XII Giornata
ROMA - LAZIO 2-0
Roma, Stadio Olimpico,
domenica, 8 novembre 2015

ore 15.00

invia una e-mail per i resoconti
 
Tifo Roma:
Circa 600 persone in Curva Sud.
I due distinti tentano di far partire qualche coro ma solo a tratti gli riesce.
Ambiente avvilente per un derby. Mai visto nulla del genere. Molti tifosi stranieri (ed anche italiani) delusi.
i se
Tabellino partita:
ROMA (4-3-3) Szczesny; Torosidis, Manolas, Rüdiger, Digne; Nainggolan, Vainqueur (dal 27' s.t. S. Keita), Iago; Gervinho (dal 31' s.t. Iturbe), Dzeko, Salah (dal 13' s.t. Florenzi) (De Sanctis, Gyomber, Castan, Nura, Emerson, Maicon, Uçan, Ponce, Sadiq). All. Garcia.

LAZIO (4-3-3) Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Radu (dal 22' s.t. B. Keita); Parolo, Biglia, Lulic; Candreva (dal 31' s.t. Matri), Djordjevic (dal 17' s.t. Klose), Anderson (Berisha, Hoedt, Konko, Onazi, Cataldi, Milinkovic, Mauri, Morrison, Kishna). All. Pioli.

ARBITRO Tagliavento di Terni.
MARCATORI Dzeko (R) al 10' p.t.; Gervinho al 18' s.t.
NOTE spettatori 35.253 (meno 7000 assenti dalla Curva Sud), incasso 1.353.907 euro. Ammoniti: Gentiletti, Biglia, Digne, Anderson e Vainqueur per gioco scorretto, Radu per comportamento non regolamentare. Angoli: 2-5. Recuperi: 1' p.t., 6' s.t..


Tifo Ospiti:
Circa 300 in Curva Nord.
Distinto Lato Monte Mario con circa 3500 tifosi.




DERBYCIDIO
*

FOTOTIFO
La coreografia del derby di oggi è stata gentilmente
offerta dalla Prefettura di Roma.
*
The choreography of the derby today was kindly
offered by the Prefecture of Rome
*




Hilton








Maxischermo a Tiburtina

Piazza Mancini

"No barriere, diffide e provocazioni"
























Al Tiburtino








Il volantino che le "forze dell'ordine"
sequestravano agli ingressi


Il volantino che le "forze dell'ordine"
sequestravano agli ingressi (retro)


















Un ultras sfida il prefetto, rischiando la diffida per mancato rispetto del posto


























"Quando si vince un derby correndo tanto e dando poche chance a loro abbiamo fatto capire che ci siamo. E’ una partita per tutti i tifosi, anche quelli che hanno deciso di non venire. Speriamo che questa vicenda si risolva presto. Ringraziamo chi ci ha sostenuto, è una vittoria per tutti i romani, come Daniele e Francesco che hanno sofferto con noi ...
Da oggi alle 11 penso che abbiano capito cosa significhi la Roma e un derby per i tifosi. Li ringrazio, saluto tutte quelle persone della Lazio e della Roma che stanno facendo questa battaglia. Spero si mettano una mano sulla coscienza e non mi riferisco solamente ai tifosi. Spero che possa tornare a essere una festa, oggi non sembrava un derby".
Alessandro Florenzi

Visto che parliamo dei tifosi, complimenti a chi era allo stadio che ci ha spinto anche se al derby ci aspettiamo uno stadio più pieno. Penso anche alla curva Sud che è venuta in albergo e ci ha fatto piacere. Spero che si risolva tutto perché abbiamo bisogno di uno stadio che sostiene i giocatori.
Garcia

Il derby non è derby senza gente. Per me è stato unico perchè era il primo, ma spero che nelle prossime partite il pubblico possa tornare.
Dzeko



VIDEOTIFO
 
Al Tiburtino
L'ambiente
 


E Pallotta dove sta?
 Giocatori ringraziano
Questa curva non si divide
Hilton 1 Hilton 2 Hilton 3
Forza Roma Alé
Inizio partita e Inno
Dopo il gol di Dzeko
Inizio II Tempo
Dopo il gol di Gervinho


FOTOCALCIO





 














VIDEOCALCIO

Dzeko
Gervinho
Il servizio


     
















I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA


















corrieredellosport.it

Roma-Lazio 2-0: Dzeko-Gervinho, proteste biancocelesti per il rigore

Stadio con le curve vuote, si gioca in un clima surreale. Apre il bosniaco dal dischetto, ma è polemica. Nella ripresa, il raddoppio dell'ivoriano.  I giallorossi restano a un punto dall'Inter

di Valerio Albensi

domenica 8 novembre 2015 16:06

ROMA - Fa festa la Roma, ma con le curve vuote per la protesta dei tifosi il derby della Capitale non è la stessa cosa. Dzeko su rigore nel primo tempo, Gervinho in contropiede nella ripresa: i giallorossi battono la Lazio 2-0 e restano a un punto dall'Inter capolista. Non c'è stracittadina senza polemiche: la squadra di Pioli contesta il penalty concesso da Tagliavento dopo nove minuti per il contatto tra l'attaccante bosniaco e Gentiletti. Casi di moviola a parte, è stata comunque una partita emozionante, soprattutto nel primo tempo. Ma più di quello che è accaduto in campo, il derby numero 179 resterà alla storia per il clima surreale nel quale si è giocato, con le curve senza tifosi.

LE SCELTE DEI TECNICI - Garcia deve dare una nuova forma al centrocampo perché De Rossi e Florenzi non sono al meglio, Pjanic è squalificato e Keita ancora non è pienamente recuperato. Il tecnico schiera un 4-2-3-1 con Nainggolan (capitano) e Vainqueur centrali, in attacco Iago Falqué, Salah e Gervinho alle spalle di Dzeko. Pioli risponde con il 4-3-3: Mauricio e Gentiletti centrali, Basta e Radu sulle fasce; a centrocampo, Biglia è supportato da Parolo e Lulic; Djordjevic punta centrale con Candreva, unico romano in campo, e Felipe Anderson esterni. 

SUBITO DZEKO - L'episodio che spezza la fase di studio iniziale arriva al 9'. Dzeko sulla trequarti si gira, alza la testa, punta la difesa della Lazio palla al piede e viene steso da Gentiletti proprio quando sembra avere toccato la riga. Tagliavento non ha dubbi e concede il rigore, ma i giocatori biancocelesti protestano convinti che il fallo sia stato commesso fuori area. Gentiletti tocca prima il piede del bosniaco fuori area, poi c'è un altro contatto con il ginocchio dei due giocatori.

RISPOSTA LAZIO - La Lazio risponde subito e ha l'occasione per il pareggio con Candreva: lancio di Basta per l'ala laziale che entra in area e prova un destro potente che finisce alto. Ancora biancocelesti al 17'. Lulic serve ancora Candreva nello spazio, ma è provvidenziale l'uscita di Szczesny molto fuori l'area di rigore. Si gioca su ritmi alti, non c'è un attimo di respiro.

TRAVERSA FELIPE ANDERSON - Tra le linee della Roma c'è troppo spazio e per i centrocampisti laziali è spesso facilissimo trovare gli attaccanti smarcati. È quello che succede al 26', quando si accende Felipe Anderson. Il brasiliano riceve palla sulla trequarti e può scaricare in porta un destro di una potenza terrificante. Szczesny è battuto, ma la palla centra in pieno la traversa e torna in campo.

RISCHIO GENTILETTI - Come ogni derby, non mancano gli episodi di moviola. Gentiletti rischia il secondo giallo, dopo quello preso in occasione del rigore, fermando con una trattenuta Gervinho fuori area, sulla fascia destra. I giocatori romanisti chiedono a gran voce la nuova sanzione e l'espulsione, ma Tagliavento lascia correre.

ANCORA BRIVIDO ROMA - La partita è viva, apertissima ed è ancora la Lazio ad avere una buona occasione per segnare. Radu penetra in area dalla sinistra e mette al centro per Djordjevic, anticipando l'uscita di Szczesny; l'attaccante biancoceleste tocca, ma trova l'opposizione decisiva di Rudiger, che poi va a sbattere contro un palo per fortuna senza conseguenze.

DUE LAMPI ROMA - La Roma risponde quattro minuti più tardi. Gervinho entra in area e calcia di destro, il suo tiro diventa un assist per Dzeko che anticipa Basta e tocca in spaccata a porta vuota: la palla incredibilmente finisce fuori. Ancora giallorossi pericolosi subito dopo con destro rasoterra dalla distanza di Nainggolan che centra il palo ed esce alla destra di Marchetti.

FUORI SALAH - La ripresa si apre con una brutta notizia per Garcia. Su azione di contropiede, Lulic dà un pestone alla caviglia di Salah, costringendolo a lasciare il campo in barella al 57'. Al suo posto, il tecnico fa entrare Florenzi, che garantisce maggiore copertura rispetto a Iturbe. 

La Roma è più prudente, fa giocare la Lazio e preferisce ripartire in contropiede sfruttando gli spazi che si aprono invitanti per Gervinho.

GIOIA GERVINHO - Il raddoppio giallorosso arriva proprio così. È il 62', Nainggolan vede il movimento dell'ivoriano a tagliare la difesa della Lazio e lo serve con un lancio lungo: Gervinho anticipa Basta, entra in area e di destro batte Marchetti, non troppo reattivo nella risposta sul proprio palo.

In tribuna anche De Rossi grida forte il nome del compagno di squadra. Pioli corre subito ai ripari: prima del gol era entrato Klose al posto di Djordjevic, subito dopo esce Radu (ammonito per una manata a Florenzi) per fare spazio a Keita. Ora i biancocelesti hanno quattro attaccanti in campo.

REAZIONE LAZIO - La squadra di Pioli ora attacca a pieno organico, alla disperata ricerca del pari. Candreva ci prova su punizione, dal limite dell'area, ma trova la deviazione in angolo di Vainqueur in barriera. La Roma soffre e non riesce più a ripartire, Garcia toglie il centrocampista francese ammonito e inserisce Keita, al rientro dopo l'infortunio.

KEITA, CHE OCCASIONE! - In contropiede però è ancora la formazione giallorossa ad avere la chance di segnare. Iago Falque tenta l'azione personale in area e viene murato dalla difesa laziale, la palla arriva a Keita che da buona posizione calcia fuori. Pioli risponde sbilanciando ancora di più la Lazio: fuori Candreva, dentro Matri.

BRIVIDO KLOSE - I biancocelesti spingono, la Roma tiene bene con un monumentale Manolas. Al 90' sfiora il gol Klose che da pochi passi non riesce a mettere in rete un assist di Keita, bravo a superare Torosidis in velocità. Non succede più nulla, gli uomini di Garcia possono fare festa e guadagnare tre punti pesantissimi. Ma senza la Curva Sud la vittoria ha un sapore diverso.


Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmar?s
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends ? enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla trib?
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me