XIX Giornata
ROMA - GENOA 3-0
Roma, Stadio Olimpico
domenica 7 febbraio 1993
ore: 14:30

invia una e-mail per i resoconti
 

Tabellino partita:
ROMA: Cervone, Piacentini, Aldair, Bonacina, Benedetti, Comi (31'st Garzya), Muzzi, Haessler, Carnevale, Giannini (1'st Salsano), Mihajlovic.
In Panchina: Zinetti, Tempestilli, Petruzzi.

Allenatore: Boskov.

GENOA: Spagnulo, Panucci, Torrente (29'st Iorio), Signorini (1'st Padovano), Caricola, Fortunato, Van't Schip, Ruotolo, Fiorin, Skuhravy, Onorati.

In Panchina: Tacconi, Signorelli, Ferroni.

Allenatore: Maifredi.


Arbitro: Pezzella di Frattamaggiore.

RETI: 28'pt Carnevale, 17'st Haessler, 33'st Carnevale.



FOTOTIFO




VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO





VIDEOCALCIO

Carnevale 1
Haessler Carnevale 2

Il servizio



 
 

C'ERO PURE IO!
     

 

I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA









 



Corriere Della Sera

a Roma e' tempo di Carnevale

Una papera del portiere Spagnulo apre la strada alla disfatta del Genoa.

Il centravanti (doppietta) e Haessler pilotano i giallorossi fuori dalla zona pericolo

ROMA . Il brutto anatroccolo giallorosso continua a riemergere dagli indegni e scomodi bassifondi. Ne esce ancora imbrattato dalle scorie d' una mediocrita' che l' ha schiacciato verso posizioni ad esso sconvenienti. Ne vien fuori svolazzando timidamente e faticosamente, dopo giustificabili sofferenze, allarmi e timori. Ma, alla meno peggio, ne viene fuori. E questo e' importante. Per liberarsi di un Genoa effervescente soltanto in apparenza, ma in realta' dimesso e incapace di far male, la Roma ha sofferto per mezz' ora, sfiorando la disapprovazione di un pubblico paziente, prima ancora che la sua incolumita' . Per mezz' ora la raffazzonata formazione spedita in campo da Boskov ha girato a vuoto, mollemente, come terrorizzata, paralizzata da un impegno per nulla difficile. Mezz' ora di noia e rabbia, durante la quale le due inedite punte, Muzzi e Carnevale, hanno fatto rimpiangere perfino il peggior Caniggia; il redivivo Giannini non e' mai riuscito a realizzare quelle geometrie legate alla sua discussa versatilita' di regista; Haessler non ha dato sfogo al suo indubbio genio; Aldair mai ha orchestrato la difesa; Mihajlovic s' e' fatto appena appena notare. Una Roma, insomma, capace di far esprimere al Genoa velleita' e coraggio, doti inconsuete dei modesti rossoblu' . Ma prima che codesta grigia mezz' ora si compisse, e compisse paventati mali maggiori, e' accaduto l' episodio intorno al quale ruota, in effetti, la storia della sfida dell' Olimpico. Heassler manda a sbattere sulla barriera una punzione che, in altre giornate, avrebbe avuto miglior sorte; Aldair recupera sulla sinistra e scodella in piena area. Salta Spagnulo, sgraziato e fuoritempo, schiaffeggia l' innocuo pallone depositandolo sul piede dell' accorrente e libero Carnevale il quale non deve scomodarsi piu di tanto per deporlo nella rete sguarnita. Un regalo, un provvidenziale "omaggio" del sostituto di Taccone. Una volta in vantaggio, la Roma ha sfoggiato maggiore disinvoltura: era tutto quello che poteva fare, considerata la materia prima sulla quale fondava le proprie forze. Un buon Benedetti, efficace controllore di uno spento Skuhravy, ha sfiorato subito il raddoppio con una violenta testata e successivamente lo stesso Carnevale, Haessler, Muzzi hanno messo in crisi la sempre piu' traballante difesa a zona degli ospiti. Con l' irrequieto Salsano al posto di Giannini e con il Genoa a due punte, la Roma ha avuto maggiori opportunita' di penetrazione. Forse perche' , senza il capitano, Haessler da' maggior sfogo alla sua inventiva. Al 9' , infatti, il tedesco s' e' visto vanificare una prodezza da un fuorigioco di Muzzi: ma al 19' lo stesso giovane rincalzo, confortato dalla benevolenza di un difensore rossoblu' , ha spedito al piccolo fantasista teutonico un invito sul quale questi s' e' esibito in una spettacolare, nonche' precisa sforbiciata volante stavolta imprendibile per Spagnulo. Inutile sbracciarsi del fiacco Genoa sul 2 0 con Ruotolo, Skuhravy e Van' t Schip, che s' e' fatto anche espellere. E la Roma, in vantaggio anche numerico, ha vissuto il finale in discesa, perfino applaudita. Ancora Muzzi s' e' fatto largo nella disfatta difesa degli ospiti mettendo il pallone del terzo gol sul piede dell' encomiabile Carnevale, che subito dopo avrebbe potuto far crescere le proporzioni del meritato successo. Ma va bene cosi' . In fondo e' soltanto il risultato a far sorridere il brutto anatroccolo.
ROMA 3 0GENOA MARCATORI: Carnevale al 29' p.t.; Haessler al 19' , Carnevale al 34' s.t. Cervone 6 Piacentini 6 Aldair 5 Bonacina 6 Benedetti 6 Comi 6 Garzya dal 32' s.t. s.v. Muzzi 6 Haessler 6 Carnevale 6 Giannini 5 Salsano nel s.t. 5 Mihajlovic 4,5 Spagnulo 5 Panucci 5 Torrente 5 Iorio dal 30' s.t. s.v. Signorini 5 Caricola 5 Fortunato 6 Van' t Schip 5 Ruotolo 6 Fiorin 5 Padovano nel s.t. 5 Skuhravy 5 Onorati 5 ALLENATORE: Boskov ALLENATORE: Maifredi ARBITRO: Pezzella di Frattamaggiore 6 SPETTATORI: paganti 11.530 per un incasso di 338.570.000. Abbonati 33.659 per una quota di 806.853.000. NOTE: Espulso Van' t Schip al 32' s.t. Ammoniti Giannini, Mihajlovic, Caricola, Piacentini, Bonacina, Ruotolo. Antidoping per Carnevale, Salsano, Onorati, Tacconi. 

Spinelli nel giorno del silenzio annuncia "misure drastiche"

ROMA . Qualcuno ricorda che alle 17,30 scatta il blocco totale della circolazione contro lo smog e tutti vogliono arrivare presto a casa. Altri dicono che si tratta ormai di una moda dilagante e che, al di la' della scaramanzia, fa comodo non presentarsi davanti alle telecamere: in agguato c' e' sempre la Gialappa' s, meglio evitare il festival dei luoghi comuni o, peggio ancora, frasi comprensibili solo a chi le pronuncia. E allora, avanti con il silenzio stampa: i giocatori giallorossi non parlano da tempo, adesso si sono aggiunti anche il presidente Ciarrapico e Boskov. E il Genoa? Sta a guardare, anzi evita d' adeguarsi dimostrando grande "signorilita' "? Macche' , s' allinea: la sonora batosta con la Roma e' pretesto piu' che valido. Tutti zitti, quindi. Dunque, ai giornalisti pronti a raccontare impressioni e lamentele delle compagini non rimane altro da fare che avviarsi verso le auto per approfittare del "mutismo salva multe". I cameramen ripongono le telecamere, i taccuini desolatamente vuoti (o quasi) finiscono nelle tasche dei cappotti. Il solo a mormorare qualcosa e' Spinelli. "Dobbiamo meditare, prendere anche qualche decisione drastica perche' cosi' rischiamo anche qualcosa che non voglio nemmeno nominare": la serie B, appunto. L' annuncio di provvedimenti imminenti arriva davanti a Mamma Rai. Poi la precisazione: "Maifredi non rischia". Non si sa mai, meglio evitare equivoci, avra' pensato il presidente del Genoa. Che pero' non si ferma. E aggiunge: "Non riesco a capire cosa stia accadendo. Partite cosi' fanno meditare, abbiamo pesanti colpe". Il silenzio stampa, pero' , e' consentito. Nicolini Gianni, Haver Flavio


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me