II 

IX Giornata
PERUGIA -
ROMA 0-0

Perugia, Stadio Renato Curi
domenica 3 dicembre 2000 

invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:
 
PERUGIA (3-5-2): Mazzantini, Rivalta, Materazzi, Di Loreto, Ze Maria, Blasi, Liverani, Tedesco, Pieri, Vryzas (38' St Tatti), Saudati (40' St Sogliano).
In Panchina: Tardioli, Hilario, Goretti, Paris, Ahn.
Allenatore: Cosmi 6.5.

ROMA (3-4-1-2): Lupattelli, Zebina (43' Pt Mangone), Samuel, Aldair, Cafu, Tommasi, Zanetti (15 St Guigou), Candela, Totti, Batistuta, Delvecchio (23 St Montella).
In Panchina: Amelia, Lanzaro, Nakata, Balbo.
Allenatore: Capello.

Arbitro: Borriello di Mantova.
NOTE:  Angoli: 4 a 3 per la Roma, Recupero: 2' e 4', Espulso: Blasi al 39' St per doppia ammonizione, Ammoniti: Materazzi e Mangone per gioco falloso, Spettatori: 25000.
 





















La prima cosa che mi piacerebbe sapere è se il celerino che ha raccolto una torcia lanciata dai tifosi del Perugia e l'ha tirata contro i tifosi della Roma verrà denunziato per getto pericoloso di cose e diffidato dall'andare negli stadi con obbligo di firma al commissariato di zona.
E' già perchè tra i nostri tifosi abbiamo qualche diffidato per questa ragione....
Non sfugge a nessuno che un gesto del genere compiuto da un appartenente alle "forze dell'ordine" sia perlomeno 10 volte più grave rispetto a quello compiuto da un tifoso.
Comunque ci sono le immagini televisive che riprendono il tutto, ma sarà difficile identificare il teppista in divisa.... aveva il volto coperto, come un hooligan!

Il celerino si dirige verso la torcia lanciata
dai tifosi del Perugia verso i romanisti...

...la raccoglie...

.......

....la lancia verso i tifosi della Roma

E' LUI
LEGGI GLI ARTICOLI DEI GIORNALI
Il servizio sulla partita
(Si vede  anche la scena del lancio della torcia)


IL COMMENTO DI MATTEO
Come al solito siamo partiti carichi di speranze consapevoli di un'autentica invasione giallorossa.Sull'auto strada si viveva già il clima partita ma una volta arrivati nel capoluogo unbro la tensione è iniziata a salire! Arriviamo allo stadio alle 12:00 parcheggiamo e ci dirigiamo verso lo stadio;in mezzo al bosco di fronte allo stadio assistiamo alla prima carica ma niente di che. Entriamo e la curva sud è gia piena!
Tra un panino e l'altro e tra un coro e l'altro si fanno le 13 e iniziamo a capire che fuori allo stadio non ci sia una bella situazione. Comunque ne abbiamo la certezza quando vediamo gli scontri e le guardie sparano i lacrimogeni! Dopo qualche attimo di tensione si torna tranquilli,tranne qualche problemino con quelli che scavalcano tra la
curva e la tribuna e la porta che prima la aprono e poi la partita inizia  e dopo solo  10 minuti di tifo i quasi 15mila tifosi si ammutoliscono: MA DOVE CAZZO CE L'AVETE LA VOCE!!silenzio totale,io stavo vicino gli asru che purtroppo hanno sbagliato nell'uso degli altoparlanti,un solo megafono, non si sentivano per niente ma anche i tifosi....che cazzo ce vengono a fa in trasferta se poi non cantano state a casa con stream che è maglio! Poco prima della fine della partita assistiamo al FATTACCIO il cellerino che butta la fiaccola contro i romanisti,il colmo,una guardia che dovrebbe tutelare i
cittadini tenta di ferirli! mah! comunque la cosa peggiore è stata sentire alla radio che a Perugia i tifosi romanisti hanno causato disordini! noi! va beh. Nonostante tutto NOI NON TI LASCEREMO MAI... forza Roma
 


Maglia
                  indossata da Batistuta
Maglia
                  indossata da Batistuta


Riccardo:
COMPLIMENTI A QUELL'ULTRAS IN DIVISA CHE HA LANCIATO UNA TORCIA NEL NOSTRO SETTORE
A NOI LA DIFFIDA, A LORO LO STIPENDIO...QUESTA E' L'ITALIA
ONORE AGLI ULTRAS/A' 

L79_bzl: 
RAGAZZI FACCIAMO SAPERE A TUTTI DELL'ULTRAS IN DIVISA CHE HA LANCIATO LA TORCIA VERSO LA NOSTRA TRIBUNA...SPERO CHE I GIORNALI VENDUTI DOMANI NE PARLINO
FORZA ROMA
34 FINALI
A GOLEADA HANNO FATTO VEDERE QUESTA IMMAGINE,E POI QUELLA DI UN TIFOSO KE PACIFICAMENTE PARLAVA CON UN CELLERINO..HANNO DETTO: "DOVREMMO VEDERE + SPESSO QUESTE COSE NEGLI STADI"!!!!! E DI QUELLO KE HA LANCIATO LA TORCIA NON è STATO DETTO NIENTE.......
Bella trasferta oggi! Peccato per quel celerino idiota (non dimentichiamoci questa notte di quello che è successo e cominciamo a farci sentire nelle "NOSTRE" radio)

IL COMMENTO DI SONIA
Siamo partiti da Roma alle 8.30, dopo avere atteso 30 minuti la ragazza di un nostro amico che doveva finire di truccarsi. Già da questo ho subito compreso che la mia prima trasferta non sarebbe stata esattamente come la immaginavo. Siamo 12, e partiamo con 3 macchine. Abbiamo prenotato i biglietti tramite internet (adoro la tecnologia!!!), però sono della curva nord, ovvero la curva del perugia. Una volta arrivati cerchiamo subito il botteghino dove poter cambiare il nostro voucher con i biglietti veri e propri; ci sbattono a tre botteghini diversi, finalmente alle 12.00 riusciamo ad ottenerli e così possiamo entrare (non prima di avere mangiato qualche panino al volo).
 Alle 12.15 siamo dentro lo stadio, settore curva sud, che è già tutta piena ; gli unici posti che riusciamo a trovare sono in alto, ce li accaparriamo subito sapendo che da lì a poco ci giudicheranno fortunati per averli trovati.
 L’attesa è lunga, inganniamo il tempo guardando quello che succede sotto di noi : parecchi ragazzi scavalcano dalla curva alla gradinata scoperta, ad un certo punto qualcuno del servizio d’ordine apre il cancelletto che separa i due settori e fa defluire la gente che si era accalcata ; ma immediatamente dopo richiude lo stesso cancello e la gente comincia a spingere ed urlare, e c’è anche un signore con un bambino di 3 o 4 anni sulle spalle che cerca di “sfondare”  e alla fine riesce a farsi aprire ed entrare in gradinata attraverso il cancello : sarà l’ultimo, gli altri ricominciano a scavalcare…
 Dopo un po’ si sentono le cariche della polizia verso i tifosi che sono ancora fuori dallo stadio e cercano di entrare (non so se con il biglietto o meno, immagino senza), e vengono lanciati alcuni lacrimogeni : starò con gli occhi ‘tumefatti’ per tutta la partita.
 Verso le 14.00 i tifosi del Perugia che si trovavano nella gradinata vengono fatti spostare nella tribuna di fronte, in modo da consentire ai tifosi della Roma ancora non entrati, di prendere il loro posto. Praticamente i settori curva sud, l’intera gradinata e tre quarti della tribuna sono occupati da tifosi della Roma : stiamo giocando in casa.
 Qui cominciano le dolenti note : 15.000 tifosi e neanche un coro decente, che duri più di 30 secondi e che non sia il solito batigò o tottigò. Troppe canne, forse??? Troppe birre??? Non lo so, ma mi sembra che tanta gente sia venuta solo per poterlo raccontare.
Inizia la partita e si sentono solo i tifosi del Perugia, in contestazione con il loro presidente anche perché ha svenduto il loro stadio. In questo mi sento solidale con loro ; se un giorno un poliziotto mi dicesse di spostarmi dai distinti sud per fare accomodare i tifosi della squadra avversaria io mi sentirei defraudata di un qualcosa che sento mio e che nessuno ha il diritto di togliermi.
Termina la partita, andiamo subito verso le macchine, alle 19.15 siamo a Roma.
La mia prima trasferta mi lascia dentro qualcosa di negativo, la sensazione di trovarmi al posto sbagliato, in un mondo dove per accettare certe cose bisogna possedere quella famosa mentalità ultras che tanti decantano, ma che evidentemente non mi appartiene. (ma cosa c’entra la mentalità ultras con il tirare bottiglie d’acqua ai fotografi o con il non cantare per 90 minuti???). Ero andata a perugia per sostenere la mia squadra con tutto il fiato che avevo in gola, non mi importava vincere o perdere.
La mia prima trasferta è stata anche l’ultima, forse non è “roba da ragazze”.
Un abbraccio a tutti e sempre e comunque forza ROMA.


IL RESOCONTO DI VALERIO
LUNEDI' MATTINA DOPO ROMA FIORENTINA:
ALLA SESTANTE: "MI SPIACE I BIGLIETTI SONO FINITI"
IO: "COM'E',SO' FINITI E IO COME VADO A PERUGIA?"
SESTANTE: "SI GUARDI LA PARTITA IN TV"
IO: "MA LI MORTACCI TUA"
GIOVEDI' DIETRO LO STADIO
UN BAGARINO NAPOLETANO "O VVUO' NU BIGLIETT?"
IO: "PER QUANTO?"
IL NAPOLETANO "200 CARTE"
IO: "MA PIJALO NEL CULO"
FINALE, PARTO PER PERUGIA SENZA BIGLIETTO CON I MIEI AMICI.
VADO AI BOTTEGHINI,NON RIESCO A PRENDERE NIENTE E ALLORA NON MI RESTA CHE
SCAVALCARE.
ORE 13.00 LA SUD ROMANISTA E' PIENA E DA FUORI SI VEDE.
MI INCAZZO E DA DIETRO LA GRADINATA SCAVALCO UNA RETE METALLICA DI 5
METRI.... SONO NELLO STADIO!!!!!
ORE 14.00 DA DENTRO LO STADIO OSSERVO QUELLO CHE SUCCEDE FUORI, LACRIMOGENI E
CARICHE DELLE FORZE DEL DISORDINE VERSO I ROMANISTI.
ORE 15.00 INIZIA LA PARTITA E IL TIFO ROMANISTA FA VERAMENTE PENA, 15.000
TIFOSI SENZA INTONARE UN CORO DECENTE E PER PIU' DI 30 SECONDI, CHE NON SIA
BATI BATI GOL.
LA PARTITA E' NOIOSA E INCOMINCIA UN LANCIO DI OGGETTI TRA NOI E I PERUGINI,
QUANDO ARRIVA DUE FILE DIETRO ALLA MIA UNA TORCIA,PENSO ALL'IMPROVVISO CHE SIANO
STATI I PERUGINI MA POI MI DICONO CHE E' STATO UN CELERINO.
QUESTA E' L'ITALIA,A LORO LO STIPENDIO E A NOI LE DIFFIDE (CENSURA, n.d.L.) VOLEVO
TORNARE A CASA CON 3 PUNTI E SENZA FIATO, SONO TORNATO CON 1 E CON UNA VOCE
CHE POTREI CANTARE UN OPERA LIRICA.
CURVA SUD=SVEGLIA!!!!"
FINE DEL RESOCONTO
UN SALUTO
IL COMMENTO DI MAX
Prima di tutto volevo farvi i complimenti per il sito!, per poi passare alla trasferta di Perugia dove, ho rivisto per l'ennesima volta da parecchi anni a questa parte no romanisti in trasferta ma napoletani travestiti da romanisti!!!.
Basta con i coatti allo stadio in curva, nelle strade, sono loro i veri problemi della curva, gente mai vista allo stadio, gente che si veste in modo stranissimo tipo extraterrestri, a Perugia era pieno, che vengono in trasferta solo per dire il giorno dopo" a zi non poi capi' che macello, so entrato senza er bijetto" pero' non lo sanno che se non c'erano i veri tifosi che fuori facevano gli scontri e dentro gli aprivano i cancelloni col cazzo che entravano!!!. BASTA CON I NAPOLETANI ALLO STADIO E IN TRASFERTA!!, e poi a Brescia i soliti "ignoti" e a Bergamo i soliti "ignoti" e quando la Roma andava male dove cazzo erano?
Io non faccio parte di nessun gruppo sono 11 anni che vado allo stadio e da 6 in trasferta, sono uno dei tanti, che ama la Roma e per questo che mi incazzo quando vedo questa gente.
CACCIAMOLI.
CIAO MAX



 
 


IL RESOCONTO DI PRISCO


 


Partiamo alle 8:15 da piazza bologna con gioia, allegria, senza il biglietto, e con poca broda nella macchina...alle 9..se ferma la macchina ...e' finita la broda, fortunatamente siamo ad un chilometro, dal benzinaio...io come al solito mi sobbarco il viaggio verso la broda usufruendo del passaggio, (se so fermati solo due napoletani che andavano a Perugia (bagarini?) e ritornando a piedi verso la macchina..si riparte...
Arriviamo davanti allo stadio.. la situazione e' calda molti sono nella nostra situazione, alcuni spendono ottanta carte dai bagarini (grazie Sestante) altri aspettano, si coprono il volto e entrano alla vecchia maniera...a questo punto potrei vantarmi...potrei dire de ave' caricato ma direi una bugia prenderei per il culo solo me stesso..., ho aspettato e sono entrato qundo i cancelli si sono aperti.. non faccio nomi di gruppi che hanno dato una mano aprendo le porte dall'interno,
i ragazzi che facevano i pali .. mentre altri.. scavalcavano, ma prendete esempio...
altro che alcuni coglioni che dicevano...non e' giusto che questi imboccano gratis.. noi avemo pagato 60000... noi semo venuti coi pulman ... la curva ce spetta... ma che cazzo state a di ...
noi siamo, anzi dovremmo essere uniti invece... pezzi de coattagine che se sprecano...addirittura me so visto imbruttire da un ragazzo  in quanto la sua ragazza non vedeva causa bandiera ....
ok ma la partita non era iniziata e lei doveva vedere batistuta che si allenava... IO MI CHIEDO SE SIAMO DIVENTATI MATTI!! dal punto di vista canoro, non se sentimo, la colpa e da attribuire alla dispersione dei gruppi e ancora una volta alla miriade de canne, PERCHE' NON PROVATE ALMENO UNA VOLTA AD UBRIACARVI?....in tribuna un po' de scaramucce con il poliziotto che tira il fumogeno tra la gente (CHIEDO LA DIFFIDA!!!!)... la stanchezza si fa sentire, ma il nostro animo e' gia forgiato da tempo.. alle 9 siamo al nostro pub a ****.. a bere e commentare la partita..
Anche questa e' passata ..QUANTI DEI 15000, CHE AFFOLLAVANO IL CURI, SARANNO PRESENTI ALLA PROSSIMA TRASFERTA,QUALE? BERGAMO...
                                                             PRISCO, PIAZZA BOLOGNA


IL RESOCONTO DI DANIELE

Sveglia ore 7; appuntamento alle 8 al laghetto dell'EUR; siamo in 4 pronti a partire per Perugia belli carichi e pronti a cantare. Durante il viaggio incontro tante macchine dirette a Perugia con sciarpe e bandiere ben in vista e ciò mi trasmette una certa emozione!

Il viaggio è piacevole e alle 10e30 siamo già arrivati. Facciamo un giro x la città anche se sembrava di essere in una via del centro di Roma x quanti tifosi si potevano incontrare. Tra l'altro becchiamo senza saperlo l'albergo che ospita la squadra e potete capire che confusione li intorno, visto che era possibile, avvicinandosi alle vetrate, scorgere i giocatori. Parcheggiamo la macchina e alle 12 siamo davanti ai cancelli del nostro settore di tribuna est, con i biglietti comprati a Roma, e pagati ben 90000 lire visto che pur andando alla Sestante lunedi mattina mi è stato impossibile trovare quelli di curva sud!! Vedendo come sono andate le cose posso dire che la società Perugia è stata molto paracula nel vendere più biglietti possibili a noi romanisti perchè altrimenti i perugini non li avrebbero comprati.. poi una volta che si sono resi conto della massiccia affluenza di tifosi senza biglietto per non creare disordine fuori dallo stadio, hanno pensato bene di far entrare tutti e di espandere il nostro settore a tutta la tribuna facendo spostare i tifosi abbonati di quel settore del Perugia nella tribuna opposta. Gaucci non si è comportato bene ne nei nostri confronti di quelli del Perugia, in quanto x prima cosa poteva vendere i tagliandi di tribuna allo stesso prezzo di quelli di curva per non fare descriminazioni... visto che comunque sapeva che alla fine ci avrebbe dato tutta la tribuna; seconda cosa é assurdo l'avere fatto spostare i perugini come se quello non fosse il loro stadio ma della squadra ospite. Conclusione  il Perugia ha pensato solo ai propri interessi e a guadagnarci il più possibile considerando solo i propri tifosi come birilli da spostare a suo piacimento.
Come era prevedibile lo stadio era per 3\4 nostro e nonostante tutto non abbiamo dimostrato un tifo compatto e unito che di solito in trasferta esce sempre fuori. Dispiace da parte mia ammetterlo ma riguardando le trasferte di Milano, Brescia, e Verona ci si rende conto che quando siamo in massa invece di incitare restiamo tutti a guadare la partita, in attesa come di uno stimolo che possa far iniziare un coro  che dopo un minuto è già terminato. Nelle trasferte che ho citato la nostra presenza esclusa Milano, era certamente inferiore come numero a quella di Perugia, eppure lì abbiamo dato spettacolo cantando compatti per 90 minuti! Diciamo che l'aspetto più triste della trasferta oltre all'episodio del "teppista in divisa", sia stata la pochezza del nostro apporto canoro alla squadra, è vero che sembrava di giocare in casa, ma se noi non ci facciamo sentire come pretendiamo di avere rispetto dalle altre tifoserie? Essere solo presenti non basta!! Abbiamo fatto un notevole passo indietro e la colpa non è dei gruppi che comunque si sforzano a farci cantare, ma della gente che pensa che se canta perde la voce e che se vede una bandiera sventolargli davanti durante una fase di gioco deve insultare l'ultras che la sventola perchè non gli fa vedere la partita. ASSURDO!!! Eppure succede...
La partita scorre via senza particolari emozioni, al fischio di chiusura tutti a casa con un punticino che secondo me é guadagnato, perchè in altri tempi una partita del genere l'avvremmo persa. Si parte da Perugia intorno alle 17e30 arriviamo a ROMA  con calma verso le 20e30. Tutto sommato non è stata una trasferta vera, sembrava solo una nostra partita su campo neutro con molte famigliole e vecchietti venuti solo per passare una domenica fuori città. Le trasferte sono un'altra cosa, sono per gente vera che non deve presentarsi in trasferta pensando poi di poter dire io c'ero e quindi per mettersi in mostra; in trasferta si portano i propri colori e la voce!!!
Alla prossima. Comunque sempre forza roma e regà, mi raccomando al derby, giocano loro in casa, facciamoci sentire: non devono cantare!!



VAI A:             GO TO:
Pagina iniziale
Index
Premessa
Premise
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
La stagione in corso
The championship
I gruppi ultras
dell'A.S. Roma
A.S. Roma Ultras groups
Le fotografie
Pictures
La cronaca ne parla
Chronicle talks about them
Amici e nemici
Friends & Enemies
Le parole (e la musica)
dei canti
Words & music of the songs
Le partite memorabili
Matches to remember
Racconti ed interviste storiche
Historical tales & interviews
La storia
della Curva Sud
Curva Sud history
Il Derby
Gli scudetti 
del 1942 e del 1983
The Championship's victories in 1942 and 1983
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Le bandiere della Roma
Most representative 
A.S. Roma players
CHAT
Ultime novità del sito
Updates
Libro degli ospiti
Guestbook
Collegamenti utili
Links
Scrivetemi
E mail me