XXXIII Giornata
INTERNAZIONALE - ROMA 2-2
Milano, Stadio San Siro
sabato 23 aprile 1994
Ore 16:00

invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:
INTER: Zenga, Bergomi, Fontolan, Jonk, A. Paganin, Battistini, Orlando, Manicone, Berti, Bergkamp, Ruben Sosa (28'st Bianchi).
In Panchina: Abate, M.Paganin, Dell'Anno, Ferri.
Allenatore: Marini.
 
ROMA: Cervone, Festa (28'st Totti), Aldair (1'st Garzya), Mihajlovic, Lanna, Carboni, HaesslerPiacentini, Rizzitelli, Giannini, Cappioli.
In Panchina: Pazzagli, Comi, Bonacina.
Allenatore: Mazzone.

Arbitro: Ceccarini.

RETI: 14'pt Giannini, 22'pt Fontolan, 25'st Berti, 35'st Cappioli.
NOT: Ammoniti: Piacentini, Giannini.
 

FOTOTIFO













VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO


 



VIDEOCALCIO

Giannini Cappioli Il servizio



Il servizio






I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA







Corriere Della Sera

Inter e Roma, innocenti evasioni

il pareggio accontenta entrambe le squadre. il personaggio: Nicola Berti e' l' uomo in piu' davanti a Sacchi: " pero' ho mancato il gol della vittoria "

A San Siro come a Cagliari anticipo vuol dire pareggio: ora i nerazzurri sono quasi al sicuro, i giallorossi quasi in Europa

MILANO . Spinta due volte sulla strada che conduce all' inferno, l' Inter e' riuscita in qualche modo a salvarsi e poi persino ad illudersi di essere in pace con la propria coscienza e con i numeri, prima di sbagliare ancora. Cosi' fra i nerazzurri e la Roma e' finita nel modo piu' scontato, con un pareggio che fa comodo a tutti, anche se non risolve i problemi di nessuno. L' Inter non puo' ancora dire di essere salva, ma e' a un passo dal traguardo; la Roma non e' in Coppa Uefa, ma puo' continuare a sperare nell' Europa, in attesa di ricevere i granata fra otto gioni. Se il pareggio era annunciato, a San Siro si e' visto comunque un 2 2 decoroso e non privo di colpi di scena anche divertenti. A cominciare dal gol di Giannini, che ha portato in vantaggio i giallorossi al 14' , dopo un gol sfiorato da Sosa (10' , pallone respinto da Cervone) e un erroraccio di Haessler, che ha calciato l' aria davanti a Zenga. Giannini, l' uomo del "marciatore" Jonk, non ha sbagliato l' assist di Rizzitelli e l' Inter, sotto di un gol, ha cominciato a vedere i fantasmi. Pero' non si e' disunita, ha trovato la forza per evitare i fischi della gente, sfiorare il pareggio su una punizione (17' ) e su una conclusione al volo di Sosa (22' ), raggiungerlo con un colpo di testa di Fontolan, sul quale Cervone non e' apparso impeccabile. Il primo tempo e' scivolato verso la conclusione con la Roma padrona del campo, meglio disposta, piu' rapida e piu' brava nel far girare il pallone e con Rizzitelli sempre in grado di mettere in difficolta' il suo controllore, Paganin I, mentre nel centrocampo nerazzurro . a parte lo straordinario contributo anche dinamico di Berti, capace di essere ovunque . la giornata no di Jonk e le difficolta' di condizione di Manicone aprivano spazi troppo ampi a favore dei centrocampisti giallorossi. Bergkamp tornava alle origini, impalpabile e poco disposto a combattere ma, per fortuna di Marini, c' era Sosa, mentre Fontolan, da terzino sinistro, non si risparmiava. Prima di andare al riposo, Orlando, in un goffo intervento in area, metteva a terra Carboni. Ceccarini concedeva il rigore, San Siro tremava di paura, Mihajlovic andava sul dischetto, ma la sua mira era catastrofica: Zenga a sinistra, pallone a destra e a lato. Perche' Mihajlovic, che e' il terzo rigorista della Roma (o il sesto)? Giannini era stato esentato, dopo l' errore nel derby; Balbo era in tribuna, dopo una notte insonne, per colpa del fuso (mercoledi' aveva giocato Argentina Marocco 3 1). Si sarebbe potuto puntare anche su Hassler, Carboni e Cappioli, ma Mihajlovic quest' anno non ha ancora segnato e i compagni volevano regalargli questa soddisfazione perche' , si sa, a fine stagione si e' tutti piu' buoni. Ha poi detto Mazzone: "Non ci casco piu' . Giannini avra' anche sbagliato nel derby, ma non dovevo cambiare". Senza una squadra costretta ad inseguire, la ripresa e' stata una noia assoluta nella prima meta' . Berti pagava l' eccessivo dispendio d' energie del primo tempo e l' Inter, senza l' unico uomo capace di trascinarla, non riusciva ad imporre il gioco; la Roma (senza Aldair, sostituito da Garzya) non attaccava, temendo di finire infilata in contropiede. Ma a riaccendere la partita ci pensava l' arbitro Ceccarini, con una punizione indiretta in area, per una ostruzione su Bergkamp, deviata in angolo da Cervone (esecuzione di Sosa al 24' ). Quaranta secondi dopo, arrivava il raddoppio nerazzurro: lancio di Bergomi, pasticcio in area, blocco di Sosa, tocco vincente di Berti. Ma l' Inter, nei venti minuti successivi, faceva di tutto per non vincere: paralizzata dalla paura, la squadra di Marini arretrava fino ad arroccarsi davanti all' area. La scelta di Mazzone di mandare in campo Totti ad affiancare Rizzitelli in attacco e quella (obbligata) di togliere Sosa, in riserva, per Bianchi, metteva in difficolta' la difesa dell' Inter. E, quando Mihjalovic scattava sulla sinistra, trovava un' autostrada. Il suo tiro veniva deviato in rete da Cappioli: 2 2, che nemmeno un tiro di Berti, deviato in angolo da Cervone (41' ) riusciva ad alterare. Cosi' Mazzone poteva raccontare di aver raccolto "un punto importante, nella corsa alla zona Uefa, anche se sarebbe stato meglio vincere. Purtroppo nella ripresa non abbiamo avuto la stessa lucidita' del primo tempo". Piu' deluso Marini: "A 31 punti, dovremmo essere a posto, ma la Roma con questo pareggio non ha rubato nulla. I gol che continuiamo a prendere non sono certo soltanto colpa della difesa". E adesso avanti con il Salisburgo, finale di andata di Coppa Uefa, senza Shalimov e Fontolan. Martedi' a Vienna, contro la squadra di Otto Baric (in tribuna), in ottima forma fisica, l' Inter di fine aprile non basta. INTER 2 2 ROMA MARCATORI: Giannini al 14' , Fontolan al 22' p.t.; Berti al 25' , Cappioli al 35' s.t. Zenga 6 Bergomi 6 Fontolan 6,5 Jonk 5 A. Paganin 5 S. Battistini 6 An. Orlando 5 Manicone 5,5 Berti 7 Bergkamp 5 Sosa 6,5 A. Bianchi dal 28' s.t. s.v. Cervone 6 Festa 6 Totti dal 28' s.t. s.v. Aldair 5 Garzya nel s.t. 6 Mihajlovic 6 Lanna 6 Carboni 6 Haessler 6 Piacentini 5,5 Rizzitelli 6,5 Giannini 6,5 Cappioli 6 ARBITRO: Ceccarini 6,5 SPETTATORI: 8.192 paganti, incasso 254.637.000 lire; 34.403 abbonati, quota 1.034.181.946 lire NOTE: ammoniti: Piacentini, Giannini Allenatore: Marini Allenatore: Mazzone

Berti e' l' uomo in piu' davanti a Sacchi "Pero' ho mancato il gol della vittoria"

MILANO . Il presente e il futuro dell' Inter nel segno di Nicola Berti, 27 anni, compiuti il 14 aprile, scapolo d' oro, carattere guascone e anche un po' testardo. Sei mesi lontano dai campi per la rottura del legamento del ginocchio destro (8 settembre a San Siro contro la Cremonese), un incidente grave. Ma lui, il giorno dopo, era gia' pronto a promettere: "Voglio essere in campo entro marzo". Adesso, dopo il pareggio contro la Roma, spiega come e' riuscito a tornare grande e ad essere non soltanto l' uomo in piu' di questa Inter malandata, ma anche il giocatore che potrebbe fare la differenza nella nazionale di Sacchi. "Costanza, idee chiare, entusiasmo e voglia di ritornare al piu' presto possibile a calciare un pallone. E poi tanti sacrifici, insomma non mi sono proprio risparmiato in questi mesi. Essere ritornato in forma non e' poi una sorpresa, soprattutto per me; avevo cominciato bene la stagione, sto solo continuando". Sacchi lo ha gia' inserito nella lista dei trentuno azzurrabili, gli Stati Uniti e il Mondiale non sono ancora un sogno proibito, semmai un argomento che Berti preferisce non commentare. "Pensiamo al presente, questo punto conquistato contro la Roma e' importante, permette di allontanarci dalla zona pericolosa della classifica e guardare con un certo ottimismo alla finale di Coppa Uefa. Ma non voglio prendere in considerazione quello che succedera' dopo, della nazionale e del contratto con l' Inter ci preoccuperemo piu' avanti". Berti resta un giocatore non logorato dalle tensioni del campionato, con idee chiare e freschezza atletica. Lo conferma Giampiero Marini: "Adesso Berti e' il piu' forte centrocampista che abbiamo in Italia. Sta bene fisicamente, ma Berti, non lo scopriamo oggi, e' il classico centrocampista che sa anche offendere senza palla. L' uomo in piu' in una squadra. Dico questo non per raccomandarlo a Sacchi che non ne ha proprio bisogno". Il c.t. ieri era in tribuna, da alcune partite lui e i suoi collaboratori stanno seguendo l' interista attentamente. Ma non sono gli unici. Seguono Berti anche il Barcellona, che ha gia' fatto proposte concrete e, da cinque partite, gli osservatori della Juve. A tutti Berti risponde con il solito entusiasmo e con i gol (contro la Roma il terzo, dopo Lecce e Cagliari): "La rete ai giallorossi e' stata bella, un gol di intuizione, come li faccio spesso. Peccato che a quattro minuti dalla fine abbia mancato una buona occasione. Avessi buttato il pallone in rete sarebbe stata una grande giornata". Pazienza, il futuro promette bene, Sacchi lo segue, Ottavio Bianchi lo guarda, Pellegrini sta valutando l' opportunita' di investire qualcosa come quattro miliardi su Berti piuttosto che risparmiarne otto e mezzo sul parametro: il giocatore e' una garanzia. Anche per il futuro dell' Inter.


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me