X Giornata
ROMA - FIORENTINA 3-1
Roma, Stadio Olimpico,
5 novembre 2006
ore 20.30

invia una e-mail per i resoconti
Tifo Curva Sud:
Buona Curva Sud questa sera, con una bella torciata e fumogenata iniziale e striscione a ricordare che, comunque, "Il tifoso romanista dei tifosi è sempre er più". Il sostegno è continuo, con un lieve calo durante i momenti-no della Roma nel primno tempo. I viola vengono spesso ricordati nei cori, mentre già si fanno le prove per i nuovi cori del derby, con un occhio alla partita di Sabato a Milano.
Voto: 7,5
Tabellino partita:
ROMA-FIORENTINA 3-1 (primo tempo 1-1)
MARCATORI: Ujfalusi (F) al 15', De Rossi (R) al 38' p.t.; Taddei (R) al 4' e al 21' s.t. 
ROMA (4-2-3-1): Doni; Panucci, Mexes, Chivu, Tonetto (27' s.t. Cassetti); De Rossi, Pizarro; Taddei, Perrotta, Mancini (18' s.t. Vucinic), Totti (45' s.t. Aquilani). (Curci, Montella, Faty, Ferrari). All. Spalletti. 
FIORENTINA (4-3-1-2): Frey; Ujfalusi, Dainelli, Kroldrup, Pasqual; Blasi (8' s.t. Jorgensen), Liverani (30' s.t. Gobbi), Donadel; Montolivo; Mutu, Reginaldo. (8' s.t. Pazzini). (Lupatelli, Gamberini, Potenza, Pazienza) All. Prandelli. 
ARBITRO: Rosetti.
NOTE: spettatori 37587. Perrotta, Mexes e Mutu per gioco falloso. Angoli: 5-3 per la Roma. Recupero: 1' p.t. e 3' s.t. 
Tifo Ospiti:
Giungono in circa 1800  i viola per il posticipo. Più o meno come me li aspettavo, iniziano molto bene con buon tifo e bello sventolìo di bandiere e bandierine. Il calo interviene con la rimonta della Roma, anche se un sussulto d'orgoglio li fa nuovamente sentire sul finale, quando i cori "contro" sono ovviamente gli ultimi rimasti.
Voto: 7

FOTOTIFO

Gol viola
Gol viola
Pareggio De Rossi
2-1
3░ gol
Il palo di Totti su punizione
Vai a pagina 2

VIDEOTIFO
 
Viola
Curva Sud
11 anni in B

FOTOCALCIO
Il gol di De Rossi
Il primo gol di Taddei
 

VIDEOCALCIO
Il servizio
Il gol di De Rossi
De Rossi abbraccia Giorgio Rossi
e gol altra angolazione
Il 1° gol di Taddei
Il 2° gol di Taddei
Il servizio di Supernova

C'ERO PURE IO!
     


ciao lorenzo... ovviamente sono contentissimo di aver vinto la partita piu' sentita per me che sono di firenze...e' stata una goduria...la nostra "trasferta" fatta praticamente in mezzo ai pulman dei tifosi viola
arriviamo in zona stadio, nascondiamo la nostra macchina targata firenze e andiamo in curva sud a tifare per la squadra giusta...il secondo tempo abbiamo giocato alla grande...ottima curva sud,il nuovo coro contro la lazio e' gia' un tormentone...i fiorentini stanno dentro lo stadio fino a quasi mezzanotte...noi torniamo nella nostra citta' fieri di essere romanisti...adesso tutti a milano! daje roma! riccardo, firenze

I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA 
(questi ultimi solo se meritano)

OLTREICOLORI
   
GAZZETTA.IT
ROMA, 5 novembre 2006 - La Roma resta in scia. Batte una discreta Fiorentina 3-1, in rimonta, e si conferma la terza forza del campionato, a 4 punti dalla coppia di testa Inter-Palermo. Quella dell'Olimpico stasera è stata una Roma a due facce. Vecchia, pallida e rugosa nel primo tempo, - infilzata da una Viola accorta - sbarazzina e impertinente nella ripresa: un fiume in piena che ha finito per dilagare. Inevitabilmente. La differenza l'ha fatta l'atteggiamento, la fame di vittoria, e la convinzione maturata dopo l'1-1. Alla fine i giallorossi sembravano divertirsi tanto a fraseggiare con tocchi morbidi negli spazi brevi, con la Fiorentina alla mercè, che ha rischiato la goleada. La Roma ha regalato spettacolo e ritrovato i propri esterni, con Taddei costruttore ma anche finalizzatore, e Mancini tornato a disposizione dopo l'infortunio. E poi Totti sta sempre meglio. Anche se la sua collocazione stabile da centravanti di manovra potrebbe non essere quella ottimale. La Fiorentina ha giocato bene finchè il punteggio l'ha premiata, poi ha peccato di personalità, liquefacendosi quando è andata sotto. 
Primo tempo equilibrato. Non spettacolare, ma capace di produrre sprazzi di ottimo calcio. Spiccano la capacità balistica di De Rossi e l'eleganza mai fine a se stessa di Montolivo. La Fiorentina si propone come immagine riflessa della Roma. Senza Toni, infortunato, Prandelli decide di emulare Spalletti: dentro un finto centravanti, Mutu, supportato dal veloce Reginaldo e dal tecnico Montolivo, che agisce da trequartista. La Roma, e non capitava da un po', è in formazione tipo: recuperati Chivu e Mancini, Pizarro preferito ad Aquilani come spalla di De Rossi in mezzo. Il primo squillo - dopo un destro violento di Perrotta da fuori area, con palla a lato di un niente alla sinistra di Frey - è della Fiorentina. Angolo dalla destra, sponda di Montolivo, Liverani trova al limite Ujfalusi, che improvvisa un destro incrociato di rara giustezza su cui Doni non riesce ad arrivare. La Roma non ingrana: rumina gioco, ma non è al top atleticamente, e lo 0-1 favorisce l'assetto tattico dei viola, che sembrano fatti apposta per ripartire in contropiede. Così le palle gol arrivano su calcio piazzato o grazie a invenzioni personali. Nell'ordine: Fiorentina disattenta su un angolo, Pizarro, imbeccato al limite, penetra in area e mette di poco alto di sinistro. Poi il gol del pareggio. Bellissimo. Spunto a centrocampo di De Rossi che saluta i dirimpettati con un'accelerazione prepotente e poi inventa l'ormai solito (per lui) esterno destro squassante da lontanissimo: Frey è piazzato male e riesce solo a toccare. Palla nell'angolo e 1-1 da applausi. Risultato con cui si va al riposo. 
Il secondo tempo riparte con una Roma arrembante. Che prima sfiora il 2-1 con Mancini (bravo Frey che si riscatta per l'indecisione sul pareggio), poi lo trova con Taddei. Il brasiliano indovina un perfetto destro al volo sul palo lungo sfruttando un cross di Tonetto da sinistra deviato (e rallentato) dal colpo di testa interlocutorio di Kroldrup. La Roma ora gioca come Dio comanda, regalando lampi deliziosi. Come una rifinitura acrobatica di Totti, come la palla telecomandata di Pizarro per il taglio centrale in area di De Rossi che al volo mette di poco alto. Prandelli ha visto abbastanza. E cambia tutto: fuori l'invisibile Blasi e il poco incisivo Reginaldo, dentro Jorgensen e Pazzini. Fiorentina a trazione anteriore. Almeno nelle intenzioni. Perchè la Roma ha palleggiatori virtuosi, e fa girare palla. La gara adesso è bella. Perrotta sfiora il gol con il consueto inserimento centrale, su cross di Panucci, Donadel replica con una sventola che finisce di poco larga. Ma è ancora la Roma a passare. Ancora con Taddei, che raccoglie un cross di Panucci sul primo palo e lo spedisce alle spalle di Frey. Gara chiusa. C'è il tempo per un palo di Totti su punizione, per l'ingresso in campo di Vucinic, che si divora un gol, e per gli applausi dell'Olimpico. Che stasera si è proprio divertito.

Pagina iniziale
Index
La stagione in corso
The championship
Aggiornamenti
Updates
Fotografie
Pictures
Premessa
Premise
Scudetti e trofei
Palmarès
La Lazie
The second team of the region
Visti a Roma
Away fans in Rome
Le bandiere della Roma
Unforgettable players
Campo Testaccio
The glorious ground of AS Roma
Memorabilia
Memorabilia
Roma e i romani
Roma and romans
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
Derby!
Derby!
La Roma in Tv e alla radio
AS Roma in TV and radio
Video
Video
Vita vissuta
Lived life
Miscellanea
Miscellanea
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Bigliografia
Bibliography
La storia della Curva Sud
Curva Sud history
Le partite storiche
Matches to remember
Gruppi ultras
A.S. Roma Ultras groups
Sotto la Sud!
A.S. Roma players under the Curva Sud
Cori Curva Sud
Curva Sud chants
Amici e nemici
Friends & enemies
La cronaca ne parla
The wrong and right side of A.S. Roma fans
Fedeli alla tribù
Faithfuls to the tribe
Diffide, che fare?
Suggests for the banned
Links
Links
Scrivetemi
E mail me
Libro degli ospiti
Guestbook