci, che ha poi chiesto pubblicamente scusa per l' intervento. Un fallo che avrebbe meritato l' espulsione, unico neo nella buona direzione dell' arbitro Cesari. Frattura del perone destro la diagnosi del dottor Alicicco, comunque ottimista sui tempi di recupero: trenta giorni di gesso e altri trenta di rieducazione dell' arto prima di rivedere in campo lo stantuffo giallorosso. Auguri. E stata una partita divertente, che la Roma ha controllato con disinvoltura grazie alla grinta di una difesa impeccabilmente diretta da Aldair, alla infaticabilita' di un centrocampo sorretto dai polmoni di Statuto e Piacentini e illuminato dai lanci di Cappioli, alla pericolosita' sulle fasce di Carboni e soprattutto Moriero e alla inesorabile capacita' di Balbo e Fonseca di mettere in crisi la retroguardia avversaria. Una bella Roma. C' era curiosita' per l' imbarazzo in cui Mazzone si cala ormai ogni domenica per scegliere lo straniero da mandare in tribuna. Stavolta e' toccato a Thern ed e' probabile che in futuro il dilemma si restringa ad Aldair e al centrocampista svedese perche' sembra francamente impossibile lasciare fuori Balbo o Fonseca. Appreso in mattinata che Marchioro aveva deciso di lanciare Futre sin dall' avvio, il mister di Trastevere non ha avuto dubbi: dentro il difensore brasiliano e fuori Thern. Una decisione azzeccata perche' Aldair e' stato in grado di garantire solidita' e tempismo all' intero reparto. A schiudere alla Roma le porte della vittoria ha provveduto in larga parte Antonioli, dapprima atterrando forse inutilmente Fonseca e poi facendosi sorprendere dal calcio piazzato con cui Balbo completava la sua "doppietta" domenicale. Il largo vantaggio regalava sicurezza e tranquillita' alla Roma, che sfiorava un paio di volte il terzo gol prima di regalare alla Reggiana la rete della speranza con un difettoso schieramento della barriera, nella quale si infilava il missile scagliato su punizione dal sinistro di De Agostini. Gli emiliani intravvedevano la possibilita' di raddrizzare il risultato e si proiettavano in un generoso ma confuso arrembaggio, al quale finiva pero' per mancare l' apporto di Futre. Destinato a disputare soltanto uno scampolo di partita, il portoghese s' era prodigato in scatti e serpentine per l' intero primo tempo e ormai boccheggiava di fatica. Fioccavano i falli e le ammonizioni, compresa quella a Gregucci per il brutto intervento su Statuto, mentre lo stadio diventava una bolgia di incitamenti alla squadra di casa. A placare l' atmosfera, che rischiava di arroventarsi pericolosamente, provvedeva Fonseca, scattando sul lancio di Moriero nel deserto della metacampo emiliana per bruciare Zanutta e battere Antonioli. Il quarto gol premiava la vivacita' di Moriero, il folletto che Mazzone ha voluto portare a tutti i costi nella capitale, prontissimo a scattare per ricevere l' assist di Balbo, che aveva sradicato il pallone dai piedi di Gregucci. REGGIANA 1 4 ROMA MARCATORI: Balbo al 17' (rigore) e al 22' p.t.; De Agostini all' 8' Fonseca al 18' e Moriero al 29' s.t. Antonioli 5 Gregucci 4 Zanutta 5 Cherubini 6,5 Sgarbossa 5 Cozza dal 35' p.t. 5,5 L. De Agostini 6 Esposito 6 Oliseh 5,5 Dionigi 5 Futre 6 Mateut dal 25' s.t. 5,5 De Napoli 5 Cervone 6,5 Annoni 6,5 S. Benedetti dal 41' s.t.s.v. Lanna 6 Statuto 6,5 Maini dal 15' s.t. 6 Aldair 7 Carboni 6 Moriero 7 Piacentini 6 Balbo 7,5 Cappioli 6,5 Fonseca 7 ARBITRO: Cesari 6 SPETTATORI: paganti 3.754 per un incasso di L. 185.340.000. Abbonati 10.596 per una quota di L. 429.923.824. NOTE: Ammoniti Dionigi, Moriero, Gregucci, Oliseh Allenatore: Marchioro Allenatore: Mazzone

Marchioro, panchina a rischio
REGGIO EMILIA . (m.gh.) In testa alla classifica della serie A non c' era mai stato. "Mi era capitato soltanto in serie B e C . confessa Mazzone . ma quello che conta non e' un primato che potrebbe essere provvisorio ma il modo in cui abbiamo vinto una partita difficile. E stata una battaglia, nonostante il largo risultato, e sino al gol di Fonseca ho temuto che la Reggiana potesse agguantarci. A rovinarmi la domenica e' arrivato purtroppo l' infortunio di Statuto, che dovra' restare fuori per un paio di mesi". Sul fronte opposto c' e' chi insinua che la panchina di Marchioro sarebbe in pericolo. "Nonostante la sconfitta . dice il tecnico . ho intravisto dei miglioramenti".


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me