XXX Giornata
ROMA - ATALANTA 1-0
Roma, Stadio Olimpico,

sabato 12 maggio 2001

ore: 15:00

invia una e-mail per i resoconti
 





Tabellino partita:
ROMA (3-4-1-2): Antonioli, Zebina, Samuel, Aldair (1' st Mangone), Cafu, Tommasi, Zanetti, Candela, Totti (14' st Nakata), Batistuta, Montella (37' st Delvecchio).
In Panchina: Lupatelli, Rinaldi, Di Francesco, Guigou.
Allenatore: Capello.

ATALANTA (4-4-2): Pelizzoli, Siviglia, Carrera, Lorenzi, Zauri, C. Zenoni, Berretta, Dundjerski, Doni (29' st Ganz), Rossini (25' st Donati), Nappi (20' st Ventola).
In Panchina: Pinato, Rustico, Gallo, E.Espinal.
Allenatore: Vavassori.

Arbitro: Treossi di Forli'.

Rete: 18'st Montella.

NOTE: Angoli: 9 a 7 per la Roma, Recupero: 2' e 4', Ammoniti: Zauri e Berretta per comportamento non regolamentare, Lorenzi e Zanetti per gioco falloso, Zebina per proteste, Spettatori: 64.013 per un incasso di L. 2.780.290.000.





"Accoglienza particolare, all`Olimpico, ad Antonio Carlos Zago, aggredito domenica scorsa in un ristorante della capitale, che era in tribuna. Prima dell`inizio della gara in Curva Sud è apparso uno striscione che recitava: "Zago non si tocca". Prontamente inquadrato il calciatore è apparso sui maxischermi dell`Olimpico e a quel punto sono partiti cori ed applausi per lui da tutto lo stadio.
E sempre a Roma verso la metà del primo tempo allo stadio Olimpico (ospite l`Atalanta) è apparso in curva sud uno striscione che fa chiaramente riferimento al motorino gettato dagli spalti di San Siro domenica scorsa. "Onore al motorino caduto" è la scritta che campeggiava dove solitamente vengono posizionati gli striscioni del gruppo principale della curva. "
Grazie a Tonino per le foto!






IL MESSAGGERO
LA PARTITA DELLO STADIO
Spettacolo Sud: «Onore al motorino caduto»
di ALESSANDRO ANGELONI
ROMA - Sciarpe giallorosse ricoprono l'intero Olimpico, le migliaia di bandiere sventolano, nonostante l'assenza di vento. Fa caldo. Ma i tifosi sono più che mai presenti, con tutto l'amore per la Roma e con tutta l'ironia che li ha sempre contraddistinti. "Capello sindaco de Roma", un semplice consiglio elettorale in vista delle elezioni di oggi. Non manca la loro presenza sui temi scontanti di violenza delle ultime settimane. Il primo pensiero va a Zago, aggredito domenica scorsa da un gruppetto di teppisti, «Zago non si tocca». Scroscianti applausi e cori per il brasiliano, quando viene inquadrato sul maxi-schermo. Il secondo pensiero era rivolto allo strano episodio, sempre di domenica scorsa, ma a San Siro. E qui i tifosi della Roma danno spettacolo, «Onore al motorino caduto». Geniali.

Poi, anche chi non c'è ha un posto con tanto di striscione, "Gruppo dei diffidati". Più piccoli, ma sempre presenti, i vari "Roma, caput mundi", "Banda della pajata", "Roma, orgoglio d'Europa" e "Più vivo, più ti amo". Nuovo, invece, "Divieto di sorpasso". Più che altro, si tratta di un augurio. Poi, ben più serie le scritte dedicate a due persone scomparse. "Nel ricordo di Marco e Rossana. Onoriamoli". E Totti è il primo ad onorarli, ponendo sotto lo striscione un mazzo di fiori, pochi istanti prima dell'inizio di Roma-Atalanta.

Entrano le squadre in campo, Carlo Zampa legge le formazioni. Entusiasmo generale: fumogeni, cori, applausi, frastuono assordante. Ovazione per Montella. In tribuna d'onore, il presidente Sensi e Cesare Romiti. In quella vip, i soliti noti. Spicca sempre quel viso solare della Ferilli. Poi, Verdone, Mattioli, Amendola e gli altri sempre noti. Nella ripresa, quando le squadre dovevano ancora fare il loro ingresso in campo, si ode un boato: il Napoli è in vantaggio contro la Lazio. Attimi di speranza, poi la delusione e i mormorii sui gol dei biancocelesti che archiviavano la partita del San Paolo. Ma il vero boato di festa e di liberazione dall'incubo Atalanta, è quando Montella porta in vantaggio la Roma. E alla Lazio, non si pensa più. 

GRAZIE A  FABIO (R.C. GRUPPO ENI) PER QUESTE FOTO


IL COVVIEVE DELLA SEVA
DOPO GLI EPISODI DI VIOLENZA Il tifo riscopre la solidarietà: niente cori anti Lazio
Sdegno, ironia e distensione. La Curva Sud sogna il tricolore e non intende far salire l’escalation di violenza. Lo spettro che si aggira per la città dopo gli ultimi episodi, non si manifesta nel cuore del tifo giallorosso. Qui, dove la partita si vive in piedi, si pensa esclusivamente al traguardo che nessuno osa pronunciare. E basta. Perché tutto il resto è «aria e polvere» come dice uno striscione nella Nord. In Sud ne appare un altro: «Zago non si tocca». Ed un caloroso applauso si leva quando il difensore brasiliano in tribuna appare sul megaschermo dell’Olimpico. «Devono essere presi e processati. Tutti. Basta con la violenza», dice Andrea, fedelissimo della Maggica . Il pensiero romanista si era espresso già nella prima mattinata vie etere. Una trasmissione radiofonica è da tempo il barometro dell’umore della tifoseria. Chi chiama esprime il proprio rammarico per l’aggressione alla moglie del capo ultrà laziale. Stesso clima fuori dei cancelli. Tre ore prima già c’è la coda. Arrivano i ragazzi dei gruppi organizzati. Preferiscono non parlare per evitare strumentalizzazioni. Vincenzo esprime un giudizio personale sul fatto del giorno: «E’ una cosa che mi fa schifo». E rende l’idea. Dentro, quando mancano trenta minuti all’inizio e le scale sono già intasate, viene chiesto un applauso per Walter, una mano ingessata per un petardo tirato dagli juventini nell’ultima rocambolesca trasferta. Storie di curva, come quelle di Marco e Rosanna che non ci sono più. Per loro un mazzo di fiori di capitan Totti ed un saluto. Esce poi l’ironia: «Onore al motorino caduto». Beffardo sfottò rivolto agli energumeni del Meazza che hanno riversato la loro rabbia sul veicolo inerme. Uno stendardo viene srotolato lentamente ed ha una data. «13 maggio...». Una scelta di campo elettorale? La politica infiltrata? No, solo «mamma Roma quanto sei bona» Lo firma la «Brigata pajata». La Roma soffre. La Curva cerca di essere il 12° in campo. C’è solo uno stonato «odio Bergamo», reminiscenza di vecchi rancori. Sarà un caso, ma non si odono i soliti cori contro la Lazio. Montella segna e la Sud vola con il suo aeroplanino.


LA REPUBBLICA
I tifosi sul web "Un atto vile e ignobile"
Da laziali e romanisti tanti i messaggi inviati per posta elettronica per dire no alla violenza
su internet
--------------------------------------------------------------------------------
Anche il web ultras si ribella alla violenza. Tanti i messaggi di solidarietà, nel cyberspazio del tifo capitolino, per Miriam P., la giovane donna aggredita venerdì scorso, moglie di uno dei leader degli Irriducibili, gli ultras biancocelesti accusati a loro volta di aver malmenato il difensore della Roma Zago. Sono soprattutto gli internauti romanisti ad intervenire per esprimere il loro sdegno. In uno dei forum più frequentati dagli ultrà giallorossi nel sito http://members.xoom.it/asromaultras Michele 77 scrive: «L'unica cosa su cui tutti possiamo essere d'accordo è che qualunque siano state le ragioni, la violenza è stato un atto tanto vile quanto ignobile» mentre Das taglia netto: «Me pare che stamo a esagerà, basta famola finita cercamo de regolasse». E un anonimo cerca qualche attenuante: «Non ci sono scuse possibili per una violenza carnale, ma voi avete colpito per primi». In it.sport.calcio.roma, Prohaska, lapidario,condanna: «Lo schifo aumenta inesora!bi!lmente». Lo spazio web degli Irriducibili è fuori uso per un attacco degli hacker brasiliani, allora i biancocelesti si sfogano nella bacheca telematica di www.lazio.net. DarkLady con rabbia sottolinea: «Vergogna. Da Bosnia. Da stupro etnico. Mille volte vergogna». Un altro tifoso, Zutt s'augura: «È tutto così assurdo, spero vivamente che non scaturisca da questo squallido episodio una serie di reazioni» mentre Gennaio 83 afferma che «si sta perdendo il senso della misura, questa sta diventando una guerra. Non prevedo niente di buono per il futuro».
(daniela onelli)

RESOCONTO DI SIMONE
FORZA STRAMAGGICA ROMA!!!!!!!!!!!!
GRANDISSIMA ROMA!!!!!!!
PURTROPPO NOI NON SIAMO STATI ALL'ALTEZZA, LA SUD è STATA OTTIMA PER I PRIMI 10 MINUTI POI è CADUTA E SI RISVEGLIVA SOLO QUANDO SEGNAVA IL napoli, A CANTARE TUTTA LA PARTITA ERAVAMO UN 100NAIO, CMQ VORREI DIRE UNA COSA CHE NON VUOLE GIUSTIFICARE LA GENTE CHE NN CANTAVA MA è SOLO UNA PRECISAZIONE, ALCUNI MIEI AMICI SPOSTATI UN PO PIU SU NELLA CURVA MI HANNO FATTO NOTARE CHE IL SISTEMA DI AMPLIFICAZIONE NON SI SENTE MOLTO BENE.
RITORNANDO AL DICORSO DEL napoli A NOI NON CE DEVE FREGà NIENTE DE QUELLO CHE FANNO LE MERDE PERCHE SEMO NOI I PIU FORTI!!!!!!!!!!!!!
UN ULTIMA COSA A WALTER IL RAGAZZO DI TORINO, CHE PRIMA DELLA PARTITA STAVA CON GLI ASRU, DAI WALTER NON MOLLARE SIAMO TUTTI CON TE!!!!!!!!!!!!
FORZA ROMA!!!!!!!!!!!

RESOCONTO DI ALFONSO SUGLI ATALANTINI

Mi chiamo Alfonso e superata ormai la trentina, dopo molti anni trascorsi in curva sud, sono due anni che con alcuni amici e la ragazza mi sono spostato in nord.
Ma per chi come me ha conservato lo spirito ultras il fatto di essermi spostato in nord mi ha fatto accrescere la voglia di "controllare" i tifosi avversari, in questo caso i famigerati atalantini.
Verso le 14.30 mi trovo ad attendere i tifosi avversari (non per far chissa' cosa, ormai i tempi sono cambiati) ma per pura curiosita'.
Si capisce che stanno per arrivare dal fatto che i funzionari di polizia sono agitati e la celere indossa i caschi guardando minacciosi i tifosi giallorossi che entrano in nord.
Eccoli che arrivano, stranamente in buon numero (cinque autobus dell'Atac), tutti sporti fuori dai finestrini con dei lineamenti non proprio francesi.....non succede nulla vola qualche spiccio e borghetto, ma ormai a Roma e' difficile che succeda qualcosa, ma forse e' meglio cosi' vero cari bergamaschi( gli anni 80 non sono stati teneri ne' per noi ma soprattutto per voi!)
I tifosi orobici entrano e mettono i loro striscioni usuali fra tutti spicca BRIGATE.
Come molti gruppi si divertono piu' ad insultarci che a tifare per la propria squadra (addirittura parte un coro serie B!!!!), ma io penso che oltre all'odio subentri una componente d'inferiorita', vero cuginetti).
Ma i magici tifosi della Roma a malapena li calcolano, stiamo palpitando per un qualcosa di impronunciabile che ci potrebbe fare impazzire e il risultato non si sblocca.
Finalmente l'aeroplanino segna ed e' come una liberazione, anche se da Napoli non giungono buone notizie.
E' finita ed e' una giornata di meno.....usciamo festanti.....mentre i bergamaschi sprecano i loro ultimi insulti prima di tornare in mezzo alle loro montagne.
DAJE REGA' TUTTI A BARI!!!!


UN PENSIERO D SIMONE COLLI ANIENE...
scrivo solo x dire che sabato la curva mi è piaciuta molto, una delle migliori quest'anno, stavo in alto quindi avevo una posizione di "controllo" e in parecchie volte sentivo una curva compatta specialmente nei "battimani" e in alcuni cori (non solo quelli verso i giocatori, che fortunatamente si sentono di meno da un pò di tempo a questa parte), capisco che si potrebbe fare di meglio e che nel secondo tempo eravamo quasi bloccati dalla paura...però ripeto mi è piaciuta una cifra! CARICA CURVA SUD...tutti a Bari (...ma solo x cantare...no ai soli frequentatori di ristorante...no ai tifosi della Roma x hobby...no ai tifosi della Roma che vanno in trasferta solo x poi poter dire il giorno dopo all'amici " aooo so' ito in trasferta a Bari..." 

...E DI FABRIZIO
E' difficile esprimere con le parole cio' che provo, anzi e' impossibile.Si puo' raccontare in modo piu'  o meno preciso del gol di montella, della dinamica, della tattica, del fuorigioco, o del rigore non dato etc etc.Ma come fai a raccontare o spiegare l'urlo dopo il gol? come fai a darti una spiegazione di quella gioia improvvisa e roboante? Non ne sono capace perche' cio' che  la roma mi da sfugge dal razionale ed e' intangibile e per questo nessuno potra' mai togliermelo:Roma-Atalanta per me e' stata questo, il rafforzamento di questa mia consapevolezza.
 


IL RESOCONTO DI PAOLO
Arrivo allo stadio alle 13:00 e devo dire che purtroppo il grande caldo è arrivato ..............cazzo se moriva al sole.
Purtroppo anche a causa del grande caldo è piu' difficile cantare ma entrando in Sud mi sono promesso che anche oggi pur essendo un caldo della Madonna voglio cantare per tutta la partita , cosi' mi prendo un cartone di acqua (4 bottigliette) in modo che la gola non mi diventi un deserto del Sahara.
Entrato nello stadio mi metto sotto, fila 6 insieme agli ASRU.
La partita inizia e nei primi dieci minuti il tifo è davvero ottimo e per la prima volta sento il coro tutti allo stadio cantato e ritmato con i battiti delle mani da tutta la Sud, finalmente , questo coro è davvero bellissimo.
Purtroppo al ventesimo del primo tempo l'intera Sud si azzittisce e rimangono a cantare insieme a me solo gli ASRU, ennesima dimostrazione di grandezza degli ASRU.
Fino al 20° della ripresa il tifo vine fatto solo dagli ASRU ma per fortuna arriva il goal di Montella che fa esplodere la Sud e per fortuna si ricomincia a cantare di brutto in tutta la Sud.
Finisce la partita siamo sempre a piu' 5 dalla Lazio ma con una partita in meno.
Ora ci aspetta Bari, invadiamola o meglio invada Bari solo chi è disposto a cantare per 90 minuti e chi è disposto a onorare la maglia.
Come sempre un saluto a Lorenzo e Luca Bzl.
Un abbraccio a Marco e Diego ,tragicamente scomparsi, che non ci faranno purtroppo piu' compagnia in Sud ma che sicuramente saranno sempre presenti nella Curva Sud su nel cielo insieme ai vari Dante, Geppo, Antonio De Falchi etc. etc.

IL RESOCONTO DI BIZIO
ore 9, dopo aver fatto un ora di scuola si esce,e la testa pensa solo a cio che potrà accadere fra qualche ora.
verso le 11 si parte da casa,per arrivare alle 12 davanti la sud,i primi incontri i primi saluti.
tra qualche smash e tra qualche rovescio,arriviamo alle 12,30 aprono i cancelli,ma...che vo dico a fa,asta sequestrata da un celerino in borghese(testuali parole:vedi,io non ho paura di te,ma di quello che ti sta affianco.so tutti matti questi,poi dicono che la polizia fa male il suo lavoro e cominciano a colpire i miei colleghi.BAH?).
si entra e comincia la vendita del materiale,carine le bandierine nuove.della partita,non so,ma certo che rubare un cornetto algida a un paninaro è proprio da napoletani,un minimo di rispetto per chi lavora...
la partita comincia,ma c è spazio per walter,un ragazzo unico,singhiozzava,quando tutta la sud lo applaudiva,e quando si cantava,si vedevano quelle braccia fasciate tese al vento.....un ultras con la u maiuscola.
nel secondo tempo c è qualche litigio,ma è ora di riniziare a sostenere la roma.ottimo l' incitamento degli asr ultras,e poco dopo un "sosteniamo la.."arriva il gol.
calcio d' angolo,una bandiera sembra non fermarsi,la partita si vede a scatti,il cross,la palla a montella,la rete si è mossa,IL DELIRIO!!!!!
il resto non so che dirvi perchè era tutto spettacolare,anche l'uscita caotica dallo stadio.
un saluto a gabriele,lorenzo,luca e simone,ed uno particolare a walter!!



IL RESOCONTO DI NIKITA
E' la prima volta che scrivo su questo sito.
Stasera mi è venuta la voglia di dire la mia.
Sono tornata da poco nella mia casa in toscana dove ora vivo.
Sabato ero lì in curva sud ancora una volta dopo quasi 3 mesi, un'astinenza lunga, troppo lunga...
Arrivo allo stadio alle 13:30 circa e il caldo era veramente tanto...
Sulle bancarelle sul ponte davanti all'obelisco vedo megliette con scritto "Roma CXXXXXXE" e la voglia di buttarle al tevere è forte....
Avevo un biglietto di distinti nord, ma con un po' di insistenza e l'aiuto dei miei amici riesco ad entrare in sud. Non solo l'unica romanista fuori porta, con noi c'è anche un ragazzo di napoli, anche lui romanista, anzi di più!!!
Ogni volta che salgo quelle scale l'adrenalina è a mille, l'emozione fortissima...
Tra una chiacchera e l'altra il prepartita scorre veloce e quando suonano le prime note dell'inno è tutto un viavai di emozioni!!! Roma mia mi emozioni sempre più.
Ho cantato a più non posso per tutta la partita, anche quando la voce ormai non c'era più!
Cosa ho provato al momento del gol non lo posso descrivere, non ci sono parole per farlo, non ci sono mai per descrivere cosa è un gol. E' un attimo e nemmeno te ne rendi conto.... ti trovi ad abbracciare qualcuno che nemmeno conosci, ma anche lui è come te in quel momento innamorato della maggica.......
La partita finisce ed io e i miei amici si esce..... rimaniamo a chiacchierare nei pressi della palla per quasi un ora..... quando ci allontaniamo dallo stadio per andarci a prendere un caffè i 70mila dell'Olimpico non ci sono più e anche le bancarelle stanno smontando....
Compriamo una megabandiera...... ci divertiamo a sventolarla un po' per uno.... mi piace stare a guardare quei colori illuminati da quel sole di Roma che mai come in quel pomeriggio mi è sembrato più bello......
Perchè la Roma ha vinto, perchè è il sole di Roma, perchè illumina un sogno e un gruppo di amici che vogliono viverlo insieme anche se sono così lontani e così diversi.....
Io non vado tutte le domeniche allo stadio, non faccio le trasferte, ma non per questo mi sento una tifosa di serie b, siamo tutti tifosi, tutti innamorati della Roma e in amore non c'è chi ama di più e chi di meno. Si ama e basta. Ognuno a modo suo.
Dedicato a ISCR e a tutti quei tifosi per cui anche una partita in casa è una trasferta.
Grazie a Nikita per le foto qui sopra


 






ROMA 67
LAZIO 62
JUVENTUS 61
PARMA 50
MILAN 47
INTER 44
BOLOGNA 42
ATALANTA 42
PERUGIA 40
FIORENTINA 39
BRESCIA 36
UDINESE 34
LECCE 32
VICENZA 32
REGGINA 29
VERONA 28
NAPOLI 28
BARI 20



VAI A:             GO TO:
Pagina iniziale
Index
Premessa
Premise
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
La stagione in corso
The championship
I gruppi ultras
dell'A.S. Roma
A.S. Roma Ultras groups
Le fotografie
Pictures
La cronaca ne parla
Chronicle talks about them
Amici e nemici
Friends & Enemies
Le parole (e la musica)
dei canti
Words & music of the songs
Le partite memorabili
Matches to remember
Racconti ed interviste storiche
Historical tales & interviews
La storia
della Curva Sud
Curva Sud history
Il Derby
Gli scudetti 
del 1942 e del 1983
The Championship's victories in 1942 and 1983
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Le bandiere della Roma
Most representative 
A.S. Roma players
CHAT
Ultime novità del sito
Updates
Libro degli ospiti
Guestbook
Collegamenti utili
Links
Scrivetemi
E mail me