Ottavi di Finale
TRIE
STINA/ROMA 1-2

Trieste, Stadio Nereo Rocco
 mercoledì, 8 novembre 2006
ore 20,30

invia una e-mail per i resoconti
Tabellino partita:
Triestina - Roma 1-2 
MARCATORI: 44' pt Montella, 4' st Montela, 32' st Rossetti
TRIESTINA: Dei, Kyriazis, Mignani, Abruzzese, Azizou, Rossetti, Gorgone, Kalambay, Briano (12' st Allegretti), Eliakwu ( 19' st Piovaccari), Groppi (1' st Graffiedi). All. Agostinelli
ROMA: Curci, Ferrari, Mexes ( 1' st Chivu), Cassetti, Rosi, Aquilani, Taddei, Mancini (27' st Virga), De Rossi,Montella, Vucinic ( 19' st Marsilli) All. Spalletti
ARBITRO: Banti di Livorno
Ammoniti: Piovaccari, Azizou, Kalambay ( T), Marsilli, Taddei (R)
Spettatori: 6009

FOTOTIFO
Grazie
                  M.

Grazie al forum Vecchie Maniere per le due foto inviate


VIDEOTIFO
 
Video 1
Video 2
Video 3
Video 4
Video 5
Video 6
 
Video 7
 

FOTOCALCIO
 
     
     
     


VIDEOCALCIO

Miniservizio (1677 kb, wmv)
Miniservizio (12359 kb, mpg)
TG3

C'ERO PURE IO!
     


X
- 200 nel settore, di cui 50 dei clubs e gli altri tutti ultras (seppur in un’accezione "larga" del termine). Da segnalare una comitiva di 6-7 ragazzi sloveni discretamente “seri” e tifosi della Roma (avevano tutti maglie della roma e/o materiale di curva) nonché qualche ragazzo della Dinamo Zagabria in amichevole visita.
- A differenza di 3 anni fa stavolta non ci sono comitati di accoglienza o visite di cortesia, ma tra i presenti nessuno le rimpiange. La conseguenza è che, com’è giusto che sia per qualsiasi tifoseria che ti accoglie con le insegne dei propri amici biancocelesti, questa volta i cori offensivi sono numerosissimi e continui, soprattutto da parte giallorossa. Pietoso lo stato della Tribuna Ultras (perché chiamarla curva se il 90% è seduto?). 
- Il nostro tifo è discreto ma non eccezionale. Buona invece la resa “audiovisiva” , nobilitata da 6-7 torce a inizio gara e qualcun’altra ai gol, molte bandiere, molti striscioni, 3 bomboni. Rosella paga le multe? A lei lo stato ha spalmato i debiti di famiglia, a mio padre e ai vostri no. 
- I più “bravi” tra i presenti dimostrano mentalità svuotando il settore alla notizia di un ragazzo fermato per una modica quantità di droga leggera (in una regione dove tutti i paganti di ieri allo stadio hanno perso almeno un parente a causa dell’alcool), Ma dimostrano anche saggezza nel decidere di non accettare la provocazione del dirigente del famigerato nucleo padovano della Celere. Questi campioni di (censura), dagli anni ’70 ad oggi i più (censura), non mancano occasione per dimostrarsi l’Elite della (censura). Ancora non avevo mai visto un dirigente, provocando verbalmente, accennare una sorta di “carica a due”; lui e un povero cristo armato di telecamera, avanzano mentre il dirigente incita il suo operatore: “dai dai riprendili” “qual è il problema ragazzi? E tu dai...riprendilii” “E daiiii…riprendiliiiii”. E dai commissà, RIPRENDITI.
Un Grazie a quel bravo ragazzo talentuoso che mi ha dato una “mano”. D’altronde in questo senso con lui la Natura è stata assai generosa. 
La Teppa Unita fa paura. 

I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA
(questi ultimi solo se meritano)
   
 

DATASPORT
(AGM-DS) - Trieste, 8 novembre - Due gol di Montella abbattono la Triestina in trasferta: la Roma vince negli ottavi di Coppa Italia per 2-1. Il risultato si sblocca al 44`. Montella e Vucinic duettano splendidamente ma la conclusione viene parata dall`estremo difensore della Triestina Dei, uscito con i piedi. Ma la sfera resta la` in una mischia all`altezza del dischetto di rigore. A questo punto, pero`, arriva Montella che di sinistro la infila per l`1-0. Il secondo tempo inizia come si era chiuso il primo, e il protagonista e` sempre l`aeroplanino. Mancini crossa con precisione chirurgica dalla sinistra, e Montella di testa fissa il risultato sull`2-0. Ma la Triestina non ci sta a perdere, e continua a giocare. Alla fine, gli sforzi della squadra di casa vengono premiati da Rossetti, che dopo una combinazione con Graffiedi conclude in spaccata di destro. La palla si infila ed e` il 2-1 finale. I giallorossi di Spalletti hanno quindi ipotecato il passaggio del turno, anche se la disattenzione difensiva potrebbe pesare sulla gara di ritorno.

IL MESSAGGERO
TRIESTE - Non chiamiamole riserve quelle che spingono la Roma verso i quarti di Coppa Italia: due a uno a Trieste con doppietta di Montella. Il successo è merito di chi spesso resta in panchina, a cominciare dal piccolo centravanti, nell’occasione anche capitano. Bravo anche Curci nel finale. E nell’atteggiamento in campo, tutto il gruppo giallorosso conferma di voler restare in corsa su tre fronti.
In partenza, per questa gara d’andata degli ottavi contro la Triestina, Spalletti rinuncia a sette titolari della partita di domenica sera contro la Fiorentina, pensando all’anticipo di sabato con il Milan. In panchina siede Chivu, per lui staffetta dopo l’intervallo con Mexes, e a casa restano Doni, Panucci, Tonetto, lo squalificato Pizarro, Perrotta e Totti. Ma chi affianca Mexes, De Rossi, Taddei e Mancini si comporta da titolare. La squadra c’è nello spirito, nel comportamento e nel gioco. E dai primi dieci minuti, tre occasioni in sequenza, si capisce che la Roma non snobba la Coppa Italia. Il quattro-due-tre-uno giallorosso è decisamente offensivo. Montella fa il centravanti, le ali sono Mancini a destra e Vucinic a sinistra, Taddei parte trequartista e se capita si scambia la posizione con il connazionale. Montella, su inviti di Vucinic e Taddei, sbaglia due gol: liscia di sinistro e tocca male in scivolata ancora con il suo piede preferito. Di testa Aquilani, su torre di Vucinic dopo cross di Cassetti, conclude centralmente e Dei può bloccare.
La Triestina, quattordicesima in serie B, con un quattro-uno-quattro-uno cerca di rischiare il meno possibile. Agostinelli ha la metà dei titolari in panchina e si affida alle ripartenze di Kalambay, con Rosi inizialmente in difficoltà, e Groppi, appoggiandosi sul rapido centravanti, Eliakwu, nigeriano che fece una breve esperienza, due settimane, anche a Trigoria.
Vucinic è ispirato. Preciso e ordinato come esterno, efficace in rifinitura, suo un gran numero in slalom, in un fazzoletto, su tre avversari e pennellata sul secondo palo ignorata da Montella e Mancini che si accentrano entrambi. Il montenegrino conclude due volte da fuori di destro, senza però angolare, e in acrobazia di sinistro, reattivo Dei, prima del vantaggio giallorosso con Montella al quarantaquattresimo. Mancini, da destra, chiama al tiro Taddei che invece appoggia al centro di piatto: deviazione di Briano e sinistro vincente e lesto di Montella, appostato in mezzo all’area.
La ripresa inizia proprio come si era chiusa la prima parte. La Roma raddoppia, sempre con Montella al quarto e ipotecando la qualificazione. Corner corto di Mancini per Aquilani che restituisce al compagno: cross del brasiliano sul secondo palo e colpo di testa facile facile del centravanti. Montella segna anche la terza rete, pallonetto delizioso, ma Banti annulla su segnalazione errata del collaboratore Giachero che non si accorge che la palla arriva all’attaccante giallorosso da Kyriazis. L’azione non incide tanto sul risultato quanto sui piani di Spalletti. Salta il turn over in corsa: si blocca Vucinic, problema al polpaccio sinistro (accenno di crampi, niente di grave) dopo un’ora, e il tecnico non può più fare uscire Taddei, come segnalato dalla lavagna luminosa del quarto uomo Peruzzo. Entra Marsili ed esce il montenegrino. A seguire, fuori pure Mancini, e non De Rossi come avrebbe voluto Spalletti: con l’imprevisto a Vucinic, a tre giorni dalla sfida con il Milan, il brasiliano è da preservare. Spazio, dunque, a Virga.
La Roma rallenta e Agostinelli ne approfitta inserendo, dopo Graffiedi, altri due titolari, Allegretti, efficace e concreto, e Piovaccari. La Triestina è più vivace e al trentatreesimo Rossetti, anticipando in scivolata Cassetti che si fa un bel sonno, supera Curci con un tocco di destro. Graffiedi e Piovaccari, prima del recupero, falliscono una chance a testa per il pari, sul secondo, prima della ribattuta a lato, è decisivo Curci, bravissimo dubito dopo anche su un altro destro di Graffiedi, deviato in angolo.

Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmarès
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends & enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla tribù
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me
Libro degli ospiti
Guestbook