XXVI Giornata
LAZ
IO
-
ROMA 1-0

Roma, Stadio Olimpico
domenica 6 marzo 1994
Ore 20:30

invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:
LAZIO: Marchegiani, Negro, Bacci, Di Matteo, Bonomi, Bergodi (5'pt Favalli), Fuser, Winter, Boksic, Gascoigne (24'pt Di Mauro), Signori.
In Panchina: Orsi, Sclosa, Casiraghi.
Allenatore: Zoff.
 
ROMA: Cervone, Garzya, Lanna, Mihajlovic, Aldair, Carboni, Cappioli, Piacentini (1'st Totti), Balbo, Giannini, Bonacina (19'st Scarchilli).
In Panchina: Pazzagli, Comi, Berretta.
Allenatore: Mazzone.
 
Arbitro: Luci di Firenze.
RETE: 6'pt Signori.
NOTE: Ammoniti: Negro, R. Bacci, Signori, Bonacina, Garzya, Carboni, Spettatori: 69.886, Giannini ha fallito un calcio di rigore.
 

FOTOTIFO












VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO
 









VIDEOCALCIO

Il gol di Signori L'errore di Giannini dal dischetto Il servizio



Il servizio


"Olimpico quasi pieno, per un derby duro e cattivo, fatto di spintoni e falli non proprio ortodossi. In campo, scendono due squadre distanti nove punti in classifica. Una voragine tra Lazio e Roma che anche le memorie piu' ferree non riescono a ricordare. I giallorossi non ci stanno mentre i biancazzurri hanno voglia di chiudere il match il prima possibile. Nelle zuffe che si susseguono, chi ha la peggio sono i laziali. Prima esce Bergodi sorretto a braccia. Signori diventa il capitano e, qualche istante piu' tardi, segna la rete che risulterÓ decisiva. Una botta al volo e Cervone ha soltanto il tempo di vedere la palla entrare in rete. Poi, e' la volta di Gascoigne che rimedia un colpo alla schiena e deve abbandonare il terreno di gioco. Il campione inglese e' sorretto da Signori: ha una smorfia di dolore dipinta sul viso, cammina con passo lento, si regge il fianco, piange, ripreso dalle telecamere. Si va avanti cosi' , purtroppo: di gioco se ne vede poco, ma, in compenso, i cartellini gialli sono tanti. La Lazio, dopo aver riposto nel cassetto sogni proibitivi, insegue la coppa Uefa; la Roma ha sete di punti, il baratro della serie B e' lý, ad un passo. Gli ingredienti per non vedere un derby alla camomilla ci sono tutti. Ridimensionata dagli infortuni, la Lazio non e' stata piu' in grado di dare la spinta necessaria alla partita; la Roma ha continuato a spingere, a tentare in tutte le maniere la via della rete. Ma Giannini, alle dieci di ieri sera ha fallito la pi¨ ghiotta delle occasioni. Quando mancavano quindici minuti alla fine dell' incontro ha avuto la palla per pareggiare il conto e togliere la Roma da una situazione che e' diventata drammatica. "Serie B, serie B" gridavano i tifosi biancocelesti mentre il giallorosso si trovava solo al cospetto di Marchegiani per calciare il penalty. Lo ha mancato, meglio se l' e' fatto parare, tra l'ovazione della gente laziale. La Lazio vince il derby e si avvicina all'obiettivo prefissato di entrare in Europa, per la Roma un'amara serata".
(tratto da Laziowiki.org)


I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA






Corriere Della Sera

Signori e Giannini inguaiano la Roma

Lazio vs Roma 1 a 0, marcatori Signori; tra falli e cattiverie il pianto di Gascoigne

I GIALLOROSSI SUBITO IN SVANTAGGIO ATTACCANO INVANO. PALO DI BALBO, PRODEZZE DI MARCHEGIANI
L' azzurro segna un gol capolavoro, il Principe sbaglia un rigore: derby alla Lazio

LAZIO 1 0 ROMA MARCATORI: Signori al 7' p.t. Marchegiani 8 Negro 5,5 Bacci 6 Di Matteo 5,5 Bonomi 6 Bergodi s.v. Favalli dal 5' p.t. 6 Fuser 6,5 Winter 6,5 Boksic 7 Gascoigne s.v. Di Mauro dal 15' p.t. 5 Signori 7 Cervone 6 Garzya 5 Lanna 6 Mihajlovic 6,5 Aldair 6 Carboni 6 Cappioli 6 Piacentini 5 Totti dal s.t. 6,5 Balbo 5 Giannini 5 Bonacina 5 Scarchilli dal 25' s.t.s.v. ARBITRO: Luci 7 SPETTATORI: paganti 33.881, incasso L. 1.476.455.000, abbonati 36.005, quota L. 950.622.000. NOTE: ammoniti Negro, Bonacina, Garzya, Bacci, Signori, Carboni Allenatore: Zoff Allenatore: Mazzone

ROMA . Ne' Principi, ne' Signori. Ma tanta cattiveria, quella si' . Con calci e spintoni che hanno cominciato a volare subito, fin dal primo minuto di questo derby formato notturno. Olimpico quasi pieno, striscioni poco spiritosi, soltanto volgari che poi i tifosi hanno riposto immediatamente, perche' avevano un unico ritornello: la mala educazione. Soltanto due possono essere citati. Uno incita: "Balliamo sui lupi"; l' altro e' caritatevole nei confronti dei colori giallorossi. Dice: "Salviamoli, sono in via di estinzione". In campo, scendono due squadre distanti nove punti in classifica. Una voragine tra Lazio e Roma che anche le memorie piu' ferree non riescono a ricordare. Ecco spuntare l' acredine: i giovanotti di Mazzone non ci vogliono stare; il gruppo di Zoff vorrebbe chiudere il conto in un amen. Nelle zuffe che si susseguono, chi ha la peggio sono i laziali. Prima esce Bergodi sorretto a braccia. Signori diventa il capitano e, qualche istante piu' tardi, azzecca il terno. Una botta al volo e Cervone ha soltanto il tempo di vedere la palla entrare in rete. Poi, e' la volta di Gascoigne che rimedia un colpo alla schiena e deve abbandonare l' Olimpico tra i cori non certo oxfordiani della curva sud. Il ragazzone inglese e' sorretto da Signori: ha una smorfia di dolore dipinta sul viso, cammina con passo lento, si regge il fianco, piange. Le telecamere lo inquadrano e si vede chiaramente che il vecchio guascoine ha le lacrime che gli rigano il viso. Perche' fischiarlo? Corre in ospedale, perche' si teme che possa esserci una lesione interna. La Roma sportiva, invece, vuole rivederlo presto in campo. Si va avanti cosi' , purtroppo: di gioco se ne vede poco, ma, in compenso, i cartellini gialli sono tanti. Peccato! Perche' Roma, dopo aver offerto ai romani una mattinata ed un pomeriggio incantevoli, con temperature primaverili, aveva continuato a venire incontro alla folla. Serata tiepida, nemmeno un filo di vento, il prato e' un biliardo. E allora? Forza: siano i nostri eroi all' altezza della situazione, dimostrino che le centinaia di milioni guadagnati in periodo di crisi economica sono almeno sudati. La Lazio, dopo aver riposto nel cassetto sogni proibitivi, insegue la coppa Uefa; la Roma ha sete di punti, il baratro della serie "B" e' li' , ad un passo. Gli ingredienti per non vedere un derby alla camomilla ci sono tutti. Beh, a dire il vero una inversione di tendenza c' e' stata. Nelle ultime sette stracittadine, sul pareggio si poteva scommettere dopo cinque minuti di gioco. Stavolta, il ritornello e' cambiato. Immediatamente. La "x" non era il segno sicuro: poteva starci, ma non era scontato al cento per cento. Una svolta, non c' e' dubbio. Importante, d' accordo. Pero' l' acredine e la cattiveria sono subito diventate protagoniste. Calci, spintoni, invettive, male parole. Con l' arbitro costretto ad intervenire con mano pesante. Nella seconda parte della gara, il leit motiv del derby non e' cambiato di una virgola. Ridimensionata dagli infortuni, la Lazio non e' stata piu' in grado di dare la spinta necessaria alla partita; la Roma ha continuato a spingere, a tentare in tutte le maniere la via della rete. Ma il Principe giallorosso, al secolo Giannini Giuseppe, alle dieci di ieri sera ha definitivamente abdicato. Quando mancavano quindici minuti alla fine dell' incontro ha avuto la palla per pareggiare il conto e togliere la Roma da una situazione che ora e' diventata drammatica. "Serie B, serie B" gridavano i tifosi biancocelesti mentre il nobile eroe giallorosso si trovava solo al cospetto di Marchegiani per calciare il penalty. Lo ha mancato, meglio se l' e' fatto parare. Ed e' in quel preciso momento che i Signori hanno vinto ed i Principi sono scesi dal trono. Definitivamente.


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me