VII Giornata
HELLAS
VERONA -
ROMA 1-4

Verona, Stadio Bentegodi
domenica 11 novembre 2000
ore 15:00


invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:
VERONA (4-4-2): Ferron, Oddo, Gonnella, Apolloni, Cvitanovic, Camoranesi, Colucci, Mazzola (14' St Adailton), Salvetti (36' St Cossato), Mutu (27' Pt Cassetti), Gilardino.
In Panchina: Doardo, Italiano, Seric, Melis.

Allenatore: Attilio Perotti.

ROMA (3-4-1-2): Antonioli, Zago, Samuel, Zebina, Cafu, Tommasi, Zanetti, Candela, Totti (36' St Guigou), Batistuta, Delvecchio (27' St Montella).
In Panchina: Lupatelli, Assuncao, Aldair, Balbo, Rinaldi.
Allenatore: Fabio Capello.

Arbitro: Treossi di Forli'.
RETI: 4'pt Oddo, 37'pt Candela, 46'pt Totti, 12'st, 45'st Batistuta.

NOTE: Angoli: 8-4 per la Roma, Recupero: 4' e 3', Ammoniti: Antonioli e Mazzola per gioco non regolamentare; Apolloni e Batistuta (reciproche scorrettezze), Samuel e Camoranesi (gioco falloso), Spettatori: 20.053 per un incasso di 650 milioni di lire.

 


















 






RESOCONTO DI N.

Partenza per Verona verso le 10.00. Il viaggio è stato abbastanza tranquillo e come sempre in buona compagnia…… (penso di essere l’unico nella mia provincia a seguire la As Roma). Arrivato allo stadio ho subito notato che l’ambiente non era dei più tranquilli: c’erano infatti numerosi “ultras” veronesi alla caccia di tifosi della Roma. Decido quindi di entrare subito allo stadio per poter scattare qualche foto.
Dentro lo stadio noto subito la notevole differenza rispetto all’ultima giornata dello scorso campionato: il settore è quasi pieno e molto colorato.
Prima della partita viene esposto uno striscione per gli “amici” veronesi: NOI ODIAMO TUTTI: INTER,LAZIO,LECCE,FIORENTINA……
La curva veronese risponde alla provocazione con diversi cori “NOI ODIAMO VOI”.
Ad inizio partita vengono accese diverse torce nel settore giallorosso accompagnate da diversi stendardi e dalle bandierine bianche (molto belle) degli As Roma Ultras (col “baffo”). Da notare che anche durante la partita non smetteranno mai di sventolare. Nella curva veronese vengono alzati solamente alcuni stendardi.
Da questo momento dal settore romano i cori si susseguono spegnendosi solo dopo il fischio finale. Dopo pochi minuti segna il Verona e il sostegno per la As Roma invece di diminuire raggiunge livelli mai visti in questi ultimi anni. Si passa da cori ormai entrati nella leggenda come “CORRETE SCAPPATE….” ad altri molto divertenti come “DAMMI 3 PUNTI NON CHIEDERMI…”, “LA PARTITA DI PALLONE” e cori verso i giocatori (quelli per Batistuta sono da paura !!).
Da notare che finalmente i cori duravano diversi minuti ed erano cantati da tutto il settore. Di sicuro la vittoria della As Roma è stata raggiunta anche grazie al sostegno dei suoi magici tifosi (che sia questa la tanto decantata MENTALITA’ ULTRAS ?!?).
La partita prosegue con diverse sciarpate giallorosse durante l’inno ROMA ROMA e CHE SERA’ SERA’, tutte molto belle e molto fitte. Ho notato che nelle ultime trasferte è diventato una costante…spero che prosegui.
La curva veronese ha cantato per tutta la partita anche se con meno impatto del solito…. forse erano troppo impegnati a fare ululati contro Cafù e compagni. Da segnalare una bella sciarpata durata diversi minuti: tutte le sciarpe erano a bande (tipo “Bar Scarves” del Leeds) ed infatti il colpo d’occhio era notevole.
A fine partita i tifosi sono ripartiti senza grossi problemi sicuramente certi di aver sostenuto la As Roma come non mai in questi ultimi tempi…
Concludo raccontandovi 2 aneddoti:
- nelle immagini televisive al gol di Batistuta si vede qualcuno che in campo  dietro la porta esulta a braccia alzate…chi sarà?!?
- durante metà del primo tempo (il risultato era ancora 1-0) dietro la panchina della Roma c’erano alcuni giocatori (Aldair…) che si stavano riscaldando…passandogli a fianco, non so per quale motivo, gli ho detto “Nessun problema si vince 2-1”….. a fine primo tempo mi hanno chiesto di fare da mascotte!!!
Ci si rivede ad Amburgo!!!
 

GRAZIE
NICK!


RESOCONTO DI G.

Riesco a prendere la domenica di riposo e mi preparo per quella che è una delle "classiche" trasferte per noi ULTRAS. Verona, città da sempre a noi ostile aggravata dall'"amicizia" che li lega coi lazieli. Come al solito andiamo ovunque NEL NOME DI ROMA, convinti che comunque vada avremo fatto il nostro dovere di Ultras Romani in giro per l'Italia.
Partiamo con la macchina intorno alle 9.30 da Roma, con parecchio ritardo rispetto alla "carovana" che già si era messa in viaggio molto prima. La situazione metereologica non è delle migliori, anzi piove parecchio e ci prepariamo per 500 chilometri di acqua e nebbia sull'autostrada.
Appena arriviamo al casello di Fiano Romano naturalmente non incontriamo più né pullmann né guardie. Ci incamminiamo così verso Verona a passo rapido.
Arrivati ad Arezzo incredibilmente si schiarisce il tempo e da lì fino a Verona abbiamo il sole ci accompagna.
Ci fermiamo solo una volta per fare benzina all'altezza di Bologna e ancora non abbiamo visto neanche una macchina di tifosi della Roma. La prima macchina che incontriamo è all'altezza di Carpi, quando ormai mancavano 70 km a Verona.
Ci preoccupiamo di arrivare tardi, infatti giungiamo a Verona intorno alle 14.00.
Niente polizia, niente tifosi della Roma. Non ci resta che arrivare allo stadio per conto nostro circondati da macchine di tifosi veronesi abbastanza minacciosi ma niente più (a proposito, la segnaletica per lo stadio era veramente chiara e facile da seguire).
Chiediamo ad una bellissima vigilessa veronese dove si trova il parcheggio del settore ospiti, ed appena arriviamo (14.10) troviamo il parcheggio a noi destinato pieno di macchine e con una decina di pullmann.
Ci sbrighiamo a fare il biglietto (40 sacchi, alla faccia della Sestante e dei suoi diritti di prevendita, NON CI CASCATE PIU'!!!) ed entriamo nello stadio.
Il settore nostro (curva nord sigh!) è pieno saremo 4.000 tifosi.
Risalta subito lo striscione di incoraggiamento per Grazia (NON MOLLARE) messo sulla balaustra del terzo anello. Ci sono TUTTI I GRUPPI, anche quelli piccolissimi e minuscoli con "pezza" al seguito (sarebbe da eliminarne parecchi e scendere "giù" al seguito dei gruppi storici che hanno tutti il comune intento di far tornare grande la nostra amata curva).
Già prima dell'inizio sfoggiamo i cori incessanti contro Giulietta e Romeo...
Molto bello lo striscione tirato su contro i veronesi, con grande ironia ma anche con il giusto rimprovero: "VOI ODIATE TUTTI......INTER, LAZIO, FIORENTINA, SAMP, CAGLIARI, LECCE...".
Inizia la partita, e ci segnano subito il gol (grandissima cazzata di Zanetti con Zago imbambolato), e i veronesi ci credono (poverini), ma noi non ci abbattiamo per niente.
Anzi cantiamo solo noi nonostante lo svantaggio, e il primo tempo infatti finisce 2-1 per noi grazie ad una bellissima reazione data dai nostri giocatori. Nel secondo tempo riguardo alla partita non c'è stata storia, abbiamo stradominato, e la bomba di Batistuta su punizione sotto al nostro settore è stata l'apoteosi che sognavamo da tempo.
Bella reazione del nostro settore al coro "dammi tre punti..." cantato per 5 minuti di fila (i veronesi non credevano ai loro occhi). Bellissimo e possente "la società dei magnaccioni..." cantato come al solito simbolo della nostra romanità in giro per il mondo. Bellissimo anche l'inno di Mameli cantato a dovere da tutti, e il solito "ma che siete venuti a fà.." classico coro in occasione delle nostre vittorie che fà rosicare il tifoso avversario come solo noi sappiamo fare.
Finisce così la partita, dopo che abbiamo cantato per 90 minuti.
Complimenti a tutti i gruppi ed a tutti i presenti, che non si sono fatti intimorire dalla nomea di questa trasferta (troppo facile presentarsi in 15.000 a Perugia come accadrà anche quest'anno).
A questo punto parliamo del capitolo "uscita dallo stadio".
Le guardie ci hanno fatto uscire con mio (e non solo mio) grande stupore subito dopo il fischio finale, creando ovviamente una situazione di estremo pericolo per chi non cerca lo scontro e si vuole fare i cazzi propri. Naturalmente c'è chi non và spesso in trasferta che ci è cascato, infatti presa la macchina si sono dovuti subire l'attacco di tifosi veronesi. Qualche macchina è stata abbozzata ma non è degenerato il tutto fortunatamente, anche perchè c'erano troppe telecamere per poter reagire alla luce del sole. Siamo rimasti per un'ora dentro al parcheggio "chiusi" dalle guardie. Ci sono stati dei tentativi di forzare cordone e cancelli senza grossi esiti però. Dopo un'ora, che gli animi non si erano calmati spunta un gruppo di celerini in assetto da guerra che coprendosi con gli scudi entrano correndo(!!) nel nostro parcheggio e incominciano a manganellare chiunque fosse fuori dalla propria macchina o pullmann.
A quel punto alla domanda di qualcuno "che cazzo state combinando?? Ma che siete rincoglioniti??" (c'erano anche donne e persone abbastanza anziane) si sono avvicinati ad ogni macchina ed hanno minacciato tutti dicendo "CHI ESCE DALLA MACCHINA E' FATTO FUORI" (meditiamo ragazzi su cosa combinano questi teppisti in divisa PAGATI DA NOI!!!).
Ci fanno uscire e mentre usciamo ci sputano addosso le macchine e ci insultano "i morti" nostri (complimenti davvero cari poliziotti), creando così solo i presupposti
per l'astio che non si assottiglierà MAI tra noi e le forze del disordine, sempre di meno dell'"ordine" ma sempre più da squadracce africane...
Per chi non l'avesse ancora capito, o chi non vuole aprire gli occhi, oltre a stare attenti a non prendere manganellate, bisogna capire ormai qual'è la loro "strategia", vale a dire la
"premeditazione" partita per partita. Ricordiamo a tutti che se loro ci avessero fatto uscire dallo stadio 20 minuti dopo non sarebbe successo niente, E LORO LO SAPEVANO BENISSIMO.
Ci incamminiamo nella strada di ritorno, siamo PRIMI in classifica, ci chiamano i nostri amici sul telefonino ci chiedono com'è andata, ci dicono che oggi si sentivamo SOLO NOI, e noi torniamo felici nella nostra amata città chiamata ROMA.

TRASFERTE...NON CE LE TOGLIERA' NESSUNO!!!!


RESOCONTO DI C.
LA MIA TRASFERTA: appuntamento alle 06:30 davanti al baretto,colazione due foto per immortalare l'evento e via per VERONA. Siamo in 13, due monovolume. Il viaggio procede tranquillo senza intoppi, tanto che stiamo a 30 km da verona e non sono neanche le 12:00.si compra un po'di vino e si comincia a cantare e filmare (ho sempre con me la mia telecamera) all'autogrill. Intanto continuano a passare  parecchie macchine di Roma che ci suonano e ci fanno vedere le sciarpe. Passata mezzora siamo parecchi (macchine, pulmini
ecc.) si riparte e si arriva allo stadio alle 12:45. Come da copione sbagliamo curva e subito capiamo che VERONA e'un po' diversa dalle solite trasferte; un paio di ragazzi ci guarda
male e accenna a venirci incontro pero'niente di grave. Arriviamo nel settore ospiti e gia'siamo parecchi. Arrivano gli autobus-blindo e capiamo subito che sono arrivati quelli col treno (non si sa'da quanti blindo della celere erano scortati).
Dentro e'un sogno: una curva DA PAURA! Erano 6/7 anni che non la vedevo!!!!! Passiamo in svantaggio quasi subito ma ce ne freghiamo e si continua piu'di prima. 1-1 CANDELA ER PANICO! I veronesi muti (penso che poche volte il Verona ha giocato in TRASFERTA come e' successo contro di noi). Poi TOTTI, BATISTUTA, con quella spettacolare punizione, ANCORA LUI e'4-1. Parte l'inno di Mameli, la Societa'dei magnaccioni. Non ci fermiamo piu'.
Finita la partita, nessuno di noi si sarebbe immaginato quello che poteva  succedere, andiamo a prendere la macchina. Ci sbrighiamo ad uscire perche' avevamo fame, la
celere ci indica dove andare e, fatti si e no 200metri, ci blocchiamo nel traffico che i tifosi della Roma avevano creato. Ad un certo punto cominciano a tirarci non si sa' la roba, erano 3/4 veronesi che stavano facendo un macello e la cosa incredibile (a parte che non c'era una guardia) e'che neanche un romanista scendeva per difendersi. Noi, che eravamo un
solo furgone, perche' gli altri stavano ancora nel parcheggio, abbiamo atteso quasi 4 minuti l'intervento della p.s. (che ci vedeva ma non interveniva) allora siamo scesi: SOLTANTO NOI 6!! ABBIAMO CORSO QUASI FINO SOTTO LA TRIBUNA... SCAPPAVANO  TUTTI! Ma per noi i veri conigli erano tutti quei romanisti (che cantavano contro il Verona) e non si sono neanche difesi.
VERGOGNA!! STATE A CASA...CON STREAM!! Rimontati nel furgone dopo 1min siamo stati circondati dalla celere (almeno 80/90) che ci hanno scortato fino in QUESTURA.......UN GIORNO IN CELLA (CANTAVAMO E URLAVAMO), PROCESSO (CON TANTO DI TV) ALLA FINE IL VERDETTO E' STATO: 9 MESI DI PENA SOSPESA, 2 ANNI DI DIFFIDA, 1 DI FIRMA!!!
ROMANISTA E ME NE VANTO....DIFFIDATO E ME NE FREGO!!!!!
P.S.facile tirare un sasso da dentro il parcheggio ospiti e poi dire di aver fatto scontri in trasferta. A MERDE!



UNA TESTIMONIANZA
Vorrei dire un cosa su quei 6 ragazzi di Verona..........io ero davanti a loro quando hanno fatto tafferugli co quei veronesi......per chi non sa il fatto e' nato quando imbottigliati sulla strada dello stadio x dirigersi sulla tangenziale.....4 veronesi si scagliarono contro il loro pulmino cercando di rompergli il vetro ma visto il momento di pericolo sono scesi e si sono difesi........(difesa personale dico) cercando d'allontanarli ma visto che c'era un panzone veronese (era un ciccione con una giacchetta gialla senza sciarpa) voleva fare rambo e' andato solo contro quei 6 ragazzi e l'ha prese di santa ragione......(la faccia era piena di sangue)..... in + uno dei ragazzi ha cercato di allontanarlo ma lui continuava a fare scontri.........malconcio e pieno di sangue il ciccione veronese cercava di tirare l'attenzione dei sbirri e una volta arrivati ha indicato
il pulmino dei ragazzi che l'avevano menato!!!!
adesso io dico.......quei ragazzi che stavano prendendo la strada x tornare a casa si sono visti assalire da quei veronesi (alla fine da 4 che erano hanno lasciato solo 1 ..pensa che merde d'amici si trova quello) per essersi difesi si trovano con diffida e denuncia penale........



VAI A:             GO TO:
Pagina iniziale
Index
Premessa
Premise
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
La stagione in corso
The championship
I gruppi ultras
dell'A.S. Roma
A.S. Roma Ultras groups
Le fotografie
Pictures
La cronaca ne parla
Chronicle talks about them
Amici e nemici
Friends & Enemies
Le parole (e la musica)
dei canti
Words & music of the songs
Le partite memorabili
Matches to remember
Racconti ed interviste storiche
Historical tales & interviews
La storia
della Curva Sud
Curva Sud history
Il Derby
Gli scudetti 
del 1942 e del 1983
The Championship's victories in 1942 and 1983
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Le bandiere della Roma
Most representative 
A.S. Roma players
CHAT
Ultime novità del sito
Updates
Libro degli ospiti
Guestbook
Collegamenti utili
Links
Scrivetemi
E mail me