VIII Giornata
ROMA - LAZIO 2-0
Roma, Stadio Olimpico
27 ottobre 2001

ore 20:30

invia una e-mail per i resoconti
 








Tabellino partita:
Roma (3-5-2): Antonioli 6.5, Zebina 6, Samuel 6.5, Zago 7, Cafu 6, Tommasi 6.5, Emerson 6, Lima 6, Candela 6.5, Totti 7, Batistuta 5.5 (1' St Delvecchio 7.5). (80 Pelizzoli, 6 Aldair, 14 Panucci, 8 Assuncao, 25 Guigou, 18 Cassano). Allenatore: Capello 6.5
 
Lazio (3-5-2): Peruzzi 6, Negro 5 (20' St Castroman S.V.), Nesta 6, Stam 5.5, Cesar 5, Giannichedda 6, Mendieta 5 (16' St Stankovic Sv), Liverani 5.5, Favalli 5.5, Crespo 6, Claudio Lopez 5 (31' St S. Inzaghi S.V.). (22 Concetti, 24 Couto, 4 D.Baggio, 20 Fiore). Allenatore: Zaccheroni 5.5.
 
Arbitro: Cesari 6 
Recupero: 0 e 3', Angoli: 5-2 per la Roma, Ammoniti: Lima e Giannichedda per gioco falloso. Spettatori: 80.000, per un incasso di spettatori paganti di 1.651.176.000. 
I gol: 
4' St: Lancio lungo di Emerson per Delvecchio sulla sinistra: l'attaccante mette la palla a terra e la difende benissimo evitando Nesta e mettendo in rete. 
47' St: Lima da sinistra crossa, Totti di testa realizza da due passi.











Pagina 1
Pagina 2
Pagina 3 Pagina 4

Il racconto nella fanzine del Mancha Negra (Portogallo)

L'antefatto

A livello coreografico si è capito che tutto è andato storto. La giornata del derby non è stata come le altre. Appena arrivati allo stadio "gira"  subito la notizia che nella mattinata molti tifosi - per lo più della Lazio, ma anche qualcuno della Roma - hanno subito delle perquisizioni domiciliari e sono state portate in stato di fermo in Questura, senza che in effetti avessero fatto assolutamente nulla. Pare che le forze dell'ordine abbiano sequestrato i coltelli presi in cucina!!!!! Pare anche che dei ragazzi abbiano subito qualche sopruso, almeno così dicono loro. Fatto sta che il nobile intento delle "forze dell'ordine" si è rivelato un clamoroso boomerang, avendo provocato incidenti di inaudita gravità fuori la Curva Nord, che non ha fatto alcuna coreografia. In Sud si è aperta una spontanea riflessione su quanto accaduto e gli AS Roma Ultras, consapevoli del fatto che quanto accaduto rientra in una logica di repressione che se la prende con i soliti noti, hanno deciso di non esporre lo striscione. Il clima di forte tensione si è riflettuto anche all'interno della nostra curva e sull'organizzazione della coreografia, che non è stata realizzata come era stata progettata.
Siamo tutti strafelici del risultato, ma il derby ci è stato rovinato.



Foto di Claudio Crescenzi























VIDEOCALCIO


Il servizio



  Il servizio  

La cronaca
Protagonisti i tifosi della Lazio infuriati per le perquisizioni delle case di alcuni ultrà
Scontri e guerriglia
allo stadio Olimpico
(Repubblica.it)
ROMA - La giornata del derby era iniziata con una perquisizione nelle case di alcuni ultrà laziali e romanisti da parte delle forze dell'ordine. L'operazione ha portato al sequestro di 20 coltelli, due manette, un'ascia, sostanze stupefacenti, un manganello in dotazione alle forze dell'ordine, passamontagna e due fumogeni. Un'operazione di routine per evitare incidenti e che invece ha scatenato la furia degli ultrà della Lazio che si sono presentati all'Olimpico armati di molotov e decisi a caricare le forze dell'ordine.
E così, un'ora prima della partita nella zona della curva nord è scoppiata la guerriglia. Un centinaio di ultrà ha iniziato a lanciare molotov, bottiglie e sassi contro due plotoni di carabinieri e polizia dalla parte dello stadio dei Marmi. I celerini ed i carabinieri hanno caricato sparando anche candelotti lacrimogeni e riuscendo a disperdere gli assalitori ma non a far decantare la tensione. Tanto che le cariche sono state poi ripetute in curva Nord dove ancora una volta sono stati lanciati lacrimogeni. 
I tifosi della Lazio, per protesta, hanno rinunciato ad esporre la coreografia che avevano pensato in vista del derby, ma all'inizio della partita i facinorosi hanno cambiato bersaglio e, dopo le forze dell'ordine se la sono presa con i soliti beceri cori razzisti verso i giocatori di colore dei campioni d'Italia. La curva romanista, che stasera ospitava eccezionalmente Sabrina Ferilli con uno striscione con su scritto "Eccomi" ha risposto durante l'intervallo con una grande scritta: "La morte non ha colore, in ricordo di De Falchi, Paparelli e tutti gli altri". Iniziativa applaudita da tutto lo stadio.
Alla fine della gara, mentre la curva sud restava piena a godersi la vittoria e a festeggiare sotto la curva nord ricominciava il confronto fra ultrà della Lazio e forze di polizia finito con cariche e lanci di lacrimogeni da parte delle forze dell'ordine. 
ROMA - Vigilia turbolenta quella del derby della capitale. Poco prima delle 19 un centinaio di tifosi (probabilmente laziali) si è reso protagonista di un fitto lancio di molotov, sassi e bottiglie contro un gruppo di poliziotti e carabinieri schierati nei pressi della curva nord. Questi ultimi hanno risposto con alcuni lacrimogeni che hanno fatto disperdere la folla di tifosi. Ora la curva nord si trova presidiata dalle forze dell' ordine in divisa antisommossa. 
(ANSA) - ROMA, 27 OTT - Scontri tra tifosi della Lazio e forze dell'ordine sono avvenuti al termine del derby Roma-Lazio. Uscendo dalla curva nord un gruppo di teppisti si e' scagliato contro polizia e carabinieri, lanciando bottiglie, sassi ed altri oggetti. Le forze dell'ordine hanno caricato i facinorosi sparando anche alcuni lacrimogeni. (ANSA). TB 
27/10/2001 23:03 
Il derby romano è stato preceduto da alcuni scontri tra ultrà e forze dell'ordine. Poco prima delle 19 un centinaio di tifosi laziali, ha cominciato a tirare bottiglie molotov, sassi e bottiglie contro un nucleo di poliziotti e carabinieri schierati nei pressi della curva nord. Le forze dell'ordine hanno risposto con alcuni lacrimogeni. C' è stato un fuggi-fuggi e numerosi motorini sono stati travolti dalla corsa dei giovani e degli agenti di polizia. Le forze dell'ordine in divisa antisommossa hanno circondato la zona della curva nord.
La situazione è tornata normale nel giro di un quarto d'ora. Alcune persone- sono state portate negli uffici di polizia per accertamenti. Molti tifosi della curva Nord nel momento degli scontri tra forze dell'ordine e sostenitori biancocelesti, sono scesi dalle gradinate per dare manforte ai loro amici. Le forze dell'ordine, quindi, sono entrate precipitosamente all'interno della Nord, dal 47 al cancello 50, e hanno lanciato alcune lacrimogeni sugli spalti, provocando un fuggi fuggi.
Incidenti sono proseguito anche nel dopo-partita, quando alcuni singoli sostenitori della Lazio si sono lasciati andare ad atti di teppismo.
Ma perché la tensione? Per il fermo e le perquisizioni operate nel pomeriggi del derby dalla polizia, che ha bloccato alcuni dei tifosi laziali che stavano preparando la coreografia. "Un'azione a freddo, chiaramente intimidatoria per colpire una tifoseria che si era impegnata a mantenere l'ordine" hanno denunciato i tifosi, che per protesta non hanno esposto in curva Nord la coreografia, riservandosi di farlo in occasione di Lazio-Brescia.
Diversa la versione della polizia: le perquisizioni sarebbero state effettuate per prevenire un piano di disordini che alcuni ultrà avevano pianificato.
23:25 - Scontri all'Olimpico fra ultrà e forze dell'ordine
Il derby romano è stato preceduto da alcuni scontri tra ultrà e forze dell'ordine. Poco prima delle 19 un centinaio di tifosi, probabilmente laziali, ha cominciato a tirare bottiglie molotov, sassi e bottiglie contro un nucleo di poliziotti e carabinieri schierati nei pressi della curva nord. Le forze dell'ordine hanno risposto con alcuni lacrimogeni. C' è stato un fuggi-fuggi e numerosi motorini sono stati travolti dalla corsa dei giovani e degli agenti di polizia. Le forze dell'ordine in divisa antisommossa hanno circondato la zona della curva nord.
La situazione è tornata normale nel giro di un quarto d'ora. Alcune persone - a quanto si è appreso - sono state portate negli uffici di polizia per accertamenti. Molti tifosi della curva Nord nel momento degli scontri tra forze dell'ordine e sostenitori biancocelesti, sono scesi dalle gradinate per dare manforte ai loro amici. Le forze dell'ordine, quindi, sono entrate precipitosamente all'interno della Nord, dal 47 al cancello 50, per cercare di sedare gli animi e rabbonire la folla, ma sono stati fatti oggetto di lanci di pietre, bottiglie e fumogeni.
23:59) ROMA - Circa un'ora dopo la fine della partita un gruppo di tifosi ha lanciato un grosso sasso contro una 'gazzella' dei carabinieri fuori lo stadio Olimpico. I militari sono riusciti a bloccare quattro persone. Pochi minuti dopo c'è stato un nuovo "assalto" dei tifosi, questa volta a farne le spese è stata una volante della Polizia a cui sono stati distrutti il lunotto posteriore e i finestrini laterali.
(00:40) ROMA - Tre persone sono state arrestate e altre cinque denunciate per i disordini avvenuti durante la partita Roma-Lazio che si è svolta ieri sera all'Olimpico. I tre arrestati sono tifosi laziali che al termine della partita, durante il deflusso, hanno lanciato un grosso sampietrino contro una gazzella dei carabinieri. Un quarto tifoso della Lazio è stato denunciato dalla polizia per gli scontri avvenuti poco dopo le 18 fuori dallo stadio Olimpico, quando gli ultras biancocelesti hanno prima lanciato sassi contro le auto in transito e poi contro gli agenti che per due volte li hanno caricati utilizzando anche i lacrimogeni. Due tifosi romanisti sono stati denunciati perchè in stato di ebbrezza hanno danneggiato una volante che li stava portando in commissariato, un terzo tifoso giallorosso è stato denunciato perchè ha scavalcato e dalla curva sud è arrivato fino al campo.
Il gol di Delvecchio
Il gol di Totti


VAI A:             GO TO:
Pagina iniziale
Index
Premessa
Premise
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
La stagione in corso
The championship
I gruppi ultras
dell'A.S. Roma
A.S. Roma Ultras groups
Le fotografie
Pictures
La cronaca ne parla
Chronicle talks about them
Amici e nemici
Friends & Enemies
Le parole (e la musica)
dei canti
Words & music of the songs
Le partite memorabili
Matches to remember
Racconti ed interviste storiche
Historical tales & interviews
La storia
della Curva Sud
Curva Sud history
Il Derby
Gli scudetti 
del 1942 e del 1983
The Championship's victories in 1942 and 1983
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Le bandiere della Roma
Most representative 
A.S. Roma players
CHAT
Ultime novità del sito
Updates
Libro degli ospiti
Guestbook
Collegamenti utili
Links
Scrivetemi
E mail me