FIORENTINA/ROMA 3-1
 lunedì 9 aprile 2001
h. 15.00
INVIATEMI I RESOCONTI
(grandissimo lo striscione "Siamo tutti parrucchieri")
e-mail me




FIORENTINA (4-4-1-1): Toldo, Repka, Adani, Lassissi, Moretti (26' St Torricelli), Di Livio, Cois (1' St Bressan), C.Amoroso, M.Rossi (44' St Pierini), Rui Costa, Chiesa.
In Panchina: Taglialatela, Leandro, Rossitto, Nuno Gomes.
Allenatore: Mancini.
ROMA (3-4-1-2): Antonioli, Zebina, Samuel, Mangone, Cafu, Tommasi (24' St C.Zanetti), Emerson, Candela, Totti, Batistuta, Delvecchio (14' St Montella).
In Panchina: Lupatelli, De Rossi, Balbo, Rinaldi, Guigou.
Allenatore: Capello.
Arbitro: Farina di Novi Ligure.
RETI: 11'pt Chiesa, 30'pt Emerson, 12'st Candela (A), 36'st Chiesa.
NOTE: Angoli: 12-5 per la Roma, Recupero: 0' e 5', Ammoniti: Cois, Emerson, Zebina, C.Amoroso, Torricelli e Totti per gioco falloso, Spettatori: 36.000





















(ANSA) - FIRENZE, 9 APR - Un fotografo del ''Corriere di Firenze'' e' stato lievemente ferito con un coltellino all' ingresso dello stadio. Il presunto feritore, un tifoso della Roma, e' stato fermato per accertamenti. Il fatto e' avvenuto verso le 14,30 all' ingresso del settore ospiti, dove c' e' stato l' unico momento di tensione dell' afflusso degli spettatori che nell' insieme e' avvenuto ordinatamente grazie al rigido servizio d' ordine predisposto per l' occasione. Il fotografo e' stato ferito al gluteo sinistro. La piccola lama gli ha tagliato i pantaloni e lo ha graffiato, tanto che e' 
stato medicato soltanto con un cerotto. I tifosi viola avevano cercato di premere per cercare di raggiungere quelli della Roma, che stavano entrando ordinatamente. I fiorentini hanno anche lanciato petardi, ma le forze di polizia hanno fatto cordone, evitando il contatto. 
  Si calcola che i tifosi giallorossi affluiti a Firenze siano tra i cinque-seimila.(ANSA).

9 aprile 2001 
Articolo messo in Rete alle 19:17 ora italiana (17:17 GMT) 
FIRENZE -- Stanno tornando a casa, senza particolari problemi, i romanisti arrivati in circa 5.500 a Firenze per la partita Fiorentina-Roma. Tentativi di aggressione nei confronti di alcuni occupanti di pullman giallorossi ci sono stati in viale De Amicis, in piazza Alberti e anche su uno dei lungarni, complice il traffico bloccato (non erano i romanisti i barbari? n.d.L.)
La questura spiega però che il pronto intervento di polizia e carabinieri ha riportato subito la siutuazione alla calma: solo qualche cazzotto o spintone.
In totale sono arrivati a Firenze 35 pullman e circa 500 auto per un numero superiore a 4.000 tifosi. Un migliaio invece i romanisti ripartiti su due treni intorno alle 18.20, dalla stazione di Campo di Marte, dopo essere rimasti bloccati per tre quarti d'ora sulla passerella sovrastante in attesa dei convogli e in compagnia di qualche cittadino fiorentino ritrovatosi sul ponte. 
I tifosi sono stati però pazienti e hanno atteso accompagnando con qualche grido di protesta di poter scendere dalla passerella e raggiungere il binario. 
Complessivamente, si spiega in questura, i servizi hanno funzionato e tutto si è svolto senza incidenti. Nello stadio, oltre ai 3.000 previsti, sono riusciti ad entrare altri 1.500 tifosi muniti di biglietto venduti oggi. Altri 800 sarebbero invece entrati con ticket falsi. 



Il pre Fiorentina/Roma

Uno stendardo purtroppo poco profetico

ARTICOLI VARI SU FIORENTINA/ROMA

VAI A VEDERE 
ALTRE FOTO!
(ANSA) - ROMA, 9 APR - Sono oltre 25.000 i tifosi giallorossi che hanno riempito le tribune dello Stadio Olimpico per seguire sui maxi-schermi la gara della Roma impegnata all'Artemio Franchi contro la Fiorentina. Nonostante sia lunedi', i tifosi giallorossi hanno riempito 
la curva e i distinti Sud, gia' pieni mezz'ora prima dell'inizio 
dell'incontro, e piu' della meta' della tribuna Tevere. Vuote, invece, la curva Nord e la tribuna Monte Mario con i tifosi che continuano pero' ad affluire allo stadio a partita  iniziata. (ANSA).

Guarda il servizio video sui trentamila dell'Olimpico

A proposito di ordine pubblico.... Marco e Andrea mi segnalano:
1) i pullman sono stati fatti viaggiare, come al solito, incolonnati a 70 km/h, arrivando tutti insieme dieci minuti prima dell'inizio;
2) gli autogrill erano chiusi;
3) su 4 cancelli aperti nella tribuna Maratona, solo un cancello era aperto, tant'è che la gente è entrata in ritardo per la ressa (vedi le foto in basso);
4) le "forze dell'ordine", su disposizione del Questore di Firenze, hanno tentato di non far entrare lo striscione "Giustizia per Alessandro", adducendo quale scusa (ridicola) che non era permesso l'ingresso di striscioni (infatti nello stadio di Firenze c'erano decine di striscioni "NERONE RESUSCITA", "VALERIA SCULACCIALO" ecc. ecc.
5) a sorvegliare i tifosi della Roma che dovevano tornare col treno c'era.... la Celere di Bologna! Alcuni di questi gentiluomini, con il volto come al solito coperto dalle bandane rosse, hanno effettuato una carica assurda (al grido di "Bologna carica!") e immotivata contro i tifosi della Roma che sono stati fatti sostare sul ponte vicino alla Ferrovia. Sono dovuti intervenire i dirigenti di P.S. che hanno richiamato verbalmente i celerini dell'ormai famigerato reparto celere di Bologna, chiedendo come si erano permessi di caricare tifosi assolutamente tranquilli senza alcun ordine. Si consiglia il DASPO per i celerini.
IL CORTEO


RESOCONTO DI GIOVANNI
Per far vedere a quel ******** del prefetto Serra che noi ci andiamo in qualsiasi giorno e a qualsiasi ora in trasferta a vedere la Roma ma soprattutto per sostenere la squadra alle 8:30 io, due miei amici e mio padre partiamo per Firenze con un pullman organizzato. Sapendo che se fossimo passati da Fiano saremmo arrivati a Firenze tardissimo prendiamo l'autostrada da un' altra parte così alle 12 eccoci a Firenze Sud. Non sapevo se ero arrivato in una città dove si stava per disputare una partita di calcio o dove era scoppiata una guerra visto che era pieno di celerini e di camioncini blindati. Ci fermano giusto il tempo di controllare se avevamo i biglietti e poi ci danno la bella notizia: "siete il primo pullman che è arrivato". Il piano aveva funzionato, eravamo passati avanti a tutti.
Scortati da una macchina dei carabinieri arriviamo allo stadio dove ci fanno scendere e ci scortano fino a sotto i cancelli della curva ospiti. Alle 13 circa eravamo dentro al nostro settore che ancora era vuoto. Verso le 14:30 con l' arrivo dei pullman sono costretti ad aprire anche la tribuna. A conti fatti eravamo circa 6-7000, non erano riusciti a fermarci neanche questa
volta. La partita purtroppo non è andata un gran che bene visto il risultato di 3-1 in favore dei viola grazie anche ad uno scandaloso arbitro Farina. Sull' 1-1 tutti ci credevamo e forse anche sul 2-1 ma sul 3-1 avevamo capito che la partita era ormai finita. Finita la partita ci lasciano circa 30 minuti nello stadio e poi andiamo ai pullman. E qui viene il bello perchè se
noi a Roma ci proviamo ad avvicinare alla tifoseria ospite corriamo il rischio di essere caricati mentre loro per tutto il tragitto fino all' autostrada c'hanno cacato il cazzo e nessuno gli diceva niente anzi ci si mettevano anche le guardie poi dice che non bisogna fare gli scontri..
Pensavo fosse finita così invece abbiamo dovuto sopportare una pattuglia che ci ha scortato per 100 km a 30 all'ora e una volta che abbiamo provato a superarli ci hanno pure minacciato di prenderci i nomi. Tutto come da copione: autogrill chiusi e così morti di fame arriviamo a Roma alle 22. Avremo pure perso ma siamo sempre primi e ricordiamoci che 6 punti a nove
giornate dalla fine non sono pochi. Sempre Forza Roma.
Foto di Emanuele dei FORI CO' L'ACCUSO"


RESOCONTO DI PRUPPETTA
Sono tante le cose da dire su questa partita, purtroppo non tutte belle, il mio personale NO al bagarinaggio dei pulman, 90.000 per un pulman fatiscente+un biglietto sono davvero tante, forse troppe!!!!!
Il nostro gruppetto riunito, prendiamo la decisione del massacro sestante (che il loro nome sia stramaledetto) quindi alle 07,30 di mercoledi, due nostre amiche sfidano le cariche davanti l'agenzia di via Properzio, ci servono 5 biglietti però veniamo subito informati che più di due a testa non se ne parla, quindi alla resa dei conti siamo 5 con 4 biglietti, mi metto subito al lavoro e durante la settimana dei veleni contro il POPOLO ROMANO, preparo due biglietti tarocchi, ma il sabato un nostro amico per problemi personali rinuncia.
E' lunedi alle 09,00 l'appuntamento per partire, per l'occasione prendo la macchina di mio padre più spaziosa visto che viaggiamo con un bandierone di 3x2, alle 12,00 siamo davanti al settore ospiti, vedo due ragazzi degli ASR. e gli regalo le mie opere d'arte, gli stessi mi chiedono se voglio soldi a quel punto anche un pò incazzato faccio notare che non sono un bagarino ci stringiamo la mano e felice di aver aiutato due ROMANISTI ad entrare mi dirigo verso il famoso formaggino, siamo i primi e ci scegliamo il posto meno brutto di uno stadio che fà veramente SCHIFO come visibilità e come strutture, il tempo passa e i ragazzi dei pulman non si vedono, quindi la solita storia con i pulman parti presto e ti fanno arrivare mezzora prima della partita (a me non mi inculano più, meglio il treno o la macchina!!!!), la partita comincia e si nota subito a colpo d'occhio come gli spazi vuoti risaltino in uno stadio di merda:- avrete pure vinto, ma avete armato un tale casino che se ce lo dicevate prima ve là davamo vinta a tavolino, visto anche l'arbitraggio della giacchetta viola sig. farina!!!, il commento della partita come al solito lo lascio a chi sù gli spalti del franchi critica invece di tifare per AS ROMA e x ROMA, queste persone sicuramente sono quelle che hanno fischiato alla fine del primo tempo con il verona, (continuo a non capire perchè vengono allo stadio).
La partita è finita non sono tanto triste perchè penso che una sconfitta ci può stare e qualche occasione buona l'abbiamo creata anche noi.
Nota di demerito a toldo che prima ci saluta, beccandosi qualche fischio dalla curva ferrovia, e poi si comporta da schifo come tutti abbiamo visto durante la gara.
All'uscita tra il mare di polizia quasi stento a trovare la macchina, un celerino di firenze mi dà secondo lui una dritta per arrivare subito verso l'autostrada visto l'ingorgo creato nel percorso tifosi ospiti, faccio il gentile, lo ringrazio, ma gli rispondo che preferisco fare la fila in mezzo ai romanisti che andare nelle braccia dei viola merda: caro celerino GUARDA CHE NON HO L'ANELLO AL NASO!!!!!
Ad Incisa ci fermiano, un mio amico che vive lì, non di Firenze, ci propone di bere a casa sua un buon bicchiere di chianti per dimenticare alla svelta quanto successo in campo, accettiamo di buon grado, finisce con 3 bottiglie di chianti fatte fuori, e una cena con i fiocchi degna di un ospite illustre, così ripartiamo satolli per arrivare alla NOSTRA CAPITALE alle 00.30.
FORZA RAGAZZI NON MOLLIAMO, tutto sommato è una partita in meno, teniamo duro il 17 giugno si avvicina :-)))))


RESOCONTO DER CINESE
E' lunedi,e come ogni lunedi che si rispetti,la gente ricomincia a lavorare.Ma siccome noi tifosi non siamo persone come tutte le altre,siamo costretti a seguire la Roma anche di lunedi.Nessun problema comunque,partiamo in macchina alle 9.00 e arriviamo a Firenze a 12.00;qui lo stupore è tanto visto che davanti ai miei occhi si presenta uno scenario inconsueto e per alcuni versi raccapricciante:la città è tranquilla,gli uccelli volano liberamente,le fiorentine passeggiano con la minigonna e i bambini ridono;la cosa normale invece è che 2000 tra scarabinieri e guardie varie stiano in assetto da guerra per una partita di calcio.Purtroppo questa è la società in cui viviamo,dove gli sprechi pubblici sono all'ordine del giorno.Per quanto riguarda la partita,a parte la squadra ed il risultato,devo dire che nonostante l'atmosfera,piuttosto calda anche per il sole,ancora una
volta abbiamo dimostrato il nostro valore e fatto capire,a chi ancora non lo sapesse,che siamo la migliore tifoseria d'Italia.La partita è stata quella che è stata,molta sfortuna e poca convinzione;non importa,abbiamo ancora del vantaggio sui gobbi maledetti e credo che raggiungerci sarà molto difficile dato che NON MOLLEREMO MAI,fino alla fine.Un saluto a Stefano,Carlo e Alfredo.
GRAZIE A FILIPPO THIERY PER QUESTE FOTO!


RESOCONTO DI SIMONE
La solita mezza-soluzione non ferma molti tifosi romanisti che raggiungono in buon numero una Firenze blindata. Il pre-partita è tranquillo e lo stadio presenta un buon colpo d'occhio, con i viola in contestazione con Cecchi Gori e i romanisti che occupano tutto il settore e una buona parte della tribuna.
Il tifo sarà abbastanza monotono per tutto il match, noi con i soliti problemi di "voce", loro che, invece che sostenere la loro squadra, passano quasi tutto il tempo ad insultarci senza intelligenza.
Sono rimasto abbastanza sorpreso dall'odio che hanno dimostrato nei nostri confronti, anche se certi nostri problemi interni dovremmo risolverli ( lame, zingari da autogrill) altrimenti è inevitabile subire certe accuse comprensibili. Comunque ho scoperto che anche Firenze ha un suo lato napoletano, ben esplicitato dal sor Vittorio e dalla mamma e da un generale atteggiamento di stupida supponenza.
Comunque, sono molto più preoccupato dello scarso supporto dato alla nostra squadra dai suoi tifosi, che non di come si comportano i fiorentini.
Inutile fare bene "La società dei magnaccioni" quando si è stati zitti sull'1-2 con la squadra all'attacco.
Comunque siamo ancora lassù, in perfetta solitudine.
Grazie a Luca T.
per queste foto!

RESOCONTO DI DANIELE
L'appuntamento con i pullman e' alle 7.30 a via Gallia, e dopo aver aspettato che fossimo tutti, finalmente il BAFFO mette in moto; e scortati da 1 volante dopo  vari giri tra raccordo ecc. raggiungiamo il casello di Fiano, dove ci stavano aspettando veramente troppe guardie....erano quasi depiù loro che noi...!! Comunque dopo le solite perquisizioni finalmente alle
10 ci mettiamo in viaggio verso la citta' dei VIOLA MERDA!!! E così tra un coro e l'altro, una bevuta, un mozzico a un panino o a qualsiasi cosa fosse cibo, il viaggio passa più o meno subito, dovendo andare all'estenuante media dei 60/70 km orari, mortacci loro!!!!
Poi ce se mettono quelli che devono "andare al bagno" e allora altra sosta in una specie di autogrill dove c'erano gia' altri pullman, ma altri vediamo che proseguono e ovviamente ci superano. Così la prima cosa che facciamo quando risaliamo sul pullman e incitare con tutta la voce possibile, con il Cambogia che seguiva i cori, il nostro BAFFO a superare più pulman
possibile, e dopo aver raggiunto la prima posizione gli applausi si sprecano!!! Il tempo passa e il casello di firenze non si vede così iniziamo ad agitarci perchè sono già le 14 e manca poco all'inizio e altri che gia'stanno dentro alla gabbia dicono che il settore e' gia' pieno. Finalmente arriviamo al casello e li altra sosta per far salire un carabiniere a controllare se tutti avevamo il biglietto!! Non ci sono problemi e così entriamo a firenze e ad ogni persona che vediamo diciamo cose più o meno
carine......Alle 14.30 finalmente il pullman si ferma e tutti scendiamo di corsa per arrivare il più presto possibile ai cancelli, ed e' uno spettacolo, per me che andavo per la prima volta a firenze, fare a piedi quel tratto di strada (viale Paoli, mi sembra) con tutti noi a cantare e a sventolare felici le nostre bandiere e gli stendardi, e trovare tutti gli altri nostri tifosi a gustarsi lo spettacolo dall'alto della "gabbia"!!!!
TROPPO BELLO!! E ho notato anche facce sorprese tra le "forze del disordine" vedendoci arrivare tutti o quasi con il biglietto in mano.....dopo qualche scaramuccia con le guardie per il troppo affollamento al cancello della tribuna (ormai solo là c'era posto....) e i VIOLA MERDA che cercavano lo scontro iniziando a tirare di tutto (tra cui un bombone) le guardie si
accorgono anche di loro e li caricano, così noi cerchiamo di entrare tutti accalcati uno sopra l'altro come le bestie e con un caldo della madonna (e qui ti devo "citare" una delle piu' belle battute mai sentite in vita mia: uno enorme a un certo punto dice AHO ME STO A ABBRONZA' SOLTANTO DA 'NA PARTE, FATECE ENTRA', FA' CALLO!!!! perchè quando stavamo entrando il sole batteva solo a sinistra). Così riesco ad entrare allo stadio alle 14.50, giusto il tempo di fare qualche foto e trovare 2 posti che la Farina fischia fischia che tu moje sta a s.... fischia il calcio d'inizio!!! Il tifo non e' costante e penso che il motivo sia per il fatto che essendo tanti, i ragazzi che coordinano il tifo non riescono a radunare tutti i gruppi insieme per fare un tifo decente, ma non e' ovviamente colpa loro, la colpa e' di tutti noi che dobbiamo comunque tirare fuori sempre la voce (sul 2-1 non ho sentito nessuno cantare...... ASSURDO!!!!!) Dopo il pareggio del PUMA tutti avevamo pensato: mo questi se li magnamo, e invece quella molla che Capello dice che scatta negli spogliatoi, stavolta ha fatto cilecca e se la semo
presa 'n der secchio......Al ritorno dopo esserci presi a parolacce con la gente ferma per strada, prendiamo l'autostrada e riusciamo anche a fermarci ad un autogrill (PAGA TUTTO L'AUTOGRILL PAGA TUTTO L'AUTOGRILL); dopo qualche minuto risaliamo a bordo e alle 22 sto a casa!! Appena arrivato leggo sul televideo che tutto è filato per il verso giusto, non ci sono stati problemi, il prefetto è stato un mago ecc.
Poi il giorno dopo leggi i giornali, senti la radio e ti rendi conto che problemi ci sono stati, Serra e' uno stronzo, Sconcerti deve morire e TUTTA ITALIA E' CONTENTA CHE ABBIAMO PERSO!!!!!!!
NONOSTANTE TUTTO NON MOLLEREMO MAI E NON CI FERMERETE MAI!!!!!!!!!!!!!!!!
DAJE ROMA DAJEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE



RESOCONTO DI MATTEO
(è un po' politico, ma per par condicio inserisco ovviamente anche idee contrarie, se qualcuno vuole ribattere, n.d.L.)
stazione termini ore 11,00;poliziotti presenti?
Lo stretto necessario,strano penso io,una partita di lunedi meritava l'intervento dei nocs e della cia, ma arrivando in tutta tranquillita' allo stadio, entrando in tribuna laterale (come cazzo si vedeva male),e passando per la fiesole dove non c'era un poliziotto uno,mi accorgo che della temuta guerra non c'era traccia,.
una considerazione, ma nelle manifestazioni dei centri sociali , dove ogni volta succede  quello che negli stadi da vent'anni non avviene, perche' i "nostri ancora per poco" ministri con l'ausilio dei loro subordinati questori non applicano le stesse misure coercitive che noi tifosi subiamo da anni, con la differenza  che noi facciamo un quinto dei danni in meno che fanno i soci degli alleati dei suddetti ministri.
Immaginate un corteo dei centri sociali con tremila tutori dell'ordine ,e poliziotti ai caselli a bloccare i manifestanti.
Il giorno dopo tutti a gridare alle lesioni dei diritti fondamentali ,alle violazioni delle liberta' individuali,etc etc, pero' quando questo lo subisce il tifoso, il sistema parla di mantenimento dell' ordine se invece si tratta di persone politicizzate si parla di intimidazione all' uomo libero...
Una considerazione, ma non dovevamo essere diecimila?
una seconda considerazione.
sappiate che la polizia non puo' vietare  a me cittadino di andare in un luogo, si puo' scrivere e sentire di scoraggiare  il tifoso di raggiungere un luogo,ma non di impedirgli con la forza di andare dove credela differenza e' sostanziale, fatevi furbi!
Il resto della giornata e' noia...
Matteo
 
 





... E LA RISPOSTA DI ZEDA A MATTEO
Caro matteo, vedi, il problema non è stare  a sindacare su chi subisce più maltrattamenti tra gli autonomi dei centri sociali ed i tifosi.
Io rivesto lo stesso ruolo da parecchi anni...amo la roma, la seguo dentro e fuori casa  e sono impegnato politicamente allo stesso tempo, ho preso le botte dalla polizia a san siro quest'anno con il milan e 5 anni fa a piazza duomo (sempre di milano) nella manifestazione di sostegno al leoNkavallo, e ti assicuro che, la "polizia" e i "carabinieri", fanno sistematicamente abuso di potere sulle masse a prescindere se queste rappresentino una squadra di calcio o un credo politico.
Il problema che noi dobbiamo affrontare, sono i soprusi da parte delle forze dell'ordine nei confronti del comune cittadino a prescindere dal ruolo che esso ricopra. E' inutile dire che la polizia tratta con un occhio di riguardo gli autonomi, perchè non è assolutamente vero e tutti lo sanno benissimo. Prova prima a stare in una manifestazione dei centri sociali, e poi potrai dare un giudizio sul trattamento della celere. Tu dici che i ragazzi dei centri sociali fanno danni che le tifoserie non fanno. Guarda, tuttalpiù sfondano qualche vetrina e noi tifosi non è che queste cose non  le facciamo proprio (a san siro con il milan c'ero anche io quest'anno....chi vuol capire capisca). In più lo scenario che hai dipinto tu (quello che secondo te farebbe gridare allo scandalo per lesione dei diritti fondamentali) , con la polizia che blocca i manifestanti ai caselli dell'autostrada è improbabile, visto che le manifestazioni non hanno un numero chiuso....è inutile fare esempi inverosimili per giustificare le cose che si dicono.
Non è produttivo per nessuno fare del populismo.
Sembri essere contento del fatto che gli attuali ministri tra poco non saranno più tali perchè ci sarà un nuovo governo...comunque, tieni conto che, con berlusconi (o rutelli...tanto che differenza fa?) capo governo, non cambierà nulla se non addirittura peggiorerà (ho ancora nella memoria l'intervista di berluska nella quale propone, per eliminare la violenza negli stadi, di chiudere i tifosi "violenti" nei cinema  a vedere la partita....).
Mi dispiace di aver parlato di politica in un sito nel quale non si dovrebbe (amiamo tutti la roma per dio! bianchi, neri, gialli, rossi....)però non mi va l'idea che si tratti con leggerezza  e pressapochismo un argomento delicato come la prevaricazione del diritto da parte delle forze dell'ordine.
DAJEEEEEEEE ROMA!

RESOCONTO DI GIGI E MANUEL (GIOVENTU' ROMANA)
Siamo Gigi e Manuel di Gioventù Romana,volevo raccontarti la nostra trasferta:
Stavolta siamo solo in 8,mancano alcuni ragazzi diffidati,ma non è un problema.partiamo da casa con striscione e stendardo "Herr Frank",direzione Cinecittà dai pullman di P.,sono circa le 6,15!
Come al solito ci sono i soliti intoppi,alla fine partiamo verso le 9,30.Ci capita il Pullman a 2 piani,che fortuna!...Insieme a noi c'è l'immancabile SIGNORA LUISA,che saluto con affetto! Forse grazie a lei eravamo il pullman + tranquillo! La prima sosta la facciamo al casello di Fiano Romano (non ho visto tutti sti controlli).Poi la sosta in Autogrill,Montepulciano,qui rientra di scena la SIGNORA,le guardie come al solito non volevano farci sostare,ma Luisa con un gruppo di ragazze è scesa dal pullman e ha proseguito a piedi,da lì,sono scesi tutti e la polizia non ha potuto che far entrare anche i pullman.GRANDE LUISA!!!!...Firenze è vicina!!!Arrivati al casello,ci incolonniamo dietro gli altri pullmann,si parte verso il Franchi,la polizia ha bloccato una città,dai pullman vola di tutto ma anche i bastardi viola non sono da meno.Arrivati al parcheggio,saremo stati 12 pullman,ci incamminiamo verso lo stadio,tra gridi "e le toscane!...."e "viola merda" arriviamo sotto la tribuna.Ci aspettano i fiorentini,un bel gruppo,ci separano solo un cordone di guardie,noi li insultiamo...loro rispondono con un bombone e una fiaccola...poi scappano alla carica delle guardie! abbiamo proprio ragione quando li chiamiamo conigli.
Io intanto riprendevo tutto con la telecamerina (esempio da seguire, n.d.L.)! X entrare le solite paranoie delle guardie,si entra con il contagocce,e sudate varie.
La partita non ve la racconto,tanto l'avete vista!...All'uscita ritorniamo verso i Pullman,assistiamo ai vari saccheggi contro i bibitari napoletani! Entrati nei pullman notavo che le guardie erano scontente, uno di loro forse era deluso x i mancati scontri,aveva il prurito sulle mani e con lui qualche altro collega,e poi noi saremo gli istigatori?...il tragitto verso l'A1 è tutto un lancio di oggetti e insulti,anche gavettoni! Poi la cosa + curiosa di questo lunedì,un ritorno scortati dalle guardie a 40 km orari sull'autostada con qualche punta di 50.
Si crea su l'A1 un lungo cordone di pullman,camion e autotreni! Sembrava de stà all'uscita 26 Casalotti Boccea!...siamo partiti verso le 17,30 e siamo arrivati a Roma alle 23,30!un applauso alla polizia!!!!!!!!!


IL PENSIERO DI MAX
Sono max e già ho scritto in occasione di Perugia - Roma per dare il mio disdegno nel vedere i pseudo tifosi della roma in trasferta.
Purtroppo  anche per Fiorentina - Roma è stata routine vedere questi personaggi che cantano prima della partita e neanche tanto, ma mai durante e sui treni si sfogano con l'arredamento, BASTA CON I NAPOLETANI NELLA CURVA SUD E IN TRASFERTA!
Sinceramente rimpiango quelle trasferte in cui ci si andava in poco meno di 1000 ma valevamo come 8.000, memorabile fu un Atalanta - Roma di campionato giocata di mercoledì sera causa sciopero dei calciatori dove eravamo una settantina di persone.
Se andare in 6.000 o + in trasferta vuol dire andare a fare una scampagnata e non incitare la squadra neanche sul 2-1 è meglio che se ne stiano a casa con il loro bell' abbonamento a Streem e saremo tutti + felici.
Per quanto riguarda l'argomento sicurezza volevo far riflettere a tutti sullo spreco delle forze dell'ordine in occasione della partita e quindi sui soldi che ci fanno sprecare! GRAZIE PREFETTO SERRA PER LA TUA INCAPACITA' DI GESTIRE QUESTE SITUAZIONI.
Prima di salutarti volevo rifarti i complimenti per il sito sempre + aggiornato e volevo chiederti la differenza tra ***** e un BAGARINO, io ancora non l'ho trovata, ma il bello che la gente si lamenta che non trova i biglietti, si lamenta delle file interminabili pero poi i suoi bei pulmannn con panino e biglietto se li organizza sempre e la gente non si chiede come faccia dato che alle agenzie della sestante + di 2 biglietti a persone non danno.SVEGLIATEVI SONO QUESTI I PERSONAGGI CHE ROVINANO LA CURVA E CHE GUADAGNANO ALLE SPALLE DI CHI AMA LA ROMA

Ai cancelli

La Celere di Bologna che ha caricato senza motivo i romanisti...
GIUSTIZIA PER ALESSANDRO!

Corteo: notare le proporizioni!
Grazie a Pietro per le foto!
RESOCONTO DER TRIVELLA
se semo presentati alla punta alle 6:30 , semo partiti tre ore dopo scortati a venti all'ora dai cellerini su dodici pullman . Arivamo a Fiano , co' na cifra de guardie manco fossimo criminali , e per tutta risposta me fanno l'asta della bandiera appena comprata (sopruso, n.d.L.)  (che me la so comprata a fà?) . Ripartimo sempre più piano pe' Firenze (VIOLAMERDA) , e se fermamo solo una volta ad un autogrill (sosta gentilmente concessa dai cellerini) . Semo arivati al casello de Firenze Sud circa alle 14:15 (na cifra tardi !!!!!) dove ce stavano i cellerini co' l'auto blindi che ce portano allo stadio .
Entramo alle 14:50 giusto er tempo de trovà l'amici mia pe vedemme la partita . Punizione pe a Fiorentina  tira Chiesa , gol ! (non vedendo granchè speravo fosse sull'esterno della rete : cor cazzo , è dentro ) .
Angolo pe a MAGICA Emerson , gol ! So così felice che sbatto pe tera n'amico mio . Ner secondo tempo , spero in un miracolo tipo Parma o nel pareggio , ma al 57' Candela m'ammazza la speranza (se ce riprova nun ce riesce : Antonioli nun esce) . Continuo a urlà pe a squadra , ma dopo tre salvataggi sulla linea e il gol di Chiesa ('tacci tua) comincio a smadonnà come pochi.
Sul ritorno so triste perchè emo perso , ma so felice per l'esperienza fatta (in pullman era la prima vorta) e perchè semo primi .
Vorrei ricordare a tutti i tifosi romanisti la coreografia di Roma-Slavia praga (19-03-1996 3-1) :
NON MOLLEREMO MAI !

Al casello di Fiano Romano

Corteo

Corteo

Ai cancelli

Settore ospiti da fuori

Entusiasmo al Franchi

Caciara dopo il pareggio
GRAZIE A DANIELE PER QUESTE FOTO!
 

Viale Malta è stato bloccato a metà ieri da mezzogiorno alle 18 per far posto alla sosta delle auto dei romanisti.
Le decine di vetture hanno occupato la carreggiata impedendo qualsiasi movimento di avvicinamento alle auto dei residenti. I fiorentini avevano trovato in bella vista il cartello di divieto di sosta su entrambi i lati proprio per lasciare l'area agli ospiti. Stessa sorte per la fetta di viale Fanti confinante con viale Malta.
Non sono mancate le proteste degli abitanti che oltre alla pressione consueta della partita hanno dovuto subire anche l'assalto delle auto dei romanisti.

 *****

Il momento più caldo del prepartita si è registrato intorno alle 14,30 quando dai pullman dei romanisti, parcheggiati davanti alla piscina Costoli, sono scesi circa cinquecento tifosi.
Erano i più esagitati. Gli agenti della questura, secondo copione, li hanno presi in consegna per scortarli fino al 'formaggino'. Dal settore viola si sono mossi alcuni gruppetti cercando il contatto: sono volati sassi e bottiglie. Ma le forze dell'ordine hanno irrobustito il cuscinetto divisorio partendo con alcune cariche di alleggerimento per disperdere i tifosi.
E mentre i tifosi romanisti si sparpagliavano qualcuno ha ferito a una coscia, con un temperino, un fotografo del 'Corriere di Firenze' che stava lavorando. La piccola lama è riuscita a squarciare i jeans e ad incidere, seppur superficialmente. Niente di grave, per fortuna: il fotografo è stato medicato ed ha potuto riprendere a occuparsi della partita: sia dell'ordine pubblico che della sfida in campo.
L.C.
*****
Al Franchi erano arrivati in seimila, tracotanti e bellicosi. Stretti in un cordone di sicurezza di poliziotti e carabinieri i tifosi giallorossi cantavano e sfottevano. Sono usciti dallo stadio, sotto scorta ancor più nutrita, ma con le orecchie a ciondolo. Rabbia, qualche tafferuglio, qualche cazzottone, un giovane fotografo si è preso un colpo di coltello nella faccia posteriore della coscia sinistra, ma la giornata sportiva più temuta dell'anno è filata via liscia. E dire che gli irriducibili giallorossi, quelli che sono partiti lo stesso, senza biglietto, nella giornata lavorativa, non erano certo agnellini. Peraltro, dall'altra parte della barricata non avevano neppure degli agnellini visto che fin dalla notte di domenica qualcuno aveva pensato bene di infarcire una cabina telefonica di via Carnesecchi, a due passi dallo Stadio, con un buon numero di spranghe di ferro. Insomma una giornata di scaramucce urbane non ce l'avrebbe levata nessuno se le forze dell'ordine, coordinate con grande professionalità dal vice questore vicario Gaetano Chiusolo, e dirette sul campo dal dottor Sebastiano Sciuto non avessero preso veramente tutte le contromisure possibili immaginabili. Nelle prime ore del pomeriggio qualcuno aveva anche sparso per terra, nel posto destinato al parcheggio delle auto dei tifosi ospiti, manciate di chiodi a tre punte, ma la polizia si è accorta subito della manovra ed è intervenuta con decisione. Pochi minuti dopo l'aggressione al fotografo del "Corriere di Firenze", un giovane fotoreporter di 22 anni, Dario, gli uomini della squadra mobile hanno fermato i due presunti aggressori. Uno di loro aveva in tasca un coltellino. L'episodio è avvenuto intorno alle 14,30 dal lato Maratona dello Stadio. Il reporter stava fotografando il momento della carica delle forze dell'ordine ordinata per disperdere gli ultrà viola che cercavano il contatto con i tifosi giallorossi in attesa di passare dal filtro quando è stato avvicinato alle spalle da due romanisti, uno dei quali gli ha sferrato un calcio negli stinchi e l'altro gli ha affondato di punta il coltello nella coscia sinistra. Dario si è fatto medicare sul posto, ma dopo è dovuto andare in ospedale per il referto, (guarirà in sette giorni) quindi in Questura per la formalizzazione della denuncia e il riconoscimento degli aggressori. Alla fine per i due è scattata la denuncia in stato di libertà. Un giovane tifoso viola di 22 anni invece è stato arrestato nel dopo partita. E' stato bloccato a seguito di un tentativo di aggressione al pullman della squadra romana, che stava lasciando la zona del Campo di Marte. Al tifoso sono stati trovati in tasca due coltelli ed è pertanto è finito in manette. Altri 8 tifosi romanisti, bloccati nel pomeriggio, sono stati denunciati per un tafferuglio avvenuto all'altezza di piazza Alberti. Tra i contusi anche Maurizio Mattioli, uno degli attori del Bagaglino, che sarebbe stato aggredito da alcuni tifosi viola nel dopo partita. Mattioli si sarebbe fatto medicare.
Un momento di paura anche per un gruppo di amici del fratello del giocatore Francesco Totti che sarebbero stati aggrediti poco prima dell'inizio della partita davanti alla stadio Franchi da un gruppetto di ultras viola. I giovani, sei, tra i quali il fratello del calciatore giallorosso che è rimasto illeso, tutti muniti del biglietto per la partita, sono stati lasciati da un taxi nei pressi dello stadio e, secondo quanto hanno riferito, quattro di loro sono stati aggrediti con calci e pugni. Il gruppetto non è andato allo stadio ma ha raggiunto il centro tecnico di Coverciano, dove la Roma era in ritiro per vedere la partita in tv.
Alle 18 lo stadio fiorentino Artemio Franchi era già vuoto e i tifosi, praticamente, fuori dal perimetro «pericoloso».
am. ag.

******

La stazione di Campo di Marte ha vissuto una giornata di massima allerta. Dalle 11 di mattina con il fiato sospeso con l'unica pausa durante la partita al vicino stadio.
Polizia e carabinieri hanno blindato lo scalo evitando contatti tra supporter. I pendolari hanno accelerato il passo per non trovarsi nel mezzo del serpentone di tifosi. Il barista, per evitare che la vetrina fosse infranta, ha tirato giù il bandone, l'edicolante ha venduto più giornali, molti sportivi, ed ha temuto per la tenuta del piano di sicurezza vedendo tutti quei romani in arrivo.
Il primo contingente è arrivato tra le 11,30 e le 11,45: circa seicento supporter dalla capitale, il secondo ha messo piede a Firenze intorno alle 14. Cori, bandiere e striscioni.
Alle 18, sotto stretta scorta della questura, i tifosi sono stati riaccompagnati a Campo di Marte, guardati a vista finché non sono saliti sul convoglio. Presidiata la linea ferroviaria fin oltre Rovezzano.
L.C.
******
Agguati e aggressioni alla fine della partita. Qua e là nel quartiere di Campo di Marte si sono accesi focolai di incidenti tra le due tifoserie, ma le forze dell'ordine sono prontamente intervenute evitando conseguenze gravi per i «contendenti» e per i passanti.
In via Barellai sei ragazzi fiorentini in motorino hanno dato la caccia a due romanisti cha stvano raggiungendo l'auto.
Sono volati cazzotti e spinte. Poi il gruppetto si è disperso.Agguato a cinque tifosi giallorossi che si sono rifugiati in un alimentari tra via Duprè e via Cairoli. Erano stati inseguiti da un altro gruppetto di fiorentini.
Allarme poco prima delle 18 in piazza Alberti per tafferugli: la polizia ha bloccato in lungarno Colombo, all'angolo con via Nigra, un'auto di giallorossi, protagonisti della scazzottata.
Subito dopo la fine della partita le forze dell'ordine sono state richiamate davanti alla sede dell'Affrico, in viale De Amicis e in via Mamiani dove tifosi giallorossi e viola si sono affrontati a calci e pugni.
Dai pullman romanisti in viale De Amicis e in lungarno Colombo, hanno lanciato sassi contro le vetture in sosta. Diversi i finestrini infranti.
L'attore romano Maurizio Mattioli si è fatto medicare al pronto soccorso per le ferite riportate dopo un'aggressione.
Luigi Caroppo


Roma           58
Juventus       52
Lazio          46 (una in meno)
Parma          40 (una in meno)
Atalanta       40
Inter          38
Milan          37
Bologna        36
Fiorentina     33
Udinese        32
Perugia       31
Lecce          29
Brescia        25
Vicenza        25
Verona         24
Napoli         24
Reggina        20
Bari           19


Nel 2006 ancora se lo ricordano....
Fiorentina-Roma: brutti ricordi, aprile 2001 l'invasione...
28/03/2006 - di Fiorentina.it ; Fonte: www.fiorentina.it
Il 29 marzo 2001 Vittorio Cecchi Gori annunciava la prossima inaugurazione del centro sportivo a Bagno a Ripoli. Mario Sconcerti era già vicepresidente e si apprestava a prendere in mano il controllo totale della società della quale, il 10 aprile, diventava amministratore delegato. Roberto Mancini usava Firenze come una palestra, unico e fulgido esempio di raccomandato in panca senza patentino. L'Ac Fiorentina, che sarebbe defunta l'anno successivo, si trascinava stancamente nell'ultimo campionato dignitoso della sua storia. Un rutilante Silvio Berlusconi si apprestava a vincere le elezioni politiche in Italia. La Roma, con Capello allenatore, cavalcava verso il suo terzo scudetto. Fiorentina-Roma, sfida di cartello, si sarebbe dovuta giocare sabato 7 aprile, ma alla fine di marzo già si intuì che non si sarebbe trattato di una partita qualsiasi. Vuoi per la breve distanza chilometrica tra la capitale e le rive dell'Arno, vuoi per il vecchio vizio italiano di fare un po' come ti pare, a Firenze tutti capirono che perché tutto fosse "regolare" (in senso romanesco) ci sarebbero voluti due stadi grandi come il Franchi. Infatti ai giallorossi della capienza dell'impianto fiorentino sembrava interessare poco. La domenica precedente, mutuando la tracotanza di Polifemo verso Ulisse, apparve nella curva dell'Olimpico uno striscione emblematico: "Da gennaio a dicembre, da lunedì a domenica, dall'una alle 24, giocate quando volete ma noi saremo sempre in 15.000". Detto fatto. L'allora dirigenza viola provò a dire la sua, un vulcanico Mario Sconcerti la buttò subito in rissa: "Noi abbiamo un problema serio e prioritario - disse al popolo fiorentino già un po' stanco di lui e della corte dei miracoli cecchigoriana - garantire ai ventiquattromila abbonati i loro posti. E' giusto preoccuparsi dei tifosi della Roma, ma è più giusto pensare ai nostri". Ma l'allora Prefetto di Firenze, Achille Serra, non sentì ragioni: il 28 marzo prese la decisione ufficiale, spostare la partita a lunedì 9 aprile, ma senza imbastire un'azione che prevenisse la partenza di tifosi senza biglietto dalla capitale. Si preferì cedere alle minacce d'invasione, anche per motivi di opportunità in periodo elettorale, consentendola. I romanisti arrivarono in massa, senza biglietto, al grido beffardo di "semo tutti parrucchieri" (come è noto gli acconciatori fan festa il dì dopo la domenica). Gli abbonati di Maratona dovettero abbozzare in silenzio, alla faccia del biglietto già pagato, e sloggiare per "motivi di ordine pubblico" o per "causa di forza m a g g i o r e " . "Causa cataclisma" commentarono gli ironici. Cinque anni dopo, la Roma non lotta più per lo scudetto, con la maglia viola c'è una Fiorentina nuova, ma in attesa del fatidico Fiorentina-Roma, decisivo per la qualificazione alla Champions, il problema "invasione" potrebbe ripresentarsi. Il Prefetto di Firenze è cambiato (e a Roma adesso), ma le elezioni sono alle porte. I romanisti saranno meno entusiasti rispetto al 2001, forse anche meno parrucchieri. Ma il cuore dell'italietta è sempre troppo ignavo quando si tratti di fermare un'orda, soprattutto per motivi calcistici. La decisione di allora mostrò che in Italia l'arroganza dei "grandi numeri" è più forte della legge. Vedremo oggi.

VAI A:             GO TO:

Pagina iniziale
Index
Premessa
Premise
La Storia dell'A.S. Roma
A.S. Roma History
La stagione in corso
The championship
I gruppi ultras
dell'A.S. Roma
A.S. Roma Ultras groups
Le fotografie
Pictures
La cronaca ne parla
Chronicle talks about them
Amici e nemici
Friends & Enemies
Le parole (e la musica)
dei canti
Words & music of the songs
Le partite memorabili
Matches to remember
Racconti ed interviste storiche
Historical tales & interviews
La storia
della Curva Sud
Curva Sud history
Il Derby
Gli scudetti 
del 1942 e del 1983
The Championship's victories in 1942 and 1983
Il manifesto degli ultras
The Ultras' manifesto
Le bandiere della Roma
Most representative 
A.S. Roma players
CHAT
Ultime novità del sito
Updates
Libro degli ospiti
Guestbook
Collegamenti utili
Links
Scrivetemi
E mail me