VII Giornata
NAPOLI - ROMA 2-1
Napoli, Stadio San Paolo
domenica 25 ottobre 1992
ore: 14:30


invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:


 

FOTOTIFO







VIDEOTIFO
 






 

FOTOCALCIO




VIDEOCALCIO

Benedetti Il servizio




Il servizio




I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA











Corriere Della Sera

Napoli anema e core per Ranieri

Napoli vs Roma 2 a 1. marcatori: Fonseca, Careca, Benedetti. arbitro: Cesari. i gol di Fonseca e Careca allontanano l' esonero annunciato

UNA ROMA IN VENA DI REGALI (ESPULSO RIZZITELLI) RILANCIA I PARTENOPEI AL SAN PAOLO

NAPOLI . Con un' involontaria domenica da Barnard napoletano, il professor Boskov arruffa la Roma al punto da sentir pulsare per tre quarti di derby del Sud soltanto i cuori che rifiutano l' esonero di Ranieri. Cuori dapprima tremebondi e poi via via con il loro battito impetuoso nella prestazione di possesso, contro oppositori fuori ruolo e senza nerbo, come fossero capitati a formalizzare un' autopsia. Senonche' , raccorciate le distanze tra reparto arretrato e filtri protettivi, grazie all' accettabile agilita' del nuovo libero Pari, cui s' aggiunge l' interditore di leve lunghe Carbone ogniqualvolta occorre fronteggiare rigurgiti contropiedistici giallorossi, diventa persino inevitabile questo corale prender quota partenopeo dedicato all' allenatore sotto cacciata, sempre in piedi durante la carica. Napoli ruspa. Proprio vero che l' amicizia fa spalancare inattesi paracadute, quando le finestre con vista sul bel gioco sembrano inevitablmente sprangate. E la Roma, sgualcita dall' inatteso furore, ci mette del suo subito, tradendo un' incredibile vocazione terapeutica: infatti quell' anima pia di Carboni, bravo quando galoppa lungo la corsia esterna senza obblighi di marcatura, arranca penosa dal quasi omonimo Carbone a Zola, perdendo qualsiasi duello, sempre ingoiata dalle sabbie mobili di un centrocampo romanista in inferiorita' numerica. Ne' se la cava Giannini, risucchiato dietro, o Haessler, sulle orme di Francini, o Piacentini, dirottato a tamponare laddove Thern e l' imprendibile Fonseca aprono voragini. Resterebbe Mihajlovic, quale superstite ispirato di uno straccio di reazione a pasticciaccio accaduto, ma il dottor Boskov addirittura lo prega di uscire, ad avvio di ripresa, inserendo il piumino da cipria di Salsano, che va ad accrescere la confusione giallorossa nell' area, cui sovrintendono Ferrara e Tarantino, tranquillizzati. Poco fa il Napoli "anema e core" s' e' meritato di timbrare due reti, attraverso un' avvolgente procedura di conquista, alimentata ai margini del campo da Francini e Carbone, salvo infilare la mina vagante Zola per assist devastanti che tanto Careca quanto Fonseca hanno piantato fuori di millimetri, mirando gli angoli della porta di Cervone, che s' e' superato, prima d' arrendersi, frantumando in angolo una sassata obliqua dello Spartacus uruguaiano, favorito dal buco di Carboni a favore di Zola. Certo, compiuta la spettacolare prodezza, Cervone non s' aspetterebbe d' accasciarsi sugli sviluppi di un banale calcio d' angolo: Zola batte, Aldair e Benedetti lisciano, Carnevale struscia e Fonseca piazza la zampata liberatoria. Ne' s' aspetterebbe, il saltimbanco, quel che ca' pita subito dopo l' intervallo: Zola che maradoneggia, Fonseca che azzarda la vole' e dall' altra parte e Mihajlovic ribatte in affanno. Pallone che carambola sul palo, successivo intreccio di carambole nell' area.flipper e Careca sbatte dentro. Cosi' , avanti di due reti, il Napoli si conquista anche il diritto di procedere di rimessa, capovolgendo il tema tattico precedente, sopra il quale pero' una Roma troppo rinunciataria s' e' bloccata senza guide ispirate. Produzione giallorossa misera: una sola punizione.missile di Mihajlovic sui guantoni protesi di Galli piu' un rigore reclamato da Rizzitelli e adesso questo rimorso diffuso, questa ricerca d' impaurire i partenopei, di contemplare con orgogliose verticalizzazioni gli sfaccendati Carnevale e Rizzitelli. Reazione a scoppio ritardato. Ranieri e' gia' stato stretto in un abbraccio commovente due volte e il Napoli stringe i denti, scaraventa lontano ceste di palloni, ad evitare guai. Guai che pero' d' un tratto balenano, osservando Benedetti schiacciare indisturbato di capoccia la punizione.Salsano, ottenuta come conseguenza di un corner ribattuto da troppo vicino. Ranieri resta in piedi, immobile. Un quarto d' ora di sofferenza e mentre Boskov prosegue nella girandola delle correzioni (Bonacina ora addosso a Zola, via Benedetti, Carboni sulla fascia, Aldair piu' avanzato) tocca all' isterico Rizzitelli concedere l' ultimo favore: sacrosanto cartellino rosso, quale conclusione di una sceneggiata dell' attaccante che, gia' ammonito, inveisce verso il guardalinee, rivendicando un corner dubbio. Affiora una distensiva superiorita' numerica. Serve al Napoli stremato, che si rintana nella propria meta' .campo, che lotta piu' con i propri timori fisiologici che con la bravura dei rassegnati boskoviti. E ci sara' ancora giusto il tempo di un brivido, causa il redivivo Giannini, che a pochi passi da Galli stacca a lato l' unica proposta.Haessler. Poi chi ha avuto ha avuto. E, obtorto collo, l' esonero di Ranieri resta congelato. Franco Melli NAPOLI 2.1ROMA MARCATORI: Fonseca al 45' p.t.; Careca al 2' e Benedetti al 12' s.t. Galli 6,5 Ferrara 6 Francini 6 Mauro 6,5 Tarantino 5,5 Pari 6,5 Carbone 6 Thern 6 Careca 6,5 Policano dal 18' s.t. 5,5 Zola 7 Corradini dal 42' s.t.s.v. Fonseca 7 Cervone 6. Garzya 6 Carboni 4,5 Piacentini 6. Benedetti 6 Bonacina dal 24' s.t. s.v. Aldair 6 Mihajlovic 6 Salsano dal 10' s.t. 5 Haessler 5 Carnevale 6. Giannini 6. Rizzitelli 4 ALLENATORE: Ranieri ALLENATORE: Boskov ARBITRO: Cesari di Genova 6,5 SPETTATORI: paganti 12.695 per un incasso di 376.340.000 lire, abbonati 41.186 per una quota di 780.201.000 lire. NOTE: espulso Rizzitelli al 27' s.t.; ammoniti: Carnevale, Careca, Francini, Aldair. Antidoping: Galli, Corradini, Piacentini e Muzzi. Melli Franco


ieri mattina divelte le porte, ragazzo romano accoltellato

dichiarazioni di alcuni giocatori napoletani su un possibile allontanamento di Ranieri. un tifoso giallorosso, Fabrizio Pellegrini 22 anni, e' stato ferito da un colpo di coltello alla gamba

NAPOLI . L' antefatto. Ieri mattina al San Paolo sono state trovate le porte da gioco divelte e appoggiate al centro del campo. Qualcuno voleva che questa partita non si giocasse, ma all' inconveniente e' stato posto rimedio in tempo. Il fatto. Il Napoli "espugna" il San Paolo con la prima vittoria casalinga. In mattinata era circolata la voce che Ferlaino avesse gia' un Bianchi nella manica, pronto a annunciarlo gia' ieri in caso di ulteriore colpo a vuoto. Facile la battuta: questa vittoria e' merito di Bianchi, contro il quale quattro anni fa ci fu un proclama degli azzurri dell' epoca. E molti non sono cambiati. Una volta di piu' , dunque, tutti stretti intorno a Ranieri a cominciare da Ferrara, il capitano: "In tutta la vicenda di questa settimana, siamo la parte piu' bella: il gruppo. C' e' stato un gioco al massacro contro l' allenatore. Ad ogni modo ho la sensazione che questa vittoria non abbia affatto sistemato le cose". Bianchi, insomma, e' sempre dietro l' angolo e gli azzurri lo sanno bene; questa sensazione viene confermata anche da Mauro, altro strenuo paladino di Ranieri: "Non e' cambiato molto . sottolinea .. Ad ogni modo nel primo tempo s' e' visto il Napoli vero". Fonseca spiega: "Da noi, in Uruguay, si dice: con la spada contro il muro. Vuol dire che in questi casi o si vince o... si vince. Ora pero' dobbiamo continuare su questa strada e tutti devono avere fiducia nell' allenatore. Dopo il gol sono corso ad abbracciare un fratello". Sul versante romanista, molte recriminazioni e qualche pentimento. Come quello di Rizzitelli, espulso per proteste. "E stata una reazione istintiva .dice ., meritavo l' espulsione". Boskov lo ha letteralmente tirato di peso verso il sottopassaggio: "E mi ha fatto un gran favore". Boskov invece si rammarica soprattutto dei due gol incassati: "Il primo e' scaturito da un calcio piazzato; il secondo lo abbiamo quasi fatto noi...". I giallorossi lamentano la mancata concessione di un rigore ma Carnevale, l' ex, osserva: "A Napoli e' difficile avere dei rigori". Le cose piu' tristi a fine partita: un tifoso giallorosso, Fabrizio Pellegrini, 22 anni, e' stato ferito da un colpo di coltello alla gamba e ricoverato in ospedale (prognosi dieci giorni); una sassaiola degli ultra' romanisti, dal treno, ha rotto i vetri di alcune case vicino alla stazione di Campi Flegrei. Adriano Cisternino


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me