Coppa U.E.F.A. Trentaduesimi di finale ritorno
ROMA - WACKER INNSBRUCK 1-0
Roma, Stadio Olimpico
mercoledý 30 settembre 1992
Ore 19:00


invia una e-mail per i resoconti
 



Tabellino partita:
ROMA: Cervone, Garzya, Nela (1'st Bonacina), Piacentini, Aldair, Comi,
Caniggia (14'st Rizzitelli), Haessler, Carnevale, Giannini, Salsano.

Allenatore: Boskov.

WACKER INNSBRUCK: Oraze, Russ, Streiter, Wazinger, Lesiak,
Schneider, Kirchler, Baur, Danek, Been (29'st' Hoertnagel),
Westerthaler (35'st' Lorenz).

Allenatore: Elsner.

RETE: 6'st Haessler.
 
NOTE: Ammonito: Streiter.



FOTOTIFO







VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO



 
 


VIDEOCALCIO

Haessler Servizio
Sintesi I tempo

Sintesi II tempo


     

 

I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA 




Corriere Della Sera

Una perla di Haessler da' un senso al mercoledi' della Roma

Roma vs Wacker Innsbruck 1 : 0 arbitro Sundell di Svezia il rientrante tedesco ha deciso l' inutile partita contro l' Innsbruck dopo la qualificazione gia' conquistata in Austria

ROMA . Se ne poteva davvero fare a meno di una partita come quella che hanno giocato la Roma e il Wacker Innsbruck. Vanno bene i prezzi stracciati, quelli che si fanno per i capi d' abbigliamento oramai non piu' proponibili, ma alla gente bisogna pur cercare di dare la parvenza di qualcosa. E, invece, metti una squadra che quello che voleva se l' era gia' abbondantemente garantito, mettigliene contro un' altra senza neppure un pizzico di ambizione, con quel minimo di requisiti tecnici per puntare all' insignificante traguardo, ed ecco che ne vien fuori uno di quegli spettacoli difficili da sopportarsi. Da parte sua Vujadin Boskov aveva fatto tutto il possibile per dare sapore alla partita, aveva sposato la logica dell' alternanza, aveva mandato in campo i meno sfruttati in campionato, ossia i Carnevale, i Salsano, i Comi e i Nela, aveva approfittato dell' occasione per ripresentare il recuperato Haessler, aveva rimescolato i ruoli riutilizzando Aldair da marcatore e riconsegnando all' ex insubordinato Nela la fascia sinistra (e questo era probabilmente un tiro mancino per il buon Sebino costretto ad arrancare la' dove prima affondava deciso). Ma come realizzare (senza dannarsi piu' del lecito, perche' poi a tutto c' e' un limite) i buoni propositi se dall' altra parte i tirolesi si preoccupavano solo di ruminare palloni? Un primo tempo che era tutto uno sbadiglio, trentadue minuti su quarantacinque di pallone giocato (si fa per dire) riuscendo a produrre solo un paio di lampi di Haessler (assist al 24' per uno sgualcitissimo Caniggia capace solo di farsi anticipare e di "toccare" il povero Oraze, cross pennellato al 45' per la testa dell' argentino che deviava a lato) e una gran traversa, davvero inattesa, al 43' , di Kirchler. Il discorso fatto vale soprattutto per il primo tempo. Poi nella ripresa qualcosa e' cambiato. E cambiato, innanzitutto, il risultato. Dopo 6' Tommasino Haessler, infatti, ha calciato una punizione delle sue. Da piu' di 20 metri un destro arrotato ad aggirare la barriera e a infilarsi nell' angolo alto dove il portiere austriaco non poteva davvero arrivare. E con il risultato e' cambiato un tantino anche l' atteggiamento del Wacker che, pur restando sulla difensiva, ha concesso un po' piu' di spazio alle contenute smanie giallorosse, che avevano trovato sulla fascia sinistra il supporto di una maggiore pressione da parte di Bonacina. Cosi' come la volonta' di Rizzitelli, subentrato all' abulico Caniggia, sostituito forse non solo per il pestone che rimediava subito prima del vantaggio romanista, dava piu' corda alle iniziative di Haessler, di un Giannini in costante crescendo e di un Aldair che difende il suo diritto a essere uno dei tre stranieri in campo. E cosi' tra un paio di mezzi rigori negati (niente di scandaloso) dallo svedese Sundell a Carnevale e ad Haessler e una bella conclusione di Giannini (44' ) che Oraze andava a pescare nell' angolo basso a destra, i venticinquemila che avevano risposto all' appello avevano modo di tornarsene a casa quasi soddisfatti. Ma noi restiamo dell' avviso che certe partite sono come il matrimonio di Renzo e Lucia dal punto di vista dei "bravi". Non s' avrebbero da fare. Ma, visto che si debbono fare, prendiamole per quello che sono. Non troppo sul serio. Massimo Fabbricini ROMA 1.0WACKER INNSBRUCK MARCATORI: Haessler al 6' s.t. Cervone 6 Garzya 6 Nela 5,5 Bonacina nel s.t. 6 Piacentini 6 Aldair 7 Comi 6 Caniggia 5 Rizzitelli dal 4' s.t. 6 Haessler 7 Carnevale 6 Giannini 7 Salsano 6 Oraze 6,5 Russ 6 Streiter 6 Wazinger 6 Lesiak 5 Schneider 6 Kirchler 6 Baur 5 Danek 5 Been 5 Hortnagl dal 20' s.t. s.v. Westerthaler 5 Lorenz dal 35' s.t. s.v. ALLENATORE: Boskov ALLENATORE: Elsner ARBITRO: Sundell (Svezia)6 SPETTATORI: paganti 23.093; incasso 446.995.000 NOTE: ammonito Streiter


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me