Coppa Italia - VIII Girone, III Giornata
LAZIO - ROMA 0-2
(A tavolino)
Roma, Stadio Olimpico

domenica 7 settembre 1969
ore: 21:00


invia una e-mail per i resoconti

 
Tabellino partita:
LAZIO: Di Vincenzo, Papadopulo, Facco, Cucchi, Soldo, Marchesi, Massa, Mazzola (II), Ghio, Morrone, Fortunato.
A disp.: Sulfaro, Wilson. 

Allenatore: Lorenzo
 
ROMA: Ginulfi, Spinosi, Bet, Salvori, Cappellini, Santarini, Peirò, Landini, Enzo, Capello, Cordova. A disp.: Evangelista,
Scaratti. Allenatore: Helenio Herrera

Arbitro: Lo Bello di Siracusa
Gol: 35' Peirò 
Note: serata calda, terreno ottimo. Angoli 13-3 per la Lazio (5-3 nel primo tempo). 
Ammoniti: al 13' Massa. Espulsi: al 25' Lorenzo per proteste. 
Spettatori: 75.000 circa per un incasso di lire 120.000.000 circa.
 



(tratto da
                  Laziowiki.org)

(tratto da
                  Laziowiki.org)
(tratto da
                  Laziowiki.org)













RESOCONTO DI SERGIO
Mini resoconto sul famoso "derby della luce", quello che fini' al buio. Era un Roma-Lazio in notturna di Coppitalia,in quel tempo Roma e Lazio venivano sempre abbinate al turno settembrino (il campionato, come le scuole, iniziava a Ottobre) in modo da avere almeno un derby all'anno PERCHE' LA LAZIO ERA IN B (ndr). Non ho un annale sottomano ma doveva essere il 1967 o 68 (era il 7 settembre 1969, n.d.L.). L'allenatore della Lazio era Juan Lorenzo. Fu uno dei tanti derby incanalati sullo zero a zero ma Ginulfi paro' un rigore e mi sembra di ricordare che la Roma prese un palo. Ad un certo punto, Lorenzo fu espulso dall'arbitro. Dopo pochi minuti ando' via la luce. Restammo increduli e pure divertiti ad aspettare, fino a che l'altoparlante dello stadio non annuncio' che la partita era sospesa, e siccome mancavano pochi minuti alla fine credo che lo zero a zero fu poi omologato (fu dato lo 0-2 a tavolino alla Roma, n.d.L.). Solo che in curva giro' la storiella che ERA STATO LORENZO a staccare la luce perche' la Roma premeva e da un momento all'altro avrebbe segnato.
Stranamente quell'anno la Lazio era salita in A e al derby di andata del campionato la Roma vinse 2-1 con gol di Landini e Spinosi. Il Corriere dello Sport, che allora non credo fosse ancora a tiratura nazionale ed era comunque molto piu' romano di oggi, il Lunedi' aveva una rubrica chiamata "La voce dei Tifosi" che prendeva un intera pagina con interviste del dopopartita alla gente che usciva dallo stadio. Il titolo della rubrica di quel Lunedi', che ricordero' sempre, fu: "A LORE', STAVORTA TE CE VOLEVA N'ECLISSE!!"

LA GAZZETTA DELLO SPORT
Fino a quando si è giocato, il Derby era saldamente in mano alla Roma secondo le previsioni della vigilia, ma la Lazio non era stata a guardare e aveva recriminato non poco alla sfortuna che completerà il suo disegno quando, a 3 minuti dalla fine, il buio calerà sull'Olimpico e l'arbitro Lo Bello non può far altro che fischiare la fine anticipata della gara.

La partita inizia con la Roma più contratta e la Lazio che attacca alla garibaldina. Il pubblico di fede biancazzurra simpatizza subito con i suoi idoli e li incita all'attacco. La partita è però frammentata da falli e scorrettezze che l'arbitro puntualmente fischia per evitare il degenerare degli animi. Al 5' è Facco a fallire di poco il bersaglio con una girata di testa. Un minuto dopo si registra una bella presa a terra di Ginulfi su punizione ben battuta da Morrone.

Mazzola, al 10', tira attraversando in diagonale l'area di porta con un preciso tiro al volo. Al 13' è il romanista Salvori che si procura una punizione dal limite che Enzo tira di poco sopra la traversa. Al 19' Facco impegna Ginulfi di pugno. La partita è molto intensa e combattuta con scambi di colpi da una parte e dall'altra.

Al 25' viene annullata una rete a Fortunato per un fuorigioco che fa imbestialire Lorenzo che viene espulso. Al 35' è la Roma a passare su contropiede di Capello che tira debolmente: Di Vincenzo non trattiene e Peirò insacca facilmente. Il primo tempo finisce così, con i giallorossi in vantaggio e la Lazio a mangiarsi le mani per le occasioni perse.

La ripresa inizia con i biancazzurri in attacco e i giallorossi che rispondono in contropiede. Al 58' la Lazio ha la grande occasione per pareggiare il conto. Cappellini stende Ghio in area e l'arbitro decreta il rigore. Batte Marchesi ma Ginulfi intuisce il tiro e manda in angolo. La Lazio non s'abbatte e coglie successivamente due traverse. La Roma invece una in contropiede.

Il finale della partita vede i biancazzurri attaccare senza respiro alla ricerca del pareggio e la Roma chiudersi in difesa. Purtroppo l'illuminazione va via più di una volta rendendo il gioco frammentato finchè, all'87', sullo stadio cala il buio con l'arbitro che manda tutti a casa fra i fischi dei 75.000 presenti.

Per la Lazio questa Coppa Italia, già iniziata male, finisce peggio. Il giudice sportivo assegnerà successivamente la sconfitta a tavolino ai biancocelesti per 0-2 in quanto squadra "ospitante".


Mini resoconto sul famoso "derby della luce", quello che fini' al buio. Era un Roma-Lazio in notturna di Coppitalia,in quel tempo Roma e Lazio venivano sempre abbinate al turno settembrino (il campionato, come le scuole, iniziava a Ottobre) in modo da avere almeno un derby all'anno PERCHE' LA LAZIO ERA IN B (ndr). Non ho un annale sottomano ma doveva essere il 1967 o 68 (era il 7 giugno 1969, n.d.L.).
L'allenatore della Lazio era Juan Lorenzo. Fu uno dei tanti derby incanalati sullo zero a zero ma Ginulfi paro' un rigore e mi sembra di ricordare che la Roma prese un palo. Ad un certo punto, Lorenzo fu espulso dall'arbitro. Dopo pochi minuti ando' via la luce. Restammo increduli e pure divertiti ad aspettare, fino a che l'altoparlante dello stadio non annuncio' che la partita era sospesa, e siccome mancavano pochi minuti alla fine credo che lo zero a zero fu poi omologato (fu dato lo 0-2 a tavolino alla Roma, n.d.L.). Solo che in curva giro' la storiella che ERA STATO LORENZO a staccare la luce perche' la Roma premeva e da un momento all'altro avrebbe segnato. Stranamente quell'anno la Lazio era salita in A e al derby di andata del campionato la Roma vinse 2-1 con gol di Landini e Spinosi. Il Corriere dello Sport, che allora non credo fosse ancora a tiratura nazionale ed era comunque molto piu' romano di oggi, il Lunedi' aveva una rubrica chiamata "La voce dei Tifosi" che prendeva un intera pagina con interviste del dopopartita alla gente che usciva dallo stadio. Il titolo della rubrica di quel Lunedi', che ricordero' sempre, fu: "A LORE', STAVORTA TE CE VOLEVA N'ECLISSE!!



VAI A:             GO TO:
Pagina iniziale
Index
Premessa
Premise
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
La stagione in corso
The championship
I gruppi ultras
dell'A.S. Roma
A.S. Roma Ultras groups
Le fotografie
Pictures
La cronaca ne parla
Chronicle talks about them
Amici e nemici
Friends & Enemies
Le parole (e la musica)
dei canti
Words & music of the songs
Le partite memorabili
Matches to remember
Racconti ed interviste storiche
Historical tales & interviews
La storia
della Curva Sud
Curva Sud history
Il Derby
Gli scudetti 
del 1942 e del 1983
The Championship's victories in 1942 and 1983
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Le bandiere della Roma
Most representative 
A.S. Roma players
CHAT
Ultime novità del sito
Updates
Libro degli ospiti
Guestbook
Collegamenti utili
Links
Scrivetemi
E mail me