XVII Giornata
PARMA - ROMA 1-2
Parma, Stadio Tardini
domenica 4 febbraio 2001
ore: 15:00
 

invia una e-mail per i resoconti
 
Tabellino partita:
PARMA (4-4-2): Buffon, Sartor, Thuram, F.Cannavaro, Benarrivo, Fuser, Almeyda (1'st Boghossian, 8'st Bolano), Lamouchi, Conceicao, Amoroso (16'st Mboma), Di Vaio.
In Panchina: Guardalben, P.Cannavaro, Falsini, Micoud.
Allenatore Renzo Ulivieri (Squalificato: In Panchina Pietro Carmignani).
 
ROMA (3-4-1-2): Antonioli, Aldair, Samuel, Zago, Cafu', Tommasi (7'st Emerson), Zanetti, Candela, Totti (40'st Nakata), Batistuta, Delvecchio (16' St Montella).
In Panchina: Lupatelli, Mangone, Rinaldi, Guigou.
Allenatore Fabio Capello.
 
Arbitro: Farina di Novi Ligure
RETI: 35'pt Di Vaio, 27' st, 38'st Batistuta.
NOTE: Angoli: 7-2 per la Roma, Recupero: 2' e 3', Ammoniti: Benarrivo, Bolano e Lamouchi per gioco scorretto, Batistuta per proteste, Spettatori: 28.000 circa, al 28' Pt Totti ha calciato sul palo un calcio di rigore concesso per fallo di Benarrivo su Tommasi. 
 























VIDEOCALCIO


la sintesi







...pare che i "parmensi" abbiano fatto un gruppo attaccando prima della partita
i tifosi della Roma arrivando persino sotto la curva dei romanisti,
dove si sono verificati gli scontri.
Radio curva dice che i tifosi del Parma (se ce n'era qualcuno) hanno avuto rinforzi
da una tifoseria ben nota....
* * *
Rettifica del giorno dopo:
pare che i parmensi avessero con loro i tifosi del Bordeaux (Francia),
del gruppo Devils... ora, non vorrei dire, ma io vorrei sapere cosa cazzo vogliono
i parmensi e i francesi.... i parmensi erano da sempre tifoseria neutra (ora non più) e notoriamente innocua, dei francesi del Bordeaux, poi, proprio non se ne sapeva nulla....
eppure sono venuti a rompere i c****** sotto la curva dei tifosi della Roma
con bastoni e passamontagna....


ANSA:
"Diverse persone sono dovute ricorrere all'aiuto del pronto soccorso. Un tifoso parmigiano e' stato inseguito e colpito da due coltellate alla fine della partita.
Ma tutta la giornata e' stata ad alta tensione, con polizia e carabinieri costretti a cariche e ripetuti lanci di lacrimogeni per dividere le due tifoserie.
Ferito anche un milite da un sasso al viso".






IL RESTO DEL CARLINO
A Parma è stata una giornata di alta tensione, con numerosi tafferugli sia prima dell'inizio che dopo la fine della partita. Le due tifoserie sono entrate in contatto prima di entrare allo stadio: un carabiniere è stato colpito da un sasso e ferito al volto. Le forze dell'ordine hanno effettuato più cariche per separare le due fazioni. Momenti di tensione all' ingresso del settore ospiti della curva Sud, dove la polizia è stata costretta a lanciare alcuni lacrimogeni. A fine partita, polizia e carabinieri hanno faticato non poco per tenere divise le due tifoserie. I supporter del Parma hanno anche lanciato fumogeni contro le forze dell'ordine. Molte le auto, parcheggiate nella zona dello stadio, danneggiate.
Roma 39; Juventus e Lazio 33; Atalanta 29; Milan 27; Fiorentina, Perugia e Udinese 25; Bologna e Inter 24; Parma 23; Lecce 21; Brescia 17; Vicenza 16; Verona 15; Napoli 14; Reggina 13;
Bari 12.
GRAZIE GIANFRANCO PER LE FOTO!

Francesco Totti: "I tifosi non devo certo scoprirli oggi. Come quelli giallorossi non ce ne sono, anche qui a Parma non ci hanno mai fatto sentire di giocare fuori casa, sono stati straordinari, il loro incitamento, soprattutto nella ripresa, è stato fondamentale per continuare a darci la carica e a credere nella possibilità di vincere".


DAL CORRIERE DELLO SPORT
Erano in diecimila al Tardini e da oggi scatta l'operazione-Bologna
Scriviamo mentre migliaia di tifosi romanisti sono sotto la sala stampa del Tardini a cantare Batigol Batigol Bati Batigol. C'è almeno un centinaio di poliziotti a bloccarne il deflusso, ma l'entusiasmo non si placa ... un fiume di tifosi, almeno diecimila, arrivato a PArma in pullman, auto private, treno, ieri si è presentato ai cancelli del Tardini, occupando in pratica metà stadio, trascinando la Roma a una grande rimonta. Un'invasione che il Parma calcio si aspettava, non altretanto gli abbonati della Curva Sud del Tardini che ieri sono stati costretti a spostarsi in qualche altro settore dello stadio, tra urla e insulti contro la dirigenza parmigiana.
    Ma non si poteva fare altrimenti, ieri al Tardini, per la prima volta da quando il Parma è in serie A, un'intero settore dello stadio è stato riservato agli ospiti. Ma la fiumana giallorossa aveva preso possesso anche di migliaia di biglietti delle due tribune dove, al momento delle due reti di Batistuta, si è scatenato un entusiasmo incredibile. Presenti tutti i club storici della Curva Sud dell'Olimpico, ma anche molti dei club romanisti che sono nel Nord Italia. E certamente non finisce qui. Da domani si scatenerà sicuramente la caccia al biglietto per la partita di domenica prossima a Bologna. Vista l'invasione di Parma, c'è da giurare che verso il capoluogo emiliano si dirigeraqnno qualcosa come 15.000 tifosi della Roma.

RESOCONTO DI DANIELE
Appuntamento alle 7.15 sotto casa di Marco tutti belli pronti e caricati al punto giusto sicuri che quella sara' una giornata speciale...!!! Dopo una breve sosta all'autogrill per fare benzina, un cornetto e cappuccino (per me, il caffe' per gli altri.... :-))))) ) e l'acquisto del CORRIERE, inizia
il nostro viaggio verso Parma. Gia' sul raccordo incontriamo tante macchine con sciarpe e bandiere tutte unite verso una meta con un unico obiettivo:CONQUISTARE PARMA!!! (consapevoli oltretutto della sconfitta dei GOBBI MALEDETTI la sera prima....). Alle 8.05 prendiamo l'autostrada e, mi
crederai o no, alle 11.35 stavamo a Parma!!!!!!! La voglia di arrivare era talmente tanta che abbiamo volato, fermandoci anche una volta a BARBERINO DEL MUGELLO (MORTACCI SUA E DELLA PIOGGIA E DELLA NEBBIA DE MMERDA!!!!!! SOLO LI' L'AVEMO BECCATA, DOPO SOLO TEMPO BELLO, TUTTA LA GIORNATA E PURE AL RITORNO.....INCREDIBILE....!!)) per fare benzina...!!Dopo una rapida escursione in giro per la citta', decidiamo di andare a mangiare i famosi tortellini fatti in casa, che sono ovviamente la specialita' di questi posti. Abbiamo mangiato benissimo e non abbiamo speso neanche troppo!! Poi ci rechiamo allo stadio incrociandoci con alcuni tifosi del parma (un bel gruppo,  ma non potevano giustamente dire una parola: in giro c'erano solo
romanisti.... :-))) ).Ci avviciniamo al cancello della CURVA SUD OSPITI  e,dopo alcuni "simpatici" cori rivolti ai carabinieri che stavano al cancello e che tardavano a farci entrare, riusciamo finalmente ad avvicinarci ai cancelletti, dove UN PANZONE PARMIGIANO DI M**** MI STRAPPA MALE IL BIGLIETTO MORTACCI SUA (E COSI' QUESTA RESTA L'UNICA "NOTA STONATA" DELLA GIORNATA)....entriamo e, dopo esserci fatti fare una foto sotto le gradinate, entriamo in curva dove c'erano gia' tanti e tanti romanisti, tutti a mille!! Dopo qualche coro contro i parmigiani che non volevano andarsene dai distinti (infatti non c'era piu' posto in curva e i celerini erano costretti ad indietreggiare per farci posto.....come a perugia....TUTTO LO STADIO, VOLEMO TUTTO LO STADIO!!! ). Finalmente alle 15 inizia la partita e tutto sembra mettersi bene fin dall'inizio: NOI ATTACCHIAMO E IL PARMA SIA ATTACCA AL.........Poi dopo venti minuti di
supremazia ecco il rigore a nostro favore e in  curva scatta la baraonda!!
TIRO   PALO   PORCA PUTTANA SCHIFOSA!!!! NON C'E' NIENTE DA FARE!! PARMA
PORTA SFORTUNA E DOPO QUALCHE MINUTO CHE SUCCEDE?!!?!? Cafu' sbaglia un passaggio e il "lazzziele" di merda segna. Nun ce se crede!! Continuiamo ad attaccare sperando nel pareggio e per tre-quattro volte ci andiamo vicini per un soffio ma la palla non vuole entrare! MI SEMBRAVA / CI SEMBRAVA di vivere un incubo!! Li mi prende lo sconforto perche' non e' possibile e non
e' giusto che uno attacchi per 45 minuti e non segna e gli altri al primo tiro vero segnano, ma il calcio, si dice, e' così.....MA NOI SE SEMO ROTTI LE PALLE CHE DEVE ESSE' SEMPRE COSI'!!! Inizia il secondo tempo, il tifo e' buonino con alcuni picchi quando la NOSTRA AMATA spinge di piu'!! E POI, COME PER MAGIA, COME SUCCESSO CONTRO LA lazie, SI ALZA IL CORO "DAMMI I 3 PUNTI......." LA SQUADRA SEMBRA TRASFORMARSI, E LA CARICA IN PIU' CE LA DA' IL NOSTRO CAPITANO QUANDO, VENUTO A BATTERE UNA PUNIZIONE SOTTO DI NOI, CI "INVITA" A SOSTENERE SEMPRE DI PIU' LA NOSTRA SQUADRA E QUELLA APPUNTO, DIVENTA LA SPINTA IN PIU'!! INFATTI DOPO UNO STUPENDO LANCIO DI SAMUEL DI 40 METRI IL NOSTRO AMATO RE LEONE SI INVENTA UN GOL AL VOLO INCREDIBILE E LA NOSTRA CURVA SCOPPIA IN UN URLO LIBERATORIO!! A QUESTO PUNTO DENTRO DI NOI E NEI RAGAZZI IN CAMPO, SCATTA QUALCOSA E TUTTI INIZIAMO A TIFARE CON LA POCA VOCE CHE ORMAI ERA RIMASTA....INFATTI DOPO UNA GRANDE AZIONE SULLA SINISTRA DI PLUTO, IL NOSTRO "VECCHIETTO" SI INVENTA UN CROSS DA FANTASCIENZA PER IL RE LEONE CHE NON PERDONA IL "BUFFONE" PER LA SECONDA VOLTA E LA CURVA SI SCATENA E SUCCEDE IL FINIMONDO: MI TROVO TRE-QUATTRO FILE SOTTO AL MIO POSTO, POI RISALGO, FINISCO A DESTRA POI A SINISTRA, MI SALGONO SOPRA UN DITO CHE INIZIA A SANGUINARE MA NON ME NE FREGAVA ASSOLUTAMENTE NIENTE.....UNO SPETTACOLO INDIMENTICABILE, TUTTI FELICI UNO SOPRA L'ALTRO, CHE CACIARA!!!! RESTANO SOLO 10 MINUTI DI SOFFERENZA E AL FISCHIO FINALE, SCENE DI DELIRIO COLLETTIVO IN CURVA, TROPPO BELLO!! DOPO ALCUNI MINUTI PASSATI IN CURVA A FESTEGGIARE CON CORI SIMPATICI (VE SALUTA BATISTUTA - MA CHE SIETE VENUTI A FA' - LA SOCIETA' DEI MAGNACCIONI ecc.) USCIAMO DALLA CURVA DOVE TROVIAMO I CARABINIERI CHE NON CI VOGLIONO FAR USCIRE MA PIANO PIANO AVANZIAMO VERSO I CANCELLI E FINALMENTE USCIAMO CERCANDO DI AVVICINARCI ALLA MACCHINA MA CE LO IMPEDISCONO PERCHE' CI SONO ALCUNI SCONTRI (E SENTENDO MARIONE STAMATTINA CAPISCO IL MOTIVO: ERANO I VERONESI CHE ERANO VENUTI A PARMA A FARE CASINI, MORTACCI LORO!!!) FINALMENTE ARRIVIAMO ALLA MACCHINA E ALLE 22 STIAMO A CASA E MI GUSTO LA DOMENICA SPORTIVA CON TUTTI I SERVIZI SULLA NOSTRA ROMA E LA CLASSIFICA CHE DICE: ROMA        39        POI IL NULLA!!!!!

Esultanza al pareggio di Batistuta

Esultanza al pareggio di Batistuta

Ai cancelli: le guardie all'inizio
tentano di fare muro all'invasione

...sono poi costrette a farsi da parte....

... completamente travolte 
dalle furie giallorosse
grazie a Mario per queste foto

RESOCONTO DI SIMONE DI PARMA
Ore 10 di domenica 4 febbraio: finalmente arriva il grande giorno; quello che per me vale come un derby. Per noi giallorossi di parma è la partita dell'anno (ma quest'anno è valsa anche come partita fondamentale per il futuro della squadra). alle 12.30 ho l'appuntamento con due ragazzi di milano
(anche al nord ci siamo!!!) in stazione a parma: i soliti saluti e i riti scaramantici e poi via allo
stadio. Nel tragitto verso lo stadio c'è un fiume di macchine giallorosse (FA EFFETTO VEDERE TUTTE QUELLE BANDIERE E QUELLE SCIARPE NELLA CITTA' IN CUI VIVO, ma forse non potete capirmi).
Parcheggiamo l'auto e via allo stadio. Addirittura due entrate sono state destinate a noi romanisti(mai successo al tardini, neanche quando arriva la rubbentus). Entriamo allo stadio alle 13.30 insieme ad altri ragazzi di parma e poi con amici di roma e poi con gli amici degli amici... (beh è sempre cosi). ci posizioniamo appena sopra gli ASRU. il colpo d'occhio è da brividi: per noi c'e' praticamente quasi tutta la sud, buona parte dei distinti laterali e persino qualcuno in tribuna laterale e centrale! il tifo mi è sembrato buono ma spesso venivano accavallati cori su altri. comunque alcuni miei amici nei distinti hanno detto che si sentivano cantare solo Noi.
nella partita francesco sbaglia il rigore poi dopo il gol di di vaio siamo calati notevolmente ma con
l'inizio del secondo tempo e col pareggio di BATI abbiamo umiliato i bastardi parmigiani. poi al secondo gol... E' SUCCESSO DI TUTTO: LA CURVA SUD E' ESPLOSA, I NOSTRI BENIAMINI HANNO ESULTATO SOTTO DI NOI, TRIPUDIO GIALLOROSSO, VE SALUTA BATISTUTA...
stupendo!!! spettacolare. poi 3 minuti di recupero che non finivano mai ma dopo il fischio finale tutti alla macchina tra abbracci, pacche sulla spalla al vicino, cori a non finire... poi tutti fuori dallo stadio e via a esultare con bandiera e sciarpa fuori dalla macchina (la mia è targata PR).
unica nota negativa della giornata il ragazzo parmigiano di 21 anni accoltellato fuori dallo stadio.
vorrei ringraziare tutti quelli che ieri c'erano e credo che anche per loro sia stata una giornata
indimenticabile. 39 punti! a +6!
TUTTI A BOLOGNA


RESOCONTO DI MATTEO
Sono passate quasi 24 ore dalla stupenda vittoria di Parma ma io non mi sono ancora ripreso.
Alla fine i biglietti li ho trovati senza problemi,ma questa giornata indimenticabile inizia senza dubbio sabato sera quando l'atalanta batte la juve li tutti i dubbi e le paure che avevo svaniscono...... SI PARTE! Alle 8 sono in macchina come al solito con mio padre e per questa volta anche mia madre! L'autostrada è un vero e proprio mare giallorosso e alla prima sosta ci rendiamo conto che siamo in tanti a non avere il biglietto. Alle 12:15 arriviamo a Parma, riusciamo subito a trovare lo stadio, parcheggiamo e ci dirigiamo verso l'entrata del settore ospiti dove ci dicono che la biglietterie stava davanti alla curva sud dove ci sono circa 2000 tifosi. Inizio a fare la fila mentre mio padre sta con mia madre e dopo un pò di gomitate nello sterno esco vincitore con i biglietti in mano, è l'una e ci mettiamo a bere qualcosa nel bar vicino. Dopo una mezz'ora decidiamo di entrare e anche qui è abbastanza un problema, i cellerini fanno entrare uno alla volta e siamo tutti appiccicati peggio delle bestie.Dentro già siamo in tanti la partita non ha bisogno di commento...MAGICI!! Il tifo nel primo tempo è un pò scadente anche sullo 0a0 si canta poco e male,nella ripresa grazie anche alla strepitosa prova della squadra e agli incitamenti di Totti il tifo si risveglia e sinceramente mi è piaciuto molto! Usciti dallo stadio assistiamo a qualche tafferuglio ma non si capisce bene cosa succeda veniamo a sapere solo dopo dell'accoltellato! mah! come al solito nessuno parla del comportamento dei cellerini,a fine partita uno di loro rilancia una bottiglietta a noi tifosi tipo quel b***** a perugia e sull'autostrada le care forze dell'ordine ci sbarrano tutti gli autogrill ,che la paghiamo a fare l'autostrda allora! sicuramete questa è stata per me la trasferta più bella non tanto per la vittoria ma perchè io finora nelle trasferte precedenti seguivo una persona più esperta di me ora invece ero io la persona più esperta e i miei genitori facevano quello che gli dicevo,ciò mi ha riempito d'orgoglio e ora INVADIAMO BOLOGNA! Matteo

RESOCONTO DI ANDREA
Sono le ore 6:30 di domenica 4 febbraio in programma oggi c'è la partita Parma-Roma .
Per il viaggio a Parma i tifosi si sono divisi tra treno e pullman,a partire eravamo circa 10000.
Lo scorrimento del viaggio è dei migliori , si chiacchera, parliamo della Roma e discutevamo della partita con il Parma.Tra un cappuccino e l’altro ci accorgiamo che stavamo a Bologna li dove dovevamo prendere la coincidenza per Parma.
Alla stazione di Bologna incontriamo i tifosi della reggina che si recavano a milano per la partita con l’inter dopo dieci minuti arriva il treno per Parma,sul treno c’erano i nostri amici che avevano preso il treno dopo di noi.
Arrivati a Parma andiamo subito comprare i biglietti per la partita,sulla strada dello stadio incontriamo molti tifosi della Roma tra cui personaggi noti delle radio romane.Presi i biglietti ad un prezzo esagerato (40.000) andiamo a cercare un ristorante per mangiare,purtroppo in tutti i posti che abbiamo chiesto la risposta è stata unica “è TUTTO ESAURITO” .Visto l’ora tarda decidiamo di andare verso lo stadio e ci consoliamo mangiandoci un panino con un bel bicchiere di vino rosso.
Appena finito di mangiare vediamo dei ragazzi scappare verso il cancello d’entrata del nostro settore,allora ci affacciamo e vediamo lancio di oggetti a quel punto andiamo sulla strada e vediamo i tifosi Parma-veronesi che ci tirano mattoni noi proviamo ad attaccarli però eravamo sette contro quaranta gli scontri vanno avanti per dieci minuti, tutto è finito all’intervento dei poliziotti subito dopo si sono formati dei piccoli gruppetti intorno allo stadio che chiedevano lo scontro corpo a corpo con noi. Prima dell’inizio della partita ci sono state delle piccole scaramucce davanti al cancello, il motivo è stato il blocco all’entrata,la situazione è peggiorata con il lancio di lacrimogeni a partita iniziata ma non cose molto gravi.
All’interno dello stadio la tifoseria nel primo tempo è stata scandalosa anche per problemi di megafono. Al contrario nel secondo tempo la curva è esplosa e l’incitamento è stato forte.
Come al solito la polizia è stata ostile nei nostri confronti, praticamente non ci hanno permesso di seguire la partita dalla vetrata dove erano stati attaccati i nostri striscioni secondo loro per motivi di sicurezza.


ED ECCO CHE DICONO I PARMENSI:
L'invasione è avvenuta, 8000 giallorossi fin dalla mattinata si sono riversati per le vie di Parma, con la loro tipica arroganza. Prima della partita ci sono stati momenti di tensione davanti alla NOSTRA Nord, difesa dall'avanzata dei burini (i prosciuttari si confondono con la Lazie, n.d.L.) Anche se il loro numero era schiacciante siamo riusciti a rispedirli verso il loro settore, dovendo sostenere anche le cariche della polizia, che davano man forte agli infami romanisti (questa è comica, n.d.L). Questi ultimi sono rimasti dietro al cordone degli sbirri lanciando sassi e una
bicicletta?!? (era per aiutarvi a scappare, n.d.L.)
In questo clima inizia la partita, con una curva sud interamente giallorossa, e numerosi sostenitori giallorossi sparsi nei distinti ed in tribuna. Con i nostri fumogeni (2, n.d.L.) e le nostre bandiere (una, n.d.L.) cerchiamo di tingere di gialloblu uno stadio dominato purtroppo da altri colori: il nostro tifo riesce ad essere abbastanza incisivo solamente nella prima parte dell'incontro, per poi lasciare spazio ad un abulico quanto odioso secondo tempo. Ma in una giornata come quella di domenica i problemi arrivano da fuori lo stadio dove l'orda degli INFAMI lascia a terra sanguinante un ragazzo di Parma, uno di quelli che ha seguito la nostra squadra anche in
alcune trasferte con noi!!! (pare che anche diversi romanisti non ultras siano stati aggrediti dai vostri amichetti di Bordeaux PRIMA della partita... da soli non siete capaci?)
Gli INFAMI sono stati bravi solamente a rimanere dietro gli sbirri, rinunciando allo scontro leale, da ultras a mani nude, utilizzando le maledette lame (altre voci parlano di taglio con una bottiglia... n.d.L). Arma che non ha niente a che vedere con la nostra mentalità, ripudiata dal nostro gruppo come da tanti altri: BASTA LAME BASTA INFAMI!
Era il messaggio chiaro che gli ultras di tutta Italia avevano urlato dopo la morte di Spagnolo a Genova. Ma troppa è ancora la gente che frequenta lo stadio armata di coltelli, gente che dimostra solamente la propria paura ed inferiorità, che si sente sicura solo con una lama in tasca!!  Tanto e vero che le merde giallorosse si sono fatte sotto sempre e solamente quando avevano qualcosa da lanciare o da brandire, altrimenti ci hanno mostrato solamente la loro schiena: INFAMI!
Presenti con noi in questa agitata partita i nostri amici Bordulesi (co' tutti i cazzi che ciavemo ce mancavano pure i bordulesi, n.d.L.), che si sono sobbarcati un interminabile viaggio per poter farci visita:
BOYS PARMA - DEVILS UNITI NELLA LOTTA!

"UNO DEL NORD" REPLICA
sto leggendo i resoconti di Parma e ho visto che i Boys Parma ci attaccano per l'accoltellato o per un vetro di bottiglia...non so niente perche non c'ero davanti ai tafferugli.
Ti volevo dire che pero' sti parmacotti di merda non dicono che siamo andati a prendere il caffe' nel loro bar (si trovava dietro a una vietta di fronte alla curva ospiti)
....ERAVAMO UNA 50 DI DI TIFOSI romanisti e io con tanti altri siamo entrati in questo baretto e fuori alla porta c'erano proprio loro.I BOYS PARMA...che vedendo questa massa di tifosi non hanno nemmeno fiatato....poi io mi sono messo a giocare anche nelle macchinette del poker accanto a uno di questi e stavano zitti zitti e non fiatavano!!!!
Quindi non venissero a raccontare che noi siamo andati la' per fare i strafottenti perche nessuno di noi e dico nessuno (ce so' rimasto per un'oretta in quel bar) gli ha rotto i coglioni anzi.con un ragazzo parlavo e diceva che non avevano mai visto un numero cosi' notevole di gente al Tardini (vedi la curva sud era tutta giallorossa).
Quindi dico ai finti ultras dei Boys Parma che sono una curva di gente ridicola che noi quando andiamo la' devono da stare zitti che noi li' montamo proprio sia come gente e sia come cori......quindi rassegnati e falliti!!!!!
IL RE LEONE S'E' MAGNATO IL PROSCIUTTONE!!!!
ONORE AGLI ULTRAS DELLA ROMA!!!!!
ASROMA X MILLE ANNI

IL COMMENTO DI PRUPPETTA
La mia traferta comincia come tanti ragazzi, da mercoledi da quanto i ****** della sestante e dell' ac.parma mettono in vendita pochi biglietti ospiti, cosi la gente si compra i settori più cari dello stadio, o altri come me, PARTE SENZA BIGLIETTO, sapendo anche grazie ai bene informati che al Tardini E' PIENO DE' BIJETTI, per il settore ospiti.
E' sabato sera usciamo con gli amici, radio incollate ovviamente al risultato di Bergamo, finisce la partita, nun c'è la facciamo più il fomento è talmente alto che io e un mio amico, decidiamo di partire subito, andiamo a casa prendiamo le sciarpe, e partiamo! Sono le tre quando entriamo sulla ROMA-firenze il viaggio è una favola grazie all'aiuto (n.d.r. solo per chi capisce) e al fomento, poca nebbia e poca pioggia fanno si che alle 07.30 con numerose soste  vedo una squallido cartello con sù scritto Parma, siamo arrivati, e mò che famo, è la prima domanda che ci viene in mente, neanche il tempo di pensare che ci accorgiamo che ho un ruota a terra, sembrerebbe facile, ma invece a complicare il tutto ci pensa la mia macchina, non ho la ruota di scorta e neanche il rotino e in questa caz.. di città non c'è un gommista aperto neanche a pagarlo oro!!; comunque grazie alla nostra buona volontà e a un ragazzo di colore che non finirò mai di ringraziare (questa cosa per me un pò strana) riesco dopo aver pagato 175.000 una gomma ad arrivare al Tardini. Ci fiondiamo a prendere i biglietti, e ci piazziamo davanti al cancello alle 11.00, comincia l'interminabile attesa ricca di fomento, sono le 14.00 e noi tutti cantiamo già a squarciagola da diverso tempo.
Fischio d'inizio ho goduto troppo quando j'avemo cantato che il Parma oggi stà a giocà in traferta, poi il gol degli infami, lì ci siamo ammutoliti tutti.
Si capisce subito all'inizio del secondo tempo che oggi questa ROMA, non fà prigionieri e al secondo gol non capisco quello che succede non è che mi sono ritrovato più in alto o più in basso ma proprio in un altro settore, la gioià è immensa!! Finisce la partita con noi che cantiamo la società dei magnaccioni a squarciagola, ma le vere sorprese cominciano adesso, all'uscita capiamo che c'è stato qualcosa, un casino di guardie ci indicano la strada da seguire, tutta diversa da dove ho parcheggiato io, e ovviamente vicino la nord vedo i primi scontri, aspettiamo un pò poi una carica della polizia fà arretrare parmigiani e verenosi (c'erano pure loro a rompere i cogl...), a quel punto penso che vale la pena tentare di andare in macchina, poichè non si vedevano romanisti ma solo tifosi avversari e celerini, riesco ad entrare, ma in quel momento ripartono di nuovo gli ultrà con vetri di bottiglie e bastoni (per fortuna visto che eravamo in due) verso la celere, penso che forse è il momento buono e mentre la polizia distrae i parmensi io facevo manovra tra gli sguardi incuriositi della gente, arrivo ad un semaforo e vedo alcuni Romanisti che abbandonano la propria macchina in fuga seguiti da numerosi tifosi avversari, stupito ancora non credo come possano essere codardi i parmensi che si sono nascosti dietro i veronesi e nella loro città hanno fatto fare quello che gli pareva ad un altro gruppo ultrà. Per tutta la strada del ritorno con quella poca voce rimasta abbiamo continuato a cantare tutti i cori.
UNA SOLA CONSIDERAZIONE: QUESTA VOLTA NON ERAVAMO ORGANIZZATI, PARMA, CI VEDIAMO ALLA PROSSIMA. PARMA COME VERONA, BRESCIA,BERGAMO ECC.ECC.ECC.
NB: un solo stendardo in una curva di merda che diceva parma caput mundi.
NESSUN COMMENTO

ARTICOLI TRATTI DA "LA GAZZETTA DI PARMA"
DEL 6 febbraio 2001
Ubaldi: La Roma paghi i danni
Il questore: «I tifosi giallorossi? Il doppio di quelli annunciati»

A Batistuta e Totti i tre punti della vittoria, a Parma i punti di sutura. Ma per Elvio Ubaldi non finisce così: c'è un'altra partita da giocare. «Chiederemo i danni alla Roma _ dichiara il sindaco _. Non posso più tollerare che la città in occasione delle partite si trasformi in un campo di battaglia. Erano suoi i tifosi che ieri (domenica, ndr) si sono comportati come Unni, no? La Roma deve pagare per tutto ciò che hanno fatto. Stiamo assumendo informazioni dal punto di vista giuridico e tecnico, per vedere che cosa si possa fare. Io so che i tifosi di Parma, quando vanno in trasferta non si comportano così, possono uscire a testa alta dalle città ospiti. Perché ad altri deve essere lasciata la possibilità di essere vandali impuniti?». Non è il classico sfogo. E la partita di Ubaldi non è solo teorica. La questione è il «piatto forte» sul tavolo della giunta riunita nel pomeriggio. «Stiamo dando mandato ai legali _ prosegue il sindaco _. Partendo dagli aspetti giuridici e patrimoniali, vogliamo che esplorino tutte le strade percorribili per la difesa degli interessi dei nostri cittadini e della città. Io non ce l'ho con la Roma. Oggi è lei, domani potrebbe essere un'altra società. Ma che si lavi le mani per ciò che hanno fatto i suoi sostenitori mi sembra inaccettabile. Questo dal punto di vista dei danni; ovviamente, l'aspetto penale è e resta un altro».
Siamo su una frontiera mai esplorata. Ubaldi lo sa: «Da quel che mi risulta, in Italia nessuno ha mai preso un'iniziativa del genere, ma noi vorremmo aprire una strada. Se tutti i sindaci d'Italia si decidono a far qualcosa, forse verranno presi provvedimenti seri e non finti, come è avvenuto finora». E se, dal punto di vista giuridico, la società capitolina non fosse tenuta a pagare? Ubaldi non alzerebbe bandiera bianca. «Io, come sindaco, cercherei di percorrere tutte le strade possibili, per evitare che la Roma giochi ancora a Parma». Non si tratta di una questione legata allo stadio, alla sua posizione centrale: comoda e ingombrante a un tempo. «Qui si parla di gente che dove arriva deve distruggere. Che, anche se lo stadio fosse in aperta campagna, una scorreria nel centro la farebbe».
(tutto ok ma prima di ciò, chieda ai suoi civili concittadini il motivo per il quale hanno attaccato i tifosi della Roma davanti al loro settore insieme a veronesi e tifosi del Bordeaux, n.d.L.)

Chiuso il capitolo Tardini, Ubaldi ne apre un altro, relativo al «prezzo del biglietto» pagato dalla collettività ogni domenica. «Il calcio non è più uno sport, ma un lucrosissimo spettacolo. Ma non possiamo più consentire che da una parte ci sia chi incassa e dall'altra chi paga e basta. Io, quando apro il Regio per uno spettacolo, pago i vigili del fuoco. E ieri, tra vigili urbani, carabinieri e poliziotti c'erano settecento persone impegnate per la partita. Erano pagate con denaro pubblico».

Settecento, ma non abbastanza. Avrebbero dovuto essere di più, per marcare stretto diecimila tifosi giallorossi. «Da Roma ce ne avevano preannunciata la metà _ sottolinea il questore Raffaele Valentini _ (e te credo, se chiedono informazioni alla Questura di Roma... n.d.L.) . Non è facile gestirne diecimila. Poi, è chiaro che, quando si dividono in mille rivoli, non sono più così controllabili. Di fronte a questa emergenza, abbiamo fatto il possibile. D'accordo, l'accoltellamento non doveva avvenire. Ma è stato un fatto eccezionale. Abbiamo comunque evitato scontri tra le tifoserie e che centinaia di ultrà entrassero senza biglietto». E i lanci di monete, di accendini? «Ci sono stati, ma senza conseguenze gravi. Inoltre, non sono stati usati lacrimogeni dalle forze dell'ordine. Semmai, è stato lanciato un fumogeno dai tifosi. E noi siamo stati pronti ad accorrere ogni volta che la gente ci segnalava qualcosa. C'è stato un eccesso di allarmismo, forse anche dovuto al fatto che un'invasione così non si era mai vista». Verrà fatta esperienza di quanto successo? «Certo _ assicura il questore _ . Da migliorare è soprattutto l'azione di intelligence, per sapere in anticipo con quanti tifosi avremo a che fare in futuro».

Diecimila. Tanti, troppi. «Di più di quanti potessimo sperare _ dice Ubaldi _ ma non di quanti ci si potesse aspettare. Quanto è successo era annunciato, in qualche modo. E non si deve più verificare. Chiedo al Parlamento, al Governo e alla Lega calcio di intervenire. Che si pongano il problema i senatori come De Luca, che invece preferiscono occuparsi di cose che non li interessano. Io, per quel che mi compete, se la società capitolina non pagherà i danni, sono pronto a proibire la prossima Parma-Roma. Che ordini il suo svolgimento il ministro dell'Interno. Ma se ne assuma tutte le responsabilità».
Roberto Longoni


Problemi prima della partita
Vandalismi e paura
Teppisti in azione nel centro storico

L'invasione dei tifosi romanisti non ha provocato danni solo nella zona dello stadio. Anche in pieno centro storico non sono mancati atti di vandalismo e danneggiamenti: in piazzale Borri sono stati spaccati alcuni dissuasori di sosta, nella zona di via Farini sono andate in frantumi alcune fioriere. I tifosi giallorossi, arrivati fin dalle prime ore del mattino, hanno girato a lungo per le strade del centro. Molti hanno anche pranzato in ristoranti e bar prima di andare allo stadio. Un'invasione tranquilla per molti di essi. Ma alcuni teppisti non hanno rinunciato a seminare un po' di danni qua e là prima di arrivare allo stadio. Raid che hanno provocato le proteste di numerosi cittadini.
Contro i tifosi romanisti e contro la situazione creatasi domenica prende posizione anche Alleanza parmigiana, la componente locale di Alleanza nazionale. In un comunicato firmato da Claudio Cavazzini, si condanna «l'inqualificabile, violento ed inaudito comportamento della tifoseria romanista che ancora una volta ha fornito un eloquente esempio della propria intolleranza ed inciviltà».

Alleanza parmigiana ricorda la pericolosità di uno stadio vicino al centro come è il Tardini. Oltre a prendere le difese della tifoseria parmigiana, Cavazzini ricorda che le forze dell'ordine erano «impreparate all'impatto e hanno lasciato alcuni spazi cittadini completamente in mano ai teppisti giallorossi».


PROTESTA–Le lamentele dei residenti: «Un disastro: i romanisti hanno scavalcato le ringhiere e sono entrati nei cortili»
Cancelli sfondati e recinzioni divelte, via Torelli insorge
È bastato un cancello più basso, privo del filo spinato e delle punte d'acciaio che tengono fuori il mondo dagli altri cortili di via Torelli. Una riva «indifesa», perché la fiumana dei romanisti straripasse, con la rabbia di un torrente in piena. «Perdevano e hanno vinto _ dice Gianni Panizzi _ che cosa volevano di più?». Panizzi indossa il vestito da lavoro, con macchie di vernice. «Sono la squadra di pronto intervento», sorride. Sta rimettendo a posto i paletti della rete divelta dai tifosi romanisti all'uscita dalla partita.
«Stavo aprendo il cancello elettrico dall'interno, con la chiave _ racconta Romano Salvi, del palazzo in via Torelli 1 _. Ho visto avvicinarsi il corteo. In testa i poliziotti. Dietro, i romanisti. I primi sono passati. Poi, uno è saltato sulla ringhiera di fianco. "Qui è chiuso, che cosa vuoi fare?", gli ho detto. "Che te ne fotte a te?", mi ha risposto». A Salvi, visto che quella era casa sua, poteva anche importare qualcosa.

Ma non era quella l'occasione di parlarne: così si è spostato, con altri due inquilini. I giovani scavalcano la ringhiera e spingono il cancello. «Che ha ceduto presto _ prosegue Salvi _. Hanno preso a calci la centralina dell'apertura elettrica. Poi, hanno divelto la rete che li divideva dal cortile dietro. Infine, sollevato il ferro che tiene il cancello in fondo, sono usciti per viale Duca Alessandro».

Altri hanno camminato sulla ringhiera e si sono lasciati cadere nel cortile di fianco. Da lì sono usciti dopo aver spaccato il braccio del cancello elettrico. «Intanto _ prosegue Salvi _ per scendere in questo cortile, altri usavano il tetto della Cinquecento». E, già che c'erano, ci saltellavano un po' su. «Pensare che facciamo di tutto, per posteggiare le auto in cortile. Al sicuro», sottolinea Panizzi.

E poco più in là, all'inizio di viale Duca Alessandro, Silvana Comelli nulla ha potuto fare per mettere al sicuro il distributore automatico del proprio negozio di tabacchi. «È stato bloccato per tutto il giorno _ dice _. L'ho rimesso in funzione io stamattina (ieri per chi legge, ndr)». Ma dopo aver pulito la vaschetta che raccoglie i pacchetti di sigarette. «L'avevano presa per un vespasiano. Ma non è la prima volta che succede».


«Mi hanno aggredito senza motivo»
M. ****, lo studente accoltellato: «Tanta paura, ma voglio tornare allo stadio»

Non gli è stato dato quasi il tempo di avere paura. Forse per questo ha trascorso tranquillo la notte in ospedale, in un letto della Clinica chirurgica generale toracica e vascolare. «No, non ho fatto brutti sogni» sorride M. *****. Niente a che vedere con l'incubo di cui è stato vittima dopo Parma-Roma, all'uscita dal Tardini. Ha la testa fasciata e una benda sulla schiena. «Mi fa male solo se mi giro» mormora. Ieri avrebbe dovuto dare un esame a Economia. Invece, è in ospedale, circondato dagli amici. Nel pomeriggio verrà dimesso. Sorride: gli è andata bene. Se la stessa fortuna lo assisterà nei prossimi esami, M. riempirà il libretto di trenta e lode, anche senza studiare un giorno.
«È arrivato sanguinante in modo grave _ spiega Marco Zannoni, medico di Chirurgia dei trapianti _. Un fendente lo ha preso alla guancia e all'orecchio sinistri. Un altro gli ha ferito il gluteo destro: la lama è entrata fino all'osso. È stato fortunato, specie per quanto riguarda il colpo al volto: il coltello o il punteruolo ha fatto una specie di slalom che si è fermato all'osso della mandibola senza ledere il nervo facciale né il timpano».

Tutto per una sciarpa e un cappellino dai colori «sbagliati». Sciarpa e cappellino indossati da facili bersagli: un ragazzo di 21 anni con un velo di barba sulla faccia pulita, non certo da attaccabrighe, e un sedicenne magro magro. «Andavamo per la nostra strada dopo la fine della partita _ ricorda M. _. All'improvviso, un gruppo di romanisti ha preso a insultarci. Stavano per salire sulla loro auto, invece, si sono lanciati al nostro inseguimento».

M. e il giovanissimo amico si sono divisi, sperando che i romanisti desistessero dal rincorrerli, vedendoli fuggire. Un errore di calcolo che poteva costare caro. «Avrò corso per una ventina di secondi in via Padre Onorio, poi mi sono fermato _ racconta _. E il primo di loro me lo sono trovato a un passo da me. Non ha detto nulla: mi ha colpito al volto. Sono finito in terra. Lì, sono stato colpito di nuovo, mentre arrivavano gli altri di quel gruppo. Non ho sentito nessun dolore e sono stato svelto ad alzarmi e a correre via».

Altrimenti? M.: quelli non avevano tanta voglia di mollare la preda. E la preda era lui. «Poco dopo, ho incontrato altri romanisti. Non erano di quel tipo, per fortuna. Erano due coppiette: mi hanno prestato i primi soccorsi, mi hanno fatto notare le ferite. Io non m'ero accorto di nulla: nella schiena, ho dovuto sentire il buco con la mano, per capire che non era stato un pugno a colpirmi. Poi, mi è stato detto che la lama o il coccio di bottiglia mi aveva sfiorato un rene». Un paio di settimane, e di questa storia dovrebbero restare solo un brutto ricordo e un paio di cicatrici. E poi? «Da anni seguo il Parma e non m'era mai successo nulla. Tornerò allo stadio».



RESOCONTO DI MICHELE
Parma fino alla scorsa domenica era da tuti noi considerata una trasferta molto tranquilla(una delle poche),quasi come se fosse una gita.
Tra noi e quelli del parma infatti non ci sono stati mai,dico mai, screzi o problemi di alcun genere.
Ogni volta che si andava  a parma ci si andava sempre con la massima tranquillita' e serenita' e lo stesso si puo' dire dei tifosi parmensi quando questi si recavano da noi a Roma per seguire la propria squadra del cuore.
Ripeto e tendo a sottolineare mai un incidente,mai uno screzio,ne a parma ne tantomeno a roma. Perche' all'improvviso tutto questo odio nei nostri confronti?
Non c'era nessun motivo logico che potesse spiegarlo.
Per questo motivo siamo stati presi nettamente di sorpresa quando abbiamo visto domenica mattina 35 40 ultras agitarsi,armati di spranghe e dirigersi con fare minaccioso verso la nostra curva.
Abbiamo pensato MA CHE SE SO' IMPAZZITI QUESTI? NON HANNO FATTO MAI DEL MALE NEMMENO AD UNA MOSCA,ADESSO PERCHE' FANNO COSI'? E PERCHE' PROPRIO CONTRO DI NOI?
Nonostante la sorpresa pero',nonostante che a quell'ora quasi tutti quelli del gruppo erano chiusi dentro un ristorante per il pranzo,nonostante che ripeto mai nessuno a parma si sarebbe sognato di aspettarsi una cosa del genere,nonostante tutto questo ho visto con i miei occhi 6 o 7 ragazzi della roma schierarsi,e loro si' a mano nude,riuscire per parecchi minuti a tenere testa a quei 40 del parma armati tutti di spranghe di ferro e manici di piccone(che eroi in 40 armati contro 7 a mani nude,questa e' la vostra mentalita' ultras?)
E qui che purtroppo cominciano le dolenti note
Tutta quella massa di ZINGARI,BORI DI MERDA,capaci soltanto di saccheggiare gli autogrill,sfasciare le vetrine ecc ecc.,che in quel momento si accalcavano davanti alla curva sud del tardini per accingersi ad entrare nello stadio(erano minimo 400 persone tutte GIOVANI E FORTI!!!)secondo voi come si sono comportate?
Vi lascio 2 possibilita':
a)Hanno fatto come al solito da spettatori lanciando eroicamente bottiglie piene di acqua da 200 metri,che tra l'altro prendevano regolarmente in testa i pochissimi ultras(LORO SI' ULTRAS!!)romanisti che nonostante la disarmante inferiorita' numerica stavano fronteggiando quelli del parma

b)Sono accorsi immediatamente ad aiutare quei pochi che si erano schierati,(tra parentesi per difendere anche loro)ed erano in difficolta' visto l'esiguo numero

COME AL SOLITO E' BUONA LA RISPOSTA A!!!
CI SIAMO ROTTI I COGLIONI DI QUESTA GENTE!!MERDE NON VENITE PIU' IN TRASFERTA!!ZINGARI FATE I LEONI SOLO QUANDO BISOGNA SACCHEGGIARE UN AUTOGRILL!!
Oltretutto per dirla tutta durante la partita un silenzio di tomba,nessuno che cantava,ci siamo fatti sentire solo negli ultimi 20 minuti di partita!
Queste merde cantassero e facessero il tifo perlomeno,niente nemmeno quello!!!
E adesso veniamo ai fatti del dopo partita.
Secondo voci che mi sono arrivate il ragazzo del parma ferito non e' che sia proprio un angioletto caduto dal cielo....
Era uno di loro,un ultras del parma, e si e' comportato da ultras,si e' tolto la cinta e si e' messo a litigare!
Sempre secondo queste voci,i romanisti che li seguivano erano si' una diecina,ma ad aggredirli fisicamente SONO STATI SOLAMENTE IN 2!!!
2 CONTRO 2 DUNQUE!!!E poi quale coltellata????
Il ragazzo del parma sarebbe stato colpito DA UNA BOTTIGLIA al viso ed al corpo durante la colluttazione col romanista!!!
QUALI LAME DUNQUE??? QUALI 10 CONTRO 1 DUNQUE???? QUALI INFAMITA'????
CONIGLI DEL PARMA solo voi la mattina eravate in 40 contro 7, se poi alla fine della partita uno dei vostri le ha prese di santa ragione non andate a piangere a destra e sinistra, essere ultras e' anche questo!!!
Gli infami sono quelli che mentono sapendo di mentire!!!!
Altro che storie!!!!
E poi ho visto molte e mail anche su questo sito anche di tifosi della Roma che non fanno altro che criticare gli ultras della Roma per l'accaduto (basta con queste lame,pero' dai non si accoltella cosi' un innocente ecc. ecc.) addirittura c'è chi afferma di vergognarsi di essere romanista!!!
LA VERGOGNA SIETE VOIII!!!!! Come vi permettete di parlare non sapendo esattamente come sono andate le cose???
IL PUBBLICO DELLA ROMA E' UN PUBBLICO DI MERDA!!!! purtroppo questa e' la dura verita'!!
Per finire un doveroso ringraziamento a quei 6-7 ragazzi CHE HANNO VERAMENTE RISCHIATO LA VITA DOMENICA MATTINA DAVANTI ALLA CURVA SUD DEL TARDINI,POCHI E A MANI NUDE CONTRO 40 ARMATI DI SPRANGHE DI FERRO E MANICI DI PICCONE!!!!
PRENDIAMO ESEMPIO DA LORO!!!
ZINGARI CANI SCIOLTI BORI DI MERDA la prossima volta ce la prendiamo con VOI!!
E poi chi non e' a conoscenza dei fatti e' pregato DI AVERE IL RISPETTO DEL SILENZIO!!
Ti prego di pubblicare la mia e mail sul sito perche' questa e' la sacrosanta verita'!
CIAO MICHELE



RESOCONTO DI GABRIELE
Parma - ROMA 1-2
Non mi soffermo sulla gioia che abbiamo provato per una grande vittoria, chi c'era lo sa e chi l'ha vissuta non se lo scorderà facilmente. Dico solo che il boato per il secondo gol è durato, incessante, per almeno 1 minuto.
Ma voglio raccontare un'altra cosa: Noi partiamo in macchina, siamo 4 e arriviamo presto a Parma, sono circa le 9. In 2 ci mettiamo in fila alle 9.30 per prendere i biglietti, siamo davanti all'entrata del nostro settore (gli altri aspettavano dall'altra parte, noi ci siamo divisi per vedere chi riusciva a prenderli prima).
Alle 10 arrivano gli addetti del parma e aprono il botteghino. A quel punto 4-5 bagarini napoletani di m***a si intromettono a gomitate e arrivano all'inizio della fila. Ci dicono che i biglietti sono 500, la gente in fila almeno un centinaio (e qualcuno deve prenderne piu' di uno), i bastardi
napoletani cominciano a prenderne 30/50 per uno.  All'inizio solo in pochi si rendono conto di quello che sta accadendo, ma quando caipamo la situazione cominciamo ad esasperaci, cori per il vesuvio (lavali col foco) e spinte che danneggiano più noi romanisti che loro. Un mio amico è più avanti di
me, gli dico di prendere i biglietti per tutti,  esco dalla fila e vado lateralmente all'inizio. Prendo il primo per la giacca e provo a scaraventarlo fuori dalla fila, quasi ci riesco ma mi ferma un altro napoletano che mi dice "ma no, ne prende solo 2..:"  Lo scanso, riprendo il primo e comincio
a tirarlo. Ma la gente (che non si muove per non perdere il posto in fila) s'è inkazzata davvero e cominciano ad arrivare monetine, mi devo toglere. Arriva anche la polizia (udite udite, incredibile) ne ferma 2 (bagarini) e chiede documenti e biglietti. Non so come sia finita, con i biglietti in
mano urlo contro i "nostri" (capisco il posto in fila, ma cosi' ce li fregavano tutti. Non s'è mosso nessuno oltre a me ed un altro ragazzo) e me ne vado... Io sono un tipo pacifico, faccio trasferte e sono in sud da anni ma non ho mai partecipato a scontri (ne ho visti tanti) con la polizia. Ma
qui è diverso, perchè dobbiamo faci fregare i biglietti dai napoletani di m***a e poi pagarli il doppio?
Per i cori mi sembra che la situazione sia migliorata, il problema è che a parma siamo divisi in tre gruppi con i vetri in mezzo e non si riesce a cantare insieme. Ho notato che molte volte cantavamo 3 cori diversi...
pero' rispetto alla indecenza di milano, dove non cantava quasi nessuno, la situazione sembra diversa. Ho letto sui giornali che ci sono stati scontri e danni. Io dalle 11 ho girato tutto il centro a piedi, e anche al ritorno abbiamo camminato molto per arrivare alla macchina... non ho visto niente, neanche insulti verbali.
Mi dispiace per il ragazzo accoltellato, tra l'altro adesso ci siamo rovinati anche la trasferta piu' "pacifica", quella dove puoi portarti la ragazza e stare tranquillo. L'anno prossimo ci aspetteranno di sicuro con uno spirito diverso... (prima di tutto NOI andremo con uno spirito diverso, credo! n.d.L.)
Ora tutti a bologna, e vi prego, TIRATE FUORI QUELLA C**ZO DI VOCE!!!
E tutto il mondo attraverserò....


RESOCONTO DI PRISCO
TUTTI A PARMA...RICALCANDO LE "VECCHIE MANIERE" QUESTA VOLTA SI PARTE IN TRENO,PRESENTI: IL KINGROBERTO,BRADO ANDREA E...ER PRISCO.
INIZIO CON LE CONSIDERAZIONI INVECE DEL RACCONTO,VOLEVO LA TRASFERTA IN TRENO PER FAR CAPIRE AI MIEI AMICI UN PO' SCETTICI E UN PO' IMBORGHESITI CHE QUESTO E' L'UNICO MODO PER VIVERE LA FAMOSA "MENTALITA' ULTRAS" DOVE MOLTI SI RIEMPIONO LA BOCCA (GRUPPI ULTRAS ROMANI COMPRESI) E POCHI REALMENTE LA METTONO IN ATTO, ALL'ARRIVO A STAZIONE TIBURTINA ERANO LETTERALMENTE FOMENTATI! E MI SI E' RIEMPITO IL PETTO DI ORGOGLIO (concedetemelo).
IL RESOCONTO:
ORE 6.15 PARTIAMO DA ST.TIBURTINA SIAMO UNA 70INA CI CONOSCIAMO  QUASI TUTTI ALCUNI DI VISTA ALTRI NO, PAGHIAMO IL BIGLIETTO 50000 ANDATA/RITORNO...SI PARTE CON L'IN BOCCA AL LUPO DEL COMMISSARIO DI POLIZIA CHE HA ALZATO I SOLDI ANCHE A QUALCHE RAGAZZO...(STRANO MA VERO!!! IL TIPO E' UN GROSSO IN TUTTI I SENSI!!!)

ORE 11.00 ARRIVIAMO A BOLOGNA E CI SALUTIAMO CON I TIFOSI REGGINI PRESENTI NEL TRENO CON NOI CHE PROSEGUONO IN DIREZIONE MILANO
SCENDIAMO DAL TRENO E   CAMBIAMO TRENO  STRANAMENTE SENZA SCORTA.... IL TEMPO DI INCONTRARE 8 TIFOSI DELL'INTER  CHE SOLO ALLA NOSTRA VISTA SI CATAPULTANO TRA I BINARI DELLA STAZIONE DI BOLOGNA...CHE FIGURA DE MERDA...NOI MANCO LI AVEVAMO DEGNATI DI UN CORO...VERGOGNA..

ORE 11.25 SI PARTE DA BOLOGNA PER PARMA E SUL TRENO GONFIO DI ROMANISTI CHI TE SBUCA...CARLO VANZINA...PARTE IL CORO "VANZINA FA' NA' CANNA BO BO BO" E "VANZINA TIRA FORI LA FARINA" TRA MILLE RISATE ARRIVIAMO A PARMA....
E' UNA INVASIONE..
CHI PENSAVA DI RISOLVERE IL PROBLEMA NON MANDANDO I BIGLIETTI HA PROPRIO SBAGLIATO...

ORE 15.00 SULLA PARTITA NON VOGLIO DIRE NULLA SOLO CHE AL SECONDO GOAL HO PERSO LA SCARPA E LA  HO RITROVATA 3MIN DOPO SULLA SCALE DELLA CURVA SUD...MA STI CAZZI SAREI TORNATO  A ROMA SCALZO...A TUTTI HANNO FATTO ENTRARE L'ASTA DELLA BANDIERA TRANNE AL SOTTOSCRITTO IL PIU' ALTO IN GRADO DEI CARABBBINIERI MI HA RISPOSTO "STAI SITTO E NON RISPONDERE CRETIN"A GUARDIE ***** CRETINO MANCO MIO PADRE ME LO PO' DI...

ORE 18.30 TORNIAMO A ROMA CON UN "TRENO SPECIALE" ALLA FACCIA DE BIANCO E DELLA MELANDRI (***** *****) PAGANDOLO (SUPPONGO CHE I SOLDI DEL TRENO SE LI SIANO INTASCATI GLI ADDETTI ALLA STAZIONE DI PARMA E NON LE FS); SUL TRENO ARRIVANO NOTIZIE DI SCONTRI TRA POLIZIA ROMANISTI E VERONESI ...E CHE STO TIFOSO ACCOLTELLATO PRIMA AL CUORE POI AL CULO POI ALL'ORECCHIO E POI ...AR CAZZO.. ERA DEL PARMA  O DELLA ROMA O DEL VERONA...FATTO STA' CHE MIO PADRE SE PRESO N'COLPO  PE STI STRONZI DE GIORNALISTI CHE DEVONO FA' SEMPRE LA NOTIZIA CC'LORO...
CONSIDERAZIONI FINALI...
RAGAZZI AVETE VISTO COME VENIAMO ACCOLTI OVUNQUE QUEST'ANNO
PERCHE' A ROMA NON CONTRACCAMBIAMO MAI E A FINE PARTITA NON ANDIAMO MAI A SALUTARE I GIOVANOTTI CHE SI PRESENTANO NEL NOSTRO STADIO COME HANNO FATTO MILANESI INTERISTI VERONESI PARMENSI BERGAMASCHI...INFINE SALUTO GLI SFIGATI DEL PARMA CHE SOLO SPALLEGGIATI DAI VERONESI HANNO PROVATO AD ALZARE LA CRESTA VENENDO IRREMEDIABILMENTE PURGATI COME IN CAMPO...FATE GLI ULTRAS DA SCENA CHE VE CONVIENE ALTRIMENTI TROPPI SCHIAFFI PIATE PE' L'ITALIA...ULTIMO SALUTO AGLI HELLAS E UN ARRIVEDERCI A ROMA VI ACCOGLIEREMO "CALOROSAMENTE"... SPERO....



RESOCONTO DI DANIELE # 2
In settimana insieme ai miei amici abbiamo deciso di seguire la ROMA a Parma e il mezzo scelto x andare è stato il pullman organizzato dal R.C. GARBATELLA! L'appuntamento è fissato per le 5 davanti al club siamo più o meno 54 tifosi che non vedono l'ora di raggiungere Parma per seguire l'amata ROMA! Il viaggio è abbastanza tranquillo.. considerando che la maggior parte di noi dorme. Ci fermiamo all'autogrill poco dopo Firenze e il tempo non è dei migliori piove e fa freddo, tra l'altro durante la sosta incontriamo anche un gruppetto di ragazzi dei FEDAYN. Da Bologna in poi cominciamo a cantare cori x l' AS ROMA e per i giocatori e alle 11e30 siamo nei pressi dello stadio! Incredibile anche Parma è stata invasa come già annunciato, una vera invasione di noi romanisti quasi come ai livelli di Perugia, pur essendo molto più lontani da ROMA. Facciamo un giro intorno allo stadio, vediamo la fila x acquistare i biglietti del settore curva sud riservato a noi (..ma non era sconsigliato partire senza biglietto perchè erano finiti? Meno male che la gente intelligente non ci casca altrimenti in trasferta saremmo sempre in 1000!!) sono circa le 12e40 e decido insieme ai miei amici di avvicinarci al nostro settore. La polizia in ingresso crea code perchè ti devono controllare pure le mutande.. non contenti mi aprono lo zaino e indovinate cosa mi sequestrano? Una bottiglia d'acqua. Gli dico se posso buttare il tappo come si fa all'Olimpico e il celerino mi risponde che non siamo a ROMA e che le direttive sono queste bevi ora perchè dentro l'acqua non entra.. che direttive del cazzo se hai sete non bevi!! Cmq l'impatto con il nostro settore è da paura siamo parecchi dentro già alle 13, nell'altra curva nemmeno l'ombra di un parmense. L'attesa viene ingannata con qualche coro che gli ricorda che stanno giocando in traferta poi il riscaldamento della MAGGICA e finalmente l'inizio dell'incontro, con l'annuncio della speaker di Parma che è talmente lenta a leggere che ci da il tempo di fare gli olè per ogni giocatore.. Veniamo alla partita: cominciamo bene siamo in palla, verso la mezzora TOMMASI conquista un rigore sacrosanto che purtoppo CHECCO spedisce sul palo, che sfiga, certi errori non li puoi fare in traferta e per giunta contro il Parma che infatti succesivamente segna con l'odiato Di Vaio. Nel secondo tempo scende in campo un'altra ROMA e soprattutto la nostra curva alza la voce e riusciamo a spingere i giocatori al pareggio con un lancio di SAMUEL e un invenzione di BATIGOL! E' quasi fatta: a questo punto la partita va vinta, loro sono in crisi, infatti dopo solo 9 minuti, ecco la zampata vincente del RE LEONE! Incredibile quella straordinaria doppietta sotto di noi. Si chiude la partita la curva del Parma in silenzio come in tutta la partita e quella giallorossa senza freno quei due gol ci hanno ripagato dei tanti sacrifici per raggiungere Parma e soprattutto il secondo ha letteralmente sconvolto tutto il settore: gente che cadeva, che urlava, che non si trovava perchè finita 5 file sotto, una gioia indescrivibile! L'uscita dallo stadio é tranquilla anche se poi per radio sentiamo degli incidenti avvenuti e ciò fa capire che l'anno prossimo non sarà ancora la solita trasferta anche Parma sarà ostile! Il viaggio di ritorno presenta come unica nota negativa il fatto che non ci hanno fatto entrare negli autogrill e che le volanti ci hanno scortato per almeno 100 km ad un autogrill dove avevano preparato un vero e proprio posto di blocco per circa 10 pullman crando cosi all'interno del locale una calca di almeno 500 persone.. contenti loro!!
Rientriamo a Roma che è quasi mezzanotte stanchi assonnati ma convinti di aver fatto il nostro dovere di ultras e di aver assistito ad una impresa importante per il traguardo che vogliamo raggiungere!!
ROMA campione d'inverno con 39 punti, tanti record  e tanti punti di vantaggio: sotto il vuoto!                 NON SARAI MAI SOLA   AS ROMA X MILLE ANNI!


RESOCONTO DI GIANFRANCO
Ennesima trasferta a Parma, meta "tranquilla", mangereccia e carica stavolta di grandi aspettative.
07.15 partenza da Bravetta e, (scaramanzia?) decidiamo di arrivare a Parma via La Spezia. Mai decisione fu migliore: zero traffico, bel tempo e, uscendo a Fornovo di Taro con la statale 62 si arriva diretti in città senza passare per strozzature tipo caselli
autostradali e check point di polizia da Germania dell'est. Della serie itenerari consigliati!
All'arrivo a Parma sembra di essere a Testaccio, gli "arroganti" tifosi romanisti passeggiano a frotte tranquilli per la città, parcheggiamo giusto davanti alla loro curva e ci uniamo allo "struscio". Aperitivo in Piazza Garibaldi, pranzetto a base di cucina locale e poi allo stadio con i nostri biglietti di Distinti Laterali preventivamente fatti acquistare in loco da amici parmensi. Andando verso lo stadio notiamo una atmosfera meno gioiosa del solito e passando sotto la loro curva un gruppetto di locali ci guarda in cagnesco.... noi siamo in 6, non certo di primo pelo...non li filiamo di pezza, anzi ci facciamo una risata e la cosa finisce lì.
Dentro lo stadio l'hanno visto tutti, eravamo quasi di piu' noi. Per il tifo in effetti c'era il problema dei settori divisi dai vetri tanto che qualche volta i cori piu' possenti sono stati quelli lanciati proprio dai Distinti e subito captati da tutti gli altri settori.
La partita non necessita commenti e all'uscita tranquillamente come sempre andiamo a riprendere
l'auto parcheggiata sotto la curva dei temibili tifosi locali i quali, come esempio di mentalità ultras,
hanno pensato bene di fare un paio di graffi sulla fiancata della macchina!! Comunque ce ne riandiamo per la strada dell'andata attraversando praticamente tutta la città con la bandiera a sventolare fuori dal finestrino senza problemi.
Morale: probabilmente piu' che ostilità diffusa, che tra l'altro non abbiamo riscontrato nel settore dove eravamo, si è trattato della voglia di un gruppetto di assurgere agli onori della cronaca.... bohh, mi sa però che hanno sbagliato interlocutori.
Per finire vorrei spendere poi due parole per il Sig. Sindaco di Parma che si è lamentato dell'orda romana che gli ha invaso il paesello.
Vorrei sapere se nella lista dei danni che si appresta a presentare alla Roma avrà la compiacenza di inserire anche quelli inferti alle vetture targate Roma dai suoi civili concittadini e se, invece di pensare per il prossimo anno a "vietare" la partita, non abbia preso in considerazione il fatto che certe squadrette di paese con gli stadi fatti di tubi innocenti in Serie A forse non dovrebbero essere neanche iscritte...!

RESOCONTO DI LORENZO (VR)
Ciao a tutti,cari ragazzi,mi chiamo Lorenzo e sono ovviamente tifoso della Roma,uno di voi
insomma;purtroppo pero',a differenza delle maggior parte di voi,non abito nella capitale,citta'
che a dir poco amo e dove ho tanti parenti e amici!Abito udite udite a ....Verona!!
Comunque da tantissimi anni vado in "trasferta",da solo o con amici,in quasi tutto il Nord!
Quest'anno sono andato 2 volte a Milano,a Brescia,Bergamo,Verona e Parma:
Quest'anno pero' ho anche deciso di farmi l'abbonamento in curva Sud!Impossibile venire a Roma per tutte le partite,ma credo che una buona meta' riusciro' a vederle.In trasferta problemi per i biglietti nonli ho mai avuti perche' ho agganci in molte citta'!
Dopo aver fatto i complimenti a Lorenzo,per questo sito veramente eccezionale,vorrei raccontare
brevemente la mia trasferta a Parma.Ormai da anni e' tradizione arrivare a Parma a meta'
mattina,fare un giretto al centro,dove non ho assolutamente visto incidenti di nessun tipo e dove nonho mai visto un'invasione del genere! Verso mezzogiorno,con un mio amico di Roma andiamo verso lo stadio; qualche scaramuccia,un po' di insulti e lanci di oggetti,celere e carabinieri fermi e inoperosi!
Verso l'una andiamo a pranzo,sempre con le sciarpe belle in vista e cantando i nostri cori.Ho una nonna  che abita proprio davanti allo stadio e che ci prepara,sempre da tradizione un pranzetto tipico locale.Divoro tutto, non solo per la fame,ma anche per la fretta di entrare allo stadio,visto che abbiamo sentito un paio di cori alzarsi,alle due siamo davanti al cancello,altri piccoli incidenti,veramente di poco conto.
Entro in curva con un abbonamento di tribuna centrale Petitot,rimediato da un parente indigeno,
Subito vedo una cosa incredibile:nello stesso ingresso vedo entrare dei signori del Parma!Ma come,
a me era giunta voce che tutta la curva sud era per noi!Gli dico che per loro sarebbe stato
un po'  un problema entrare nel nostro settore!Poi vedo una cosa molto "intelligente":le guardie chiedono a tutti se siamo della Roma o del Parma!Ma che cazzo non le vedi le Sciarpe?L'ingresso dei pochi parmigiani verso la curva e' diviso dalle "classiche" strisce biancorosse,neanche le transenne!Poteva succedere di tutto. Entriamo,la curva e' quasi tutta piena,trovo posto in alto e subito vedo lanci di oggetti verso lo  spicchietto a sinistra occupato da vecchiette (una si e' presa una lattina piena sulla spalla),signori e tanti altri sfigatini!C'era proprio bisogno di cacciarli via a con lancio di oggetti e monetine?Invece di lanciare monetine ai vecchietti innocui,perche' non tirate fuori la voce e non cantate come si deve?Porca puttana,
siamo primi,siamo grandi,stiamo vivendo un sogno,invadiamo tutte le citta' e poi dentro lo stadio quasi tutti zitti!
Non si deve cantare solo dopo le magie del capitano o del Re Leone,ma dobbiamo far sentire a tutti quanto amiamo la Roma.Non voglio una curva di borghesi,fighetti e silenziosi!Noi rappresentiamo Roma e la Roma e in tutti gli stadi d'Italia la nostra voce deve cancellare quelle delle tifoserie avversarie.Inutile essere in 10000  in trasferta se poi non si canta.Mi rode troppo il c.  sentire ,milanisti,interisti e merde simili che offendono il nostro onore,la nostra citta' e i nostri idoli!FUORI LA VOCE,FUORI LE PALLE!!!!!
Io purtroppo,non abitando a Roma non posso vivere le partite e le trasferte cosi' a pieno come
molti di voi;non ho un gruppo,vado sempre o con pochi amici, o con la ragazza(che pero' dopo milan-Roma non ha piu' intenzione di venire!),non posso appendere striscioni e arrivare 5 ore prima della partita e essendo proprio un cane sciolto non posso difendere la causa ultras negli scontri con le guardie ecc. ecc.
...se semo capiti!! Nonostante tutto pero' quando sono allo stadio cerco di cantare il piu' possibile,prima e  durante la partita,ma troppe volte mi ritrovo a cantare da solo in mezzo a decine di persone,cercando di far partire anche qualche canto nei momenti di silenzio,ma poche volte ci riesco!
A Parma il tifo non mi e' sembrato eccezionale neanche nel secondo tempo,sicuramente positivo ma niente di  straordinario.Io amo troppo la nostra curva a voglio che ritorni agli antichi splendori,deve tornare la curva piu' bella del mondo!
Per quanto riguarda la partita avete piu' o meno tutti gia' descritto gli orgasmi provati grazie a Batigol e su questo non ho molto da aggiungere.Alla fine,uscendo,mi sono reso conto di quanti eravamo,un fiume interminabile di gente in festa,in alto sciarpe e bandiere,cosi' si deve fare!
Una schiera di carabinieri ci impedisce di andare a destra,noi aspettiamo 10 minuti poi ci fanno passare,lungo il viale alla nostra destra,Viale partigiani d'italia, un gruppetto di poverelli pamigiani ci viene incontro, la guarde li ferma senza troppi sforzi,ci tirano un bel sercio,lo evito tranqiullamente e me ne vado cantando  "ve saluta Batistuta",loro neanche provano a seguirci!
Andiamo alla macchina e ce ne torniamo a casa dopo un'ora di coda!
Tornato a casa,telefono subito ad un mio amico,ultras dell' Hellas V.,****; gli chiedo conferme sulle voci della presenza
a Parma di ultras dell'Hellas. Mi dice che non ne sa niente,gli sembra strano perche' non c'e' gemellaggio col Parma anzi,la stima dei veronesi nei confronti dei parmigiani e' pressoche' nulla,insomma,nessuno dei suoi amici o del suo gruppo e' venuto a Parma!L'ipotesi dei veronesi a Parma mi sembra quindi tutta da verificare.
Ora c'e' Bologna,trasferta a rischio,e si preannuncia un'altra invasione!!Carica ragazzi!!!
Un saluto a tutti vi ricordo che il Nord e' presente!!!!


RESOCONTO DI VALERIO
Dopo l'odissea per i biglietti,un mio amico (non so' come)mi riesce a procurare il biglietto e me lo regala per un vecchio favore.Parto Sabato pomeriggio e dopo 3 ore e mezzo di viaggio sono nella citta' del prosciutto.Visito Parma,con la sciarpa della Roma al collo,senza che nessuno mi dica niente e passo la serata in una discoteca del posto.Troviamo miracolosamente alle 4
del mattino 2 posti letto in un motel molto frequentato da passeggiatrici notturne truccate piu' del passaporto di Veron...La mattina con sciarpa della Roma esco e sto tranquillamente nei pressi dello stadio quando ad un certo punto incominciano alcuni tifosi del Parma(?)a caricarci,conosciamo i
romanisti e c'e' subito una nostra risposta,tanto che non come sostengono loro ci caricano fino al nostro settore ma succede la cosa opposta.Dentro lo stadio almeno 10.000 anime sono romaniste.La partita sembra andar male,totti rigore palo,delvecchio tiro a porta vuota..fuori,buffon miracoloso e di vaio....gol!ma vaffanculo!!! ma noi ci siamo e cantiamo a crepa pelle,fino ad esplodere ai gol di Bati!la nostra curva piena di bandiere stendardi la loro,solo uno stendardo,...parma caput mundi...ma pensa te....a fine partita scoppia la festa lo stadio e' nostro e dei parmensi...mi spiace per quel ragazzo accoltellato,ma loro assieme ai tifosi francesi non hanno fatto
agguati a piccoli gruppi di romanisti??
p.s.tra l'altro da questi picccoli gruppetti le hanno prese.
CIAO,VALERIO
altro p.s. ma il parma in serie a e in europa che cazzo ci fa'?boys parma
umiliate l'italia (vedi partita parma-1860 parma)!


RESOCONTO DI ALESSIO
DOMENICA 4.02.2001

(Premessa:  nell’anticipo del sabato sera la Juventus perde la sua prima gara in campionato a Bergamo, contro un eccellente Atalanta, per 2-1 dopo essere stata in vantaggio fino al venticinquesimo minuto del secondo tempo. )

ore 4:45 - sveglia
ore 5:30 – esco di casa che sono ancora rintontito, praticamente non ho dormito talmente era forte il desiderio di vivere una giornata cosi importante proprio li’,  dal vivo… è ancora buio, fa freddo ma l’arrivo della luce è prossimo.
                 Arrivo a piazzale Piramide, e ci sono 2 o 3 pullman con i gruppi di ragazzi intorno..                  Prendo posto e siamo gia’ in movimento… si parte !!!
                 È  giorno ormai quando ci ferma la polizia dopo il casello dell’autostrada , si teme di perdere
                 Tempo ma dopo qualche controllo di routine agli stendardi e qualche battuta tagliente
                 ( ‘’ quer poliziotto c’avra’ la quinta elementare sta’ a fa’ ‘e congetture……’’)  e
                 siamo di nuovo in marcia.
                 È tutto molto tranquillo, colpa dell’alzataccia, ma i cuori battono forte e con una sorta di
                 Consapevolezza ci si dice sorridendo ‘’ oggi je famo ‘na testa cosi’ ‘’…
                 Finalmente , tra un panino un joint e un caldo-caldo, l’esodo si conclude.
                 PARMA !!!
                 Una citta’ fantasma ! non c’è nessuno ! è vero, è quasi ora di pranzo, ma è desolante !
                 Non un’anima viva…   vabbè che se magna bene…

Ore 12.30 – ci avviciniamo al Tardini, in massa, da padroni del mondo quali siamo, quattro gendarmi a
                  Imbastire uno straccio di controllo e siamo dentro. Lo stadio è piccolo, fatto male, sembra di
                  Essere Al liceo, e siamo solo noi dentro, una marea e continuano ad entrare solo romanisti
                   in Tribuna. Piano piano arrivano anche gli ‘scolaretti’ del parma….. bravi bambini…..
Ore 14.20 – la squadra leader del torneo scende in campo per saggiare il terreno di gioco ed è una festa
                  Per gli occhi di tutti noi…cori per tutti, grande entusiasmo !
                  ………e arrivano le 15.00…
                  …..si gioca !!!
                  è una gara che la Roma deve vincere non solo per allungare sulla Juve, ma soprattutto per
                  urlare in faccia ai rivali che non siamo stati in testa sino ad ora per una coincidenza…
                   siamo i piu’ forti e dobbiamo prenderci questi luridi tre punti  !!
                  con questo spirito la Roma è scesa in campo e ha iniziato a ricamare le sua trame sull’erba
                  emiliana e la partita è frizzante.
                  Sugli spalti fa molto freddo, un vento gelido mi tiene stretto nel mio piumino ma so’ che sto
                  Vivendo un momento fondamentale.
                  La pressione giallorosa si fa piu’ asfissiante e un lancio di Totti pesca Tommasi in area ; il
                  Ragazzo è diventato furbo, protegge il pallone come fece a Bergamo e costringe Benarrivo
                  Al fallo da rigore per evitargli il tiro….
                  La curva esplode in una gioia sfrenata, è rigore !! quel che è giusto è giusto !!
                  Si prepara il ‘pupone’, si sistema la palla, tira….
                  Migliaia di anime tutte in sospeso tra la vita e l’infarto…………
                  Palo !!  mavaff#\@.#]+*
                  Ma la Roma è troppo piu’ forte di un rigore maledetto, la nostra forza è nella nostra mente.
                  Ma non basta.
                  Cafu’ sbaglia maldestramente un passaggio e il Parma in un secondo è in area….
                  Di Vaio, tiro, gol, marivaff##\@.#
                  Sembra  che la nostra storia debba essere scritta per forza lottando contro l ‘impossibile .
                  E si va al riposo, e il freddo aumenta …..
 

Ore 15.45 – quello che sto per vedere è il secondo tempo piu’ devastante della storia di questo sport …. !!
                   La Roma una volta toccato il primo pallone lo ha fatto vedere al Parma solo durante le
                   Sostituzioni, tanto per non offenderli nel loro intimo.
                   Un assalto al fortino, 11 furie hanno imperversato in lungo e in largo apportando pericoli
                   E creando panico e apprensione tra le file del Parma.
                   Entrano Emerson e Montella, ed è la svolta !!
                   La manovra di progressivo logorio degli avversari giunge al suo apice !
                   Oramai il Parma non ce la fa piu’, non puo’ reggere un impatto cosi esagerato.
                   Saranno quindici minuti che si gioca a ridosso dell’area gialloblu’…
                    Il gol è nell’ aria, lo sento, è come se lo vedessi…
                    E non so perché ma ne sono sicuro…questa partita la vinciamo perché siamo piu
                    Forti e basta !!!
                    Dunque, signori, l’arcangelo biondo, l’uomo della gloria divina….

                    Lancio di Samuel da centrocampo mentre la difesa sale, Batistuta ha la possibilita’
                    Di colpire il pallone e mandarlo in porta….

                              GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL

                   È il pareggio. Sacrosanto pareggio , ma dopo qualche attimo di giustificato sfogo siamo tutti
                   Di nuovo li’, a smaniare per un altro schiaffo…..

                   Montella taglia il campo davanti alla difesa, movimento a ‘illudere’, da fuori la palla per il
                   Grande vecchio, Aldair guarda in area, c’è Gabriel che freme….lancio calibrato….
 

                             GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL !!!!!!!!!!!!!
                             GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL !!!!!!!!!!!!!
                             GRANDE GOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLL !!!!!!!!!!!!

                   Mi sento male !!  è il due a uno e io me sento male….
                   È il gol che ci manda alle stelle, vittoriosi e sempre piu’ leader !!!
                   In curva è il finimondo, si sente la potenza di Roma….
                   Siamo stra-primi !!!!
                   Siamo devastanti !!!!
                    Troppo bello !!!!
                     Pensare che mi stava venendo la febbre…
 

Ore 18.00 – siamo gia’ in viaggio, felici ed esausti, aspettiamo che ‘‘ l’efficentissimo’’  capogruppo
                     Enrico riesca a sintonizzare la tv su novantesimo minuto per gustarci  il riflesso filmato
                      Dell’impresa….
                    E tra un joint e l’altro torneremo a Roma…sempre piu primi !!!
                    Un grazie agli occasionali compagni di viaggio e un saluto alla biondina carina che era nel
                     Pullman….rimarrai nel ricordo di questa giornata epica.
 

Ore 01.00 – sono a casa mia, da solo con la mia gioia…
                    Dormo consapevole, dormo primo in classifica e in fuga….
                    Ciao belli ……
 
 

Resoconto Finale :

OBIETTIVO : Parma f.c.
MISSIONE   : Eliminare
ESITO           : Missione compiuta


Parma, feriti e contusi
Ha stufato la favola delle città “isole felici”
 Pino Toscano
Ha stufato la favola delle isole felici. Eppure i giornalisti Rai continuano a raccontarcela con noiosissima insistenza. Ancora ieri, a 90° Minuto, abbiamo sentito parlare della «tradizione di serenità» di Parma. Incredibile! La realtà è ben diversa, e per convincersene basterebbe registrarla. Le cronache di Parma-Roma riferiscono infatti di una giornata di alta tensione, con incidenti tra le opposte tifoserie prima, durante e dopo la partita. Un carabiniere è stato colpito al volto da un sasso. Le forze dell'ordine hanno effettuato numerose cariche per separare le fazioni. I supporter del Parma hanno lanciato fumogeni contro la polizia, che a sua volta ha lanciato lacrimogeni verso l'ingresso del settore ospiti della Curva Sud. Molte vetture fuori dallo stadio sono state distrutte. E purtroppo è successo anche di più: al pronto soccorso dell'ospedale sono giunti un tifoso parmigiano ferito a coltellate e alcuni tifosi della Roma rimasti contusi negli scontri. Altri gravi incidenti sono avvenuti a Cagliari, prima dell'incontro col Treviso. Ebbene, di fronte a tutto questo macello, l'immaginifico giornalista della Rai ha avuto il coraggio di parlare di Parma come di una città calcisticamente serena. Roba da matti. Specie se si considera che, appena quindici giorni fa, i “sereni” tifosi del Parma hanno assaltato gli spogliatoi della propria squadra con il nobile e “sereno” intento di pestare i giocatori. E pensare che a Reggio, per i “sediolini” di Carminello, l'Italia intera s'è desta contro la nostra città.

La Gazzetta del Sud
5/2/2001



Solite follìe, accoltellato un tifoso

 ROMA — Un altro bollettino di guerra per al domenioca calcistica. LA solita follìa collettiva. Da domenica prossima saranno in vigore le disposizioni della «tolleranza zero»: serviranno? E, soprattutto, saranno applicare? Staremo a vedere. Ma vediamo cosa è accaduto ieri.A Parma diverse persone sono dovute ricorrere al pronto soccorso e un tifoso parmigiano è stato inseguito e colpito da due coltellate, al torace e a un orecchio. Ha 27 anni e per fortuna non corre rischi. Tutta la giornata parmense tuttavia è stata ad alta tensione, con polizia e carabinieri costretti a cariche e ripetuti lanci di lacrimogeni. A Cagliari una cinquantina di ultras del gruppo «Sconvolts» si sono scontrati con poliziotti e carabinieri. Gli incidenti, sembra causati dal sequestro di un megafono, hanno causato contusioni o leggere ferite a nove tra agenti e carabinieri. A Vicenza pesanti contestazioni dei tifosi all'allenatore Reja ed alla squadra. Un supporter ha lanciato un razzo nel corridoio che porta agli spogliatoi. Per fortuna solo un po' di paura. Altri tifosi hanno assediato per quasi mezz'ora l'arbitro Braschi, che è stato poi scortato dalla polizia fino al casello autostradale. Gravi incidenti sono scoppiati a Pisa, in occasione della partita di C1 Pisa-Spezia. I tifosi liguri hanno divelto e bruciato centinaia di seggiolini, lanciandone anche diversi in campo e uno ha colpito il portiere del Pisa, Gazzoli. Non è mancato l'episodio di tifo razzista: «Comasco ariano? No, giudeo», era scritto su uno striscione comparso nello stadio di Lucca mentre si svolgeva l'incontro Lucchese-Como di C1. Lo striscione, appaso nella curva dei tifosi lucchesi, è stato rimosso da agenti della Digos. Gli autori sono stati individuati e denunciati.

Il Resto del Carlino
5/2/2001



Un tifoso del Parma
accoltellato all’orecchio

 PARMA - Un giovane tifoso del Parma è stato accoltellato pochi minuti dopo la fine della partita nella zona dello stadio. Un ragazzo di 21 anni, studente di economia e commercio, stava tranquillamente tornandosene verso casa con alcuni amici quando è incappato in un gruppo di tifosi romanisti. Cercando di scappare per evitare guai è inciampato cadendo; raggiunto dai romanisti è stato colpito vicino all’orecchio e al fondoschiena. È stata una giornata di alta tensione, con numerosi tafferugli sia prima dell'inizio che dopo la fine della partita. Le due tifoserie sono venute in contatto prima di entrare allo stadio: un carabiniere è stato colpito da un sasso e ferito al volto. Le forze dell'ordine hanno effettuato più cariche per separare le due fazioni.
Il Corriere della Sera
5/2/2001



VAI A:             GO TO:
Pagina iniziale
Index
Premessa
Premise
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
La stagione in corso
The championship
I gruppi ultras
dell'A.S. Roma
A.S. Roma Ultras groups
Le fotografie
Pictures
La cronaca ne parla
Chronicle talks about them
Amici e nemici
Friends & Enemies
Le parole (e la musica)
dei canti
Words & music of the songs
Le partite memorabili
Matches to remember
Racconti ed interviste storiche
Historical tales & interviews
La storia
della Curva Sud
Curva Sud history
Il Derby
Gli scudetti
del 1942 e del 1983
The Championship's victories in 1942 and 1983
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Le bandiere della Roma
Most representative 
A.S. Roma players
CHAT
Ultime novità del sito
Updates
Libro degli ospiti
Guestbook
Collegamenti utili
Links
Scrivetemi
E mail me