UDINESE/ROMA
3-3
Udine, Stadio Friuli
10 aprile 2005
ore 15.00

invia una e-mail per i resoconti
Tabellino partita:
UDINESE-ROMA 3-3 (primo tempo 2-3)
MARCATORI: nel pt 14' Chivu (R), 23' Montella (R), 27' Di Natale (U), 33' Pinzi (U), 44' Mancini (R); nel st 30' Di Michele (U).
Udinese (3-4-3): De Sanctis, Bertotto, Sensini (1' st Kroldrup), Felipe, Pinzi (3' st Zenoni), Pizarro, Muntari, Jankulovski, Di Natale (37' st Fava), Iaquinta, Di Michele (24 Handanovic, 77 Belleri, 23 Mauri, 21 Pazienza). All.: Spalletti
Roma (4-4-2): Curci, Scurto (43' st Briotti), Ferrari, Chivu, Cufrè, Mancini, Marsili (36' pt Virga), Dacourt, Aquilani, Montella (27' st Corvia), Cassano (33 Pipolo, 16 Seppani, 38 Rosi, 39 Okaka). All.: Conti
Arbitro: Bertini di Arezzo
NOTE - Recupero: 3' e 4'. Angoli: 11 a 4 per l' Udinese. Ammoniti: Montella per gioco non regolamentare; Dacourt e Di Michele per gioco falloso. Terreno pesante per la pioggia. Prima dell' inizio della gara è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Giovanni Paolo II. Spettatori: 15.000

FOTOTIFO
Grazie Gianluca e Valerio
Grazie M&M
Grazie M&M
Si ringrazia il sito
www.friulanialseguito.it
per la concessione delle ultime cinque foto

VAI A PAGINA 2



VIDEOTIFO

     

FOTOCALCIO
Il gol di
                  Montella
Il gol di Mancini
 
 


VIDEOCALCIO

Il gol di Chivu
(1915 kb)
 Il gol di Montella
(1929 kb)
Il gol di Mancini
(2331 kb)

Il servizio
(1282 kb)


CESARE
 Ciao Lorenzo, finalmente, dopo la sospensione per la morte del papa, si ricomincia a giocare. 
E il calendario prevedeva la difficile trasferta di udine. Arriviamo allo stadio Friuli verso l'una e mezza, e dopo aver mangiato un panino nel parcheggio ospiti, quest'anno confinante con un accampamento di tifosi juventini, ce ne andiamo verso il settore. Dato che ancora non avevamo i biglietti vado a prenderli alla biglietteria. Leggo i prezzi: 23 euro il settore ospiti e 15 euro curva nord. 
A quel punto manco m'informo se ci siano i biglietti ospiti in vendita, e mi dirigo verso la curva dell'udinese per comprare 3 biglietti di nord. Supero il cordone della PS dicendo che c'avevo un amico da salutare( per fortuna a udine non ho amici) e in massima tranquillità acquisto i biglietti, sotto una curva friulana ancora vuota a quell'ora.
Ritorno al settore e con nostra sorpresa i dirigenti dell'udinese non ci fanno entrare, perche dicono " che se poi il settore si riempie ci potrebbero essere problemi di ordine pubblico". A parte che il settore a udine tiene 3000 persone, e ieri arrivare a un terzo già sarebbe stato un miracolo, ma poi che problemi di ordine pubblico? vabbeh aspettiamo fuori fino a due minuti alle tre, quando la polizia vedendo che la situazione sarebbe potuta degenerare( eravamo una quarantina fuori con altri biglietti), va da quelle 2 merde che stavano ai cancelli e li obbliga a farci entrare. Queste due merde hanno pure avuto da ridire. Che dire? beh spero tanto che non arrivino a rivederci in coppa italia....
Entriamo ed infatti dentro saremo stati circa 400, piu un centinaio nel settore accanto al nostro.
La partita è stata davvero entusiasmante, un pareggio stupendo, piu per l'impegno finalmente visto in campo dai nostri( per la prima volta quest'anno ho visto grinta palle sudore e impegno, che è poi quello che chiediamo ai nostri) che ai fini di classifica( peraltro credo che nessuno presente ieri abbia avuto interesse a venire a Udine per classifica). I ragazzini di Conti si sono ottimamente comportati! E' vero, l'udinese a lunghi tratti ci ha preso a pallonate, ma nessuno ieri ha demeritato, lo stesso Cassano ieri ha dimostrato impegno. E a noi tifosi tanto ci basta non chiediamo altro, se non impegno e rispetto per la maglia, poi puoi pure perdere, puoi pure pareggiare come ieri soffrendo, ma per me perlomeno la partita di ieri è equivalsa a una vittoria.
Il tifo buono nel primo tempo a lunghi tratti, si è poi spento dato che praticamente tutti sono usciti dal settore a cercare di aiutare in qualche modo i pochi ragazzi ancora fuori dallo stadio.
Fine partita tranquillo, attendiamo 20 minuti e poi via a casa; le radio e le tv elogiano la Roma dei giovani, e noi siamo fieri di quello che abbiamo visto a Udine. Centomila volte meglio arrivare ottavi con dei ragazzini che corrono e si impegnano, che quarti con dei campioni svogliati e privi di rispetto per i colori sangue & oro. Saluti e arrivederci a udine a maggio per la coppa italia.

MAT
poche parole per un altra trasferta dietro l'AS Roma
... e seguendo la mia fede, io mi sono convinto che
non c'è donna non c'è prete perchè in mente ho solo te!
sosteniamo l'AS Roma con le braccia in sù
in italia in europa chi ci ferma più....
poco altro da aggiungere se non estrema solidarietà a quegli Ultras (e non solo) rimasti bloccati fuori dallo stadio friuli per tutto il primo tempo perchè solerti tutori dell'ordine impedivano loro sia di andare a comprare 
il biglietto della curva nord (18? contro 23?) sia al limite di entrare senza in un atmosfera tranquilla e in uno stadio deserto
senza tregua

I VOSTRI RESOCONTI....
....E QUELLI DELLA STAMPA
(questi ultimi solo se meritano)

OLTREICOLORI
Voglio pubblicamente ringraziare l'Avv. Giovanni Adami di Udine (e grande ex ultras udinese) per l'aiuto fornito nell'assistenza ai quattro ragazzi della Roma arrestati ad Udine. Il suo impegno ha fatto sì che siano tutti tornati a casa. Mi preme ringraziarlo perché oltre ad aver (egregiamente) lavorato sulla fiducia, una volta liberati i ragazzi, ha anche dato loro 150 € in quanto sprovvisti di soldi per il ritorno. Se qualcuno ha rotto l'autobus sul quale viaggiavano, sembra sia emerso che in effetti non siano stati loro a farlo.

GAZZETTA.IT
UDINE, 10 aprile 2005 - La Roma baby di Bruno Conti fa impazzire l'Udinese, costretta a rincorrere i giallorossi per l'intera partita. Spettacolare il 3-3 finale, ottenuto dai giallorossi senza ben sette titolari, e arricchito da gol bellissimi. A cominciare da quelli di Chivu e Montella; Di Natale e Pinzi riequilibrano, Mancini allunga, nella ripresa arriva il gol-capolavoro di Di Michele.
Sudato punto per i friulani, che tutto si aspettano tranne di dover soffrire così. Eugenio Spalletti, che ha fame di Champions League, schiera infatti il tridente con i collaudati Di Michele-Iaquinta-Di Natale. Bruno Conti non si scoraggia. Fra infortunati e squalificati non può che pescare nelle giovanili che ben conosce e fa esordire a centrocampo Massimiliano Marsili, diciassettenne di belle speranze. Lo preferisce a Rosi, confidando nella sua voglia di spaccare il mondo. 
Così, con una banda di ragazzini circondati dai "vecchi" Cassano, Mancini, Dacourt, Aquilani e Montella, si assiste a un miracolo capitolino che imbriglia l'Udinese. Fa una certa impressione vedere Nestor Sensini dirigere l'orchestra, lui che potrebbe essere padre di Marsili e che balbetta spesso creando vuoti nel reparto arretrato friulano. Il pregio della Roma è di giocare senza aver nulla da perdere. I giallorossi coprono bene in difesa e scatenano il contropiede sulle ali di Cassano e Mancini, mentre in mezzo Dacourt e l'ottimo Aquliani dettano le regole che è una meraviglia. 
Lo splendido gol su punizione di Chivu e il raddoppio di Montella su antologico duetto Cassano-Mancini sono meritatissimi. L'Udinese, colpita al cuore, si riorganizza e approfittando di due svarioni difensivi giallorossi perviene al pareggio: prima con un gol di Di Natale che raccoglie una respinta corta di Dacourt, poi con Pinzi che appoggia in rete dopo un rimpallo. Conti scopre che Marsili è troppo fragile per reggere all'urto e lo sostituisce con Virga, 18 anni, riportando equilibrio a centrocampo. I friulani difettano soprattutto sulla fascia destra, dove Cassano svaria che è un piacere; nel corridoio in cui serve magicamente Mancini che infila De Sanctis con un diagonale.
Ripresa ed è subito spazio a Kroldrup che prende il posto di Sensini, mentre l'infortunato Pinzi lascia a Zenoni. E' ovviamente assalto al Fort Apache. La Roma sbaglia a chiudersi troppo, ma nonostante l'assedio riesce a difendersi con passione e organizzazione, magistralmente diretta da Chivu, Ferrari e Scurto. Salgono in cattedra Pizarro e Jankulovski, mentre il tridente fatica a pungere, assediato com'è dalle marcature. Conti toglie Montella per Corvia, una punta per un'altra punta. Ma è l'Udinese a fare il gioco. Pizarro, si diceva, è l'uomo in più. Magistrale il suo assist per Di Michele che con la punta del sinistro anticipa l'uscita di Curci per il 3-3. Spalletti cambia Di Natale con Fava a caccia della vittoria, ma la mancanza di lucidità e la bravura di Curci esaltano la Roma che si ricarica con l'energie di Briotti, altro diciotenne che rileva Scurto. Non cambia nulla; giusto così. Applausi.

(ANSA) - UDINE, 10 APR - La polizia di Udine ha arrestato 4 tifosi della Roma che hanno danneggiato i pullman che li stavano portando allo stadio. I quattro sono accusati di danneggiamento per avere colpito a calci e con martelletti di sicurezza, presi a bordo dei pullman, le portiere e la carrozzeria degli automezzi. Tre di loro devono rispondere anche di violenza a pubblico ufficiale. Altri venti tifosi della Roma,
privi di biglietto, sono stati bloccati dalla Polizia e tenuti fuori dallo stadio.



VAI A:             GO TO:
Pagina iniziale
Index
Premessa
Premise
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
La stagione in corso
The championship
I gruppi ultras
dell'A.S. Roma
A.S. Roma Ultras groups
Le fotografie
Pictures
La cronaca ne parla
Chronicle talks about them
Amici e nemici
Friends & Enemies
Le parole (e la musica)
dei canti
Words & music of the songs
Le partite memorabili
Matches to remember
Racconti ed interviste storiche
Historical tales & interviews
La storia
della Curva Sud
Curva Sud history
Il Derby
Gli scudetti 
del 1942 e del 1983
The Championship's victories in 1942 and 1983
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Le bandiere della Roma
Most representative 
A.S. Roma players
CHAT
Ultime novità del sito
Updates
Libro degli ospiti
Guestbook
Collegamenti utili
Links
Scrivetemi
E mail me