XX Giornata
VICENZA - ROMA 0-2
Udine, Stadio Friuli
(campo neutro)

domenica 25 febbraio 2001
ore 15:00
 

invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:
VICENZA (3-4-2-1): Sterchele, Cardone, Zanchi, Tomas, Comotto (37' st Esposito), Firmani, Dabo (30' st Brncic), Dal Canto, Sommese (36' st Rossi), Zauli, Toni.
In Panchina: Santarelli, Beghetto, Benardini, Jeda.
Allenatore Reja.
 
ROMA (3-4-1-2): Antonioli, Zebina, Samuel, Zago, Cafu, Zanetti (21' st Tommasi), Emerson, Candela, Totti (43' st Guigou), Batistuta (35' pt Montella), Delvecchio.
In Panchina: Lupatelli, Rinaldi, Mangone, Assuncao.
Allenatore Capello.

Arbitro: Cesari di Genova.

RETI: 35'st Montella, 38'st Emerson.

NOTE: Angoli: 6 a 4 per la Roma, Recupero: 2’ e 3', Ammoniti: Zago, Emerson, Toni, Firmani, Del vecchio, Zauli, Spettatori: 11 mila. Si e' giocato sul neutro di Udine per squalifica del campo di Vicenza.

 













i



RESOCONTO DI FRANCESCO (ER VACANZA)
Partenza alle ore 3 da Piazza dei Consoli con il gruppo di Cuore di Curva. Siamo tre pullman e la traversata si preannuncia lunghissima e piena di difficoltà, visto che i (censura) con casco e manganello ci fanno perdere più di due ore al casello di Roma Nord in stupidi controlli e in più ci scortano andando a 30 all'ora sull'autostrada. Autogrill strachiusi come al solito, visto che noi
siamo i teppisti...ma loro i ****...quindi... Arriviamo a destinazione e non è ancora arrivata l'una. Lungo la A4 abbiamo incrociato numerose vetture giallorosse, due pullman di vicentini e altrettante auto venete.
Entriamo allo stadio intorno alle 13,30. Fa un freddo cane,ci saranno due gradi e un vento gelido insopportabile. I Borghetti vengono consumati in quantità industriale dai circa duemila gladiatori (altro che diecimila come annunciava la stampa allarmista e ignorante, capace solo a far aumentare la tensione tra le parti in gioco, e mai di informare) e dopo il canonico e quanto mai giusto quarto d'ora di silenzio per rispetto e soliarietà ad Alessandro,cantiamo e lo stadio è solo nostro, ci si sente solo a noi, duemila innamorati della Magica che schiacciano i poveri vicentini, accorsi in buon numero. Incredibile: il ragazzo col microfono che coordina i cori (credo che faccia parte degli ASRU o forse del XXI aprile,non lo so e non mi interessa, lo stimo moltissimo) nell'informare la curva dei 15' iniziali di mutismo, dice che la polizia ha sequestrato lo striscione "Giustizia per Alessandro" per motivi ovviamente oscuri.
Invece dall'altra parte gli ULTRAS vicentini ne espongono uno che chiede giustizia per il nostro Ale. Francamente non so cosa recasse scritto, ma va applaudito e vanno applauditi loro perchè sono rimasti in silenzio come noi.
Per una volta la parola Ultras,Tifoso,Ultrà o come cazzo la volete chiamare, non ha coinciso con la parola Violenza o Teppismo, abbiamo dato una prova di maturità incitando solo LA ROMA, senza incidenti. La Polizia è merda,ma la gente della curva no e lo abbiamo fatto vedere.
La Roma ha vinto dando l'ennesima prova di carattere e di forza.
Quest'anno è quasi imbarazzante seguire la Roma in trasferta, si va,si canta, si vince e si torna a Roma; come ieri,a Bergamo,a Verona,Bologna,Parma,Lecce,Brescia...
Siamo grandi,mancano solo 14 finali.
DAJE ROMA DAJE CURVA SUD
Francesco -ER VACANZA-
Ultras indipendente


RESOCONTO DI GABRIELE
Ho approfittato di un invito di una amica per passare un week-end a Venezia (una scusa... volevo andare a Vicenza a vedere la ROMA, il cambio di stadio mi ha fatto incazzare ma non demordere). Sono partito da Mestre alle 13.50 con la mia amica, tutta una tirata a 190 km/h e sono arrivato allo stadio a 15 min dall'inizio. Se c'era qualche autovelox in funzione sono fottuto, mi bruciano la patente... A Udine una macchina di vicentini (belli grossi) mi si è affiancata e mi hanno chiesto la direzione per lo stadio... gli ho mostrato la sciarpa e gli ho detto "mi ci portate voi??" Siamo arrivati insieme e senza problemi, ci siamo salutati e ognuno nella propria curva.
L'impatto con lo stadio è stato dei peggiori, sembrava di assistere ad una amichevole (quasi tutto vuoto, pochi cori... si sentivano anche le grida dei giocatori). Purtroppo eravamo pochi e molti erano del nord, ad alcuni abbiamo dovuto insegnare i cori!!! Belli gli ultimi minuti dove abbiamo
tirato fuori la voce e ballato per combattere il freddo (bora di merda). Bello lo spirito di alcuni di noi che a fine partita, mentre aspettavamo l'apertura della gabbia (45 minuti sotto vento gelido), hanno "convinto" tutti a cantare quel coro che finisce con la parola proibita... ma l'abbiamo cantata
tutti, sempre più convinti che se ci crediamo ce la possiamo fare.
Concludo con un ringraziamento particolare a due ragazzi di Modena (romanisti) che mi hanno portato ad un autogrill e riportato alla macchina dopo che mi si era spento tutto per mancanza di benza (forse all'andata ho corso troppo... ).
Noi non ti lasceremo maiiiii.....

RESOCONTO DI PRUPPETTA
Arriva la notizia che la partita ROMA-vicenza si giocherà sul neutro di Udine, che bastardi !
lo fanno apposta per  farci desistere di seguire la nostra ROMA, ed è per questo motivo che dopo un giro di telefonate decidiamo in tre amici di partire, alla faccia di chi voleva che restavamo a casa, ci incontriamo, ognuno dice la sua sua su come andare, esce fuori anche l'ipotesi dell'aereo subito scartata per ovvi motivi economici, alla fine decidiamo con il pulman organizato da *****, alle tre appuntamento a P.zza dei Consoli. Finalmente si parte ma manco a dirlo a Fiano Romano le forze del ***ordine ci tengono fermi per più di un'ora senza motivo, ripartiamo con la scorta che va a 60 km orari, sosta nei pressi di bologna, autogrill chiuso si può solo andare al bagno, durante il viaggio il morale è altissimo però non si arriva mai, sto cazzo dè Udine è proprio lontano, inutile dire che non ci fanno più fare soste perchè hanno paura che negli autogril possiamo incontrare i vicentini, cosi i nostri bisogni vengono fatti nelle pizzole di sosta come i cani. Finalmente alle 13,30 arriviamo rimango male vedendo lo stadio io non c'ero mai stato ad Udine dalla televisione sembrava più grande, mentre scendiamo dai pulman un cineoperatore della P.S. ci riprende, che carino forse ci vuole mandare la cassetta a casa in ricordo della trasferta......fà un freddo cane, un vento di bora che ti taglia la faccia, saremo circa 3.000 noto che ci sono molti tifosi romanisti del nord e stranamente pochissimi ragazzi di udine visto il patto tra le tifoserie di non belligeranza, inizia la partita, noi come di consueto facciamo il quarto d'ora  di silenzio per ALESSANDRO, e noto con piacere che anche i vicentini fanno la stessa cosa esponendo inoltre uno striscione per Ale, e per uno di loro, finisce il primo tempo per la verità non molto esaltante, ma ormai per chi come noi segue la ROMA in casa ed in traferta sappiamo che nel secondo tempo diventiamo cinici e spietati,  difatti cominciamo a pressare pesantemente via Zanetti dentro Tommasi la differenza si vede, Montella prende l'ennesimo palo, ma ormai il gol e nell'aria l'aereoplanino lascia partire un tiro da 20 mt stupefacente e sterchele non può far altro che raccogliere la palla dalla rete,  noi sugli spalti impazziamo di gioia neanche il tempo di riprenderci che il PUMA ci regala la conferma che questa ROMA sta entrando nella storia.
Finisce la partita e mentre aspettiamo che aprano il solito cancelletto di 60 cm cantiamo a squarciagola, una canzone che ormai cominciano a cantare tutti........
Solo poche  parole per il viaggio di ritorno, una sola sosta, un tempo da cani, e tanta neve sul tratto appenninico della firenze-bologna. I GLADIATORI dopo aver conquistato anche vicenza arrivano a ROMA alle 02,30 il viaggio è durato 24 ore molti ragazzi me compreso a distanza di poche ore andranno a lavoro, ma la stanchezza lascia il posto alla gioia e al fomento , prossimo appuntamento in trasferta dagli amici reggini.

RESOCONTO DI SIMONE
Trasferta lunga quella di Udine, viaggio come al solito estenuante, ma nessun problema particolare anzi all'autogrill c'è pure chi gioca a pallettate di neve. Ad un oretta dal capoluogo friulano incrociamo pure il pullmann dei Kapovolti Vicenza, nessun problema, nessun insulto, ma questo deve far riflettere sull'incapacità delle forze dell'ordine nel mettere in atto un piano di sicurezza. Che cacchio me fai rimanè 40 minuti dentro lo stadio se tanto i vicentini li ho già incrociati mille volte? se volevamo menasse bastava scende dal pullmann!. Comunque, la presenza dei romanisti è decente, considerato anche che molti ragazzi di Liverpool non avevano altre 120.000 per Udine, anche i Vicentini presenti in un numero discreto. Inizio partita e la curva berica espone uno striscione di solidarietà per Alessandro e Aldo ( il tifoso biancorosso coinvolto nei fatti di Bergamo della Domenica prercedente); Viene esposto per almeno 20 minuti e questo è sinonimo di grandissima mentalità, così come il restare in silenzio per i primi 15 minuti.
Per noi come al solito difficile gestire i napoletani boni solo a cantare prima della partita e dopo i goal. Neanche capace di stare zitti per Alessandro (tanto mica ce stanno loro a l'ospedale! AVETE ROTTO ER CAZZO-STATE A CASA!) Il tifo è mediocre e drammaticamente uguale a quando lottavamo per il 6/7 posto. Al megafono ci si fa il culo ma non si può trasmettere una passione che dovrebbe essere innata, spontanea. Da salvare solo i bandieroni portati dagli ASR e sventolati in più occasioni ( ottimo nell'intervallo!), le torce accese dopo lo sciopero dei primi 15 minuti e il siparietto dell'antistadio, dove abbiamo esternato gli elementi più belli della romanità.
I Vicentini, che si confermano una tifoseria da rispettare, mi sono apparsi un po' spenti.
Un consiglio che mi sento di dare è quello di collocare dei "lancia cori" anche in mezzo alla gente, potrebbe dare qualche risultato per sfruttare l'enorme potenziale della nostra curva.
un saluto
Simone

RESOCONTO DI BFR
Partenza alle 7.07 a termini.Anche sta vorta la Brigata viggia gratis!!Ci sistemiamo nelo scompartimento.Come al solito inizio il rito della partenza della trasferta,appendo il tricolore con la nosra sigla (porta bene).Il viaggio e' lungo,ma tra 2  panini e 8 cicci il tempo sembra passare.A na certa allugo l'occhio sul paesaggio e vedo la neve,porco ... mancavano 2 ore ancora, sta a vede se qua nevica a udine ce stanno l'orsi.Va be sticazzi,si rincomincia 1 panino 2cicci e 1litro di cola room....semo arrivati.Si scende e pieno de ^^^^^col casco blu.Si sale sugli autobus e si va allo stadio circa 15min,fino a qua tutt'apposto. Entramo tranquillamente, complimenti alle forze del ***ordine per non aver tenuto aperto solo un cancello come a bologna.Collochiamo lo striscione,grazie a uno che non ho mai visto ma che ringrazio,entrano i nostri centurioni in campo e si avverte una atmosfera a dir poco gelida!Dopo i 15min si incomincia a cantare e ci riscaldiamo un'po'.....sembra che se pareggia.Penso:no cor vicenza nun se po' pareggia OOOOO daje'm po'.In attesa della meraviglia ci giriamo 1 ciccio.....appiccio........ed ecco la meraviglia L'AEREOPLANINO SI E' ALZATO:Dopo il 2-0 la gioia e' alle stelle ma il freddo sta sempre li,sti cazzi avemo vinto.Troppo tempo dentro lo stadio a fine gara,faceva troppo freddo,abbiamo incominciato a stringersi per stare piu caldi,mortacci loro,ma se ce facevate usci prima a noi che eravamo de meno n'era mejo no?C'avreste messo de meno no? Va be si rientra nel treno,appendo il tricolore 2cicci e si  tirano giu' le cucciette,notte rega' domani devo lavora'speriamo che arivamo presto...cor cazzo,alle 2.00 stavamo a tiburtina meno male che e ' passato subito il notturno perche' se no lo sai le macchine che sparivano......Forza Magica noi in trasferta ci verremo sempreeeeeeee!!!!!!!!!!!
ALE NON MOLLARE!
B.F.R.


RESOCONTO DI MARCO CINECITTA'
Bella giornata quella di Udine peccato per il freddo, veramente troppo.HO approfittato della partita per farmi una vacanzetta di 3 giorni da amici in zona. La mattina ci siamo alzati e fuori la finestra era tutto gelato,porca ***** iniziamo bene dico. Verso le 13.40 siamo allo stadio,con la bora che non smette un secondo;questi miei amici è la prima volta che vedono la Roma in trasferta e ne sono onorati.
Ci sentiamo quasi sempre solo noi (pochi ma buoni!). Alla fine va tutto bene, peccato pero' per Gabriel, veramente non ci voleva. Lo stadio era blindato con celerini ovunque, ma non c'è stato nessuno scontro per fortuna. Bello il siparietto a fine parita quando i due ragazzi col megafono (complimenti) si sono messi sopra al parapetto della curva ad alzarci i cori,  e noi da sotto al piazzale a cantare a squarciagola come veri Romani.Alla fine i miei amici sono rimasti impressionati dal nostro tifo facendo i complimenti a tutta la Sud e giudicandola (come sempre), migliore tifoseia italiana.
MARCO CINECITTA'


RESOCONTO DI VALERIO
Dopo gli incidenti di bergamo tra vincentini e sbirri si gioca in campo neutro ad udine la partita di ritorno fra Vicenza-Roma,dopo il furto subito in settimana,si contano circa 3000 romanisti in friuli.Partenza da Roma alle 6.00 di mattina,il viaggio e' molto tranquillo,siamo 4 persone,come al
solito in auto,carichi di sciarpe e qualche bandiera,dopo bombardate vere e proprie di panini al salame e bevute apocalittiche,alle 12,30 siamo al casello di Udine,per strada abbiamo visto qualche romanista,veniamo sistemati nel settore ospiti,il freddo e' gelido e tira un brutto vento,inizia la partita,i vicentini saranno circa 10.000,stricione dedicato ad alessandro da parte dei biancorossi (ALESSANDRO LA FEDE CI DIVIDE,LE INGIUSTIZIE CI UNISCONO),il nostro tifo e' buono,cori quasi continui,molto intensi e compatti (quando si e' tutti ultras in trasferta...), si fa male Bati (PORCO CANE),entra Montella.Inizia il secondo tempo e dopo 3 borghetti eccomi pronto,si riprende a tifare,Montella segna....GOOOOOOOOOLLLL!!!! Esplodiamo di gioia,ci facciamo sentire con cori
potenti ed intensi,e al raddoppio nello stadio ci siamo solo noi! Alla fine  tutti a casa,bella vittoria,utile che ci serve per sperare,DAJE ROMA! Ora c'e' l'Inter in casa,trasciniamo la squadra alla vittoria!

L’ORDINE PUBBLICO
Niente scontri tra tifosi
 Udine città blindata. Alla fine, però, tanta prudenza è risultata fortunatamente inutile. Erano infatti ben seicento, tra polizia, carabinieri e guardia di finanza, gli agenti precettati per sorvegliare sulla sicurezza di Vicenza-Roma, gestita dal questore del capoluogo friulano dottor Francesco Di Donno. Esisteva timore per la possibilità di scontri tra le opposte fazioni: ma nè prima, ne durante, nè al termine della sfida si è registrato alcun episodo di intolleranza. Dei diecimila supporters previsti al seguito della formazione di Capello ne sono arrivati al "Friuli" soltanto tremila: comunque rumorosi, comunque caldi e, dopo il gol di Montella, in preda al delirio più totale. Nettamente più copiosa la delegazione vicentina (stimabile in ottomila unità), anche se non tutti gli undicimila abbonati hanno imboccato il casello autostradale verso Udine.
Alla fine della gara sono stati proprio i biancorossi a sfollare per primi, riprendendo mestamente la via di casa, mentre gli ultrà romanisti hanno atteso tranquillamente il loro turno prima di riprendere il lungo viaggio verso la capitale.
Sul piano vocale niente di becero da segnalare. Nella curva del Vicenza è invece apparso uno striscione ("Aldo e Alessandro, divisi nella fede, uniti dalle ingiustizie"): accomunava l'ultrà veneto che, con la sua bravata bergamasca, ha provocato la squalifica del "Menti", e il fan giallorosso ferito due settimane fa a Bologna.
Roberto Zanitti

Il Gazzettino
26/2/2001


 






 ROMA 48
JUVENTUS 42
LAZIO 40
PARMA 32
ATALANTA 32
UDINESE 28
MILAN 28
BOLOGNA 28
INTER 28
FIORENTINA 27
PERUGIA 26
LECCE 25
BRESCIA 21
NAPOLI 20
VICENZA 20
VERONA 18
REGGINA 15
BARI 13


VAI A:             GO TO:
Pagina iniziale
Index
Premessa
Premise
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
La stagione in corso
The championship
I gruppi ultras
dell'A.S. Roma
A.S. Roma Ultras groups
Le fotografie
Pictures
La cronaca ne parla
Chronicle talks about them
Amici e nemici
Friends & Enemies
Le parole (e la musica)
dei canti
Words & music of the songs
Le partite memorabili
Matches to remember
Racconti ed interviste storiche
Historical tales & interviews
La storia
della Curva Sud
Curva Sud history
Il Derby
Gli scudetti 
del 1942 e del 1983
The Championship's victories in 1942 and 1983
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Le bandiere della Roma
Most representative 
A.S. Roma players
CHAT
Ultime novità del sito
Updates
Libro degli ospiti
Guestbook
Collegamenti utili
Links
Scrivetemi
E mail me