Quarto di finale
ROMA - CESENA 2-1
Roma, Stadio Olimpico,
mercoledì, 1° febbraio 2017

ore 21.00

invia una e-mail per i resoconti
 
Tifo Roma:
La Sud è piena, principalmente di occasionali che la snaturamo completamente, con flash di cellulari e "chi non salta è della Lazio". Qualche coro viene fatto ma si vede che è tipo karaoke.

i se
Tabellino partita:
ROMA (3-4-2-1): Alisson; Ruediger, Manolas, Juan Jesus (45′ Nainggolan); Mario Rui, Paredes, Strootman, Bruno Peres; Perotti (21′ Dzeko), El Shaarawy (82′ Emerson Palmieri); Totti.
A disp.: Szczesny; Lobont, Fazio, Vermaelen, De Rossi, Gerson, Grenier.
All.: Spalletti.

CESENA (3-5-2): Agliardi; Perticone, Ligi, Rigone; Renzetti, Konè, Vitale, Laribi (57′ Garritano), Balzano; Ciano (72′ Cocco), Rodriguez (85′ Panico)
A disp.: Bardini, Pompei, Setola, Di Roberto, Schiavone, Gasperi
All.: Camplone.

Marcatori: 68′ Dzeko, 73′ Garritano, 95′ Totti (R)
Arbitro: Maresca, Assistenti: Fiorito-Longo, Quarto Uomo: Calvarese
NOTE Ammoniti: 45′ Laribi, 69′ Garritano, 84′ Rodriguez, 92′ Manolas, Spettatori: 26.204

Tifo Ospiti:
Giungono a Roma in circa 500 e confermano di essere una buona tifoseria. Stanno zitti per rispetto ai dirimpettai romanisti per i primi dieci minuti e poi sostengomo la loro squadra con la voce, le sciarpe e la bandiere.



FOTOTIFO
































Altre siti che pubblicano foto di ogni partita in casa:
http://www.lamiaroma.org
http://www.laroma.net


VIDEOTIFO
 
  Panoramica
 


Inizio primo tempo La disoccupazione - difffidati con noi
Inizio secondo tempo

FOTOCALCIO















VIDEOCALCIO

Dzeko Totti Il servizio


     

 

I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA












corrieredellosport.it

Coppa Italia, Roma-Cesena 2-1: Totti regala il derby al 97'

Il rigore trasformato in extremis dal capitano porta la squadra di Spalletti in semifinale: sarà sfida contro la Lazio. Dzeko apre, Garritano pareggia. Ma quanta fatica!

mercoledì 1 febbraio 2017 22:10

ROMA - Il capitano al 97’. Roma-Cesena è decisa dal rigore concesso da Maresca e trasformato da Totti (contatto Strootman-Agliardi) prima del fischio che avrebbe portato la gara ai supplementari. All’Olimpico la squadra di Spalletti vince a fatica 2-1 e adesso si prepara al derby in semifinale con la Lazio. Dzeko apre le marcature al 68’, poi il pasticcio Alisson-Manolas regala il momentaneo pareggio a Garritano. I romagnoli abbandonano la Coppa Italia a testa altissima, dopo aver impegnato gli avversari per l'intero primo tempo (un palo colpito) e aver eliminato due squadre di A come Sassuolo ed Empoli.

PALO KONÉ, QUANTO CESENA! - Tutto come non previsto. Nel senso che, a sorpresa, è la Roma che durante il primo tempo deve costruire la sua muraglia per difendersi dagli attacchi del Cesena. La squadra di Spalletti parte bene con l’esterno di El Shaarawy respinto da Agliardi e il bel destro di Manolas che scheggia il palo sinistro, salvo poi assistere all’infortunio di Perotti (21’ problema al flessore) e all’ingresso di Dzeko. L’impostazione si fa prevedibile, la velocità lascia il posto alla monotonia e Strootman rischia di un soffio l’autorete deviando involontariamente la conclusione di Rigione. I malumori dell’Olimpico si accentuano quando Koné si ferma sul palo esterno placandosi parzialmente soltanto quando Totti fa Totti illuminando la via di Dzeko che però non trova la porta. Ma la scintilla del capitano non dà la scossa e c’è bisogno del doppio miracolo di Alisson sulla doppia occasione di Rodriguez per evitare il vantaggio romagnolo: allunga il colpo di testa sopra la traversa e blocca in uscita un’occasione che – complice l’infausto Manolas – stava per diventare fatale.

TOTTI AL 97’ - Spalletti cambia spartito all’inizio del secondo tempo mettendo dentro Nainggolan per Juan Jesus e la situazione paga subito perché l’improvviso destro dalla distanza del centrocampista sembra finalmente sbloccare il risultato. Chi si sveglia, però, è Dzeko che nel giro di otto minuti diventa protagonista per ben tre volte: una giocata pregevole con tanto di sinistro a giro, un gol divorato e infine al 68’ la chiusura vincente di una straordinaria combinazione che coinvolge il Ninja ed El Sha. Il vantaggio della Roma ha vita breve, è tutto da rifare già al 73’ dopo lo scontro tra Alisson e Manolas che consente all’accorrente Garritano di firmare il pari. La bordata di Totti su calcio piazzato è deviata in corner da Agliardi, ma in pieno recupero lo stesso portiere ferma Strootman in area di rigore e il direttore di gara assegna il penalty: c’è Totti, che non sbaglia e si regala il derby con la Lazio.


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me